Accolto il reclamo di Ceravolo,  annullata l’inibizione per un anno

 

La Corte di Giustizia Federale nella riunione tenutasi in Roma il 14 ottobre 2011, ha accolto  il ricorso proposto da Ceravolo Francesco, consulente per il mercato estero  dell’AC Siena, annullando la sanzione dell’inibizione inflittagli.

Ceravolo era stato inibito per un anno a seguito del deferimento del Procuratore Federale, Stefano Palazzi, per aver chiesto ed ottenuto dal Tribunale di Arezzo, senza la dovuta autorizzazione della Federazione, il sequestro conservativo dei beni dell’AC Arezzo Spa fino alla concorrenza della somma di  250.000 euro – cifra di cui era creditore –  assoggettando al sequestro tutti i crediti della predetta società, esistenti presso la Lega Italiana Calcio Professionistico.

Fonte: Fedelissimo Online