Tosoni Auto

News

28/11/19 14:04 | L'appetito vien... passando

Piace per qualità e intensità la Robur Siena formato Coppa Italia – Serie C che si sbarazza di un Teramo combattivo per 3-1. Una serata ottima per i bianconeri di Alessandro Dal Canto che rispetto al Pontedera ne cambia undici e ottiene le risposte cercate. In primo piano Campagnacci e Polidori, autori della prima e della terza rete, che dimostrano fame e grinta. Non potrebbe essere altrimenti per chi ha voglia di rivalsa e di fare bene, ne hanno necessità entrambi e contro gli abruzzesi possono aver dato un volto nuovo al proprio percorso. Soprattutto l'ex Benevento che in bianconero non è riuscito mai a imporsi come voleva. Il prolungamento contrattuale e la fiducia del mister sono per lui una seconda chance, un treno da prendere al volo per il classe '87. Diverso il discorso per Polidori, lui che in terra senese c'è da quasi metà stagione e che sta ancora cercando la continuità tanto desiderata in zona goal. Qualche errore di troppo ha segnato il suo avvio, ma il tempo per riprendersi e dare un'accelerata c'è tutto. Magari sfruttando due delle sue armi migliori: colpi di testa e costante ricerca di profondità.

Nella gara contro i teramani c'è la netta impronta di Stefano Guberti, autore di tre assist e di una prestazione sontuosa. Fugge, dribbla, ammalia di finte e mette palloni al bacio per i compagni con una naturalezza incredibile. La carta d'identità dice 35 anni, il campo tutt'altro. Giocate da veterano vero qual è abbinate a una freschezza incredibile. Come suo solito svaria per tutto il campo macinando chilometri, bene anche i compagni che lo seguono: dai centrocampisti a Migliorelli che si offre in sovrapposizione. Positivo anche il quartetto difensivo. Sugli scudi Oukhadda, limita l'ex compagno Martignago e guadagna entrambe le ammonizioni che portano alla sua espulsione, e Romagnoli che esce vincente dai duelli con Cianci. Prove ordinate anche da parte di Buschiazzo e Migliorelli, un po' meno da parte di Da Silva che perde troppi palloni. Peccati di lucidità che potevano costare cari, il brasiliano ha da migliorare. Meglio Andreoli che risponde presente anche stavolta e Arrigoni si iscrive al tabellino con un altro colpo dei suoi. L'ennesimo di questa stagione per l'ex Lucchese, fattore sempre più determinante per i bianconeri che si gonodo il proprio numero 4. Adesso il calendario dice Ternana l'11 dicembre, da stabilire se in casa o trasferta. Un impegno tanto difficile quanto stuzzicante. Se la Coppa Italia – Serie C era un obiettivo prima adesso lo è molto di più. Infondo si sa, l'appetito vien passando...

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL