Tosoni Auto

News

18/10/20 10:05 | Così non ha senso

Un’altra domenica senza calcio. Si, vabbè, ma è il caso di parlare di calcio quando l’intero paese e tutta l’Europa sono alle prese con l’emergenza covid e la necessità di non bloccare tutto? Sicuramente no, il calcio passa in secondo piano, ma chi ha passione per una squadra avverte un’ulteriore mancanza, una privazione, un modo come tanti altri per passare due ore con la testa e il cuore impegnati fuori dalla routine giornaliera. Il Siena ha dovuto rinviare due partite su quattro, ma il record negativo spetta allo Scandicci con tre partite non disputate.

La situazione in serie D inizia ad allarmare con ben 13 partite che oggi non saranno disputate e, con l’aria che tira, è prevedibile che nei prossimi giorni la situazione non sia destinata a migliorare. Stop anche, rimanendo ai bianconeri, alla Juniores e alla quadra femminile. Non ci sono certezze, non ci possono essere. Stadi vuoti e squadre in quarantena, questo è il calcio dei dilettanti in questo periodo. Viene spontanea la domanda se è il caso di andare avanti come se tutto fosse normale o se forse è arrivato il momento di prendere in considerazione la possibilità di fermarsi per qualche settimana per tirare il fiato. Non è facile prendere certe decisioni, sono troppi gli interessi in ballo, ma non si può fare finta di niente.  (NN)

Fonte: FOL