IL SONDAGGIO

Vota il miglior bianconero in Siena-Lucchese

Sul campo della capolista per disputare “una grande partita”. Per misurarsi, per tenere aperto un campionato che ha ancora tanto da dire. A presentare la sfida Entella-Siena l’allenatore bianconero Michele Mignani.

LA SETTIMANA. “La preparazione, finalmente, è stata ottimale, con un giorno di riposo e cinque per allenarci al meglio. Come da tempo non succedeva. Abbiamo tenuto alta la concentrazione, e dovremo farlo anche domani, perché è una delle sette partite che mancano alla fine e soprattutto perché è la partita contro la capolista”.

L’ENTELLA. “I liguri hanno numeri importanti in termini di classifica, di gol fatti e gol subiti, ma non è certo una sorpresa: ci aspettavamo che fossero i protagonisti del campionato, sono una squadra omogenea nei reparti, organizzata, con giocatori di qualità e ben allenata. Ma qualche numero buono ce l’abbiamo anche noi e il nostro obiettivo è dare pensieri all’Entella”.

LA GRADUATORIA. “Il campionato ha parlato e ha detto che c’è un club davanti a tutte che ha più punti e ancora due partite da recuperare. Dietro c’è un gruppo di 5-6 squadre che a oggi hanno la possibilità di migliorare la loro posizione. Credo che fino in fondo saranno queste le dinamiche della stagione. Poi inizieranno i play off e partirà un altro campionato, dove le prime partite saranno secche. Ma noi dobbiamo continuare a pensare solo a noi stessi. E a disputare domani una bella partita, una grande partita: la gara di andata ha detto che in campo ci siamo anche noi. Partiamo con entusiasmo e voglia di fare bene”.

GLIOZZI. “In questi giorni lo abbiamo gestito perché si trascina da un po’ un problema al polpaccio. Partirà con noi per Chiavari poi vediamo se e come utilizzarlo”.

PROSSIMI IMPEGNI PIU’ ABBORDABILI. “Noi non abbiamo mai guardato, e non lo faremo certo adesso, oltre la partita che prepariamo. E comunque ricordo che di facile non c’è nulla”.

PRIMI TEMPI DA RIVEDERE. “In parte in settimana abbiamo analizzato questo aspetto, ma sinceramente a me piace sempre guardare le prestazioni della squadra nel loro complesso. Facendo un paragone, ci sta che un film sia lento nei primi venti minuti, ma poi abbia una fine bellissima. E noi, ultimamente, abbiamo giocato dei primi tempi equilibrati, ma nella riprese siamo riusciti a spezzare quell’equilibrio. Domani sera dovremo giocare una partita a grandi livelli per 95 minuti”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Ci sarà tempo fino alle ore 19 di oggi per fare in biglietti per il settore ospiti per la trasferta di domani contro l'Entella.

TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO Via Rinaldini, 7/9, 0577 282162.
Attiva anche la vendita online sul sito www.etes.it

La società ligure comunica che il giorno della partita potranno essere acquistati i biglietti in tutti i settori dello stadio escluso il settore ospiti.

Fino ad ora sono stati veduti circa 110 biglietti.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

La Berretti sarà impegnata sabato alle ore 15:00 in trasferta ad Albissola. Gli Under 17 e gli Under 15 effettueranno un turno di riposo. I Giovanissimi Professionisti ospiteranno all’Acquacalda, sabato alle ore 17:30, la Fiorentina.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
FISSC
 

Il centrocampista bianconero Mattia Aramu è stato intervistato da gianlucadimarzio.com
“Mi sto trovando davvero alla grande! Sia personalmente sia con la squadra. C’è un gruppo sano con gente positiva e quando si incontrano persone così è più semplice ambientarsi. C’è allegria nello spogliatoio e non esiste un giorno in cui non ci si faccia scherzi a vicenda. Guberti, Bulevardi, Belmonte e chi più ne ha, più ne metta...”. 
Intervista completa
https://gianlucadimarzio.com/it/mattia-aramu-siena-intervista-curiosita-torino-serie-c

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Metodista, regista, mediano e ora...mezz'ala: nominatelo a vostro piacimento, ma Fabio Gerli, centrocampista classe 1996, in forza allaRobur Siena, sa svolgere tutti i ruoli del centrocampo. E quest'anno, dopo essere stato il perno assoluto della mediana toscana nella scorsa stagione, sta ritrovando una forma che nella prima parte di campionato è mancata, complice un problema muscolare che lo ha tenuto lontano dai campi per 11 partite. Ma il giocatore scuola Lazio, recentemente, sembra essere ritornato sui suoi standard: a testimoniarlo sono anche le due reti messe a segno contro Pistoiese e Pro Vercelli. A tal proposito, ai microfoni di Tuttoc.com, Gerli ha raccontato l'andamento della propria annata e di quello della squadra, andando a commentare anche la difficile situazione del calcio italiano.

Fabio, dopo un avvio di stagione post situazione ripescaggio molto difficile per la squadra, avete trovato la quadratura del cerchio. E si può affermare che la Robur, adesso, sta affrontando un campionato di tutto rispetto.
"Sì, era immaginabile trovare delle difficoltà all'inizio, perché comunque con tutto quello che era successo quest'estate, in più collegato al fatto che avevamo cambiato buona parte della squadra, perché eravamo in pochi rimasti dall'annata precedente. Quindi era preventivabile un inizio con fatica. Poi dopo pian piano abbiamo trovato la quadratura e adesso secondo me siamo una squadra matura che sta facendo dei buoni risultati".

Da un punto di vista prettamente tecnico, come valuti il gruppo di quest'anno rispetto a quello dell'anno scorso?
"Mah, secondo me eravamo un'ottima squadra l'anno scorso e la siamo anche quest'anno. In questa stagione probabilmente abbiamo più alternative in tutti i ruoli e se mancano dei giocatori, chi li sostituisce fa a sua volta ottime prestazioni. Quindi la differenza è essenzialmente questa: il fatto di aver più ricambi rispetto all'anno scorso".

A livello personale, la tua stagione è stata caratterizzata da un infortunio che ti ha tenuto fuori circa quaranta giorni. Ultimamente hai segnato due reti (contro Pistoiese e Pro Vercelli, ndr). Come valuti la tua annata rapportata a quella che hai fatto lo scorso anno?
"È stata una stagione un po' travagliata rispetto a quella dell'anno scorso. Sia per l'inizio, in cui non siamo partiti alla grande a livello di gruppo e quindi anche le mie prestazioni non potevano essere ottime. In più io sono stato fermo un paio di mesi: quindi la mia stagione è iniziata a tutti gli effetti dopo gennaio. E per questa seconda parte posso ritenermi soddisfatto perché comunque ho ritrovato continuità e pure due goal che spero non siano gli ultimi".

Quest'anno in cabina di regia, al tuo fianco, si è aggiunto un altro giocatore: Tommaso Arrigoni, che ha fatto un'ottima stagione con la Lucchese prima di trasferirsi, proprio in estate, al Siena. Mister Mignani ti ha trovato una posizione alternativa, che sai fare molto bene. Come ti trovi nel ruolo di mezz'ala? Perché noi siamo abituati a vederti giocare da regista.
"Sì, diciamo che mi trovo bene. E' un ruolo diverso. Quello di centrocampista centrale davanti alla difesa è tutto un altro modo di giocare. Probabilmente è quello che faccio meglio e che ho sempre fatto, però mi sto comunque adattando al ruolo di mezz'ala: se imparo a farlo perbene (il ruolo di mezz'ala nel centrocampo a tre, ndr) è una posizione in cui posso togliermi delle soddisfazioni e magari può diventare un ruolo che saprò fare a tutti gli effetti nel corso della mia carriera. La cosa certa è che va interpretato sicuramente in maniera diversa rispetto alla posizione di mediano. Spero di migliorare ancora perché ho ancora possibilità di crescere".

Passando ad una considerazione generale sul calcio italiano, in particolar modo sulla terza serie, con il Pro Piacenza fallito e altre squadre sull'orlo del baratro. Qual è il tuo giudizio personale su quanto sta vivendo il calcio italiano in tutto e per tutto. Perché la scorsa estate è stata veramente tremenda sotto tutti i punti di vista. 
"Diciamo che quest'estate c'è stato un vero e proprio disastro, perché comunque in terza serie si è fatto l'impensabile e l'impossibile. È successo che ci sono state delle squadre fantasma, vedi l'Entella, che fino a novembre non sapeva se giocare o meno. Ma il discorso vale anche per noi e le altre squadre aspiranti al ripescaggio, che siamo stati incerti fino alla fine, anche a campionato iniziato, se giocare in una categoria o in un'altra. Secondo me è una situazione che non può accadere nel calcio professionistico, perché una società deve sapere, nel costruire la rosa, che campionato andrà ad affrontare: non può rimanere con il dubbio fino alla fine senza sapere in che serie giocherà. Il problema è che cambiano molte cose, come gli introiti economici, regole sui giovani e tante altre situazioni. Quindi adesso spero che con il cambio di Federazione si ritrovi un po' di ordine".

Ritornando al campo: sabato appuntamento al Comunale di Chiavari (diretta sul nostro portale, ndr) contro la Virtus Entella, capolista del girone e tua ex squadra. Ed è una sfida che si presenta da sé: per il primo posto, voi avete un solo risultato, la vittoria, dal momento che i liguri hanno ancora due sfide da recuperare e un notevole vantaggio rispetto a voi. È un'ultima spiaggia per il primo posto?
"Noi non dobbiamo pensare che è la nostra ultima spiaggia; sappiamo che è una partita importante ma che non è comunque decisiva. E la nostra squadra non è stata costruita per ammazzare il campionato e per arrivare prima come abbiamo iniziato. Loro invece sono stati costruiti per vincere il girone: sarà quindi una partita che darà maggior pressione a loro rispetto a noi. Il nostro compito è quello di giocare spensierati, sapendo che sarà una sfida importante ma che abbiamo altre possibilità per giocarci le nostre carte". (Niccolò Anfosso)

Fonte: tuttoc.com

Tosoni Auto
FISSC
 

Una vigilia serena, finalmente regolare nei tempi di lavoro e di preparazione, per una gara difficile come sarà quella di Sabato a Chiavari. Parlando con amici tifosi, la maggior parte danno per scontato il primo posto finale ad appannaggio dei liguri, ma per carattere ed esperienza, personalmente nutro molte speranze per un epilogo diverso. Ovviamente per la Robur.  Di certo il quadro sarà molto più chiaro dopo la partita con l’Entella che è importantissima, ma non è da catalogare tra le partite da ultima spiaggia. Se il Siena si deve preoccupare della forza dei biancazzurri, altrettanto dovranno fare loro.

Ho scritto in passato che questo che stiamo vivendo può essere paragonato più ad una gara di pesca che ad un campionato di calcio. Quando le regole vengono calpestate, quando la classifica viene stravolta, quando si è costretti a giocare per  mesi e mesi una gara ogni tre giorni, tutto è fuorché un campionato di calcio professionistico.

Il risultato finale resterà in sospeso fino all’ultima gara e si saprà qualcosa di certo solo quando scadrà l’ultimo minuto dell’’ultima giornata. Più o meno come succede in una gara di pesca amatoriale: quando la sirena suona si procede al peso delle prede catturate e solo dopo questa operazione si conoscerà il nome del vincitore. Mignani e i ragazzi dovranno essere bravi e lucidi a riempire il carniere con più prede possibili, in altri termini dovranno cercare, come fatto finora, la vittoria contro chiunque, Entella compresa.

La Robur pazientemente disegnata da Michele Mignani, non è seconda a nessun’altra squadra e può ottenere la vittoria contro tutti. Non sarà facile, dovrà essere raddoppiato l’impegno e l’attenzione, giocando le partite con il cuore, le gambe e la testa. Non poniamo limite ai sogni, questa Robur è forte e può ancora arrivare in alto, molto in alto. (NN)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

La Robur comunica che è iniziato oggi il progetto “Robur @ School”, che vede protagoniste la società bianconera, le scuole primarie di secondo grado e le scuole secondarie di primo grado della città. Questa iniziativa, che fa parte del progetto 3P, è stata sviluppata dalla Robur Siena per far sì che i bambini della scuola ospitante si possano divertire, ma sempre nel rispetto dei valori e dei principi che vengono portati avanti dal settore giovanile bianconero. La prima scuola ad ospitare la Robur è stata la primaria “Achille Sclavo” che ha messo a disposizione la propria palestra ed il proprio giardino, con la partecipazione della maestra Lanzoni. Una mattinata divertente grazie soprattutto alle proposte del responsabile dello Youth Project Ruggero Radice, che grazie anche alla collaborazione di Bernardo Pierangioli, ha sottolineato ai ragazzi l’importanza dei valori comportamentali per il rispetto del gruppo, principi alla base del metodo Youth Project e dell’impostazione del settore giovanile della Robur Siena. 

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

Prosegue la preparazione dei bianconeri in vista della trasferta di sabato con l'Entella. Oggi la squadra ha effettuato una seduta pomeridiana con Gliozzi che prosegue nel programma personalizzato. Domani è in programma un allenamento pomeridiano a porte chiuse.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Simone Guerri, ex centrocampista e adesso collaboratore della Robur, è stato ospite di Roburopoli, su Siena Tv. Queste le sue dichiarazioni:

Primo tempo/secondo tempo - “La mia idea è che la nostra squadra è più riflessiva, cerca prima di trovare il palleggio per poi scardinare. Poi è vero che se andiamo sotto riusciamo a recuperare bene, c’è grande forza dalla panchina”.

Gliozzi - "Ha un problema al polpaccio, un affaticamento che si trascina dalla scorsa settimana. Non sembra nulla di serio ma precauzionalmente sta facendo differenziato”.

Campi di allenamento - “Mi sono allenato a Colle e Castellina. Ora si contestano i sintetici, ma a Castellina d’inverno, era meglio allenarsi sull’asfalto. Poi un posto dove sentirsi a casa è importante e nella testa della società c’è l’idea di ampliare l’Acquacalda”.

Entella - “La stiamo preparando bene, col sorriso, convinti di fare una grande partita. Sulla carta è la più forte, noi ce la giochiamo facendo finalmente una settimana tipo. C’è entusiasmo anche da parte di chi non gioca e questo è fondamentale”.

Cesarini - “I valori aggiunti all’inizio dell’anno erano Belmonte e Cesarini e non l’abbiamo mai avuti. L’obiettivo è recuperarli entrambi. Abbiamo fatto a meno di loro finora. Adesso di Cesarini iniziamo ad apprezzarne le qualità. Ha una forza straordinaria, si gira benissimo verso la porta, ha una mentalità da protagonista e spero sarà fondamentale”. (G.I.)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 

Il responsabile del settore giovanile della Robur ha fatto il punto dei vari campionati sul sito ufficiale della società bianconera.
“In generale siamo partiti con rose molte ampie, perchè abbiamo valutato ragazzi anche per formare l’Under 16, obbligatoria per la serie B. A gennaio siamo intervenuti sul mercato, alcuni ragazzi dalla Berretti sono andati a giocare in prestito in serie D e in Eccellenza, dando così la possibilità ad alcuni 2002 di salire in Berretti e tornando sulla nostra linea di pensiero. L’Under 17 è stata un po’ sfoltita, ma tutto questo non ha stravolto la nostra tipologia di lavoro: in tutte le rose e in tutte le categorie c’è sempre una bella rotazione di ragazzi, i risultati ottenuti hanno un valore maggiore. La nostra tipologia di lavoro: in tutte le rose e in tutte le categorie c’è sempre una bella rotazione di ragazzi, i risultati ottenuti hanno un valore maggiore”.
Berretti: “Il bilancio è sicuramente positivo, la squadra è ancora in corsa per un’eventuale qualificazione, considerando che si qualificano tre squadre e siamo in quinta posizione. Il Torino è fuori categoria, ma vincendo uno scontro diretto possiamo passare alla fase successiva”.
Under 17: “E' un campionato ricco di soddisfazioni, abbiamo perso lo scorso diretto con il Pontedera ma c’è il match domenica con la Pistoiese, che è terza in classifica, se arrivasse un risultato positivo ci sarebbero ottime possibilità di qualificarsi tra le prime due”.
Under 15: “Sta facendo un buon campionato, la squadra è basata sullo zoccolo duro dell’Under 14 dello scorso anno con alcuni innesti, siamo sempre in corsa per arrivare come miglior terza”.
Giovanissimi Professionisti: “Togliendo Fiorentina ed Empoli che sono di un’altra categoria, ci hanno fatto divertire e probabilmente sono andati oltre alle nostre aspettative: è una squadra omogenea, è stata una piacevole sorpresa”.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Ivan Pedrelli, terzino della Robur, è stato ospite di Studio Robur, trasmissione di Canale 3. Queste le sue dichiarazioni:

Siena-Lucchese - “È stata la prestazione più sottotono dal quando sono arrivato. Non l’abbiamo presa sottogamba, però loro erano aggressivi, alti, giocavano sugli attaccanti con le sponde. La maggior qualità poi è venuta fuori”.

Primo/secondo tempo - “È vero che a livello fisico siamo una delle squadre più piccoline. Gli avversari pressano molto nei primi tempi”.

Lucchese - “Martinelli giocava con me a Rimini. In Romagna non siamo stati pagati da ottobre ma avevamo almeno la fideiussione, loro no. Io dovevo salvarmi per me stesso, per la mia carriera. Non so se è stato un caso, ma dopo una settimana dalla fine del campionato abbiamo trovato tutti squadra. C’è visibilità, non credo che molleranno. E poi estromettere una squadra ora non porta benefici. Secondo me porteranno fino alla fine Cuneo e Lucchese”.

Il momento - “È stata la prima settimana tipo da quando sono arrivato, non eravamo più abituati. Arriva nel momento giusto per preparare la partita con l’Entella che non è decisiva ma importantissima”.

Entella - “Hai rischiato con la Lucchese, non puoi concedere un tempo all’Entella. Non rifaremo lo stesso primo tempo, ne sono convinto”.

Condizione - “Ho avuto un infortunio a inizio anno e poi ho giocato poco. Mi sono sempre allenato ma mi mancava il ritmo partita. Sono contento che ora sto giocando anche se mi interessa più l’andamento della squadra”.

Ruolo - “In questo momento sto facendo un po’ più di fatica, è un modo di giocare diverso, mi trovo più spesso in zone avanzate perché non ci sono esterni e devi dare ampiezza, stare più aperto”.

Cross - “Mi piace crossarla da dietro anziché arrivare sul fondo perché secondo me è più pericoloso. È difficilissimo da difendere per il terzino avversari. Poi ci sono alcuni allenatori che la pensano diversamente”.

Gol - “Ne faccio un paio all’anno. Uno l’ho già fatto in B, mi devo giocare bene il secondo!”.

Numero di maglia - “Ho avuto sempre il 2, adesso voglio cambiare. A Cittadella avevo l’11, a Livorno la numero 9, mi chiamavano bomber anche perché segnai nelle prime due partite. Indossarla qui a Siena? Impossibile con Gliozzi! Il prossimo anno ,sperando di rimanere prendo un altro numero particolare”.

Siena vs Livorno - “L’ho chiamato il campionato del ciapanò, nessuno voleva vincerlo. Siamo arrivati alla sfida col Pisa e se perdevamo, andava primo il Pisa. C’è stato un momento di sfasamento totale, casini societari, cambi di allenatore. Poi ci siamo ricompattati e abbiamo vinto. Forse la differenza tra Siena e Livorno era che il Livorno aveva un giocatore davanti, Vantaggiato, che difficilmente non ti puniva”.

Carriera - “C’è sempre il rammarico perché ognuno spera sempre in meglio, ma non posso lamentarmi, ho giocato in piazze ambiziose”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Un grave lutto ha colpito la famiglia di Corrado Ciolli, ex portiere bianconero, nella stagione 90-91. E’ scomparso prematuramente il figlio Mirko, un giovane di nemmeno vent’anni, che è stato strappato agli affetti più grandi da un crudele destini. 

A Corrado e a tutta la famiglia, le più sincere condoglianze da parte della redazione del FOL e del Siena Club Fedelissimi.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 
Squadra PT G Totale
V N P GF GS
Entella 58 28 17 7 4 46 20
Piacenza 55 29 16 7 6 42 26
Siena 52 30 13 13 4 46 32
Pro Vercelli 51 29 14 8 6 36 22
Arezzo 50 30 12 14 4 35 26
Carrarese 50 30 15 5 10 56 40
Pisa 50 30 13 11 6 35 26
Pro Patria 46 30 13 7 10 34 29
Novara 42 30 9 15 6 38 27
Pontedera 39 30 9 12 9 28 32
Alessandria 32 29 5 17 7 24 29
Gozzano 32 30 6 14 10 32 32
Juventus B 32 30 9 5 16 30 37
Olbia 31 30 7 10 13 31 39
Pistoiese 30 30 8 6 16 30 38
Arzachena (-1) 24 30 8 1 21 16 48
Albissola 20 30 4 8 18 25 47
Cuneo (-23) 20 30 11 10 9 26 27
Lucchese (-16) 17 29 6 15 8 37 34
Pro Piacenza (-16) -16 12 0 0 12 0 36
 

 

Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 

Finisce senza vinti né vincitori il recupero della settima giornata di andata tra Pro Vercelli Virtus Entella. Lo 0-0 maturato al "Silvio Piola", però, non rende giustizia ad un paio di occasioni clamorose non sfruttate da entrambe le squadre. E' un pari che l'Entella può tenersi stretto: dopo la difficile trasferta, la squadra di Boscaglia resta sempre al primo posto con 58 punti, a 3 lunghezze di vantaggio (ma con una partita ancora da recuperare) dal Piacenza primo inseguitore. La Pro Vercelli, ora a quota 51, manca l'opportunità di avvicinare la testa della classifica.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Lo sport senese in lutto: ci ha lasciato Antonio Satta, uomo di sport nell’accezione più ampia del termine. Fondatore del Poligono di Tiro ha sempre seguito lo sport senese, con un occhio particolare per la sua Robur, società che negli anni di Danilo Nannini, lo ha visto tra i dirigenti più apprezzati ed ascoltati. Uomo di grande equilibrio e correttezza ha sempre messo a disposizione della città la sua grande capacità di dialogo e la diponibilità per la risoluzione dei problemi. Padre di Carlo, socio fondatore del Siena Club Fedelissimi, è sempre stato un punto di riferimento prezioso ed anche noi, allora giovani tifosi, ha dispensato preziosi consigli che ci hanno aiutato a crescere negli anni. 

Il consiglio direttivo del Siena Club Fedelissimi, i soci tutti e la redazione del FOL  stringono in un grande abbraccio la famiglia porgendo le più sentite condoglianze. 


Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

La partita Entella-Siena, in programma sabato alle ore 20:30 allo stadio Comunale di Chiavari sarà diretta da Mario Vigile della sezione di Cosenza. Gli assistenti saranno Salvatore Marco Di Benedetto di Barletta e Leonardo De Palma di Foggia.
Vigile non ha mai diretto la Robur.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Daniele Gastaldello, ex difensore bianconero e adesso capitano del Brescia capolista in Serie B, era presente al Franchi durante Siena-Lucchese. Queste le sue dichiarazioni, rilasciate ad Antenna Radio Esse:

Brescia – “Siamo in testa, cerchiamo di compiere l’impresa e andare in Serie A. La B è un campionato strano, l’insidia è dietro ogni angolo e bisogna stare sempre attenti”.

Gastaldello – “La mia è anche una sfida, a giugno faccio 36 anni e questa sarebbe la mia terza promozione. Mi fa sentire giovane, mi mette la voglia di fare ancora calcio”.

Figlio – “Il dna è quello lì, vive di calcio come me. Gioca nei Primi Calci della Robur. Sapeva che io tornavo a Siena perché non giocavamo e mi ha chiesto di andare allo stadio. Per me è motivo di orgoglio, come facevo a dirgli di no? E poi era tanto che non venivo al Franchi, mi fa piacere che la Robur abbia vinto”.

Lucchese – “Era la prima partita che vedevo, però amici mi hanno detto che è stata una gara sotto tono. Nel primo tempo forse la Lucchese meritava di più ma si vedeva che il Siena aveva più qualità e che da un momento all’altro i singoli potevano sbloccare la partita”.

D’Ambrosio – “E’ un giocatore di categoria, che conosce la piazza. Io non lo conosco molto bene, non ci ho giocato insieme, ma sta facendo bene. Il ruolo è complicato, noi capitani dobbiamo dare l’esempio anche fuori dal calcio”.

Campionato – “Sarà difficile raggiungere l’Entella, ma ci sono sempre i playoff”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 

Attiva la prevendita per la partita Entella-Siena, in programma sabato alle ore 20:30 a Chiavari. Il circuito di vendita è Etes, a Siena è possibile acquistare i biglietti al prezzo di 10 euro più prevendita nei seguenti punti vendita:
TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO Via Rinaldini, 7/9, 0577 282162.
Attiva anche la vendita online sul sito www.etes.it

I residenti nella Regione Toscana potranno acquistare i tagliandi in prevendita fino alle ore 19 di venerdì, il giorno della partita potranno essere acquistati i biglietti in tutti i settori dello stadio escluso il settore ospiti.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Ieri Alessandro Nucilli ha firmato un preliminare di contratto per l'acquisto della Lucchese. Sempre ieri scadeva il tempo per pagare stipendi e contributi per le mensilità di gennaio e febbraio che la società rossonera non ha pagato e quindi sarà ulteriormente penalizzata.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 

Il centrocampista bianconero Mattia Aramo è stato inserito da tuttoc.com nella top 11 del girone A per le gare della 31a giornata con queste motivazioni:
“Non la miglior prova collettiva, ma il gol che segna e che decide il match contro la Lucchese permette ai bianconeri di tenere la scia delle altre, ed è quindi pesantissimo. Nel primo tempo non si vede, nella ripresa cresce ed è nella sostanza l'unico a provare a dare un diverso passo ai suoi, trovando appunto il sigillo che vale oro”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

E' ripresa ieri la preparazione della Robur per la trasferta di sabato sera contro l'Entella. Gliozzi ha effettuato un lavoro differenziato per un problema muscolare che sarà valutato di giorno in giorno. Oggi la squadra tornerà in campo con una doppia seduta di allenamento.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Mi permetto di scriverVi in relazione alle notizie che escono giornalmente sulle due squadre in oggetto. Ho la sensazione che la FIGC si accinga a compiere l'ennesimo misfatto. Mi spiego : si parla di radiazione  se entro il giorno 20 prossimo non verrà pagata la multa relativa alle sostituzioni delle fideiussioni .  Si escludono dal campionato e si riazzerano i punti  delle squadre che le hanno incontrate falsando ulteriormente il campionato stesso ?  e se escluse come si incassano le multe se le fideiussioni non erano valide ?  Figuriamoci se presidenti che non pagano stipendi o contributi  si sognano di pagare una multa. Spero che gli organi che dirigono la serie C e la stessa federazione non aggiungano errori ad altri errori . Secondo me a queste squadre dovrebbe essere permesso di finire il campionato, considerato che non sono nella situazione del Pro Piacenza , per la sua regolarità, obbligandole a versare  la multa prima dei play out o negare la possibilità di disputarli  o in alternativa pretendere il versamento della sanzione che  (difficilmente verrà incamerata in caso di esclusione dal campionato) , insieme alle altre tasse per potersi iscrivere al prossimo campionato. 

Ho espresso delle mie  idee non essendo a conoscenza dei vari regolamenti e mi farebbe piacere avere dei chiarimenti anche da parte vostra che essendo molto vicini alla società ,avete sicuramente notizie più concrete e precise .  

Vi saluto cordialmente. Nello Del Dottore 

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

Alessandro Nucilli in trattativa per rilevare la Lucchese, intervistato da gazzettalucchese.it, ha risposto anche alla domanda che gli chiedeva perché quando trattava il Siena avesse usato il nome di Monzi.
Questa la risposta. "Guardi a Siena conobbi Ponte, volevano da me 500mila euro, furono loro a chiedermi di usare una falsa identità, per quanto non ne capissi il motivo. Poi abbiamo annullato tutto".

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Di seguito il punto delle squadre del territorio senese che militano in serie D ed Eccellenza.

SERIE D

PIANESE: Prosegue il cammino in testa alla classifica degli amiatini, sempre più lanciati verso qualcosa di veramente straordinario. Ennesima affermazione per 2-0 contro lo Scandicci: apre le marcature in avvio un grandissimo gol di Rinaldini, nella ripresa arriva il raddoppio del solito inesauribile Lorenzo Benedetti, che raggiunge quota diciotto reti in campionato. Quarto risultato utile consecutivo per le zebrette di mister Marco Masi che, oltre al primato stanno proponendo il miglior calcio dell’intero girone. Ancora sette gare da disputare, con un vantaggio di tre lunghezze sulle inseguitrici.

SAN GIMIGNANO: Pareggio a reti inviolate per i valdelsani tra le mura amiche contro il Tuttocuoio. Quinto risultato positivo di fila per la compagine guidata da Stefano Polidori, che ha riportato speranza ed entusiasmo nell’ambiente. Fino a un mese fa i neroverdi sembravano spacciati, invece l’avvicendamento in panchina, che ha portato all’esonero di Simone Marmorini, ha dato i suoi frutti. Terz’ultimo posto in graduatoria, con l’attuale aggancio alla lotteria dei play out.

SINALUNGHESE: Nuova sconfitta per i chianini che vanno ko a Trestina per 2-0. Per gli umbri marcature di Ridolfi e Khribech che condannano il sodalizio rossoblù ad una nuova sconfitta. Penultimo posto del torneo, con l’ultimo successo che risale a metà gennaio e una classifica che si fa sempre più complicata. Fiducia ancora nell’operato dell’allenatore Roberto Fani, anche se serve una svolta quanto prima per tentare una salvezza complicata ma non impossibile.

ECCELLENZA

BADESSE: I monteriggionesi impattano 1-1 in trasferta contro il Signa. Vantaggio ospite con il calcio di rigore trasformato dall’ex Siena Cruciani, replica per i fiorentini l’autorete di Cecconi. Per la squadra di Luca Corbucci quinto risultato utile di fila, con l’attuale settima posizione.

COLLIGIANA: Colpo esterno dei biancorossi che espugnano per 1-0 il campo della Rignanese. Decide l’incontro il sigillo di Marangon a inizio ripresa, che consegna al team valdelsano di Alessandro Deri tre punti importanti con il quarto posto del torneo.

POGGIBONSI: Turno di riposo per i leoni di Alessio Bifini.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

A sette giornate dalla fine del campionato ci sono sette squadre che devono ancora osservare un turno di riposo nella giornata che il calendario gli metteva di fronte il Pro Piacenza escluso dal campionato.
Queste sono le squadre che devono ancora avere 3 punti in classifica:
- Albissola
- Carrarese
- Pontedera
- Arezzo
- Arzachena
- Pro Vercelli
- Juventus U23

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

19 marzo
Pro Vercelli-Entella (20.30)
26 marzo
Entella-Lucchese (20.30)
2 aprile
Alessandria-Pro Vercelli (20.30
23 aprile
Piacenza-Entella (20.30)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Inizierà domani la serie di recuperi che attende ancora l'Entella. Alle ore 20.30 la squadra ligure sarà impegnata sul campo della Pro Vercelli.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
clean sanex
 
Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Dopo il giorno di riposo concesso da Michele Mignani dopo la vittoria di ieri contro la Lucchese. Domani riprenderà la preparazione in vista della trasferta di sabato a Chiavari con l'Entella.
Questo il programma degli allenamenti
Lunedì: ore 15
Martedì: ore 10:30 e 15
Mercoledì: ore 15
Giovedì: ore 15 (porte chiuse)
Venerdì: ore 10:30 (porte chiuse)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Il Siena Club Fedelissimi organizza un pulman per Chiavari in occasione della partita Entella-Siena in programma sabato 23 marzo alle ore 20.30.
La partenza è fissata alle ore 16.00 da San Prospero. La spesa è di 30€. Per i soci del club 25€.
E' prevista una sosta per una merenda organizzata dal club

Per le prenotazioni:
- Telefono: 0577236677 martedì, giovedì e venerdì dalle 21.30 alle 24.
- Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it
- Cellulare: 3316019088 solo sms e whatsapp (Lorenzo)

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

I ragazzi di Leonardo Pericoli hanno vinto 2-0 in trasferta con l’Arezzo, decisiva la doppietta di De Dominicis.

Fonte: FOl

 

Tosoni Auto
FISSC
 

Gli Under 17 vengono sconfitti in casa dal Pontedera con il punteggio di 3-1 e falliscono il sorpasso che avrebbe significato il primo posto in classifica. Bianconeri subito in vantaggio con un gran gol di Mignani vengono raggiunti e superati a causa di due errori difensivi dei nostri ragazzi.

I risultati della 19a giornata
Olbia-Arezzo 0-2
Siena-Pontedera 1-3
Viterbese-Lucchese 0-0
Arzachena-Pistoiese 1-2
Pisa-Rieti 2-0
Turno di riposo: Carrarese

La classifica
37 Pontedera
32 Siena
29 Arezzo
29 Pistoiese
25 Viterbese
23 Carrarese
21 Rieti*
20 Lucchese
17 Pisa
17 Olbia**
7 Arzachena*
* una partita in più
** una partita in meno
Il tabellino

Siena: Filippis, Moruzzi (60’st Imperato), Casini C. (36’st Dema), Mezzasoma, Simi, Barbera (55’st Casini V.), Morosi (60’st Sonnini), Pomi (46’st Hagbe Hagbe), Galli, Ghilli (55’st Lombardi), Bifini (46’st Bonechi). A disp. Trapassi, Ionescu. All. Argilli.
Pontedera: Borghini, Braccini (47’st Lebbiati), Innocenti, Magozzi, Colombini, Di Bella, Nacci (36’st Del Carlo), Martuccii (63’st Dushku), Tocchini, Scarpa (67’st Bartolini), Romei (36’st Checchi). A disp. Frangioni, Fiorito, Ricciarelli. All. Dal Bó.
Arbitro: Fabbri di Arezzo
Ammoniti: Ghilli (S), Simi (S)
Marcatori: 16’ Tocchini (P), 19’ Galli (S), 41’ Scarpa (P), 50’ Galli (S), 65’ Scarpa (P).

Sconfitta anche per gli Under 15, sempre con il Pontedera, che vengono superati in casa per 3-2. In rete per i bianconeri Galli con una doppietta.
I risultati della 19a giornata
Olbia-Arezzo 1-2
Siena-Pontedera 2-3
Viterbese-Lucchese 4-1
Arzachena-Pistoiese 0-7
Pisa-Rieti 3-0
Turno di riposo: Carrarese

La classifica
41 Pontedera
40 Viterbese
36 Pisa
33 Pistoiese
31 Siena
28 Arezzo
19 Carrarese
12 Olbia
11 Lucchese
11 Rieti
6 Arzachena
* una partita in più
** una partita in meno

Il tabellino
Siena: Filippis, Moruzzi (60’st Imperato), Casini C. (36’st Dema), Mezzasoma, Simi, Barbera (55’st Casini V.), Morosi (60’st Sonnini), Pomi (46’st Hagbe Hagbe), Galli, Ghilli (55’st Lombardi), Bifini (46’st Bonechi). A disp. Trapassi, Ionescu. All. Argilli.

Pontedera: Borghini, Braccini (47’st Lebbiati), Innocenti, Magozzi, Colombini, Di Bella, Nacci (36’st Del Carlo), Martuccii (63’st Dushku), Tocchini, Scarpa (67’st Bartolini), Romei (36’st Checchi). A disp. Frangioni, Fiorito, Ricciarelli. All. Dal Bó.
Arbitro: Fabbri di Arezzo
Ammoniti: Ghilli (S), Simi (S)
Marcatori: 16’ Tocchini (P), 19’ Galli (S), 41’ Scarpa (P), 50’ Galli (S), 65’ Scarpa (P).


 



Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Venerdì 22 Marzo, quinta serata di "Robur Chef". In cucina il gruppo formato da Stefania, Monica e Leandro proporranno il seguente menù:
Antipasti:
Bruschette con stracchino, mortadella e pistacchi.
Girelle di frittata di albumi.
Bon Bon di Philadelphia.
Coppette di salame con pane croccante al rosmarino e crema di cannellini.
Primo:
Pasta al profumo di limone al Ragù di Mortadella.
Secondo:
Filetto di maiale lardellato con salsa di cipolle all'aceto balsamico.
Contorno:
Millefoglie di patate
Dolce:
Birramisu'.
Per prenotarsi inviare un sms o watshapp, entro mercoledì sera, al numero 3664053060 oppure una mail fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Siena Club Fedelissimi.

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Vittoria sofferta esageratamente, quella con la Lucchese, ottenuta grazie ad un gol a dieci minuti dalla fine, in superiorità numerica per l’eccessivo ricorso ai falli tattici praticati in tutte le zone del campo dagli ospiti che portano inevitabilmente all’espulsione.

La Robur non ha giocato bene e si fatica a capire perché si cada in sequenze di errori tecnici da parte di tutta la squadra, nelle giocate più semplici, che ci hanno più volte complicato le partite sebbene il tasso tecnico dei giocatori sia di indubbio valore.

La formazione senese è scesa in campo con il rientrante Contini in porta, difensori laterali Pedrelli e Zanon vicini a Romagnoli e D’Ambrosio, centrocampo a tre con Gerli, Arrigoni e Vassallo con l’aggiunta di Guberti a fare il quarto in ripiegamento ma soprattutto ad organizzare la manovra di attacco.

Davanti, in assenza di Gliozzi squalificato, la scelta è caduta su Aramu e Fabbro privilegiando la mobilità alla forza d’urto ma la scelta non ha prodotto grandi effetti perché i pochi palloni arrivati nell’area di rigore avversaria non hanno trovato i nostri all’appuntamento denunciando un’asfissia preoccupante in attacco.

L’elaborazione del gioco senese si è ripetuta nella fascia sinistra purtroppo ingolfata dalle sovrapposizioni di Zanon, necessarie ma improduttive, dalle proiezioni di Vassallo e dagli spostamenti di Fabbro che hanno fatto confluire troppi giocatori avversari intorno a Guberti, ingabbiando il nostro regista avanzato in una sterile tessitura senza sbocchi verso l’area lucchese.

Inoltre non abbiamo quasi mai utilizzato la parte destra del fronte d’attacco, relegando Gerli a fare l’elastico in verticale senza ricevere la palla; di contro la Lucchese ha trovato in quella zona il varco giusto per la propria offensiva mettendoci in affanno per chiudere gli spazi ed obbligandoci a mettere in angolo i palloni intercettati.

Abbiamo rischiato molto diverse volte e per fortuna le conclusioni avversarie sono finite sul fondo o sulla traversa ma sono state occasioni vere che ci hanno visto subire di nuovo sulle palle alte e sulle ribattute dentro e fuori dell’area.

Il nostro centrocampo non è riuscito ad arginare la spinta lucchese né con il contrasto né con l’interdizione, all’inferiorità numerica che deriva dalla solita scelta tattica si è aggiunta la difficoltà nel controllo del pallone e nei passaggi impedendo ogni possibile ripartenza e costringendoci ad arretrare fino all’area di rigore.

In tutto il primo tempo abbiamo tirato una sola volta in porta, da fuori area su precedente respinta del portiere, mentre la Lucchese ha avuto quattro occasioni da gol compresa la traversa, troppo poco per vincere le partite abbastanza per perderle ma il calcio riserva sorprese.

Nella ripresa abbiamo visto un’altra Robur, non bella ma produttiva, grazie anche al calo atletico degli avversari abbiamo accentuato la spinta utilizzando anche la parte destra per aprire varchi agli attaccanti; senza i giusti attributi per presidiare l’area di rigore abbiamo visto Aramu spaziare in orizzontale per liberarsi al tiro, convinti che fosse l’unico modo per concludere in porta.

L’ingresso di Bulevardi per Vassallo, oltremodo confusionario ed impreciso, ha conferito un equilibrio maggiore al centrocampo contribuendo allo spostamento in avanti dell’asse bianconera che ha potuto così tessere trame di gioco pericolose.

La giornataccia dei bianconeri si è manifestata ancora nelle conclusioni, abbiamo fallito una serie di ghiotte occasioni a causa di errori nel controllo e nell’impatto con la palla ma anche per le parate del portiere ospite e per salvataggi disperati dei difensori.

La più bella azione, nata da un invito di Guberti per Zanon con penetrazione in area e palla all’indietro, ha visto Aramu sparare con forza un diagonale che il fortuito impatto con un difensoresteso a terra ha impedito alla palla di arrivare in porta.

Mignani ha cercato di sterzare la gara sostituendo in dieci minuti Guberti, Arrigoni, Fabbro e Pedrelli con Di Livio, Cesarini, Cianci e Esposito confidando sulle diverse caratteristiche dei giocatori ed il risultato è arrivato.

Prima Di Livio ha rifornito in area Cesarini che ha mancato il controllo della palla all’atto di concludere a rete, poi ha guadagnato il fondo rimettendo al centro per Aramu che ha potuto segnare impattando la palla in semiscivolata.

Finalmente in vantaggio! Dopo aver fallito numerose occasioni la Robur ha segnato avvalendosi anche della superiorità numerica dovuta all’espulsione di due lucchesi per doppia ammonizione ma la partita si è rivelata più insidiosa del previsto ed il vantaggio va gestito bene.

La Robur non ha nelle sue corde la capacità di addormentare le partite e nonostante due giocatori in più in campo non è riuscita ad impadronirsi del gioco e tenere la palla lontana dalla propria area.

La Lucchese poteva contare solo sul gioco aereo ed ha spedito tutti i palloni dentro o in prossimità dell’area senese dove il solito Romagnoli è risultato vigile e tempestivo, facendoci sudare sette camicie per arrivare alla conclusione.

Per fortuna la partita è finita 1-0 ma si è sofferto troppo anche dopo il vantaggio; la squadra manifesta troppi sintomi di insicurezza che vengono percepiti dagli avversari, rianimandoli anche quando giocano menomati e le partite stanno per finire.

Riemerge talvolta la fragilità mentale della squadra con inspiegabile ansia di risultato, bisogna liberarsi sul piano mentale per rendere in base alle arcinote qualità dei bianconeri: avanti tutta e pensiamo alla capolista.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo