Tosoni Auto

News

13/02/20 13:47 | Quello che serviva in mezzo al campo

Sono passate appena due partite dal suo arrivo alla Robur Siena, però ci sono sempre meno dubbi sul fatto che Andrea Bovo rappresenti quello che serviva al centrocampo bianconero. Il buono spezzone di gara giocato contro il Monza, insieme ai pochi minuti contro la Pro Patria, ne sono una prova e in seguito ne vedremo la conferma. Col suo approdo in Toscana il classe '86 ha portato esperienza e caratteristiche da vero combattente, quelle che servivano a un reparto che fino ad ora ha dato il meglio con il fioretto e meno con la sciabola. Un apporto di cui possono beneficiare tutti i reparti, soprattutto una difesa che ha bisogno di maggiore protezione.

Nel 3-5-2 visto nelle ultime uscite come contraltare a questa maggior sostanza in mezzo al campo c'è il sacrificio del trequartista, quell'elemento che funge da collante tra i reparti e che Serrotti ha svolto positivamente nella prima metà di stagione. L'ex Arezzo è però andato via, a detta di Dal Canto un altro con le sue caratteristiche non c'è più e bisogna dunque trovare soluzioni alternative. E un centrocampo più tonico e disposto al combattimento può rappresentare la scelta migliore. Con ciò non si intende soffocare la qualità o l'estro dei propri giocatori, di cui tra l'altro la Robur è piena, bensì fornire delle solide basi su cui poggiarsi. L'obiettivo è dunque quello di acquisire ulteriore sicurezza, compattezza e unione, a costo anche di giocare qualche gara sporca. D'altronde in Serie C funziona così e nessuno può cambiarne le dinamiche.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL