Allievi, altra sconfitta con la Carrarese. Argilli: “Non ci abbattiamo, la nostra scelta è di prospettiva”

Continua il periodo no degli Under 17, alla quinta sconfitta consecutiva dopo un ottimo inizio di campionato. Lo 0-2 interno contro la Carrarese è un risultato bugiardo, maturato nella ripresa dopo un buon primo tempo dei bianconeri, come ammesso da Stefano Argilli.  “Dispiace per il risultato e per la sequenza di sconfitte” – ha detto il mister bianconero. “Peccato perché l’abbiamo interpretata bene e potevamo passare in vantaggio per primi”. La Robur non ha però saputo concretizzare le occasioni capitate agli attaccanti Brancalani e Battistini, ispirati da Sensitivi, ed è capitolata nella ripresa con le reti di Lucchesini e Maffini. “Noi comunque non ci abbattiamo” – continua Argilli. “Sapevamo dell’annata complicata, abbiamo scelto di schierare tanti 2001 e mandare i migliori 2000 in Berretti e non posso dare colpa a nessuno visto che sono il responsabile del settore giovanile (ride, ndr). I ragazzi si impegnano tanto ma il gap c’è indipendentemente dai risultati. Ieri la Berretti non giocava, potevamo utilizzare i 2000, invece vogliamo valutare bene i 2001 che miglioreranno l’anno prossimo. E’ questo il nostro obiettivo, la crescita dei ragazzi, e mi sembra che il percorso sia stato impostato nella maniera migliore. Dalla prima squadra stanno guardando la Berretti, c’è stata già qualche convocazione, vediamo se dopo il mercato di gennaio ci sarà per loro un po’ più di spazio. Peccato per l’uscita dalla Coppa Italia, poteva essere un’occasione”. Nel complesso, comunque, i risultati delle giovanili sono soddisfacenti. “Anche i Giovanissimi stanno migliorando molto, oggi hanno pareggiato ma meritavano di vincere”. Di lavoro da fare ce n’è molto, sempre rapportandosi con la società. “C’è un confronto diretto. Certo, non siamo la parte decisionale, ascoltiamo il loro pensiero. Ci piacerebbe ampliare il numero delle squadre, andare oltre le tre obbligatorie. E’ un obiettivo realizzabile”. Magari proprio qui nelle strutture dell’Acquacalda. “E’ il nostro quartier generale, ci troviamo bene. Avendo delle ore in più in questo campo potremo organizzare più squadre. Noi siamo pronti, basta ci diano il via. Abbiamo una rete di collaboratori e buoni rapporti nel locale e in provincia di Grosseto, non avremmo problemi ad ampliarci”. L’anno scorso la Robur Siena si è allargata su scala nazionale con diversi raduni in Centro Italia e al Sud, ma senza foresteria i risultati erano fini a se stessi. “Abbiamo fatto i raduni con un’ottica legata alla vecchia proprietà. La nuova società ci ha detto che occorre radicarsi bene sul territorio prima di avere mire extra regionali e siamo assolutamente d’accordo. Lavoriamo bene in zona, da dicembre-gennaio penseremo alla prossima annata”. Chiusura sulla prima squadra, che per una volta non giocherà in contemporanea con gli Allievi. “Domani sera ci saremo tutti, quando si può la seguiamo sempre con passione. In estate abbiamo detto di voler dare senso di appartenenza ai nostri ragazzi, ed un modo è invitarli alle partite, tifare Siena e sentire addosso la maglia”. (Giuseppe Ingrosso)

Robur Siena-Carrarese 0-2

Robur Siena (4-3-3): Cefariello; Pecciarini (65’ Doda), Bonechi, Fineschi, Squarcia (71’ Dami); Sensitivi, Finucci (65’ Costanzo), Anselmi (47’ Imperato); Frosinini, Biancalani, Battistini (71’ Cavallini). A disposizione: Benincasa, Pieri. Allenatore: Stefano Argilli. 

Carrarese (4-3-3): Balestri, Maffini, Di Biase, Maccabruni, Busnelli; Crafa, Mosti, Pedrazzi (71’ Manzo); Aldrovrandi (62’ Pegollo), Scaletti (41’ Fantini), Lucchesini (76’ Cattani). A disposizione: Ceragioli, Bianchi, Lodovici, Rolla. Allenatore: Maurizio Antonucci.

Arbitro: Taricone della sezione di Perugia (assistenti: Pacifici, Marcone).

Marcatori: 53’ Lucchesini, 72’ Maffini

Espulso: Maccabruni per doppia ammonizione

Recupero: 1’, 4’

Fonte: Fol