Antonelli: Tutti insieme per qualcosa di grande

La squadra ci crede, la società lo stesso e vuole che ci creda pure la città, tutta. La sua parte, mettendo al simbolico prezzo di 50 centesimi i biglietti anche per la gara di domani, l'ha fatta. Ora sono i senesi che devono rispondere presente: i tre punti in palio al Franchi sono parte di un sogno dal quale il Siena non vuole svegliarsi. “La vendita dei tagliandi sta andando bene – ha detto il responsabile dell'area tecnica bianconera Stefano Antonelli -. Come con il Parma. Per certe partite pensare di avere 2500-3000 tifosi in più sappiamo essere impossibile. Ma l'importante, e siamo certi che sarà così fino alla fine, è che chi ci sarà, si farà sentire per compiere insieme alla squadra qualcosa di importante. Una squadra che, giornata dopo giornata, con i gesti, con i comportamenti, sta dimostrando di crederci e di non voler mollare”. “Per la prima volta da inizio campionato – ha aggiunto –, vivremo l'emozione, la sensazione, di essere inseguiti. Non so se sarà una spinta oppure un rischio, ma sono convinto che i ragazzi, come sempre, cercheranno di fare il massimo per i tre punti”.
La Robur non vince in casa dalla gara con il Chievo, due mesi fa… “E' vero – ha ribattuto il direttore -, ma bisogna anche guardare a come sono andate le partite successive. Con l'Atalanta abbiamo perso meritatamente, ma con Cagliari e Parma, abbiamo conquistato due pareggi positivi, fosse solo per il valore degli avversari. Contro i gialloblù abbiamo anche creato diverse situazioni da gol. Abbiamo compiuto la scelta sbagliata all'ultimo passaggio. Chievo e Torino a rischio? Vorrei essere nei loro panni, ma rimaniamo sereni e pazienti, domenica c'è il Chievo e comunque vada, altre cinque giornate da giocare”. Ma guai a spegnere la luce come all'Adriatico… “La testa è sempre stata la peggior nemica di questa squadra – ha detto Antonelli -. A Pescara al primo errore siamo stati puniti e i ragazzi hanno avuto paura di non farcela. Lì dobbiamo migliorare”. Un accenno anche alle accuse di Zamparini. “Se stessi qua a elencare tutti i torti che abbiamo subito noi non ne uscirei – le parole del direttore . Con tutto il rispetto per il presidente, evito ogni altro commento”. “Il mercato – ha chiuso -? E' normale che qualche ragazzo possa giocare per farsi vedere, ma ora siamo tutti concentrati sulla salvezza”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line