Tosoni Auto

News

02/09/18 21:10 | Aramu: “Siena è una vetrina per rimettermi in gioco”

Siena-Montevarchi è stato anche il debutto in bianconero di Mattia Aramu. 40 minuti, concordati col mister, e un paio di giocate di alta scuola, traversa inclusa. Gli applausi quando ha fatto posto a Perri sono stati la naturale conseguenza. “Sono felice – spiega l’ex Torino - potevo giocare di più ma avevo fatto poco durante il precampionato. Non facevo partite e mi mancavano quelle piccole cose che in campo ti servono. Mignani ieri mi ha detto: ti faccio fare 40 minuti. Ho risposto: non ci sono problemi. Comunque sto bene. È chiaro che manca la condizione, non gioco una partita dall’ultima di campionato dell’anno scorso. Ma piano piano migliorerò”. Aramu si è posizionato a destra, nella sua zona preferita, per poi svariare sul versante opposto. Il suo arrivo ha portato Mignani a pensare altre alternative tattiche. Come la punta unica. “Il mio ruolo è sulla trequarti, partendo da destra o sotto l’attaccante. Col mister ci ho parlato e il modulo mi piace. Oggi siamo stati lì dietro alla prima punta, ci piace svariare senza dare punti di riferimento. Io sono contento, non piace essere statico”. Aramu preferisce sorvolare sulle modalità contrattuali (“a queste cose ci pensa il procuratore, andavo in scadenza col Torino e abbiamo deciso di fare un anno col Siena”) e lancia parole tenere verso suoi nuovi tifosi (“stadio bello, piazza prestigiosa, mi aspetto molti tifosi per tifare la Robur”). Poi c’è la questione della categoria, che verrà decisa venerdì. “L’unica cosa – aggiunge il fantasista – è lavorare, ogni giorno. Chiaro, è sempre meglio fare la B. Ma accettiamo qualunque decisione”. Aramu, tra l’altro, in C non ci ha mai giocato. “Ma non è vero, come hanno scritto giornali e siti, che non volevo scendere di categoria. Siena è una vetrina importante, un’occasione per rimettermi in gioco”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL