E un altro giorno è passato….

Aspettavamo per ieri l’annuncio del passaggio di proprietà di ACN Siena, ma ancora una volta la firma non c’è stata. Abbiamo cercato di saperne di più, con l’unico scopo di dare un’informazione corretta ai nostri lettori, ma le risposte ricevute non sono state quelle che ci aspettavamo. Poche notizie e tutte frammentarie che portano ad una sola conclusione: la trattativa va avanti, la firma è attesa ad ore, ma nel momento in cui scriviamo ancora non c’è. La complessità dell’operazione può giustificare questi lunghi tempi, se fossimo a gennaio qualche giorno in più interesserebbe a pochi, ma siamo al 7 di giugno, a soli 9 giorni dalle scadenze federali per l’iscrizione e la cosa ci preoccupa e non poco. Si mormora che l’iscrizione non è a rischio e che la cifra necessaria sarebbe già stata resa disponibile dall’attuale proprietà, ma allora perché aspettare? Il 16 giugno è il termine fissato dalla FIGC, ma niente e nessuno impedisce di provvedere al versamento degli emolumenti e degli oneri fiscali e previdenziali, fin da oggi o domani, a trattativa ancora in corso, anche perché logica vuole che il saldo delle spettanze passate è a carico di chi vende, non certo di chi subentra. La totale assenza di comunicazioni non aiuta certo a vivere con fiducia questo momento, un silenzio ingiustificabile, una totale mancanza di rispetto verso coloro che sono l’anima di una società di calcio: i tifosi. Dopo due anni di silenzi e misteri qualcuno non l’ha ancora capito o forse se ne frega. (NN)

Fonte: FOL