Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
clean sanex
 

Dopo otto stagioni consecutive, si è concluso il rapporto tra la Robur e Lorenzo Spina, preparatore atletico. In questo periodo si è sempre distinto per la sua professionalità, disponibilità e per l’assoluta discrezione. A Spina gli auguri più sinceri per il prosieguo della carriera.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

 Alessandro Dal Canto esce allo scoperto. Il tecnico dell'Arezzo, accostato alla Robur Siena come successore di Michele Mignani, nel corso della 30esima 'Timone d'oro' ha parlato delle ipotesi legate al suo futuro. Il veneto conferma le voci circa la rescissione: “Al direttore e al presidente comunicato da tempo che avrei chiesto la rescissione del contratto - riporta Arezzo Notizie - è una decisione che ho preso strada facendo. Man mano che andava avanti la stagione con il record di imbattibilità interna, i 64 punti, la semifinale playoff...dal mio punto di vista è stato raggiunto in maniera anche inaspettata un risultato enorme e quindo ho fatto questa riflessione. Avrei fatto questa cosa anche in caso di promozione perchè considero il mio percorso a livello di risultati e di emozioni sarebbe comunque arrivato alla fine. E' vero, a Pisa non sono andato sotto il settore a fine partita ma con i tifosi c'è stata sempre stima e affetto come ci hanno mostrato in occasione della rifinitura prima della semifinale playoff".

Idee chiare sugli accostamenti alle diverse squadre, tra cui proprio i bianconeri: "Leggo che mi hanno cercato tanti squadroni ma vi dico subito che le ipotesi Empoli e Siena sono delle bufale. Non mi ha cercato nessuno dalla B e nemmeno una formazione toscana – dichiara Dal Canto -Io a Rigomagno per un incontro? Non è vero, non lo avrei mai fatto e quel giorno tra l'altro stavo portando mia figlia in palestra. Non ho ricevuto offerte importanti e non sono un mercenario. Le due squadre che mi hanno cercato mi hanno offerto tra l'altro un contratto più basso rispetto a quello che ho attualmente e che ho chiesto di rescindere. Un anno fa quando firmai il biennale il presidente La Cava mi disse 'mister tutti questi soldi come si fa'...bene, io dissi che avrei potuto chiedere senza problemi a fine stagione la rescissione senza alcun problema cestinando l'accordo. Non vado affatto verso lidi migliori".

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

SERIE B Il Chievo ha scelto di ripartire da Michele Marcolini per la panchina. L’accordo con l’ex giocatore dei gialloblù (ed ex tecnico dell’AlbinoLeffe) dovrebbe essere formalizzato già oggi. Sempre in tema di allenatori: Nesta ha staccato Grosso per la panchina del Frosinone (è atteso in Italia di rientro da Miami), Inzaghi si avvia verso il Benevento e lo Spezia può stringere per Italiano. Il Pescara intanto si muove con l’Atalanta per il prestito del centrocampista classe 1999 Colpani. Con la Fiorentina si tratta per prolungare di un’altra stagione il prestito di Sottil. Il Pordenone per la porta stringe per il prestito di Di Gregorio (Inter, era a Novara). Doppio colpo in arrivo per l’Entella: i liguri mettono le mani su Manuel Cicconi dal Como e di Luca Pandolfi dal Castrovillari.

SERIE C Il Gozzano ha ufficializzato il divorzio dal tecnico Soda. Triplo obiettivo per il Monopoli: si pensa a Francesco Cosenza, Elio Calderini e la punta Francesco Forte. Il Pontedera per la mediana pensa a Barba (Monza). La Carrarese per la porta tratta Iannarilli della Ternana. L’Alessandria è su Gabriel Cleur dell’Entella. Il Lecco è in pole per Giudici (Monza, era alla Giana Erminio).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
clean sanex
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 

Si è concluso venerdi u.s il Campionato Primavera 1 e l'Atalanta di Massimo Brambilla, ex centrocampista bianconero della promozione in serie A, battendo per 1-0 l'Inter si è aggiudicato lo scudetto.

Brambilla, 30 presenze nella stagione 2002-2003, quella della lucida follia, è già entrato nel mirino di molte squadre di serie B e C che vorrebbero affidargli la panchina.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Dopo Ternana, Siena e Ascoli oggi si è aggiunta la Sambenedettese. I rossoblù saranno nella cittadina umbra nella seconda metà del mese di luglio.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

In attesa di sciogliere definitivamente il nodo allenatore, la Robur Siena mantiene un occhio attento anche sul mercato. Le trattative non sono ancora entrate nel vivo, logico quando gli interessi principali sono altri e i campionati si sono da poco conclusi. Nel valzer dei nomi e delle voci fanno capolino i primi accostamenti in entrata e in uscita che coinvolgono tutte le squadre, bianconeri inclusi.

 

Nelle scorse ore si è parlato di Andrea Jukic, classe '93 in forza al Gavorrano. Un attaccante pronto al grande salto visti i numeri raggiunti nel corso di questa stagione, 16 reti in campionato, ma che dai nostri risconti non rientra nei piani societari. Tante le squadre della terza serie sulle sue tracce, con Monopoli e Pro Vercelli in pole position sebbene non si tratti delle uniche compagini in corsa. Rimanendo nel Girone E di Serie D, spunta un altro profilo per l'attacco: quello di Raffaele Ortolini. La punta centrale, con un contratto in scadenza col Ghiviborgo, è finita sotto le attenzioni della Robur Siena e non solo. Nel corso di questa annata il calabrese ha raggiunto quota 20 reti in 37 presenze, un buon bottino per il possente classe '92. Caratteristiche simili a un'altra punta passata recentemente dalle parti di Siena quale Cianci, l'ex Palmese, qualora prendesse corpo la sua candidatura, sarebbe una scommessa che andrebbe a completare un reparto offensivo di tutto rispetto.

 

Per quanto concerne invece le uscite, resta sul mercato Christian Cefariello in cerca di una nuova maglia dopo l'esperienza in prestito alla Sinalunghese. Qualche tempo fa vi avevamo parlato di un incontro con la Turris, ma il suo futuro è tutto da scrivere. Tra campo e allenatore, la Robur Siena prosegue alacremente il proprio lavoro.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Dopo l'ultima promozione in serie B del Trapani queste sono le 60 squadre, divise per regione, del campionato di serie C 2019-2020 in attesa di sapere se ci saranno escluse dopo il termine ultimo di lunedì 24 giugno.

Abruzzo (1): Teramo.
Basilicata (2): Picerno, Potenza.
Calabria (4): Catanzaro, Reggina, Rende, Vibonese.
Campania (3): Avellino, Casertana, Cavese.
Emilia Romagana (6): Piacenza, Carpi, Cesena, Imolese, Ravenna, Rimini.
Friuli Venezia Giulia (1): Triestina.
Lombardia (9): Como, Lecco, Pro Patria, Pergolettese, Albinoleffe, Feralpisalò. Giana Erminio, Monza, Renate.
Lazio (2): Rieti, Viterbese.
Liguria (1): Albissola.
Marche (3): Fermana, Vis Pesaro, Sambenedettese.
Piemonte (5): Alessandria, Gozzano, Juventus Under 23, Novara, Pro Vercelli.
Puglia (4): Bari, Foggia, Monopoli, Virtus Francavilla.
Sardegna (2): Arzachena, Olbia.
Sicilia (3): Catania, Sicula Leonzio, Siracusa.
Toscana (7): Arezzo, Carrarese, Lucchese, Pianese,  Pistoiese, Pontedera, Siena.
Trentino (1): Sudtirol.
Veneto (4): Arzignano Valchiampo, Padova, Venezia, Vicenza.
Umbria (2): Gubbio, Ternana.

In verde le squadre retrocesse dalla B
In rosso le squadre promosse dalla D

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Con il classico risultato di 2-0 il Trapani ha conquistato la serie B  battendo il Piacenza. Le reti al 21' Nzola e al 84' di Taugourdeau.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
clean sanex
 

Era vicino alla Robur Siena, per il suo arrivo era ormai questione di dettagli. Eppure il calcio vive di logiche proprie e le certezze sono poche, almeno fin quando non è messo tutto nero su bianco. Vito Grieco, preso atto della virata su altri profili della società, ha così deciso di accettare le lusinghe dela Sicula Leonzio. Con i siciliani, impegnati nel Girone C di Serie C, il nativo di Molfetta ha firmato in data odierna un contratto biennale. Sfuma definitvamente uno dei profili per la panchina, il cerchio adesso si restringe. Chi sarà il successore di Michele Mignani? 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Ieri, a 10 giorni esatti dalla scadenza del termine, il presidente dell'Arzachena Menio Fiorini si è dimesso dalla presidenza lanciando un appello affinché qualcuno possa raccoglierne il testimone in tempo utile per accedere alla prossima Serie C.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Termina questa sera con Trapani-Piacenza la stagione 2018-2019 del calcio italiano che assegnerà l'ultimo posto libero in serie B. La partita con inizio alle 20.30 sarà trasmessa in diretta da Rai Sport. Oltre 7 mila spettatori. Circa 200 i tifosi ospiti in viaggio tra aereo, pullman e auto.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

In una intervista al Corriere di Arezzo, oggi in edicola, il DG dell'Arezzo Ermanno Pieroni parla anche della questione dell'allenatore Dal Canto che ha chiesto di lasciare la panchina amaranto.
“La società ha chiesto di poter eventualmente sedersi al tavolo con la società interessata a Dal Canto. Il mister è sotto contratto e come accaduto in altri casi analoghi recenti devono essere le due società a trovare un'intesa. La tutela degli interessi dell'Arezzo è prioritaria”.
E se fosse il Siena?
“Io non farei mai, se fossi in lui, una scelta del genere e gliel'ho anche detto. Va bene che lui deve fare il professionista, ma ci sono a mio avviso valori che nel calcio sono sacri. Uno su tutti non tradire la passione della propria gente. Ma questo è il mio pensiero. Se dovesse Dal Canto decidere in tal senso, aspettiamo una chiamata dal Siena, se fosse la società interessata a lui”.

Fonte: FOL

 
Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Stone Fly
 

Questi giorni per i tifosi che non hanno avuto la fortuna e il piacere di seguire i beniamini nelle concitate fasi finali dei play off sono dedicati a conoscere le prime, e fondamentali, mosse per il prossimo campionato. Le stesse società, dalle serie più blasonate fino alla Lega C sono impegnate a tessere, sondare, verificare e infine decidere le mosse per allestire la prima squadra. Il primo passaggio è certamente quello della scelta dell’allenatore. Il condottiero che si prenderà cura di una squadra in grado di competere per i programmi dichiarati. Siamo nell’agone delle scelte spesso determinanti per avere programmi “ambiziosi”. Nel nostro caso la vittoria finale. Tutto ciò premesso però il mercato può essere condizionato da molti fattori. Uno dei fattori determinanti sono le Norme che stabiliranno il rapporto professionale fra i giocatori e le società. Norme che cambiano come il vento e che determinano in maniera sostanziale, le scelte programmatiche. Ad oggi vi erano alcune prescrizioni che regolavano e incidevano sulle scelte: numero di Over, Under, i famosi giocatori “bandiera” e poi possibilità di contratti con strade differenti. Con le forme le più disparate. Non ultime la possibilità di stabilire contratti, dalle varie sfumature, di prestiti con o senza diritto di riscatto e così via. Una strada intrapresa spesso a piene mani dalle società di Lega C e dove anche il Siena non ha certamente lesinato.   Sulla base di aggiornamenti normativi alcune di queste regole saranno soggette a variazione. Anche se, interpellando gli addetti al settore, ad oggi si aspetta la ratifica dei quello già stabilito previa eventuali modifiche ufficiali. Ma tant’è. Tutto sommato il mercato ufficiale si aprirà a luglio e quindi di tempo ancora ce ne sarebbe. Ma tutti siamo consapevoli che esiste, lecitamente, una fitta rete di contatti fra operatori, procuratori, giocatori fuori da queste date proprio in questi giorni, ore, minuti. E allora cosa prevedrebbero le nuove Norme federali che disciplinerebbero il rapporto fra società e giocatori?

·      Intanto che decade il numero massimo di OVER: ovvero quei giocatori al di fuori di un certo anno di nascita. Un Over è considerato il giocatore nato ante 1 01 1995 (ora nel 2020 ante 1 01 1996).

Prima non potevano superare complessivamente le 14 unità nella rosa mentre ora tale limite è tolto. Ne consegue che:

·      Una società può anche scegliere di dotarsi di tutti OVER. Ma ad una condizione: decade qualsiasi opportunità di premio valorizzazione da parte della Lega che li eroga solo per gli Under. Quindi una società che intraprende questa strada non avrà nessuna forma di ritorno economico per aver valorizzato i giocatori della rosa da parte della Lega. Ovviamente fatto salvo accordi contrattuali fra le parti ovvero fra giocatore e Società. Si ricorda che per i contratti dei giocatori, in generale, ci sono varie forme di contratti: dal minutaggio ai goal fatti. A vantaggio o della Società o del giocatore secondo appunto gli accordi ratificati.

·      Rimanendo nell’ambito della valorizzazione economica da parte della Lega verso le Società (sempre relativi agli Under) le norme federali attraverso le quali si determina il compenso in ragione del minutaggi fatti dal giocatore sono soggette a varie forme di calcolo. Si risparmia il metodo piuttosto complesso di calcolo. Resta in essere il fatto che più giovane è il giocatore usato e più il compenso sarà rivalutato. In buona sostanza l’impiego di un giocatore del 1998 renderà meno dell’uso di un giocatore del 1999-2000 e così via. 

·      Per quanto riguarda invece l’utilizzazione -e talvolta l’abuso- di prestiti per allestire una rosa con giocatori provenienti da serie superiori essi non potranno superare comunque le 6 unità per rosa. Mentre potranno essere usati senza limiti giovani provenienti dai propri settori. Questo, almeno nelle intenzioni, per incentivare i propri settori giovanili.

Quindi rose liquide dove potremmo vedere tanti prospetti giovanili provenienti dal proprio settore ma anche parecchi senatori o senior insomma. 

Per fare un esempio facciamo una tabella del Siena targato 2019 appena passato. Da considerare che alcuni giocatori pur essendo di proprietà non hanno svolto la loro attività nel Siena 2019. 

Il Siena dell’ultimo campionato aveva complessivamente in pancia circa 32 giocatori. Non tutti però a “libro paga”. O per lo meno non per tutta la stagione: Brumat, Lomolino, De Santis, Campagnacci, Nardi e Damian erano oggetto di prestazioni per altre società. Discorso diverso per Belmonte vittima di un infortunio che in pratica ne ha limitato l’attività fin dall’inizio stagione.

 

 

 

Giocatore

Status

Forma contratto

Provenienza

Contini

Under

Prestito   

Napoli

Melgrati

Over

Fine contratto

Provenienza

Nardi

Over

Prestito

Parma

Romagnoli

Under

Contratto

Siena giovanili

Rossi

Over

Contratto

Wellington

D’Ambrosio

Over

Contratto

Siena

Varga

Under

Contratto

Carrarese

Imperiale

Under

Prestito 

Empoli

Brumat

Over

Contratto

Siena

De Santis

Under

Contratto

Roma

Lomolino

Under

Contratto

 

Esposito

Over

Fine contratto

Sicula L.

Pedrelli

Over

Fine contratto

Livorno

Zanon

Under

Prestito 

Fiorentina

Gerli

Under

Contratto

Siena

Sbrissa

Under

Prestito 

Sassuolo

Bulivardi

Over

Fine contratto

Siena

Arrigoni

Over

Contratto

Siena

Vassallo

Over

Contratto

Siena

Damian

Under

Contratto

Siena

Guberti

Over

Contratto

Siena

Cesarini

Over

Contratto

Siena

Fabbro

Under

Prestito 

Chievo

Gliozzi

Under

Prestito 

Sassuolo

Cianci

Under

Prestito 

Sassuolo

Aramo

Under

Fine Contratto

 

Belmonte

Over

Fine abbandono

Perugia

Cristiani

Over

Fine contratto

 

Di Livio

Under

Prestito 

 

Chiossi

Under

Prestito 

Atalanta

Campagnacci

Over

Contratto

Siena

 

 

Alla luce di questo tabellone -già riportato in queste pagine on line - nel 2019 avevamo:

 14 OVER sotto contratto di cui 8 ancora in essere mentre 6 liberati a fine campionato.

 10 Prestiti di cui 9 composti da UNDER provenienti da società di serie A/B

Mentre il resto dei giocatori costituiti da contratti in essere di cui 5 Under sotto contratto.

In pratica se le nuove Norme prevedranno SOLO sei prestiti saremmo in esubero di 4 giocatori rispetto all’anno passato. Del proprio vivaio ne abbiamo valorizzato solo 1 come Under. Ma potremo usufruire di un numero illimitato di giocatori Over. Tutte queste astruse e complicatissime norme di fatto possono condizionare le scelte aziendali. Per cui di riflesso anche le scelte e le possibili varianti tattiche del nuovo allenatore. Dovremo pertanto aspettarci meno liaison speculativecon Società altolocate e magari più valorizzazione dei prospetti interni? Al tempo stesso qualche “marpione” in più nella rosa ma che magari abbasserà o innalzerà le pretese economiche visto la concorrenza? Chissà come evolverà. Società che hanno sempre basato le proprie rose sul mercato di prestiti giovanili (es: Pontedera) dovrà necessariamente imbottirsi di giovani propri. Altre invece che potranno scegliere la strada degli Over, costi quel che costi, potranno presentare rose “esperte”. Quindi il rischio di fare un campionato molto sperequativo. Da una parte squadre giovani ma inesperte dall’altra rose attrezzate con giocatori già fatti. Certo è, se da una parte è logico attendere spasmodicamente il nome del nuovo allenatore, è comprensibile anche un certo atteggiamento guardingo da parte delle società calcistiche che non potranno sbagliare il giovanotto proveniente da qualche scuola calcio rinomata. Le scelte sono sempre difficili e ogni allenatore si porta in dote oltre che la sua esperienza e capacità anche scelte, moduli e giocatori. Il tempo passa e staremo a vedere l’evolversi anche se oramai siamo agli sgoccioli. (Federico Castellani)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Non era così scontato, ma alla fine il DS alabardato Milanese e il tecnico Massimo Pavanel, hanno trovato l’accordo per continuare insieme. Lo riferisce Trivenetogoal.it dopo l’incontro di questa mattina tra il tecnico e il DS della Triestina, Milanaese.

Esce di scena una delle figure che, secondo i media, era seguito da tante società, tra cui anche il Siena.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

La Lega Pro rende noto la classifica della coppa disciplina del campionato 2018-2019 stilata in relazione ai provvedimenti disciplinari irrogati dal Giudice Sportivo di società, dirigenti, tecnici e giocatori.
Al primo posto l'Imolese con 13,20 punti ed in ultima posizione la Sambenedettese con 135,30 punti. Il Siena è in 46a posizione con 60,85 punti così suddivisi:
18 società
28 dirigenti
0.30 tecnici
14.55 giocatori

In allegato il pdf comunicato della Lega Pro.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Tutti indistintamente, dirigenti della Lega, tifosi, giornalisti e addetti ai lavori, hanno criticato aspramente il progetto delle squadre B., mai decollato. La logica avrebbe detto che l’esperimento, visto l’insuccesso, sarebbe finito con la stagione passata, ma non è così. La Juventus parteciperà anche al prossimo torneo di serie C e, dopo il rifiuto della Roma, rimarrà ancora una volta la sola ad avere accettato. 

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Grieco, ieri in una intervista ad ARE aveva dichiarato di aspettare il Siena fino a sabato, oggi secondo Tuttosport sarebbe vicino alla firma con la Sicula Leonzio.

"Ha bruciato tutti sul tempo il presidente Giuseppe Leonardi della Sicula Leonzio che, assieme al DG Giuseppe Bonanno e al DS Davide Mignemi hanno convinto uno degli allenatori più "gettonati" come Vito Grieco - che nelle ultime stagioni si era fatto apprezzare alla guida della Pro Vercelli, lanciando molti giovani - a sposare il progetto dei bianconeri siciliani".

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

Con questo comunicato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha messo in dubbio l'inizio del prossimo campionato di serie C.

“In questi mesi abbiamo lavorato, in silenzio e con rispetto, con il governo affinché fosse inserito nel decreto crescita un provvedimento a favore del calcio dei Comuni d’Italia. La DEFISCALIZZAZIONE, che chiediamo per i club di Serie C, serve per fare questo: strutture, formazione, presidio territoriale per i giovani. Non un euro nelle tasche, ma investimenti. Gli investimenti produrranno interventi in infrastrutture che attireranno capitali (a partire da quelli dei proprietari dei club) e ciò consentirà ai club di innovare e avere luoghi per la formazione di giovani calciatori e quindi dare opportunità per l’avvio di una politica economico-finanziaria virtuosa che consenta di patrimonializzare.
Evidenzio che le risorse che il fisco darà all’inizio serviranno a mettere in moto un volano di investimenti che poi torneranno al fisco stesso al termine e/o durante l’investimento. Vi sembra poco?

La risposta non c’è. Sembra non importare nulla a nessuno.

Ne prendo atto: 300.000 tifosi nelle partite dei playoff, la rivoluzione nelle norme di iscrizione, gli interventi di adeguamento negli stadi; via i banditi dalle proprietà; investimenti per i giovani; interventi per togliere i ragazzi dalle strade. Non interessa sostenere questo? Non interessa sostenere chi riforma e cambia?

Da oggi, SIAMO IN STATO DI AGITAZIONE, nella prossima assemblea dei presidenti se ne discuterà compiutamente: NON SO SE INIZIERÀ IL CAMPIONATO.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 

Nella serata organizzata dall'AIAC Siena il 25 giugno oltre al vincitore Leonardo Semplici, e alle due “briglie speciali” Alessio  Dionisi e Marco Masi, sarà presente anche la presidente Anna Durio che riceverà un premio speciale per l’impegno profuso nel progetto della Quarta Categoria
e per il supporto dato a Bollicine Emma Tosca.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

“Mi sono visto col direttore Vaira, ci siamo confrontati, e direi che ci sono tutti i presupposti. Poi, come al solito, i matrimoni bisogna farli in due”. A parlare, ad Antenna Radio Esse, è Vito Grieco, il nome apparso in pole position per allenare la Robur. “Aspetto un cenno. L’intesa c’è, i contatti ci sono stati, sono contento di esser stato chiamato e vediamo se la cosa si concretizza”, spiega l’ex mister della Pro Vercelli, consapevole della folta concorrenza: “il direttore è stato sincero, di solito si ascoltano 4-5 profili, non so chi siano ma è giusto che sia così”. Grieco fissa anche una scadenza (“Non penso che si vada oltre sabato, anche perché poi i tempi si allungano e ci dobbiamo guardare tutti attorno”) e traccia un bilancio del suo campionato: “dovevamo arrivare ai playoff e ci siamo riusciti (la Pro Vercelli è arrivata 5°, ndr), peccato che siamo usciti nella miglior partita, sbagliando un rigore e tante occasioni. Con la Carrarese meritavamo di vincere. Campionato falsato? Condivido, non si può giocare tre partite a settimana”. Grieco all’andata sconfisse il Siena al Franchi e ammise la superiorità dell’avversario. “E rinnovo quello che dissi, il Siena mi aveva fatto una grossissima impressione. Noi non meritavamo di vincere, fummo fortunati”, conclude l’allenatore pugliese. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

La trattativa per il centrocampista del Torino, Shady Oukhadda, classe 1999, reduce da un buon campionato nelle file dell’Albissola, è in dirittura d’arrivo e secondo indiscrezioni è già stato trovato l’accordo sia con il giocatore che con il Torino. Se non sopraggiungeranno complicazioni a breve si attende l’ufficializzazione.

Fonte: FOL


 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Nuovi segnali da Arezzo, e per i tifosi amaranto non sono per nulla incoraggianti. Sembra uno scenario utopistico, ma il futuro di Alessandro Dal Canto potrebbe legarsi alla Robur Siena. Ve lo abbiamo segnalato già ieri come uno dei papabili, adesso nuovi particolari sembrerebbero spingere l'allenatore lontano dagli aretini. In giornata gianlucadimarzio.com ha parlato di come il tecnico abbia formulato la propria richiesta di addio alla dirigenza in seguito alla sconfitta ai playoff contro il Pisa. Il veneto, con un contratto fino al 2020 più opzione per la stagione successiva, potrebbe così decidere di prendere altre strade per il proprio futuro. A rilanciare la notizia ci pensano anche i colleghi di amarantomagazine.it, i quali assicurano come l'addio del nativo di Castelfranco Veneto è sempre più un dato di fatto. L'obiettivo è quello di risolvere la questione entro questa settimana, viste inoltre le tante incombenze – economiche e non solo – che attendono l'Arezzo. (Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

Tosoni Auto
FISSC
 

Conferma anche per l’interesse su Shady Oukhadda, 1999, centrocampista del Torino, ma nell’ultima stagione all’Albissola dove ha giocato 32 partite. La Robur sembrerebbe essere molto vicina a chiudere l’operazione.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

Nel pomeriggio è stata diffusa la notizia che Vincenzo Italiano, attualmente alla guida del Trapani impegnato nella finale di ritorno dei playoff, sarebbe entrato nella lista degli allenatori che la Robur sta seguendo. Come abitualmente facciamo, abbiamo verificato la notizia e trovato le conferme che cercavamo. Nella difficile trattativa per Italiano, c’è anche il Siena.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
FISSC
 

Sono venti i calciatori che fanno parte della Nazionale Universitaria impegnata dal 2 al 14 luglio nelle Universiadi di Napoli, giunte alla trentesima edizione. Il tecnico Daniele Arrigoni ha diramato le convocazioni per il raduno di preparazione che si svolgerà a Roma da giovedì 20 a martedì 25 giugno. Tra i convocati anche il centrocampista bianconero Giovanni Sbrissa.

Fonte: FOl

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Dopo Siena e Ternana anche l'Ascoli ha comunicato ufficialmente che la sede del ritiro estivo sarà a Cascia da domenica 14 luglio a venerdì 26 luglio. L’Hotel che ospiterà i marchigiani, sarà il Residence La Corte e gli allenamenti si svolgeranno presso il Centro Sportivo Magrelli Active di Viale Cavour.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Contini portiere del Siena che al termine della stagione ha fatto ritorno al Napoli, che ne detiene il cartellino è intervenuto su calcionapoli24.
“Quest'anno sono migliorato con il Siena, sono contento della mia stagione anche se abbiamo carburato un po in ritardo ma sono felice di aver trovato il Siena. Sul futuro non so ancora niente, sto ricevendo telefonate da club di serie B, nelle prossime due settimane definirò il mio futuro”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

 Tutti in corsa, la gara non è ancora finita e un vincitore non è stato decretato. Almeno per ora. E' questione di giorni, dopodiché la Robur Siena e i suoi tifosi potranno conoscere il nome e il volto del nuovo allenatore. Scoprire il successore di Michele Mignani è un'operazione ardua, ma che nel corso del tempo alcuni profili si sono via via palesati come più o meno papabili.

 

ALESSIO DIONISI – Originario di Piancastagnaio ma sbocciato a Imola. 39 anni, un curriculum tutto da scrivere ma che può contare un biglietto da visita non indifferente: il miracolo sportivo alla guida della matricola Imolese. Un terzo posto, quello nel Girone B di Serie C, che non è passato inosservato nemmeno in Serie B. Diverse le squadre che hanno mostrato il proprio apprezzamento all'indirizzo del toscano dalla cadetteria e non solo, inclusa la Robur Siena. I bianconeri hanno effettuato più di un sondaggio all'indirizzo del tecnico, il quale non disdegnerebbe un'occasione in una piazza che, tra l'altro, lo avvicinerebbe a casa. Lo scoglio principale è però la società romagnola che, forte di un accordo con l'ex Olginatese fino al 2022, chiede un indennizzo o una contropartita tecnica di un certo tipo per lasciar libero il proprio tesserato. Scaduta la clausola rescissoria di 150 mila euro, valida fino all'1 giugno e solo per la serie cadetta le possibilità che, in questa stagione, lasci la compagine romagnola sono ridotte. Nome che al momento e che salvo corpose novità non gode dei favori del pronostico, ma che comunque stuzzica da tempo l'interesse della dirigenza.

 

VITO GRIECO – L'ipotesi più accreditata per la panchina è l'ex Pro Vercelli. Non una seconda scelta o una riserva, bensì una valida alternativa da non sottovalutare assolutamente. Con una squadra giovane, piena di incognite e tormentata dalle vicende estive l'esordiente in categoria non ha sfigurato. Il pugliese ha già trovato l'accordo economico con la società bianconera, e, dopo un incontro nei giorni passati, resta al momento in stand-by in attesa di notizie. La sua è la pista più concreta, ma non si può dare nulla per fatto fin quando non viene messo tutto nero su bianco.

 

MASSIMO PAVANEL – Non è tra i favoriti, eppure il suo è il nome da tenere comunque sotto osservazione. Il tecnico della Triestina ha fallito l'approdo in Serie B, ciò non toglie però quanto di buono fatto in terra giuliana: un gioco spumeggiante, concreto e offensivo che si è dovuto arrendere solo alla magica annata del Pordenone e all'arrembante Pisa. Legittima e forte la volontà della società di confermare il proprio allenatore, il quale però incontrerà la dirigenza per discutere se andare avanti o lasciare anticipatamente visto un contratto in scadenza nel 2020. Nelle scorse settimane c'è stato un contatto con la Robur Siena, non si tratta però dell'unica squadra in corsa. E' concreto l'interesse di Padova e Chievo Verona, due soluzioni venete, una peraltro in Serie B, che potrebbero stuzzicare l'ex Arezzo.

 

ALESSANDRO DAL CANTO – Il nome che non ti aspetti è allo stesso tempo quello in ascesa. Non è mistero il come, archiviata una stagione di tutto rispetto, l'Arezzo abbia ancora qualche punto interrogativo nella programmazione del proprio futuro. Tra scadenze che incombono e alcuni giocatori sul piede di partenza, anche l'allenatore sta ragionando bene sul proprio futuro. Nelle scorse settimane, a seguito di un indiscrezione dei colleghi di TuttoC.com che dava il tecnico come vicino alla risoluzione, un comunicato del club amaranto ha rassicurato i tifosi aretini. E' da tenere in forte considerazione il decisivo confronto tra il veneto e la proprietà che si terrà a breve e dal quale le parti in causa usciranno con le idee chiare sul proprio futuro. Intanto è notizia di oggi il rinnovo di due componenti dello staff tecnico, vale a dire il preparatore dei portieri Francesco Franzese e il preparatore atletico Francesco Carchedi. Resta invece da scrivere l'avvenire di Giuliano Lamma, braccio destro di Dal Canto che lo ha affiancato anche nelle avventure nelle giovanili di Juventus ed Empoli. A far sorgere dei dubbi nei tifosi amaranto sono anche le parole di Ermanno Pieroni, il quale annuncia dei cambiamenti non indifferenti. A fari spenti e antenne dritte, la Robur Siena capta ogni segnale e studia la mossa giusta qualora si aprisse un varco.

 

ALTRI – Giacché il calcio è imprevedibile è giusto considerare anche altre ipotesi. Defilata poiché con un possibile salto di categoria alle porte col Trapani e l'interesse di Benevento e Catania la posizione di Vincenzo Italiano. Sull'allenatore dei siciliani è stato effettuato un sondaggio tempo fa, ma le sue possibilità di guidare i bianconeri non sono altissime. Non sembra figurare tra gli obiettivi Stefano Vecchi, contrattualmente legato al Venezia, sebbene abbia alcune delle caratteristiche ricercate nel successore dell'uscente Michele Mignani. Potrebbero entrare in corsa anche altri personaggi non citati, dai quali però ci sentiamo di escludere eventuali cavalli di ritorno. Ormai questione di giorni, dopo dei quali il quadro sarà ultimato e la programmazione della nuova stagione entrerà nel vivo.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Lo slittamento alla fine di questa settimana per l’annuncio del nuovo allenatore apre il campo ad una serie di considerazioni, quanto corrette lo vedremo in seguito.

Sul successore di Mignani sono state fatte tante ipotesi, alcune verificate e confermate, altre sono rimaste solo voci.

I primi nomi usciti sono stati quelli di Alessio Dionisi, Vito Grieco e Paolo Zanetti.

I diretti interessati, da noi interpellati, pur non rilasciando dichiarazioni ufficiali, hanno ammesso dell’interesse della Robur. Successivamente si sono affacciata anche l’ipotesi di Massimo Pavanel e Alessandro Dal Canto, ma né la società bianconera, né i due allenatori. hanno mai confermato la veridicità dei contatti.

Paolo Zanetti ha firmato con l’Ascoli ed è uscito di scena, rimangono Dionisi e Grieco. Per quanto riguarda il tecnico di Piancastagnaio sono note le difficoltà da superare per portarlo in bianconero, una clausola rescissoria importante che nessuna squadra, soprattutto di serie C, può soddisfare, a meno che l’Imolese non accetti una contropartita tecnica che non potrà certo essere uno o due tra Campagnacci, De Santis e Lomolino. Più probabile che, se veramente la trattativa andasse verso questa direzione, il Siena dovrà mettere sul piatto un giocatore importante tra quelli sotto contratto. Una strada difficile e irta di ostacoli che sembra aver spianato la strada a Vito Grieco, che, per gli uomini mercato della Robur, non è una seconda scelta, ma una valida alternativa.

Nelle ultime ore sembrava tutto fatto per l’ex Pro Vercelli, ma proprio nei giorni in cui si attendeva l’ufficializzazione, nonostante un accordo vicino, tutto è slittato alla fine della settimana. Il dubbio che ci assale è che alla Robur si sia aperta una porta finora, se non chiusa, sicuramente socchiusa. Ci dobbiamo aspettare una novità sul nome? E’ ritornato attuale qualche allenatore di cui si è parlato finora o magari un nome nuovo? Domande a cui non è facile dare dare una risposta fino al momento dell’ufficializzazione, anche perché le nostre sono solo ipotesi o meglio, una serie di considerazione ad alta voce condivise con chi ha la pazienza di leggerci. (nn)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
macelleria san prospero
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Michele Mignani è ormai lontano dal Siena, ma il lavoro svolto dal tecnico nei suoi due anni in bianconero, non è passato inosservato ed è seguito dal Novara. In un primo momento si era parlato della Pistoiese, anche perché il nuovo DS degli arancioni è Giovanni Dolci, ma da quanto siamo riusciti a sapere i programmi della società di Orazio Ferrari non collimano del tutto con quelle del tecnico. A Novara danno per molto vicino l’annuncio ufficiale del nuovo tecnico e Mignani, in ballottaggio con Scienza, sembra essere il preferito, ma prima si dovrà attendere la nomina del nuovo DS.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge