Anna Durio: “Chiamatemi presidente”

Le immagini sono quelle di qualche giorno fa, quando l’acquisizione delle quote di maggioranza della Robur hanno anticipato quello che è successo ieri: la nomina di presidente, nonché di amministratore unico del club bianconero. Un’attesa lunga mesi, un percorso tortuoso che ha visto l’epilogo il 2 settembre, anno domini 2016. In attesa che Pietro Mele faccia le sue mosse, l’imprenditrice è serena. E «contenta». «Lo sono per essere arrivata in fondo a questa vicenda – le sue prime dichiarazioni da presidente bianconero -, finalmente la società potrà essere operativa su tutti i fronti. Ci potremo finalmente dedicare a tutti gli aspetti, e mettere nero su bianco molti accordi presi verbalmente in questi mesi. La prossima settimana ufficializzeremo gli sponsor di maglia e l’organizzazione del Settore giovanile». L’atto finale si è svolto, paradossalmente in contrasto con la telenovela portata avanti per settimane, in poco tempo. Nella giornata di giovedì si è svolto l’incontro tra l’imprenditrice ligure e Antonio Ponte che poi ha aperto la strada alla sua nomina, con le dimissioni dell’ex patron e la modifica dello statuto, necessaria per l’insediamento. Ieri la registrazione dello statuto stesso, modificato, al Registro delle Imprese e quindi la salita al trono del nuovo condottiero bianconero. Più nessuna urgenza quindi di convocare l’assemblea dei soci che si svolgerà tra qualche giorno. «Il risvolto più bello di tutta la vicenda – ha commentato lei -, è che i tifosi finalmente potranno pensare solo al campo, e la nostra speranza è quella di farli divertire. Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicino in questo travagliato periodo, vi aspetto domani allo stadio». Anna Durio, per la cronaca, è il trentesimo presidente della Robur e la prima donna nel prestigioso ruolo.
Intanto Colella e i suoi ragazzi sono impegnati a preparare a Castellina la gara di domani con il Giana Erminio: in gruppo, nella seduta di ieri, anche gli ultimi arrivati per la prima apparizione con la maglia bianconera. Il transfert di Filipovic è arrivato: anche il croato è a disposizione. Da vedere quali saranno le scelte del mister che ha avuto davvero pochissimo tempo per lavorare con le nuove ‘entrate’. Ancora una seduta, la rifinitura di questa mattina, e lo svelerà la lista dei convocati che verrà diramata al termine dell’allenamento. (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione