Tosoni Auto

News

08/11/19 17:49 | Gozzano: la rosa a disposizione di Sassarini

Il Gozzano ha modificato per larga parte l’organico della passata stagione, del quale non fanno più parte i tre che il Crotone aveva già bloccato nel mercato di Gennaio scorso (Messias, Evan’s, Petris). Proprio come un anno fa, la rosa presenta molte scommesse ma si è puntato anche su alcuni giocatori in cerca di rilancio.

Reparto difensivo – Quest’anno i rossoblu hanno voluto puntare su un under come estremo difensore e la scelta si sta rivelando azzeccata vista la grande stagione che sta disputando sin qui Crespi (’01). In difesa sono rimasti capitan Emiliano (’84), bravo nel gioco aereo ed in proiezione offensiva (già due reti), l’ex Napoli Rizzo (’98) e l’italo-brasiliano Tordini (’99), alla quarta stagione con la casacca rossoblu. Il diesse Casella si è portato con sé dal Carpi il tedesco Barnofsky (’95), centrale strutturato e roccioso all’occorrenza terzino; l’altro acquisto estivo è stato l’italo-argentino Uggè (’91), difensore bravo in elevazione tornato in Italia dopo le esperienze con Monza e Lecco di qualche anno fa. Sulle fasce ci sono il confermato Tumminelli (’97) e l’ex Milan Zucchetti (’98); sta trovando spazio anche il giovane Di Giovanni (’00), tornato alla base dopo un anno al Casale.

Centrocampo – Oltre a Palazzolo (’94), mezzala con grandi doti di inserimento, è sempre presente il recordman Gemelli (’93), che in tutta la sua carriera ha vestito solo la maglia del Gozzano, ed è definitivamente tornato a disposizione dopo gli infortuni dell’anno scorso Guitto (’91), mediano abile a fare da schermo davanti alla difesa ma bravo anche in fase di costruzione. Confermati dalla passata stagione, seppur poco utilizzati fino a questo momento, anche l’ex Secondo (’95) – una manciata di minuti in bianconero nella stagione 16/17 – ed il senese Salvestroni (’99), che lo scorso anno si tolse la soddisfazione di esordire al ‘Franchi’. Il vero colpo del mercato estivo era stato l’acquisto di Fabio Concas (’86), forte esterno ex Carpi (squalificato qualche anno fa per uso di cocaina) che però si è rotto il crociato dopo solo un mese; la dirigenza allora ha deciso di pescare dagli svincolati per sostituirlo, ed è arrivato un giocatore esperto come Fedato (’92), ex Bari e Samp, esterno tecnicamente dotato e abile nel tiro. Infine la sorpresa fino a questo momento è l’argentino Rolle (’85), prima esperienza in Italia, giocatore brevilineo e dal baricentro basso, utile per la sua duttilità dato che può essere schierato sia tra le linee a fare da raccordo che in mediana.

Attacco – È nel reparto avanzato che i rossoblu hanno deciso di scommettere facendo scelte piuttosto coraggiose. Sono infatti stati presi Pozzebon (’88), ariete ex Lucchese e Catania, dotato di grande forza fisica e abile a far salire la squadra, e Paulo Vitor Barreto (’85), attaccante che in Serie A ha avuto grandi trascorsi con Bari, Udinese e Torino, rispolverato dopo ben tre anni di inattività. La nota più lieta fin qui è però lo svedese Bukva (’98), pescato dall’Åtvidabergs, attaccante mobile e molto rapido, che si sta dimostrando particolarmente abile anche in area di rigore. A completare il reparto c’è una batteria di esterni molto interessanti: Tomaselli (’99), arrivato dal Monza, bravo a saltare l’uomo e a crearsi lo spazio per la conclusione, Fasolo (’98), seconda punta che ha fatto tutta la trafila di giovanili con il Cittadella, l’ex spallino Spina (’00), e Bruzzaniti (’00), a segno nell’ultima gara con l’Albinoleffe. (Jacopo Fanetti)

Foto: Facebook A.C. Gozzano

Fonte: Fol