Albinoleffe-Siena, le dichiarazioni di Stellini

Proseguiamo, sempre in riferimento alla gara Albinoleffe-Siena con la parole rilasciate al Procuratore federale da Cristiana Stellini, nello staff bianconero con mister Conte:

“STELLINI, in una sua memoria del 29.7.2012, afferma che alla fine della partita SIENA-ALBINOLEFFE dell’8.1.2011, ci fu un alterco nell’ambito del quale i giocatori dell’ALBINOLEFFE imputavano al SIENA il fatto che alla fien della gara, quando il SIENA era in vantaggio per 2-1, avevano fatto un gioco ostruzionistico. Arrivato nello spogliatoio disse a CAROBBIO di andare a tranquillizzare i suoi ex compagni dell’ALBINOLEFFE, dicendogli che in occasione del ritorno, qualora avessero raggiunto i loro obiettivi stagionali, avrebbero potuto lasciare all’ALBINOLEFFE i punti, o viceversa ottenerli, qualora ne avessero avuto la necessità.

STELLINI ha dichiarato al P.M. il 27.6.2013: “A Sua richiesta preciso come segue quanto esposto nella memoria: ribadisco che l’unico mio intervento si riferisce alla partita di andata, e cioè quella disputata l’8 gennaio 2011. Noi eravamo in vantaggio per 2 a 0 quando, a circa 10 minuti dal termine, l’ALBINOLEFFE ha ridotto le distanze. A questo punto, come è naturale, il SIENA ha cercato di contenere per quanto possibile, il tentativo dell’ALBINOLEFFE di raggiungere il pareggio. Intendo dire che abbiamo cercato di rallentare il gioco e di ricorrere ai soliti espedienti ai quali si ricorre per impedire ogni modifica del risultato. Fu così che al termine della partita ci fu una contestazione da parte dei giocatori dell’ALBINOLEFFE con riferimento al nostro comportamento ostruzionistico. Venni coinvolto nel discorso e usai di rimando, delle espressioni poco tenere nei confronti dei giocatori dell’ALBINOLEFFE che non gradirono la cosa. A questo punto ho avuto il timore che il fatto potesse generare un atteggiamento rancoroso dei giocatori dell’ALBINOLEFFE in occasione della partita di ritorno. Fu così che mi rivolsi a CAROBBIO con le parole riportate nella memoria. Naturalmente mancando circa 20 partite alla conclusione del campionato, il mio non poteva che essere un discorso generico e poco serio in quanto in quel momento non era possibile prevedere quale sarebbe stata la situazione delle due squadre in occasione della partita di ritorno. Effettivamente accadde che il 29 Maggio la situazione di classifica di entrambe le squadre fosse tale da dover giocare con impegno la partita da una parte e dall’altra. Pertanto nessuno ritornò più sul discorso che ho fatto a CAROBBIO. Accadde tuttavia che ebbi modo di constatare nella parte finale della partita che CAROBBIO non si sia impegnato come avrebbe dovuto. In particolare ho notato che il predetto quasi sempre giocava il pallone a terra, senza cercare l’area di rigore. A fine partita contestai vivacemente la circostanza al predetto. Che tra noi due ci sia stata una discussione sul punto lo si può desumere da un filmato che il 23 agosto 2012 è stato ripetutamente trasmesso da SKYSPORT 24 in occasione della conferenza stampa di CONTE. Chiedo pertanto che il filmato in questione venga acquisito. A.D.R.: non notai altri giocatori, al di fuori del CAROBBIO, impegnarsi poco durante la partita”.

Fonte: Fedelissimo Online