Albè: Non ci è bastata la volontà, non abbiamo sfruttato l’occasione dell’1-1

Un’analisi serena e onesta quella del tecnico della Giana Erminio Cesare Albè al termine della partita con il Siena.

“Risultato pronosticabile? No, non credo, visto quello che succede in questo campionato. I risultati del Livorno e del Pisa la scorsa settimana lo dimostrano: è un girone molto complicato, il nostro, ogni partita è difficile. Puoi far bene con il Siena che è secondo meritatamente, e poi fai peggio con l’ultima in classifica. Ogni partita è da leggere e interpretare, un capolavoro da fare, come dico sempre. Io continuo a credere che la Giana sia una bella squadra, ma la classifica è veritiera. Il Siena è un’ottima compagine, per venti minuti ci ha messo in grande difficoltà tanto è vero che siamo stati lì lì per cambiare i piani tattici, abbiamo sempre un piano B. Poi anche noi abbiamo avuto delle buon occasioni, la gara si è riequilibrata e a fine primo tempo, con i ragazzi, abbiamo deciso di andare avanti con il solito sistema. Anche perché siamo un Italia e quando sei in vantaggio tendi a difenderti. In bianconero, poi, ci sono attaccanti che possono essere pericolosi in contropiede. Nel secondo tempo ci abbiamo messo tutta la volontà possibile, ma non abbiamo creato tante occasioni da gol. I nostri avversari, messi bene fisicamente, hanno fatto quello che serve per non prendere gol e non siamo riusciti a pareggiare. Io che ho un’età super veneranda ne ho viste tante di partite così. Alla fine l’hanno vinta su angolo, perché ci siamo persi il loro uomo principe. Nel primo tempo avevamo avuto l’occasione per pareggiare e dare vita a una ripresa più bella e lottata. Ma non l’abbiamo sfruttata e loro sono stati bravi a chiudere gli spazi per precluderci palle gol limpide per pareggiare la partita”. (a.go.)

Fonte: Fol
Ph: asgiana