Arrigoni: “Conquisterò la B con questa maglia”

Tommaso Arrigoni, centrocampista della Robur, è intervenuto ad Antenna Radio Esse. Queste le sue dichiarazioni:

Carriera – “Non mi sono andate bene un paio di situazioni, non sono stato fortunato ma di rimpianti non ne ho perché ho sempre dato il 100%. Sono in Serie C, alla Robur, sto bene e spero di andare in B con questa maglia. Me la voglio conquistare sul campo”.

Campionato – “Siamo partiti due mesi in ritardo e questo ci ha danneggiato mentalmente. Personalmente e a livello di squadra sono soddisfatto, ci divertiamo insieme e credo che in campo si veda”.

Entella – “Quella partita lì ha un valore particolare. È una delle gare migliori a livello di collettivo, ognuno lottava per il compagno, è stata una gran bella battaglia. La partita preparata a Chiavari non era di tamponamento. L’abbiamo interpretata nel modo giusto e l’occasione più grossa l’abbiamo avuta noi. C’è stato un sacrificio incredibile da parte di tutti, dagli attaccanti a Contini che ha fatto due miracoli incredibili”.

Gerli – “Mi sto trovando molto bene, ci ho già giocato, so le sue qualità e viceversa”.

Calendario – “Le partite più difficili da preparare saranno con Arzachena, Olbia e Albissola. Non le prenderemo sotto gamba ma loro verranno qua per portare a casa un punto. Dobbiamo vincere in tutti i modi”.

Siena – “Sono qua con la mia ragazza ed entrambi ci stiamo trovando molto bene. Si riesce a fare calcio in modo tranquillo, si lavora molto bene”.

Romagna – “Quando sono a casa non ci vado, non lo classifico un mare il nostro, ma una palude. Il mare bello è da altre parti!”.

Scaramanzia – “Quest’anno nello spogliatoio mi hanno attaccato un po’ di scaramanzie, ci sono dei personaggi che lo sono tanto, vedo che portano risultati e quindi li seguo”.

Punizioni – “Quest’anno, lo ammetto, ci sono compagni più bravi di me. Come Aramu. L’errore a Chiavari ci può stare, lui e Ettore hanno fatto un grande lavoro, ci può stare non essere lucidi in quella circostanza. Il nervosismo era alle stelle, la partita era sentita”.

Messaggio – “Spero di portare più in alto possibile la Robur. Ce la metteremo tutta, fidatevi di quel che dico. Siamo un gruppo sano che vuole centrare alti traguardi”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL