Il vero obiettivo? Puntare ai playoff per evitare i playout

Continua il momento no del Siena in termini di infortuni. Non abbiamo elementi concreti per stilare una lista da rapportare a quanto è successo nelle passate stagioni ma, a memoria, possiamo affermare che in questa annata è stato battuto ogni record. L’ultimo grave infortunio ha colpito Paloschi che avrà bisogno di circa due mesi per recuperare, un’assenza pesante che penalizza una squadra che, nei prossimi incontri, sarà chiamata ad impegni importanti.  Il compito di Pasquale Padalino sarà complicato dalle tante defezioni soprattutto in questo momento in cui si delineano sempre di più le posizioni in classifica. Il tecnico foggiano, buono il suo lavoro finora, non si pone limiti e punta ancora ai playoff, ma più verosimilmente, forse, l’obiettivo principale era e rimane evitare i playout. La squadra ha sicuramente trovato una migliore quadratura, ma rimangono costanti e penalizzanti i momenti di blackout, che favoriscono gli avversari. Molti dei giocatori che sono arrivati a gennaio non hanno ancora fatto il loro esordio, altri sono ancora indietro o infortunati, in pochi sono stati schierati. Era inevitabile, quando chi arriva è fermo da tempo è sempre un’incognita. Recuperare alcuni di loro sarà importante, ma non è così scontato. Al momento l’unica garanzia è rappresentata da Padalino e dall’impegno sempre messo in campo dalla squadra. Non è poco, ma ci vuole qualcosa di più per allontanare le paure – primo obiettivo – e magari raggiungere un posto al sole (NN)

Fonte: FOL