Gilardino: “Ho visto uno spirito di squadra forte. Ai ragazzi chiedo di andare oltre le aspettative”

Alberto Gilardino, tecnico del Siena, ha parlato in vista della gara di domani contro il Follonica-Gavorrano, partita che chiuderà il 2020 della Robur. Di seguito le sue dichiarazioni:

Segnale – “La volontà è dare un altro segnale al campionato. Ci siamo goduti poco la vittoria dopo un partita importante da parte di tutti, anche di chi non ha giocato. Ho visto uno spirito di squadra forte, e quella è la cosa che conta e che bisogna portarsi dietro. Come avevo già detto, ognuno deve togliersi qualcosa per darlo alla squadra. Abbiamo gioito poco perché dobbiamo subito pensare alla partita di domani contro una squadra costruita per primeggiare”.

Ripresa – “Quando riprenderemo dovremo scendere in campo ogni tre giorni più volte. I giocatori si giocheranno il posto ogni partita, quindi quello che conta è essere competitivi durante l’allenamento”.

Conferme – “Le ho avute su determinati giocatori e sul modulo tattico attuale e quindi le porto avanti. Per quanto riguarda i giocatori farò valutazioni ancora stasera e domani”.

En plein in trasferta – “Parto dal presupposto che io chiedo ai miei giocatori lo stesso atteggiamento, la stessa voglia e senso di appartenenza in qualunque partita, ed è quello che ho cercato di dare dal primo giorno. Sul risultato sono gli episodi che fanno la differenza, con il Grassina abbiamo avuto molte situazioni per passare in vantaggio ma non ci siamo riusciti, mentre a Flaminia e a Cannara invece ci siamo imposti”.

Crocchianti – “Al centro Carminati e Farcas al momento mi stanno dando garanzie, non devono abbassare le loro concentrazione e la loro attitudine dentro il campo. Crocchianti come ho già detto può ricoprire tutti i ruoli della difesa, perché ha caratteristiche diverse da tutti gli altri. Valuterò domani se farlo giocare o meno”.

Gibilterra – “Rientra a disposizione, si è sempre allenato con noi. Ha qualità nelle sue corde, domani ci sarà”.

Dubbi – “Ci sono ed è meglio così, vuol dire che mi hanno messo in difficoltà. E’ normale, quando si vince in questo modo non è mai semplice cambiare. Farò valutazioni attente perché ripresentarsi bene dopo tre giorni non è facile. In attacco sicuramente giocherà Mignani, valuterò chi tra Nunes e Mahmudov è più pronto”.

Guidone – “Ha giocato tanto in questo periodo ma ha fatto tre gol e quando un attaccante sta bene ed ha entusiasmo è difficile toglierlo. Si è ritrovato completamente domenica. Sono felice che sia riuscito a trovare il gol; pur non segnando faceva tanta mole per la squadra, ma oltre a svariare deve pensare a far gol. Quando lo capisce, come domenica, che sa farlo e bene diventa importantissimo per noi e devastante per le squadre avversarie”.

Follonica-Gavorrano – “Hanno una squadra attrezzata per lottare ai vertici. La partita con la Pianese è stata significativa perché hanno tenuto botta e l’hanno portata a casa. Con il Foligno non c’è stata partita, ma per meriti loro perché anche il Foligno è una grande squadra. Hanno giocatori che lottano sia in fase di possesso che non, giocatori esperti e di categoria e che quindi hanno partite sulle gambe. Bisogna pensare positivo e andare oltre le aspettative, i ragazzi devono dare ancora di più di quello che hanno dato domenica”.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol