Tosoni Auto

News

15/10/20 12:40 | Il bicchiere di Federico Castellani

Vittoria. E vittoria fu. Meno male perché anche un pareggio avrebbe ratificato una brutta situazione per chi ha come obiettivo dichiarato (e quindi vale doppio) il ritorno subitaneo in serie C. Quindi pochi sofismi. E’ vero non è stata una partita esaltante nonostante ti si fosse messa bene dopo poco. Lottata come la categoria impone. Poco calcio e tanti calcioni ma l’importante era subito rialzare la testa. E questo è stato fatto. Sotto a Civita Castellana che sottomettemmo qualche anno fa. Che ci indichi la strada.

Mezzo pieno

La vittoria sicuramente. La costatazione che davanti ci siamo. Sartor ( 3 reti i tre partite) Guidone ( perno e esperienza) e Forte come seconda punta sono una bella conferma. Un ritrovato Agnello che fino a che gli ha retto il fiato e gamba non si è fatto dispiacere; un Carminati, molto impreciso nell’impostazione quanto però determinato e preciso nelle chiusure. E poi il portiere fuori quota ma mai fu più azzeccata questa scelta che, di fatto, ha portato questi tre punti a casa. Non si può anche non sottolineare che finalmente abbiamo potuto vedere una partita. Più o meno 50 senesi composti con sciarpe e mascherine e che nel finale hanno fatto riecheggiare nel Campo sportivo dello Scandicci il nostro celeberrimo: E ‘o Roburrone avanti avanti  …..

 

Mezzo vuoto

Abbiamo patito tanto. Forse troppo nel finale dove per poco non ci scappava anche la beffa. Troppe 8 quote in campo simultaneamente. Uno stuolo di ragazzi dai 18 ai 21 anni che inevitabilmente sono caduti anche nelle minacce e nelle provocazioni di alcuni giocatori esperti dello Scandicci che non esitavano, nei concitati minuti finali a cercare di intimorire. La Serie D Bellezza! Troppo soli (quasi una Beretti) con a loro difesa lo stanchissimo Guidone , Sartor  più il portiere. Lo ha sottolineato anche il DS Grammatica che ha annunciato 1 o 2 arrivi. Meglio due. Ma non quote. Giocatori, magari anche di categoria senza prendere campioncini smessi, ma strutturati: fisicamente e caratterialmente. Abituati alle lotte. Pronti. Insomma dei begli ignorantoni. Magari un esterno basso e soprattutto un interditore capace di permettere a Schiavon di fare la differenza in mezzo al campo. Da non toccare il reparto avanzato. 4-3-3 tutta la vita.

Fonte: FOL