Antonelli: “Il Siena ha subito troppi torti arbitrali”

Stefano Antonelli ha parlato a CalcioNews24.com della gara di ieri, della direzione di gara, dei tanti giovani utilizzati dalla Robur e di mercato. Queste le sue parole:

«Il rigore sbagliato da Rosina? Non c’è rammarico. Era il primo penalty della stagione, sacrosanto. Il rammarico c’è per quel calcio d’angolo inesistente dato al Varese da cui è scaturito, poi, il gol del pareggio. Non so come un arbitro possa invertire un concetto poco fisico di un difensore che rinvia la palla, batte sulla tibia di un avversario, va sul fondo e viene dato un calcio d’angolo. Questi sono momenti che cambiano una partita e il rammarico è per i tre punti che non abbiamo portato a casa».

«Non è mancato nulla, noi oggi giocavamo con una formazione rimaneggiatissima e chi è sceso in campo è stato straordinario come al solito. In panchina avevamo quattro ’96 e un ’95 e abbiamo dominato la partita. Il Varese ha Pavoletti, un uomo straordinario nella fase d’attacco, e oggi non ha inciso mai. Non hanno mai messo seriamente in difficoltà la nostra difesa. Oggi non è mancato nulla, forse solo un pizzico di fortuna».

«Attenzione a loro, in questo girone di andata non ci sono stati mai favorevoli. Il Siena ha subito tanti torti arbitrali, ne vedo tanti in giro. Quest’anno tutti i fischietti stanno dando delle interpretazioni non corrette e mi auguro che tutto il sistema possa far crescere la Can arbitrale, la Serie B è un campionato importante, lungo, bello e merita qualche attenzione in più».

«Rosseti è un giocatore importante però deve crescere con serenità, sta facendo cose straordinarie. Lo conosco da un paio d’anni ed ha tutto per diventare un calciatore di altissimo livello. Vive questo momento con serenità e con una capacità caratteriale straordinaria, sta facendo cose di grande rilievo. Deve crescere in questo modo qui, dando sempre il massimo sia in campo che negli allenamenti. Oggi su 22 convocati avevamo 13 giocatori con un dato anagrafico con il 9 davanti, mi sembra un dato importante».

«Abbiamo fatto 21 partite di campionato e 3 di Coppa Italia, ne abbiamo perse solo tre: quindi il bilancio è assolutamente positivo».

«Ormai, da più di un anno e mezzo, il Siena deve badare più alla parte amministrativa che a quella tecnica. Fermo restando questo vorremmo confermare tutto l’organico e verificare il mercato cosa propone, se ci saranno occasioni le valuteremo».

Fonte: Fedelissimo Online