Ascoli-Siena 3-2

ASCOLI (4-3-3): Guarna, Gazzola, Faisca, Micolucci, Calderoni (dal 25′ st Cristiano), Moretti, Di Donato, Pederzoli, Giorgi, Lupoli (dall’11’ st Romeo), Feczesin. All. Castori
A disp.: Maurantonio, Ciofani, Romeo, Antonio, Cristiano, Capogrosso, Mendicino
SIENA (4-4-2): Coppola, Cacciatore, Ficagna, Terzi, Rossi; Brienza, Carobbio, Marrone, Reginaldo (dal 21′ st Sestu); Calaiò (12′ st Bolzoni), Caputo (dal 35′ st Vitiello). All. Conte
A disp.: Farelli, Vitiello, Rossettini, Bolzoni, Vergassola, Sestu, Troianiello
ARBITRO: Gallione di Alessandria (Giallatini-Posado/Palazzino)
AMMONITI: 8′ pt Pederzoli (A), 44′ pt Moretti (A), 8′ st Ficagna (S), 20′ st Gazzola (A), 36′ st Coppola (S), 36′ st Romeo (A), 47′ st Marrone (S), 48′ st Brienza
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: 20′ pt Calaiò (S), 19′ st Reginaldo (S), 27′ st Romeo (A), 43′ st Feczesin (A), 48′ st Romeo (A)
ANGOLI: 7-0
SPETTATORI: 6.661. Paganti 2.106. Abbonati 4.555. Senesi 108

Finisce 3-2 per i bianconeri, sì, ma quelli di casa. La Robur esce sconfitta dal Del Duca, con una rete maturata ancora una volta nel recupero. Un ko incredibile, come quelli con Sassuolo, Piacenza, Portogruaro. Due gol di vantaggio e alla fine sotto di 3. L’Ascoli ci ha creduto, ha inseguito la vittoria per quei tre punti fondamentali in ottica salvezza. Per il Siena, che ora vede allontanarsi – forse definitivamente – il primato, la solita prestazione fatta di intensità e occasioni sprecate, fino al black out, un black out già rivissuto. E i tifosi si arrabbiano. Al pronti via Robur completamente rivoluzionata: in maglia gialla, spazio a chi ha giocato di meno. Davanti a Coppola, Cacciatore, Ficagna, Terzi e Rossi. La coppia in mediana è quella formata da Marrone e Carobbio con Brienza a destra e Reginaldo a sinistra. Davanti Calaiò (che con Vergassola è in panchina è il capitano) e Caputo. Al 2′ Moretti ci prova subito dalla distanza, fuori. Al 5′ risponde Brienza, si infila tra due avversari e punta la porta, fallo: la punizione di Carobbio, potente, è alta sulla traversa. Guizzo di Calaiò all’11, il primo tiro nello specchio della porta difesa da Guarna: niente da fare con il destro. Al 12′ il portiere ascolano esce dall’area, avventuroso, ma riesce ad anticipare Caputo. Dall’altra parte Coppola bene in uscita sul cross di Giorgi per Feczesin. Al 15′ grande intervento dell’estremo difensore bianconero: con i pugni dice no alla conclusione dalla distanza di Moretti. Al 16′, ghiottissima occasione per i padroni di casa: tocco morbido di Lupoli per Feczesin che di testa, solo solo, sfiora il palo. Nel momento migliore dei padroni di casa, ci pensa Calaiò che nell’area opposta, di testa, invece, non sbaglia: cross perfetto di Cacciatore, per l’Arciere è uno scherzo mettere a segno il 16mo sigillo stagionale. E per poco, un giro di lancette dopo, Reginaldo non fa il bis. Al 25′ Lupoli alza troppo il traversone di Giorgi. Al 30′ Caputo dalla distanza costringe Guarna alla parata in due tempi. Al 36′ ancora Lupoli, sugli sviluppi di un corner, manda alto di testa. Brutto errore di Caputo al 38′: riceve da Calaiò, da solo in area scivola. Al 40′ addosso a Guarna la conclusione dell’Arciere ben imbeccato da turbo-Brienza. Stessi uomini a inizio ripresa. Parte bene ll’Ascoli: al 2′ nessun problema per Coppola sul colpo di testa di Lupoli. Al 3′ Feczesin taglia per il compagno, Rossi riesce a deviare in angolo. Poi Giorgi, libero nell’interno dell’area, manda a lato. Al 5′ ancora il numero 5 ascolano tira alto. Al 7′ sicuro Guarna sul tiro cross di Cacciatore. Al minuto successivo Ficagna viene ammonito, per un fallo al limite, diffidato verrà squalificato. Batte Micolucci, sulla barriera. L’Ascoli reclama per un fallo di mano. Sull’angolo Feczesin non inquadra. All’11 Coppola respinge su Giorgi, sulla ribattuta Romeo, pressato da Rossi, non trasforma. Al 17′ Caputo devia di testa la punizione di Carobbio: fuori di poco. Al 19′ il raddoppio della Robur: Brienza serve Reginaldo che, alla sua maniera, non si fa pregare. Al 23′ il cross di Moretti non trova nessun compagno. Al 24′ Caputo di sinistro manda sull’esterno della rete. Al 26′ l’Ascoli riapre la gara: Coppola si supera sulla conclusione ravvicinata di Di Donato, poi in rovesciata Romeo non perdona. I padroni di casa ci credono e collezionano angoli. Al 33′ occasione per Marrone: troppo centrale e debole la sua conclusione. Al 41′ ci prova Cacciatore da lontano: fuori. Al 43′ il Siena troppo disattento, eczesin si fa perdonare l’errore del primo tempo: di testa anticipa Ficagna e batte Coppola. Allo scadere del tempo regolamentare Brienza ci prova prima con la punta del sinistro, poi con un pallonetto. Niente da fare. Punizione pericolosa per l’Ascoli al 48′: la palla colpisce la traversa, rimbalza due volte nell’area piccola e Romeo sigla la sua doppietta. E stende la Robur. (Angela Forellini)
Fonte: Fedelissimo online