Arrigoni: “Gara col Mantova da dimenticare in fretta. Ho rinnovato perchè aspiro al salto di categoria con questa maglia”

Tommaso Arrigoni si è legato alla Robur fino al 2022. Per il centrocampista romagnolo un riconoscimento importante dopo una stagione vissuta da protagonista, nella quale è risultato uno dei più costanti come rendimento. Oltre alla felicità espressa per il recente rinnovo, Arrigoni ha fatto un passo indietro sulla recente battuta d'arresto di Coppa Italia contro il Mantova e ha dato uno sguardo al campionato che sta per delinearsi.

Mantova – "Purtroppo non è andata per il meglio, è una gara da dimenticare al più presto. Ora lasciamola passare, poi con il mister guarderemo dove abbiamo sbagliato. Espulsioni? In 10 ce la potevamo fare, in nove diventa francamente dura. Di sicuro i carichi di lavoro si sono fatti sentire, non eravamo al 100%".

Squadra – "Giocare un'altra gara ufficiale poteva servire, altri minuti nelle gambe sarebbero stati utili. La squadra è di fatto nuova, dobbiamo ancora amalgamarci. Quando si cambia molto all'inizio è normale faticare ma le qualità ci sono e verranno fuori".

Cattiveria – "Quello che ha detto il mister è giusto, soprattutto in questa categoria ci vuole quella fame che col Mantova è mancata".

Ruolo e concorrenza – "Io sono a disposizione dell'allenatore, non fa differenza dove gioco. I nuovi ci daranno una grossa mano, è tutta gente che ha dimostrato di fare bene in passato. Da Silva ha tanta forza, Serrotti è esperto e ci dà qualità. Bentivoglio poi non lo devo nemmeno presentare".

Sogni – "Rinnovare qui è un motivo di orgoglio, l'obiettivo è fare un qualcosa di importante. Io spero di fare il salto di categoria. Adesso come adesso è molto difficile per un giocatore di Serie C salire di categoria da una squadra. Per cui essere in una società che ha questa aspirazione è una grande cosa". (Jacopo Fanetti)

Fonte:Fol