Rassegna Stampa

09/08/19 07:56 | Il Tar ribalta il Coni: Cerignola in D, ora ricorre la Sinalunghese

Cerignola rispedito in Serie D. Ieri il presidente della prima sezione ter del Tar del Lazio ha accolto la richiesta di Figc e Lega Pro, sospendendo il provvedimento con cui il Collegio del Coni aveva riammesso in C il club pugliese, e fissando la valutazione collegiale al 9 settembre, quando il campionato di C sarà abbondantemente iniziato. Tra l’interesse del club e quello, più generale, del campionato, il giudice del Tar ha scelto il secondo, cristallizzando in questo modo i calendari già formulati, «il cui regolare svolgimento – si legge nel dispositivo – costituisce l’interesse prevalente da apprezzare nella seguente fase». La sospensione del provvedimento del Coni – che riteneva sufficiente per l’iscrizione in C l’omologazione del campo del Cerignola concessa dalla Lnd – dà il via libera alla Serie C a 60 squadre (tre gironi da 20, si parte il 25 agosto), seppure sub judice. «La materia dei ripescaggi e delle riammissioni richiede termini certi e regole inderogabili – il commento del presidente di Lega Pro Ghirelli –. Le decisioni del giudice sportivo hanno evidenziato ambiguità nella normativa relativa alle certificazioni dei campi. Urge regolamentazione più chiara». Giusto. Non a caso ora è la Sinalunghese, che avrebbe rimpiazzato il Cerignola in D, a chiedere al Tar la sospensione dei campionati di C, D ed Eccellenza toscana.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto