Ancona: la rosa a disposizione di Colavitto

Rinnovata nei nomi ma non nelle ambizioni, la rosa dell’Ancona è stata costruita a immagine e somiglianza di Gianluca Colavitto e sul solco della continuità dal punto di vista tattico, che vede ancora nel 4-3-3 il punto di partenza dell’idea di gioco del tecnico napoletano.

Reparto difensivo – In porta i dorici si sono affidati all’esperienza di Perucchini, che ha sostituito il partente Avella (destinazione Virtus Francavilla). Di livello anche gli innesti che il diesse Micciola ha apportato alla retroguardia, a partire da quel Simone De Santis ritrovato a distanza di un solo anno (durante il quale non ha avuto grande spazio a Catanzaro) dopo le proficue stagioni condivise a Matelica. Menzione anche per Mondonico, centrale strutturato e forte nel gioco aereo tornato in C dopo il campionato a Crotone. Per le corsie laterali la spesa è stata fatta a Pistoia: dall’Olandesina sono infatti arrivati l’ex Martina e Mezzoni, entrambi autori di un’ottima stagione.

Centrocampo – Anche nella mediana figura un altro ex bianconero, ovvero Emanuele Gatto, transitato in bianconero per pochi giorni prima del fallimento del 2014. Reduce dalla promozione in B con il Sudtirol, sarà lui a gestire le operazioni in cabina di regia, affiancato da Prezioso e Paolucci, altre due new entry che hanno alzato lo spessore del reparto. Il primo è una mezzala di qualità, bravo nel palleggio e nel tiro da fuori, il secondo predilige gli inserimenti senza palla. L’Ancona lo ha riportato in Italia dopo una parentesi in Belgio all’Union Saint Gilloise. Interessante anche il profilo di Simonetti.

Attacco – Nell’aver cambiato pelle non fa eccezione il reparto avanzato, orfano dei tre bomber Rolfini, Faggioli e Sereni, passati rispettivamente a Vicenza, Entella e Rimini. Il centravanti designato è Spagnoli, elemento abile ad aiutare la manovra e sulle palle alte. Sugli esterni sono stati prelevati il funambolico Petrella, ex Sudtirol e Triestina, Di Massimo, giocatore esplosivo e insidioso sotto porta, e Luca Lombardi, mancino tecnicamente molto dotato e rapido nello stretto.

L’organico dell’Ancona:

Portieri: Perucchini (91’), Vitali (’98).
Difensori: Bianconi (’99), De Santis (’93), Fantoni (’02), Mondonico (’97).
Laterali: Barnabà (01‘), Brogni (‘01‘), Martina (’00), Mezzoni (’00).
Centrocampisti: Berardi (’97), D’Eramo (’99), Gatto (’94), Paolucci (’96), Prezioso (’96).
Attaccanti: Di Massimo (’96), Lombardi (’02), Mattioli (’01), Moretti (’94), Petrella (’93), Spagnoli (’94).

(J.F.)

Fonte: Fol – Foto: Facebook U.S. Ancona