Arrigoni verso Como, su Cesarini c’è la Reggiana: il punto sul futuro degli ex Siena

Si è chiuso da poche ore il breve capitolo della storia bianconera targato Anna Durio con il fallimento della Robur Siena a sei anni di distanza dall'ultimo capitombolo societario. Dopo aver coltivato fino all'ultimo la speranza d'iscrizione al campionato, l'annuncio di capitan D'Ambrosio ai compagni di squadra ha attivato l'allarme ai giocatori sotto contratto per la prossima stagione, che adesso iniziano a guardarsi intorno in virtù dello svincolo federale. Non aspettava altro il Como, pronto a sottoscrivere l'accordo trovato venti giorni fa con il centrocampista Tommaso Arrigoni, convinto dal direttore sportivo Ludi a sposare il progetto lariano. In riva al lago si è discusso anche del futuro di Alessandro Cesarini, che vorrebbe però giocarsi le proprie carte in cadetteria. La Reggiana studia il gran ritorno dopo il biennio 2016-2018 in granata costellato da infortuni e magie, oltre al feeling innato con la piazza che ne ha sempre apprezzato estro, capacità tecniche e umane. Contatti avviati tra gli emiliani e l'ex Spezia. Vuole dare fiducia a Carmine Setola la dirigenza della Virtus Francavilla che pare intenzionata ad aprire il dialogo per trattenere il terzino destro che alla Robur si è ritagliato poco spazio (6 apparizioni) nei primi sei mesi della stagione. Un semplice sondaggio poi della Reggina per l'estremo difensore di proprietà del Chievo Verona Alessandro Confente. Anche se il direttore sportivo Taibi ha confermato di essere ora in trattativa con il portiere del Milan Plizzari, favorito a prendere le chiavi della porta amaranto per la prossima stagione. Verso il passaggio a parametro zero alla Fiorentina il duttile centrocampista classe 2002 Alessandro Sersanti autore di un'ottima stagione in D con la maglia del Grosseto. 

(Niccolò Anfosso, con la collaborazione di Giacomo Principato)

Fonte: FOL