19 dicembre 1999: il volo di Gill e l’inizio del sogno

Ci sono partite che rimangono perennemente nella memoria dei tifosi e Siena-Pisa del 19 dicembre 1999 è una di quelle. Un’aspra battaglia su un campo infame, continui capovolgimenti di fronte, tensione che si palpava con mano sia in campo che fuori. Poi succede che l’arbitro Ayroldi di Molfetta mostra il cartellino rosso ad Orocini. l Siena pur ridotto in dieci uomini continua a macinare gioco e a controbattere tutte le azioni dei nerazzurri, gli uomini di Sala sembrano dei tarantolati e pur con un uomo in meno riescono a chiudere i nerazzurri nella propria area, creando tre occasioni da goal con Arcadio, Macchi e Apolloni che solo tre grandi interventi di Rosin riescono a sventare. A pochi secondi dalla fine l’arbitro assegna una punizione sulla tre quarti che Sciaccaluga batte imprimendo al pallone una meravigliosa e perfida traiettoria che, dopo il “velo” di Argilli, permette al pallone di andare ad incocciare con la fronte di Gill Voria, salito lassù, nel momento giusto per assegnare il colpo mortale al Pisa. E’ l’apoteosi!

Fonte: FOL-Archivio Natili