Tosoni Auto

News

03/10/17 16:03 | Mignani: Una squadra che dà tutto, ma piedi per terra per non cadere

Guai ad accontentarsi. L’allenatore bianconero Michele Mignani, continua a non guardare ai risultati. “Se i miei ragazzi a Carrara hanno lanciato un segnale è che quando giocano danno sempre il 100 per cento se non il 110. Ma c’è ancora tanto da lavorare, basta un attimo per cadere e farsi tanto male”: il mister è già concentrato sulla Giana.

IL CALENDARIO. “Sappiamo che ci aspetta un lavoro intenso, per fortuna i risultati positivi aiutano a smaltire meglio le energie. La squadra sta bene, non ha problemi dal punto di vista fisico. Mancheranno, domani, Brumat e D’Ambrosio. A destra giocherà Rondanini che ha debuttato domenica, al fianco di Sbraga ancora non lo so. Ho un paio di alternative, mi prenderò tutto il tempo per decidere. Stesso discorso dicasi per il centrocampo: tutti i giocatori in rosa mi danno garanzie, Cruciani sì, sta bene, è cresciuto molto nell’ultimo periodo. Vediamo”.

LA GIANA ERMINIO. “E’ una squadra che mi piace molto, perché gioca un calcio, se così vogliamo dire, moderno, che non dà punti di riferimento e manovra veloce, con tempi di gioco importanti. Non sono partiti benissimo ma credo che prima o poi verranno fuori, come è successo l’anno scorso”.

LA VITTORIA DI CARRARA. “Le partite hanno tutte un storia a sé, a volte vengono decise da un episodio. Se per esempio avessimo preso gol all’ultimo minuto, non avremmo vinto, eppure non sarebbe cambiato il mio giudizio sulla prestazione. Non mi faccio condizionare dai risultati. La certezza è che questi ragazzi non si risparmiano mai. Ed è normale che le vittorie portino autostima. Ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra, cercando di crescere sempre di più. Se pensiamo di essere bravi, rischiamo di cadere”. (a.go.)


Fonte: Fol