Ancora una volta la Robur nel destino dell’Inter

Il destino ha voluto assegnare all’Inter il ruolo di chi ha aperto e chiuderà questa prima parentesi ( ci vogliamo credere….) del Siena in serie A.

Nel 2003-04, dopo l’esordio assoluto a Perugia, toccò alla squadra di Moratti  tenere a battesimo l’esordio casalingo della Robur nella massima serie e domenica prossima saranno ancora i nerazzurri a salutare il mesto ritorno dei bianconeri nella cadetteria.

Ma non c’è solo questo. La Robur, per il quarto anno consecutivo, si appresta ad affrontare l’Inter in una partita decisiva per lo scudetto.

Campionato 2006-2007

Dopo la sconfitta casalinga contro la Roma, l’Inter vince al Rastrello e, grazie alla contemporanea sconfitta della Roma a Bergamo, festeggia lo scudetto.

Campionato 2007-2008

37^ giornata di campionato e il Siena, già salvo, va a rendere visita ai nerazzurri che avevano già preparato tutto per i festeggiamenti. Due volte in vantaggio, i nerazzurri vengono raggiunti prima dalla rete di Maccarone e poi da quella di Kharjà e sul finire sbagliano clamorosamente un rigore tirato da Materazzi. Tutto rinviato all’ultima domenica a Parma, una gara che l’Inter vinse ufficializzando lo scudetto.

Campionato 2008-2009

E’ il 17 maggio e l’Inter trova ancora il Siena sulla strada dei festeggiamenti, ma la partita non genera molte apprensioni al popolo nerazzurro. Il Milan perde nell’anticipo a Udine e per l’Inter è fatta. Batte la Robur per 3-0 e festeggia il suo 17 scudetto.

 

Domenica, ultimo atto di questa stagione, Siena e Inter saranno chiamate, ancora una volta, ad incrociare le armi in una partita decisiva per l’assegnazione del titolo nazionale. I nerazzurri devono vincere, un pareggio o una sconfitta, in caso della vittoria della Roma a Chievo, consegnerebbero lo scudetto ai giallorossi.

Fonte: Fedelissimo Online