Argilli: “Sentivo che era il momento di provare una esperienza con i più grandi”

Stefano Argilli è alla sua prima esperienza con la Berretti, e nonostante la sconfitta contro una quotata Ternana esce soddisfatto per la prova fornita dai suoi ragazzi. Di questo e delle prospettive della squadra ha parlato ai microfoni a fine partita:

Buone sensazioni – "È stata una bella partita, combattuta fino alla fine. Il gol subito ci ha spiazzato, già pagavamo qualcosa dal punto di vista fisico, con un inizio così ci siamo un po' intimoriti. Poi però siamo stati bravi a prendere campo e non a caso abbiamo conquistato due rigori. Nel secondo tempo siamo entrati di nuovo troppo timorosi, poi siamo risaliti nella parte finale. Io sono abbastanza soddisfatto, mi dispiace per i ragazzi. Ma potevamo ancor fare di più, le nostre armi sono quelle tecniche, gli scambi interni. Non potevamo metterla sul piano fisico, loro avevano anche qualche 2001. Diciamo che abbiamo rotto il ghiaccio, settimana prossima partiremo ancora più convinti".

Margini – "Possiamo fare ancora meglio da quel punto di vista, i ragazzi lo sanno fare. Bisogna prendere un po' di condizione. In Berretti ci vuole il risultato ma non a tutti i costi, noi vogliamo il risultato ma con la partecipazione di tutta la squadra. I ragazzi hanno ancora 7-8 mesi prima di entrare nel mondo degli adulti, devono imparare quale sono le scelte giuste senza il comando della panchina".

Soddisfazione – "Sono contento di essere arrivato in Berretti, cercavo una esperienza coi più grandi, ed era il momento giusto per me. Io mi sento a mio agio con tutto il settore giovanile, dai bambini a quelli più grandi. Li conosco tutti, li ho presi da bambini con Roberto Pierangioli e li ho visti crescere". (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol