Il Bicchiere a cura di Federico Castellani

Finalmente un clean sheet. Vittoria all’inglese. Si certo, qualche apprensione ma nei momento topici della gara non solo abbiamo retto con gagliardia ma abbiamo anche chiuso la vicenda al momento giusto da squadra superiore con un avversario che solo qualche mese fa ci aveva fatto piangere. Ci siamo presi la rivincita. Sei punti e cinque goal complessivamente e tutti a casa.   Detto questo quello che conta è che in due partite siamo ritornati nella striscia dei play off. Certo non alziamo le bandiere. Il campionato è molto lungo ancora e i bomboloni verranno dopo la Fermana però, intanto, arrivarci in acque tranquille ci rasserena. Noi e la squadra.

Mezzo pieno

Finalmente una difesa che regge e un attacco che punge. Paloschi, più volte criticato dagli stessi che oggi lo esaltano come fanno col Pezzella ha fatto il bis . Non è cosa da poco anche se mi sembra che continui a mandare messaggi subliminali (ma non troppo) che ama giocare nell’area e con una seconda punta accanto. Speriamo che da questo orecchio Padalino intenda. Intanto il Mister molto equilibrato e che fa cose semplici senza inventarsi alchimie tattiche viste, sembra aver trovato la quadra del sistema di gioco abbandonando un 4-3-3 presuntuoso e spericolato. Bravo ci sta convincendo sempre più.

Mezzo vuoto

Purtroppo si annota un infortunio, per fortuna meno grave del temuto, ma pur sempre una bella distorsione di un giocatore che si è ritagliato un ruolo importante. Pezzella mostra sprazzi di bel gioco, e fatte salve qualche ingenuità anche caratteriale, sembra essere veramente un giocatore importante. Per il momento poi anche se l’innesto di Laverone dà consistenza ci sono dei punti deboli. Soprattutto nella condizione atletica sempre inferiore nella corsa e nell’esplosività all’avversario. Anche stasera i Valdarnesi, mediocri da un punto di vista tecnico- tranne quel Mercati che ha impressionato veramente- hanno corso il doppio e hanno pressato creandoci qualche imbarazzo nel mezzo e conseguentemente in difesa. Speriamo di sciogliersi e lavorare su questo aspetto perché la serie C è anche corsa e grinta. Non solo passaggi e bel controllo. Bisogna correre e fare muro. Ora tutti a Pistoia per continuare la striscia positiva. Forza Siena Forza La Robur

Fonte: FOL