Tosoni Auto

News

23/04/12 00:00 | Le decisioni del giudice sportivo

Il Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel ha squalificato dopo le gare dell’ultimo turno ha squalificato 10 giocatori. Tre giornate a Lamela (Roma) per aver indirizzato, presumibilmente reagendo ad una irridente gestualità dello juventino, uno sputo che raggiungeva il “bersaglio” alla spalla sinistra (con visibili residui…).
Un turno invece per Von Bergen (Cesena), Pasqual (Fiorentina), Mesto e Rossi (Genoa), Quagliarella (Juventus), Bonera (Milan), Bertolo (Palermo), Bojan e Stekelenburg (Roma).

Per quanto riguarda le società, il Giudice sportivo ha deciso quanto segue:
la Società Genoa C.F.C. avrà l'obbligo di disputare le prossime due gare nel proprio Stadio a porte chiuse
poiché verso l’8° del secondo tempo, circa trecento sostenitori (o sedicenti tali) del Genoa, dal settore “Gradinata nord” si introducevano nel settore “Distinti”, sfondando le porte di separazione, vanificando con la violenza l’intervento degli stewards, uno dei quali  pativa lesioni personali giudicate guaribili in giorni 10, e dando così inizio ad una clamorosa contestazione. Nel recinto e sul terreno di giuoco venivano lanciati innumerevoli fumogeni, bengala, petardi ed oggetti di varia natura (bottiglie piene d’acqua, accendini e così via); alcuni facinorosi si raggruppavano sopra l’ingresso che adduce negli spogliatoi ed altri si ponevano a cavalcioni delle reti di recinzione, inveendo contro i “propri” calciatori, ritenuti “rei” dell’andamento negativo della gara, e pretendendo l’umiliante consegna delle maglie indossate. L’Arbitro interrompeva la gara, i calciatori e i dirigenti locali rimanevano raggruppati al centro del terreno di giuoco ed iniziava una sorta di trattativa generalizzata avente per oggetto la “consegna” delle maglie, che il  capitano rossoblu in effetti raccoglieva da parte della quasi totalità dei calciatori. Del comportamento violento, aggressivo ed intimidatorio dei propri sostenitori la società genoana è oggettivamente responsabile. 

Ammenda di € 20.000,00 alla FIORENTINA
per avere suoi sostenitori, al 42° del primo tempo ed al 12° del secondo tempo, indirizzato a due calciatori della squadra avversaria grida costituenti espressione di discriminazione razziale; per avere inoltre, al 30° del secondo tempo, lanciato verso l'Arbitro, che ne veniva sfiorato, una moneta

Dopo l’ammonizione di ieri va in diffida Luigi Giorgi, al terzo giallo stagionale.

Fonte. Fedelissimo Online