Antonelli: “Non molliamo di una virgola, continuiamo ad essere concentrati e ad andare avanti”

Giornata di interviste per il direttore Antonelli, che ha parlato sia ai microfoni di Calciomercato.it, che a Tuttomercatoweb.com.

IL MOMENTO ATTUALE – “Non riusciamo a vivere questo momento ancora con grande ottimismo perchè in questa stagione abbiamo convissuto con punti di penalizzazione, squalificati e tante altre difficoltà;. Sappiamo poi che basta poco per perdere ancora punti e ritrovarci in un’altra posizione quindi attualmente non dobbiamo rilassarci”

LA CORSA SALVEZZA – “Per quanto riguarda la rincorsa, più; che corsa salvezza, per noi cambia poco: siamo partiti a testa bassa sin dalla prima giornata, l’ossigeno può esser limitato ma ora siamo nel gruppone e non più di rincorsa. Non molliamo di una virgola, continuiamo ad essere concentrati e ad andare avanti, senza cambiare lo spirito. Siamo consapevoli che avremmo fatto un campionato all’altezza della categoria anche a livello di punteggio. Avremmo 36 punti, ne sarebbero serviti meno per la salvezza ma non c’è rabbia, conviviamo con la situazione”

LA SFIDA CON IL CHIEVO– “Sento dire che è la gara più importante, ma ogni gara è fondamentale per noi, dunque anche quella con i clivensi”.

LE ACCUSE DEL PALERMO- “Capisco il momento particolare, ma sto notando che a tutti noi è capitato di dover lamentare una o più situazioni. Posso ricordare per esempio che solo pochi giorni fa non ci è stato concesso un rigore per un fallo su Bogdani contro il Parma nei minuti finali… Nel calcio capitano queste situazioni, e noi abbiamo deciso di non lamentarci perchè l’errore è umano e non vogliamo crearci degli alibi”

CALENDARIO – “Dobbiamo ragionare partita per partita visto che ci attendono diverse gare difficili. In ogni caso, dobbiamo mantenere altissima la concentrazione”. E contro i giallorossi, i toscani ritroveranno Destro: “è un predestinato, diventerà; un campione assoluto e un giocatore importantissimo per i giallorossi. Non ha mai avuto dubbi sul suo valore”

MERCATO DI GENNAIO ED EMEGHARA  – “E la concentrazione è aumentata dall’arrivo di Iachini: il nostro tecnico è stato molto bravo. Noi abbiamo dovuto fare a gennaio delle cessioni per motivi economici, senza tuttavia smobilitare la rosa. Qualcuno è andato via poi perchè; era alla fine del percorso soprattutto dal punto di vista motivazionale. Al contempo sono arrivati ragazzi con serenità; diversa, non logorati dal percorso estivo delle sentenze, delle squalifiche, dei punti di penalizzazione. I vecchi sono stati bravi a far amalgamare quelli nuovi, trovando una giusta chimica tra chi è arrivato e chi c’era”

EMEGHARA –  “Su di lui ci sono società; inglesi e tedesche. Ora però dobbiamo lasciarlo tranquillo mentre il mio augurio è che lui possa mantenere questa concentrazione e rendimento fino al termine della stagione”

Fonte: Fedelissimo Online