Finale: Ancona Matelica-Siena 3-2

ANCONA MATELICA-SIENA 3-2

ANCONA MATELICA (4-3-3): Avella; Noce (61′ Tofanari), Masetti, Iotti, Maurizii (84′ Di Renzo); D’Eramo (61′ Delcarro), Gasperi (61′ Bianconi), Iannoni; Rolfini, Faggioli (61′ Moretti), Sereni. A disposizione: Canullo, Vitali, Sabattini, Vrioni, Ruani. Allenatore: Colavitto.

SIENA (4-3-3): Lanni; Milesi, Terzi, Terigi, Favalli (46′ Farcas); Bani, Pezzella, Acquadro; Disanto (71′ Marcellusi), Karlsson, Guberti (71′ Paloschi). A disposizione: Mataloni, Marocco, Conson, Montiel, Zaccone, Cardoselli, Peresin, Darini, Palazzini. Allenatore. Maddaloni.

ARBITRO: Maggio di Lodi (Regattieri-Martinelli; IV uomo: Giampietro di Pescara)

MARCATORI: 10′ Karlsson (S), 57′ Bani (S), 69′ Rolfini (AM), 78′, 95′ Delcarro (AM)

AMMONITI: D’Eramo (AM), Gasperi (AM)

NOTE: spettatori 1.891 di cui 29 senesi. Recupero: 1’, 5’. Angoli: 10-6.

Il Siena getta alle ortiche un risultato praticamente acquisito dopo la prima ora di gioco, ricadendo in uno dei blackout che ne avevano caratterizzato le ultime uscite. I bianconeri, in vantaggio di due reti e fino a quel momento in pieno controllo dell’incontro, subiscono la rete di Rolfini e si riscoprono incredibilmente fragili, venendo perforati su situazioni di palla inattiva con grande facilità. Arriva così la terza sconfitta consecutiva, la quarta della gestione Maddaloni, per una squadra che sembra aver imbeccato un tunnel dal quale non riesce più ad uscire

97′ Fine partita.

95′ La ribalta l’Ancona. Il corner battuto da Sereni è impattato da Delcarro che manda alle spalle di Lanni con un preciso colpo di testa

93′ Ingenua punizione fischiata a Terigi, anche se il centrale bianconero non sembrava aver commesso fallo

90′ Cinque minuti di recupero

89′ Paloschi e Karlsson dialogano bene al limite dell’area, il filtrante cercato dall’attaccante islandese viene intercettato da Bianconi

87′ Conclusione di Bani da fuori area al termine di un’azione insistita dei bianconeri, palla fuori di non molto

84′ Ultimo cambio nell’Ancona. Fuori Maurizii dentro Di Renzo

82′ Siena vicinissimo alla rete. Karlsson ci prova in due circostanze, prima da fuori poi da centro area, la palla arriva a Paloschi che serve Marcellusi libero sulla destra, ma sul suo tiro è decisivo Avella

81′ Incredibile il blackout dei bianconeri che fino alla rete dell’1-2 erano in pieno controllo della gara

80′ Pezzella ci prova in alleggerimento dal limite dell’area, pallone fuori misura

78′ Pareggia l’Ancona. La punizione calciata a centro area viene rimessa al centro da Iotti, e trova solo in area Delcarro che di  testa non deve far altro che depositare in rete

75′ E’ una sorta di 4-4-2 quello del Siena, con Acquadro spostato a fare l’esterno di centrocampo a sinistra

73′ Preme l’Ancona. Tofanari approfitta di un rimpallo per involarsi sul fondo, il suo cross a centro area arriva a Delcarro che non riesce a girare in rete

71′ Cambi nel Siena. Fuori Disanto e Guberti, dentro Marcellusi e Paloschi

69′ Accorcia l’Ancona. Il cross dalla sinistra di Maurizii trova Rolfini a centro area che con una torsione devia alla spalle di Lanni

67′ Dorici ad un passo dalla rete. L’angolo battuto da Sereni finisce sui piedi del neo entrato Moretti che dal limite calcia di controbalzo trovando la risposta di uno strepitoso Lanni

63′ Dopo le sostituzioni l’Ancona è passata ad un più offensivo 3-4-3

62′ Siena vicinissima al tris. Bani sventaglia per Disanto che spinge sulla destra e, arrivato sul fondo, mette al centro per Karlsson che in spaccata a colpo sicuro trova la risposta di Avella

61′ Colavitto cambia faccia all’Ancona. Escono D’Eramo, Gasperi, Faggioli e Noce entrano Delcarro, Bianconi, Moretti e Tofanari

57′ Raddoppio della Robur!! Grandissima palla a cambiare il campo di Guberti che trova Bani solo sul secondo palo, il centrocampista bianconero col mancino fredda Avella

56′ Botta da fuori area di Farcas, Avella deve distendersi per evitare di subire il secondo gol

55′ Pezzella onnipresente stavolta si invola a sinistra e semina il panico, poi arrivato in area crossa e guadagna un angolo

51′ Buona ripartenza del Siena, Bani fa un break a metà campo e scarica su Guberti che di prima dalla sinistra mette in mezzo un pallone tagliato, Avella in tuffo sventa la minaccia

49′ Pezzella prova a calciare direttamente verso la porta e per poco non sorprende un incerto Avella

48′ Giocata di Disanto a destra che con un traversone pesca Guberti a centro area. Noce lo anticipa ma nel tentativo di completare il disimpegno stende Acquadro sul lato corto dell’area di rigore

46′ Comincia la ripresa

La Robur prepara il cambio annunciato. Fuori Favalli, al suo posto c’è però Farcas

Il Siena risponde con carattere e sfodera un ottimo primo tempo al ‘Del Conero’. Ben messa in campo, la formazione di Maddaloni va avanti in avvio con un gran gol di Karlsson, abile a destreggiarsi in area prima di scaricare in rete un bolide, e poi va vicina al raddoppio con Acquadro. Molto bene Pezzella, che ha pulito tutti i palloni sporchi a centrocampo, ma in generale tutta la linea mediana

47′ Fine pt

46′ Serpentina in area di Karlsson, il suo cross è deviato in angolo

45′ Un minuto di recupero

45′ Ammonito Gasperi per un intervento in ritardo su Disanto

45′ Sereni penetra pericolosamente in area da sinistra, Terzi è posizionato bene e allontana

43′ Il terzino bianconero per ora resta in campo, vedremo che cosa deciderà Maddaloni

41′ Favalli sembra non farcela a proseguire, si prepara Marcellusi

40′ Lanni esce a vuoto su un cross di D’Eramo, poi però rimedia respingendo un tiro a colpo sicuro di Rolfini sotto misura

39′ Forcing dell’Ancona con la Robur momentaneamente in dieci (Favalli ha accusato un colpo), i dorici hanno conquistato due angoli in serie

36′ Siena vicinissimo al raddoppio. Karlsson fa da sponda a Disanto, che intelligentemente serve a rimorchio Acquadro, il cui tiro dal limite finisce a lato di un soffio

33′ Ci prova Bani da fuori area, Avella blocca in due tempi non senza difficoltà

31′ Altro retropassaggio, stavolta fortuito, sbagliato dai bianconeri, Rolfini prova ad approfittarne servendo Sereni, brava la difesa del Siena a chiudersi

30′ Brutto retropassaggio di Favalli a Lanni, che è costretto a rifugiarsi in fallo laterale a causa della pressione di Faggioli

27′ Buona circolazione palla del Siena, che porta al tiro Disanto a destra. Maurizii lo mura in corner

23′ Punizione calciata da Favalli, la sfera viene respinta dalla difesa dell’Ancona sui piedi di Guberti che di prima calcia verso la porta ma trova Terigi sulla traiettoria

22′ Primo ammonito della gara, è D’Eramo che stende Favalli lanciato verso la porta

18′ Altra sortita di Guberti sul lato sinistro, nuovamente fuori misura però il suo cross

16′ Torna a farsi pericolosa l’Ancona. Rolfini da destra mette un pallone rasoterra, Pezzella lo sporca pericolosamente ma Lanni fa sua la sfera

15′ Guberti prova dalla sinistra a creare scompiglio, il suo traversone viene però respinto da Masetti

14′ Traversa dell’Ancona. Da un calcio d’angolo da destra, Iotti svetta più in alto di tutti e impatta con la testa, il pallone si stampa sul legno

13′ Giocata di Sereni sull’out mancino, il numero 10 dorico poi penetra in area e prova a servire al centro Faggioli, bravo Terzi a chiudere

10′ Vantaggio Robur! Favalli sfrutta un errore di D’Eramo per involarsi verso la porta, poi al limite serve Karlsson che con uno stop orientato si sistema palla sul sinistro e calcia di potenza sotto la traversa non lasciando scampo ad Avella

7′ Buona combinazione della Robur in fase offensiva. Disanto trova Guberti al limite dell’area, il fantasista sardo sterza sul destro e poi va al tiro, la difesa di casa mura la conclusione

6′ Diversamente da quanto si potesse pensare, lo schieramento del Siena resta un 4-3-3, con Milesi che fa il terzino a destra stando piuttosto bloccato

5′ Palla tagliata da Bani al centro dell’area, Karlsson viene anticipato sul più bello da Noce

3′ Incertezza tra Iotti e Avella, il centrale per poco non indirizza un retropassaggio verso la porta che il portiere biancorosso in qualche modo intercetta

1′ Ancona subito in avanti. Ribaltamento di fronte alla ricerca di Rolfini, che scarica a rimorchio per Sereni. Il suo tiro è ribattuto dalla difesa bianconera in corner

1′ Partiti

Robur con il completo color Terra di Siena, l’Ancona risponde con il completo rosso

14.15 Le squadre stanno ultimando le fasi di riscaldamento

FORMAZIONE UFFICIALE ANCONA: nessuna sorpresa nell’undici di Colavitto, che schiera gli undici attesi alla vigilia. Davanti spazio a Faggioli con Sereni e Rolfini

FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: Maddaloni rivoluziona la squadra schierando una difesa a tre, che vede il ritorno di Milesi dal primo minuto. In avanti c’è Guberti a far coppia con Karlsson

La Robur sta vivendo il momento peggiore di tutta la stagione e per uscirne il prima possibile non può far altro che andare a fare risultato in quel di Ancona, nella sfida valevole per la diciassettesima giornata di campionato. La sconfitta casalinga nel derby con il Grosseto rischia di aver lasciato scorie pesanti, pertanto è attesa soprattutto una reazione di carattere da parte della formazione di Maddaloni; la stagione è ancora molto lunga per cui farsi prendere dalla depressione del momento, oltre che inutile, rischia di essere anche dannoso.

A Maddaloni, tuttavia, non viene in soccorso neanche la dea bendata, che sembra aver voltato le spalle ai bianconeri. Nell’allenamento della vigilia si sono infatti fermati anche Bianchi e Meli: i due si vanno ad aggiungere agli altri acciaccati Caccavallo e Varela e, come loro, non saranno della gara. La lista degli indisponibili è completata da Mora, che in settimana non è stato bene e deve essere sottoposto ad ulteriori accertamenti.

In conferenza stampa il tecnico napoletano non ha nascosto di aver provato in settimana alcune varianti tattiche per ovviare al momento difficile, fermo restando che la prima cosa a dover cambiare è l’atteggiamento mentale. “Quadratura e sostanza”, le parole usate da Maddaloni alla vigilia, potrebbero suggerire un possibile passaggio ad un più coperto 3-5-2, già visto nella parentesi con Gilardino. Spazio, in caso, a Conson per rinforzare la linea difensiva e all’arretramento di Disanto sulla cerniera di centrocampo. Potrebbero contendersi una maglia da titolare Bani e Cardoselli in mezzo e Guberti e Montiel in attacco. Nell’eventualità in cui venisse confermata invece la difesa a quattro, scivolerebbe in panchina un centrale difensivo e a subentrare sarebbe Marcellusi per completare il pacchetto arretrato.

Meno rumore ma comunque non semplice nemmeno il momento dell’Ancona Matelica, a cui manca la vittoria da ben sette giornate. Ciononostante, la formazione di Colavitto è sempre salda al settimo posto ed è al sicuro dalla zona salvezza, che resta l’obiettivo principale. Il tecnico dei dorici dovrebbe confermare il suo collaudato 4-3-3, ma deve sciogliere ancora due dubbi. Uno a centrocampo, dove Delcarro insidia D’Eramo, l’altro in attacco, con Faggioli che spinge per partire dal primo minuto. Pesante assenza quella di Del Sole, fermatosi a causa di una lesione al flessore, mentre nutrono ancora qualche chance di recupero Papa e Farabegoli.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol