Abete sulla contestazione di Genova

Giancarlo Abete: “Il clima di violenza di Marassi è inaccettabile. Il mio auspicio è che queste persone, facilmente riconoscibili, che pensano allo stadio come un luogo deputato alla violenza, non ci tornino più. Parlano di rispetto per la maglia ma non sanno cosa sia. Ora partiranno due riflessioni, una di ordine pubblico e l'altra di giustizia sportiva. Siamo grati al Ministero dell'Interno per il lavoro degli ultimi anni, che ha fatto diminuire i problemi. Sospendere una partita ci può stare ma non è giusto dare soddisfazione a queste persone, umiliare il calcio oltre che i giocatori del Genoa. Non è pensabile consegnare le maglie a un gruppo di facinorosi, ancora a Genova. La partita si può sospendere, ma se logica di dare vinta a queste persone no, non va bene. Marassi verrà squalificato? Le squalifiche sono frutto della decisione degli organi di giustizia”. (a.go.)

Fonte: Fedelissimo on line-Sky