Tosoni Auto

News

04/07/10 00:00 | COPPOLA: A SIENA PER RISCATTARMI E RITORNARE IN A

 

Facce vecchie, facce nuove. Strette di mano tra chi è tornato alla base e chi invece a Siena ci è appena arrivato. E' iniziata così la nuova avventura della Robur: alla Performance questo pomeriggio sono iniziate le visite mediche ai bianconeri stagione 2010/2011. Sotto le 'grinfie' del dottor Andrea Causarano (coccarda della Selva al petto per la recente vittoria del Palio di Provenzano) e del suo staff, capitan Vergassola, Terzi, Del Grosso, Vitiello, Coppola e Troianiello. In tutti quanti tantissima voglia di ripartire.

“Arrivo a Siena con tanto entusiasmo – ha detto il nuovo portiere della Robur Ferdinando Coppola – e con un'enorme voglia di riscatto. Con questa maglia mi rimetto in gioco: a Bergamo, quest'anno, ho vissuto una stagione poco felice, sia a livello di squadra che personale. Non ho trovato molto spazio e ora non vedo l'ora di riniziare”. “A spingermi verso Siena il progetto della società – ha aggiunto -: c'è ambizione qua e anche se non ho ancora conosciuto di persona li presidente ho avvertito il suo grande entusiasmo. C'è voglia di far bene, c'è voglia di disputare un campionato di alto livello, di tornare in A togliendoci tutti insieme grosse soddisfazioni”.
Con Conte, invece, nessun bisogno di presentazioni. “Il mister lo conosco benissimo – ha spiegato Coppola – per i nostri trascorsi all'Atalanta. Ci ho sempre lavorato bene, è un allenatore in grado di trasmettere tanto ai suoi giocatori. Ha una mentalità vincente, che si porta dietro dalla Juventus. I suoi risultati lo stanno a dimostrare”. Lo stesso discorso vale su Marco Savorani, nuovo preparatore dei portieri. “Mi ha allenato sia a Piacenza che a Bergamo – ha dichiarato il bianconero –. Purtroppo poi, all'Atalanta, dopo il ritiro ci siamo separati. Sono felicissimo di ritrovarlo: è un grande professionista che sa fare bene il proprio lavoro”.
Proprio l'Atalanta, per Coppola, sarà una delle squadre da battere per la pronta risalita nella massima categoria. “Conoscendo l'ambiente, il fatto che rimarranno tanti giocatori e il passaggio di proprietà – ha concluso l'estremo difensore –, credo proprio che i nerazzurri siano tra i favoriti. Già l'allenatore è una mezza garanzia”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line