News

04/07/10 00:00 | VITIELLO E TROIANIELLO: FELICI DI INDOSSARE QUESTA MAGLIA

 

Già dai cognomi, in rima, si capisce che Napoli è la loro città. A confermarlo la parlata. Roberto Vitiello e Gennaro Troianiello, sono arrivati oggi a Siena per sottoporsi alle visite mediche.

“Sono contento di essere qua – ha esordito Vitiello -, Siena è una piazza importante e non vedo l'ora di iniziare. E' tutto nuovo per me, sono carico di entusiasmo: ritorno in serie B dopo un anno deludente a livello di squadra e due gravi infortuni, uno al ginocchio e uno alla caviglia, che mi hanno frenato. Ora ho la possibilità di giocarmela”. L'ottimismo non gli manca. “Sta per iniziare un campionato importante per noi – ha spiegato il bianconero – sul quale il Siena ha grandi aspettative. L'obiettivo è dichiarato: disputare una stagione di vertice. Gli acquisti fatti fino a questo momento sono mirati e dimostrano la bontà del progetto. Per quanto mi riguarda sono un esterno destro di difesa, ma posso giocare anche come centrale. Nell'ultimo campionato sono stato praticamente sempre impiegato in mezzo”. “Conte – ha concluso Vitiello -? E' un ottimo tecnico, ci ho parlato soltanto per telefono, ma ne ho avuto un'ottima impressione. Tra poco lo incontrerò di persona... Ho proprio voglia di iniziare”.

“Sono molto felice di vestire la maglia del Siena – ha detto anche Troianiello -: giocherò per un grande club, in una squadra di grandi giocatori molti dei quali provenienti dalla serie A. Se sono qua, però, oltre al Siena devo ringraziare anche Conte che mi ha voluto fortemente. Sono molto scaramantico, non mi piace fare pronostici o promesse. Spero solo che il Siena sia protagonista di un grande campionato e che io possa dare il mio contributo”. “Certo sarei contento riuscissi a segnare tante reti – ha proseguito – lo scorso campionato ne ho fatte undici anche se una l'ho 'rubata'... (ride ndr). E sarei contento anche se con il Siena ripetessi l'ottimo inizio di stagione del Frosinone. In corsa poi siamo calati fisicamente: stesso inizio, finale completamente diverso...”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line