Rubin: “Conservo bei ricordi di Siena, spero per i tifosi che torni presto in altre categorie”

Durante la trasmissione Minuto per minuto su RadioSienaTv è intervenuto l’ex bianconero Matteo Rubin, autore di 25 presenze nella stagione 2012/13, l’ultima in Serie A. «Conservo dei bei ricordi di quell’anno. Il rammarico più grande è essere retrocessi. Tutto sommato, nonostante le mille difficoltà, avevamo fatto un buon campionato. Dispiace perché fine alla fine potevamo giocarcela col Genoa, siamo stati sfortunati nello scontro diretto a Marassi, stavamo vincendo e poi ci hanno recuperato. Sono stato bene anche a livello extra-calcistico, ho vissuto molto la città. Inizialmente vivevo fuori dalle mura, poi dopo aver fatto molta amicizia con Emanuele Calaiò andai persino a vivere in casa sua, perché lui a gennaio si trasferì a Napoli. Ho lasciato molte amicizie e con qualcuno sono rimasto in contatto». Il terzino, attualmente all’Alessandria, ha ammesso di aver sempre seguito con affetto le vicende della Robur dal momento del suo addio. «Sinceramente anche l’anno scorso speravo che, oltre a salvarsi dal fallimento, il Siena potesse ambire a qualcosa di più. Spero innanzitutto per i tifosi che il Siena torni subito nei professionisti, e poi che la società abbia le basi solide per puntare non dico ai livelli della Serie A ma almeno alla B, che Siena può fare tranquillamente. Io mi tengo sempre informato sulle squadre in cui mi sono trovato bene, e a Siena si trovano bene in tanti. Qui con me ad Alessandria c’è Crisanto, qualche volta abbiamo parlato di Siena. E anche lui, pur non avendoci giocato molto, conserva un bel ricordo. Io ho passato bei momenti e non la dimentico». (J.F.)

Fonte: Fol