Tosoni Auto

Rassegna Stampa

27/07/20 17:17 | La Nazione-Perinetti riparte da Brescia "Auguro il meglio al Siena"

Giorgio Perinetti torna in pista e lo farà dal Brescia, che dopo la retrocessione in serie B ripartirà con grandi ambizioni per provare un immediato ritorno nell’olimpo del calcio. Il direttore sportivo romano, a Siena tra il 2004/2005 e il 2006/2007 e dal 2010 al 2012, però resta molto interessato alla situazione della Robur, anche perché, seppur indirettamente, ha potuto seguirla da vicino fino a pochi giorni fa.

«Spero davvero che la presidente Durio abbia scelto la soluzione migliore –dice l’ex diesse bianconero –, che permetta al Siena di riprendere il suo cammino, dandole stabilità societaria e un futuro solido e duraturo al club».

Direttore, negli scorsi giorni il gruppo di persone interessato al Siena da lei presentato alla proprietà ha ufficialmente mollato la presa.
«Da parte mia in realtà ho solo fatto da tramite per amici romani, con già esperienze nel calcio, che avevano interesse a conoscere da vicino la situazione del Siena, visto che sapevano che la società era in vendita». Che il cammino fosse in salita lo avevano capito però fin da subito. «Inizialmente non c’è stato modo di riuscire ad interloquire con la signora Durio, poi, una volta creato il contatto abbiamo dovuto registrare una serie di complicazioni da risolvere affinché si potesse provare a trovare un accordo, anche solo preliminare. Primo tra tutti il discorso legato alle tempistiche strettissime, che restano tali visto che leggo che il giorno decisivo sarà il 31 luglio».

Quella dei tempi è anche la preoccupazione i molti in città.
«Mi auguro che la proprietà, sia quella uscente sia quella che subentrerà, abbia calcolato in maniera opportuna i tempi e i passaggi formali e burocratici per effettuare l’iscrizione al prossimo campionato entro il 5 agosto. Tornando all’imprenditore romano che si era avvicinato tramite il sottoscritto, oltre a una situazione di tempi, come detto, davvero eccessivamente risicati, che non avrebbero permesso una analisi approfondita della situazione, c’erano i numerosi impegni già sottoscritti con alcuni giocatori, l’allenatore e lo staff tecnico, e anche due dirigenti. Diciamo che tutte queste motivazioni nell’insieme hanno fatto propendere le parti per la ricerca di altre strade, tenendo conto che, logicamente, la cordata rappresentato dall’ex direttore generale della Viterbese Diego Foresti era già molto avanti da tempo. In ogni caso, pur non conoscendo programmi e progetti dei nuovi acquirenti, non posso che augurare, ovviamente, il meglio alla Robur».

Tornando a lei invece direttore, sta per iniziare una nuova, ambiziosa, avventura. «Ancora non è ufficiale, ma spero possa esserlo già nella prima metà della settimana che inizia oggi. Con il Brescia, se tutto andrà a buon fine come mi auguro, proveremo a costruire una squadra forte per la prossima serie B, adattando la rosa attuale alle esigenze del campionato cadetto e alla sua difficoltà. Ci sono tutte le condizioni per fare bene». ( Guido De Leo)

Fonte: La Nazione