Tosoni Auto

News

09/02/20 22:15 | Le pagelle di Robur Siena-Monza

Confente 5,5: concorso di colpe con Panizzi in occasione del rigore concesso al Monza. Per il resto poco impegnato, se non su qualche uscita e un colpo di testa centrale.

Buschiazzo 6: viene anticipato con irruenza da Gliozzi nell'azione che porta al raddoppio. Offre comunque una buona prestazione nel suo complesso, pur assumendosi qualche rischio di troppo.

D'Ambrosio 6: regala, in maniera goffa, il raddoppio al Monza non riuscendo a spazzare sul colpo di testa dell'ex di turno Gliozzi. Si fa perdonare fissando il risultato di parità con un'ottima zuccata su calcio di punizione.

Panizzi 5,5: sul lancio della retrovie si fa superare in maniera netta da Mota Carvalho, furbo poi a conquistarsi il rigore dopo pochi minuti dal calcio d'avvio.

Oukhadda 6: roccioso e combattivo come suo solito l'ex Albissola. Lascia il campo per un leggero fastidio muscolare, oltre che per un'ammonizione che, nel concitato finale, sarebbe potuta rivelarsi pesante. Con l'esperienza imparerà a frenare quel pizzico di irruenza.

Arrigoni 7: sempre più determinante il centrocampista che prima trova la via della rete e poi propizia quella di D'Ambrosio con la sua tagliente battuta su calcio di punizione. Universale.

Gerli 6,5: altra prestazione positiva per il metronomo bianconero che recupera palloni, fa da scudo davanti alla difesa e gestisce la manovra dettando i ritmi con intelligenza.

Bovo 6: fa valere tutta la propria esperienza battagliando in mezzo al campo. Mette il suo zampino nell'azione dell'1-2.

Migliorelli 6,5: qualche pregevole spunto a cui abbina la solita corsa. Pur non facendosi vedere moltissimo in avanti il suo apporto alla causa è prezioso.

Cesarini 6: i problemi fisici sembrano ormai alle spalle, il che è un gran bene. Non brilla particolarmente per le giocate individuali, bensì per il lavoro per la squadra e per la miriade di falli conquistati.

Guidone 6,5: parte non gestendo al meglio una potenziale occasione, si rifà fornendo un pallone a bacio per Arrigoni che deve solo spingerlo in fondo al sacco. Ancora una volta si sacrifica per la squadra offrendo sponde e tenendo palloni.

Da Silva SV

Lombardo SV

Vassallo SV

Alzi la mano chi non avrebbe messo la firma su un pareggio. Soprattutto dopo l'avvio di gara da horror. Già perché la Robur parte complicandosi la vita con le solite amnesie e quelle non le perdona nessuno: né il Monza né l'Olbia. La lieta notizia è la reazione da squadra fatta di grinta, voglia di combattere e di regalare una soddisfazione per se stessi e per dei tifosi che – ancora una volta – confermano il proprio attaccamento a questi colori. E nel calcio di oggi, in una realtà come la Serie C e in un momento non esaltante come questo, non è una cosa scontata. La speranza è che il punto conquistato valga da trampolino di lancio e segnale che, malgrado i suoi difetti, questa squadra può (e deve) puntare alla seconda piazza.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL