Tosoni Auto

News

13/10/20 19:25 | Bellandi: "Quest'azienda non deve ripercorrere i temi del passato"

E' Andrea Bellandi, advisor nel passaggio del Siena al gruppo armeno, a commentare le voci delle ultime ore e spiegare la situazione in casa bianconera.

“La priorità andava ovviamente alla squadra, quindi fino al 5 di Ottobre non c’è stato modo di ottemperare a contratti differenti da quelli relativi allo staff tecnico, medico e calciatori - dice a radiosienatv.it -. Sono emerse alcune discrasie tra quello che era il budget previsto, superiore a 2 milioni di euro, e alcune richieste che vanno corrette, non solo dell’addetto stampa: sono infatti in corso altre operazioni per riportare sul pianeta terra alcune richieste uscite dall’orbita”.

Bellandi rimarca poi come l'obiettivo sia invariato: "Siena è una città che arriva da due fallimenti consecutivi. Certe dinamiche passate da De Luca, Mezzaroma, la Durio andrebbero abbandonate. Sulla squadra è stata spesa una cifra importante, perché il passaggio in serie C deve essere scontato, è l’obiettivo indiscusso: non esiste una scusante al non andare in serie C“.

Un commento poi sulle voci inerenti il settore giovanile e un possibile ridimensionamento:

"La verità è che l’impegno con l’amministrazione comunale era quello di ricontattare tutti i 180 ragazzi che lo scorso anno facevano parte del settore giovanile e la riassunzione del personale, certamente sovradimensionato per una società di serie D, tutti impegni ottemperati. Non era scritto da nessuna parte che si dovessero fare 10 squadre con un impegno di tecnici che è da società di serie A - sottolinea Bellandi -. I tecnici sono importanti, figure che rappresentano tra l’altro una pagina importante della storia della società, però forse siamo andati un po’ oltre. Argilli è una figura molto competente, l’unico secondo me di cui non si può fare a meno, come altri bravi tecnici come Radice. Questa è un’azienda che non deve ripercorrere temi del passato, che ci portano ogni 4/5 a fallimenti o cessioni del titolo sportivo”.

Fonte: FOL