7 settembre – Quali saranno gli argomenti su cui dovrà deliberare il Collegio di Garanzia del CONI

Tanti e tutti molto delicati saranno gli argomenti sottoposti all’analisi del Collegio di Garanzia del CONI, nella riunione di venerdì 7 settembre. Abbiamo pubblicato integralmente il comunicato emesso dalla segreteria del Collegio Arbitrale del Coni, qui cercheremo di rendere il tutto più comprensibile e andare alla sostanza tralasciando i termini tecnici e giuridici.

Fondamentalmente sono tre i punti chiave che verranno discussi:

Punto primo

È legittimo che la Lega B – che rappresenta il 5% all’interno della FIGC – chieda e ottenga dal Commissario Straordinario della FIGC la riduzione del format attraverso il meccanismo del blocco dei ripescaggi?

Punto secondo

È legittimo che una decisione che è di competenza del Consiglio Federale ( che non c’è) e con eventuale validità nel secondo anno successivo dalla delibera stessa, venga assunta dal Commissario Straordinario addirittura durante la cerimonia di compilazione dei calendari? 

Punto terzo

È legittimo che il commissario Straordinario della FIGC  abbia sostituito il Consiglio Federale?

Successivamentea questa analisi e alle relative delibere, se il format della serie B verrà riportato a 22,dovrà essere fatta chiarezza sulla graduatoria dei ripescaggi.

Anche qui ci sarà un grosso nodo da sciogliere:

Le sentenze del TNF e della CAF, che riammettevano il Novara ( e di conseguenza il Catania) erano di competenza dei due tribunali sportivi o, non essendo afflittiva la decisione presa della FIGC di escluderle, ma solo una norma organizzativa, potevano essere discusse da TNF e CAF? A questa domanda il Collegio di Garanzia del CONI ha già sollevato qualche eccezione di legittimità annullando la sentenza dei due tribunali sportivi e rimandando la discussione al 7 settembre. 

Una volta stabilito il format definitivo, se sarà confermato a 22 squadre, verranno definitivamente stabiliti i criteri di accesso alla graduatoria dei ripescaggi e ordinato alla FIGC di rendere nota la graduatoria stessa e di procedere alla applicazione di quanto deliberato dal Collegio di Garanzia del CONI. (NN)

Fonte: FOL