Addio alle comproprietà

Addio alle comproprietà tra due squadre nella proprietà del cartellino di un giocatore. Il Consiglio Federale della Figc ha abrogato questa particolare forma (utilizzata solo in Italia) a partire dalla prossima finestra di mercato. Chiarisce il concetto il presidente Giancarlo Abete: “Resta la possibilità di rinnovare per un anno quelle ancora in essere, ma si tratta di una norma transitoria, l’istituto viene meno fino a esaurimento”.

Fonte: Fedelissimo online