Andrea Sordi Risponde a Calcionline

Ho mandato la seguente e.mail all'estensore dell'articolo comparso su "calcioline" e riportato sul Fedelissimo:

 Gent.mo Sig. Bergamini

mi piacerebbe conoscere le sue fonti che le assicurano l'assoluta certezza di notizie quantomeno da soppesare.
Se non vado errato il Dott. Mezzaroma, Presidente del Siena, non sarebbe stato ancora interrogato, lo stesso dicasi per i giocatori del Modena e, meno che mai, il famoso e fumoso teste del Kazzaghistan (mai nome di paese fu più appropriato!). E' vero che il rito sportivo prevede (abominio giuridico) l'onere della prova a carico del "chiamato", ma dal dar retta a qualsiasi notizia criminis all'avvenuta condanna, credo che almeno il processo debba essere celebrato. Diversamente il Cardinal Bellarmino, "inventore" dell'inquisizione italiana, verrebbe ricordato dalla storia come un assoluto ed inattaccabile garantista. Poi, se non vado errato, il resto delle possibili accuse si baserebbero su presunte intese di fine stagione raggiunte in campo o per incontri (da dimostrare se colpevoli!), prima della gara, tra alcuni giocatori, veramente amici perchè hanno militato per vari anni nella stessa squadra: guarda caso il Rimini! Dovrebbe conoscere. Beh, vero questo quanti campionati dovrebbero essere impugnati, quante squadre retrocesse e quanti presidenti allontanati?
Io non ho le sue certezze mai, ma di una cosa comincio a convincermi: la necessità di iniziare a denunciare per diffamazione chi diffonde notizie non vere ovvero tese a creare un danno!
Buon lavoro Signor Bergamini.

 

Andrea Sordi