Il  Bicchiere a cura di Federico Castellani

Il ritorno al Rastrello mai fu più felice e entusiasmante. Almeno negli  ultimi anni. Una partita che ci riconcilia con il calcio. Una vittoria netta ben oltre il risultato. Per stessa ammissione dell’allenatore avversario. Ora speriamo di continuare e, salvo qualche inevitabile inciampo, togliersi quelle soddisfazioni di cui questa potrebbe essere la prima di una lunga serie.

Mezzo pieno

Squadra corta compatta coriacea. Le tre C che sono indispensabili in questa categoria. Molto bene. Approccio esaltante. Curato nei minimi particolari come si conviene ad un allenatore come Pagliuca noto nell’ambiente non solo per il suo “caratteraccio” labronico ma anche per quella maniacalità e ricerca di trasmettere il suo credo . Calcistico ovviamente. Non si gioca in 11…piuttosto in 12 con Lui a bordo campo a inseguire i suoi ragazzi: alla maniera dell’indimenticabile Oronzo Pugliese…… per i tifosi più attempati. Oggi ci è piaciuto veramente tanto. Speriamo continui.

Mezzo vuoto

Forse qualche giocatore può fare fatica ad interpretare questo calcio caratteriale. Ma i mezzi ci sono e ci si dovrà solo lavorarci sopra.  Del resto ….chapeau. Speriamo duri senza gasarsi troppo e mantenendo i garretti saldi ….come dice l’inno. Forza Siena, Forza la Robur

Fonte: FOL