Arezzo-Siena 2-1

AREZZO (4-3-2-1): Scarpelli (dal 1’ st David); Bellavigna (dal 15’ st Mencarelli), Dierna (dal 15’ st De Martino), Pecorari (dal 1’ st Zaccanti), Ruggeri (dal 15’ st Dieme); Bricca (dal 32’ st Frasca), Carteri (dal 15’ st Idromela), Carfora (dal 1’ st Rubechini); Di Santo (dal 1’ st Ciogli), Martinez (dal 1’ st Invernizzi); Essoussi (dal 15’ st Cubillos (dal 43’ st Zurli)).  All.: Mezzanotti
SIENA (4-3-3): Lamanna (dal 1’ st Farelli); Angelo (dal 41’ st Mulas), Crescenzi (dal 1’ st Morero), Dellafiore, Milos (dal 1’ st Turi); Pulzetti (dal 1’ st Giacomazzi), D’Agostino (dal 20’ st Valiani), Vergassola (dal 20’ st Schiavone); Rosina (dal 1’ st Mannini), Paolucci (dal 20’ st Rosseti), Scapuzzi (dal 1’ st Giannetti). All.: Beretta
ARBITRO: Serani di Foligno (Neri-Gentileschi)
RETI: 39’ pt Pulzetti (S), 16’ st Cubillos (A) , 23’ st Dieme (A)

SPETTATORI: 1.500. Senesi 40

Esordio casalingo per gli amaranto tornati dal ritiro di Norcia. Clima campionato sugli spalti per una partita sempre sentita tra le due tifoserie
L'Arezzo schiera un 4-3-2-1 con Scarpelli tra i pali e la linea difensiva composta da Bellavigna, Dierna, Pecorari, Ruggeri. In mediana Carfora, Carteri  e Bricca con Martinez e Di Santo pronti a supportare l'unica punta Essoussi.
Risponde il Siena con un 4-3-3 con l'esordio del nuovo arrivato Scapuzzi accanto a Paolucci e Rosina.
Il Siena palleggia, crea qualche palla gol in più, l'Arezzo è più grintoso e cerca di sfruttare il gioco di rimessa.
Le occasioni, per i bianconeri, fioccano, ma non si concretizzano. Al 5’ nessuno riesce a trasformare il bel cross di Angelo, al 9’ Pulzetti, molto abile negli inserimenti, ci prova da fuori area, Scarpetti è attento e si distende deviando in corner, il primo di una lunga serie. Due minuti e Scapuzzi, di testa, non centra la porta. I padroni di casa si vedono davanti a Lamanna prima con Disanto, poi con Carfora ma il suo sinistro prende l’esterno della rete. La partita è piacevole, Scapuzzi corre e si impegna: bello lo scambio al 15’ con Paolucci, il diagonale dell’attaccante è però fuori misura. Al 17’ Rosina dialoga bene con Pulzetti, ma l’azione sfuma. Tre minuti dopo Milos serve Scapuzzi, sugli sviluppi dell’azione Paolucci prova a girarsi e colpisce l’esterno. Sull’attaccante è attento Scarpelli al 22’ Attento Scarpelli. Fuori dallo specchio anche il colpo di testa di Scapuzzi al 24’. Lampo amaranto al 27’: Carfora mira la porta, ma Lamanna non ha problemi. Al 32’ Vergassola prova il colpo dalla distanza. Alto. Sulla corsia mancina la Robur spinge bene ed è da lì che arriva anche la palla giusta per il vantaggio bianconero: è il 39’, Milos crossa perfetto per Pulzetti che si fa trovare al posto giusto al momento giusto. 
A inizio ripresa solita girandola di cambi da entrambe le parti. Al 19' arriva il pari dell'Arezzo ad opera di Cubillos cresciuto nelle giovanili bianconere.
Il colombiano prima si procura il calcio di punizione dal limite, poi calcia una punizione imprendibile per Farelli. Il Siena cerca la reazione e va vicino al gol, ma l'Arezzo alla prima occasione colpisce ancora con Dieme infilando di testa il 2-1.
La Robur prova a risistemare le cose, lo fa con i suoi avanti e anche con l’arma Morero, sempre pericoloso anche in fase offensiva. Ma la foga è troppa, la fatica si fa sentire e i biancoeri non riescono ad impensierire gli uomini Mezzanotti. Per un soffio Dieme non cala il tris nei minuti finali.
Grande la festa degli amaranto che si arrampicano in tribuna a ricevere gli applausi dei tifosi mente un solitario sostenitore senese scavalca la rete per andare a prendere un maglia ma viene bloccato dagli steward.

Fonte: Fedelissimo online