News

13/01/19 19:44 | L’ex Ghezzal sbarca sull’Isola dei Famosi
L’ex Ghezzal sbarca sull’Isola dei Famosi

Alla 14° edizione de L’Isola dei Famosi, che partirà il 24 gennaio su Canale 5, ci potrebbe essere anche un po’ di bianconero. Nel reality condotto da Alessia Marcuzzi, con probabile opinionista Rocco Siffredi, tra i concorrenti ci sarebbe anche l’ex attaccante della Robur Abdelkader Ghezzal. Insieme a lui, secondo diversi siti specializzati di gossip, anche le figlie di Sinisa Mihajlovic, Viktorija e Virginia, il judoka Marco Maddaloni, il conduttore Paolo Brosio e l’ex cantante dei Pooh Riccardo Fogli.

Ghezzal, 35 anni, nato in Francia da genitori algerini, ha esordito in Serie A con il Siena di Marco Giampaolo, rimanendo due stagioni (67 presenze e 11 gol) per poi vestire le maglie di Bari, Cesena, Levante, Latina, Parma e Como, ultimo club prima di appendere le scarpette al chiodo, a soli 31 anni, ed intraprendere la carriera da procuratore di suo fratello Rachid, ex attaccante di Lione e Monaco e attualmente al Leicester.

Fonte: FOL

 
13/01/19 17:38 | Domani riprende la prepara alla trasferta di sabato a Pisa
Domani riprende la prepara alla trasferta di sabato a Pisa

Dopo il giorno di riposo oggi la squadra bianconera riprenderà domani la preparazione per la trasferta di sabato 19 gennaio a Pisa. Questo il programma della settimana:
- Lunedì: ore 15
- Martedì: ore 9:45 e ore 15
- Mercoledì: ore 15
- Giovedì: ore 15 (porte chiuse)
- Venerdì: ore 15 (porte chiuse)

Fonte: FOL

 

 
13/01/19 17:33 | I Giovanissimi Professionisti hanno battuto 4-2 la Pistoiese B.
I Giovanissimi Professionisti hanno battuto 4-2 la Pistoiese B.

Siena: Baldi, Batoni (47′ Pitti), Amaddii, Scartoni, Pugliese (61′ Fineschi), Hilla (57′ Pecci), Cervone (50′ Forni), Pasqualetti (47′ De Carlo), De Dominicis, Mignani (66′ Pecciarini), Seghi (57′ Pianigiani). All. Pericoli. A disp. Nadalin, Parri.
Pistoiese B: Mugnaini, Ceccherini (36′ Pertici), Fiore (50′ Serafini), Casella, Kapidani, Margheri (36′ Belluomini, 46′ Beconcini), Ferrara, Susini (46′ Tassi), Di Biase (48′ Vettori), Vannini (46′ Bucalossi), Bello. All. Scali. A disp. Cusin.
Arbitro: Giannetti di Siena.
Marcatori: 5′ Di Biase (P), 10′ Bello (P), 12′ e 39′ De Dominicis (S), 15′ Mignani (S), 27′ Hilla (S).

Fonte: FOl

 

 
13/01/19 14:51 | Guberti ha fatto la sua scelta: il suo futuro si chiamerĂ  ancora Robur
Guberti ha fatto la sua scelta: il suo futuro si chiamerĂ  ancora Robur

Aveva chiesto alla società bianconera 24 ore di tempo per poter decidere, ma a Stefano Guberti sono bastate poche ore per prendere una decisione definitiva. Nonostante l’offerta importantissima da parte della Reggina, sia in termini economici che di durata del contratto, il giocatore bianconero ha deciso di rimanere alla corte di Mignani, in una città che lo ha eletto a suo beniamino. Non è stato facile perché l’offerta della società calabrese era davvero importante ma alla fine ha prevalso la volontà di rimanere all’interno di un gruppo che lo ama, in una società che gli ha sempre dimostrato grande apprezzamento e in uno stadio che non gli ha fatto mai mancare il calore e l’affetto. Come si dice in questi casi, Stefano Guberti non ha seguito la testa ma il cuore e con il cuore di sempre lo vedremo ancora correre e lottare per la maglia della Robur. 

Fonte: FOL

 
12/01/19 21:32 | Guberti si prende 24 ore per decidere il suo futuro
Guberti si prende 24 ore per decidere il suo futuro

Stefano Guberti, al centro delle attenzioni della Reggina, si è preso 24 ore di tempo per dare una risposta definitiva alla società di Anna Durio. Il giocatore, che solo due mesi fa ha sottoscritto un nuovo contratto biennale più ulteriori due come tecnico delle giovanili bianconere, ha ricevuto un’offerta importante dai calabresi e ha chiesto ai dirigenti bianconeri qualche ora di riflessione per prendere una decisione. Entro lunedi sapremo se il forte giocatore avrà deciso di continuare il suo rapporto con la Robur o volare verso Reggio Calabria.

Fonte: FOL 

 
12/01/19 20:56 | Pane saluta va alla Sicula Leonzio
Pane saluta va alla Sicula Leonzio

Al termine dell'allenamento di oggi pomeriggio il portiere Pasquale Pane ha salutato i compagni ed è partito per raggiungere la Sicula Leonzio che dalla ripresa del campionato sarà la sua nuova squadra.

Fonte: FOL

 

 
12/01/19 20:53 | CALCIOMERCATO - I maggiori movimenti di giornata nel Girone A
CALCIOMERCATO - I maggiori movimenti di giornata nel Girone A

Giornata di calciomercato intensa nel Girone A di Serie C. Diverse le trattative e le ufficialità che hanno visto rendersi protagoniste le compagne del raggruppamento di terza serie in cui milita anche la Robur Siena. Scendiamo nei dettagli delle operazioni e delle voci odierne.

 

Secondo quanto raccolto da La Gazzetta Dello Sport, il prossimo rinforzo offensivo dell'Arezzo potrebbe essere uno scuola Fiorentina. Pare che gli aretini abbiano messo tra i propri interessi Gabriele Gori, attaccante di buon prospettiva di proprietà dei viola ma attualmente in prestito ai pugliesi del Foggia. Il poco spazio in maglia rossonera potrebbe portare il 19enne a vestire una nuova casacca, chissà che non sia proprio quella amaranto.

 

Il Gozzano si conferma sempre più sede di talenti e belle sorprese, tra di esse c'è Jeremy Petris. Secondo l'edizione odierna di Tuttosport, il giocatore francese avrebbe mosso l'interesse di ben tre squadre di Serie B: trattasi di Pescara, Carpi e Benevento. Da vedere adesso come si muoveranno i piemontesi, protagonisti anche in sede di mercato.

 

Si muove anche la Juventus Under 23 che scandaglia la serie cadetta alla ricerca di una punta da regalare a Zironelli. Secondo quanto riportato da La Gazzetta Dello Sport, oltre al nome di Cocco restano in lista anche Litteri e Mokulu rispettivamente di Venezia e Carpi. Nei bianconeri ha inoltre rinnovato il proprio contatto Kastanos, autore fin qui di buone prestazioni tra le fila del club torinese.

 

La Gazzetta Dello Sport, nel suo specchietto dedicato alla terza serie, parla anche di come il Piacenza sempre più vicino a Terrani e Ferrari abbia inserito tra i propri interessi anche Alexis Ferrante, esterno in forza all'Alma Juventus Fano. Un mercato di livello quello della truppa emiliana, vogliosa di far proseguire la propria corsa da outsider per il titolo finale.

 

Infine spazio alle ufficialità con la Pistoiese che, con un colpo tutto in salsa toscana, si assicura dall'Empoli le prestazioni del trequartista Fantacci. L'Alessandria scambia invece il proprio Fissore con Gemignani della Sambenedettese, i due si scambieranno la casacca d'appartenenza fino al termine della stagione. Chiusura con la Virtus Entella che ha ceduto, con la formula del prestito, il terzino sinistro Luca Germoni ai campani della Juve Stabia.

(Giacomo Principato)

 
11/01/19 23:07 | Domani allenamento allo stadio
Domani allenamento allo stadio

Domani pomeriggio la squadra sosterrà una seduta di allenamento allo stadio Artemio Franchi con inizio alleore 14:30 La preparazione poi riprenderà lunedì pomeriggio.

Fonte: FOL

 

 
11/01/19 21:29 | CALCIOMERCATO - I maggiori movimenti di giornata nel Girone A
CALCIOMERCATO - I maggiori movimenti di giornata nel Girone A

Lavori in corso un po' dappertutto e in ogni reparto per le varie compagini di Serie C – Girone A. Le compagnie della Robur Siena lavorano sui dettagli, limando le proprie rose in ottica dello sprint finale verso il termine di una lunga e travagliata stagione. Vediamo, nel dettaglio, le ultime notizie riguardanti il raggruppamento dei bianconeri.

Agisce sul fronte offensivo il Pisa. Secondo quanto riportato dai colleghi di TuttoC.com, i nerazzurri si avvicinano a Mattia Minesso. Il calciatore, attualmente in forza al Padova, ha trovato poco spazio nella sua esperienza in Serie B, motivo per cui il ritorno in terza serie si fa sempre più un'ipotesi concreta. Ancora protagonisti i biancoscudati con Guidone in uscita dai veneti, ad essere interessate all'attaccante - come riferisce trivenetogoal – sono Pordenone, Piacenza e infine l'Alessandria.

Operazioni anche per l'Albissola che guarda con attenzione all'indirizzo di Romizi e Cenetti. Il primo è in ottica di lasciare l'AlbinoLeffe, situazioni di cui i ceramisti a detta di TuttoMercatoWeb potrebbero approfittare inserendosi nelle bagarre per l'ex Bari. Per quanto riguarda invece il centrocampista, fuori rosa nell'Arezzo, si attendeva la decisione finale da parte del classe '89. Secondo quanto raccolto da TuttoC.com, il calciatore campano avrebbe accettato la proposta avanzata dalla squadra biancoceleste. L'ufficialità dell'affare è attesa nella settimana che verrà.

Chiude un'operazione anche la Pistoiese che ha reso noto il passaggio di Francesco Cerretelli, classe 2000, a titolo temporaneo al Gavoranno. Il centrocampista proseguirà il proprio percorso di crescita in Serie D, divenendo peraltro compagno del bianconero Tommaso Fontana passato – anch'egli in prestito – alla compagnia rossazzurra. Colpo in serata anche per l'Alessandria che ha diramato la notizia dell'acquisizione, direttamente dalla Giana Erminio, del classe '93 Riccardo Chiarello. D'Agostino e il suo staff conteranno dunque su un nuovo centrocampista, autore fin qui di due reti stagionali con la maglia dei lombardi. (Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 
11/01/19 20:35 | Serie B, le societĂ  chiedono il format a 18 squadre
Serie B, le societĂ  chiedono il format a 18 squadre

Continua l'incertezza su quello che sarà il format del prossimo campionato di Serie B. In seguito alle ormai note vicissitudini estive, non vi è ancora nessuna certezza circa il numero di partecipanti dell'edizione che verrà. Una situazione ingarbugliata, nella quale a regnare è un nulla di fatto. Intanto, nella giornata odierna, si sono riunite nel corso dell'assemblea della suddetta lega le 19 squadre. I club cadetti, come evidenziato dal qui seguente comunicato diffuso dalla Lega B, hanno confermato la volontà di astenersi dai tanto discussi ripescaggi avanzando inoltre la delibera sul format a 18 squadre. 

Assemblea di Lega B oggi nella sede di via Rosellini a Milano. Presenti 19 società su 19. Dopo le comunicazioni del presidente, che ha ricordato l’impegno della Lega B a sostegno di Genova e Cosenza e delle rispettive popolazioni, che verrà concretizzato nei prossimi giorni mettendo a disposizione delle autorità pubbliche preposte rispettivamente 80.000 e 20.000 euro, è stata portata all’attenzione la proposta del Presidente Mauro Balata, in merito al tema delle iniziative da intraprendere per combattere il fenomeno della violenza negli stadi, nonché le risultanze dell’incontro con il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti e la dott.ssa Daniela Stradiotto, Presidente dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. Illustrata anche la proposta della Lega B per inasprire le pene per chi strumentalizza l’evento sportivo a fini criminali.
La discussione si è quindi concentrata sulla proposta di riforma del format del campionato della Serie B, ricordando come sia quantomai attuale, e continuamente sottolineato da più soggetti chiamati in causa, la necessità di salvaguardare un sistema che non può sopravvivere senza quel cambio di rotta già iniziato la scorsa estate. La Lega B, da sempre attenta a salvaguardare non solo la passione di tantissimi tifosi, che rappresentano il cuore pulsante di questo sport, ma anche tanti lavoratori che troppo spesso, nelle ultime stagioni, si sono ritrovati in difficoltà a causa di fallimenti o situazioni estremamente gravi a livello finanziario, ha ribadito l’intenzione di tutelare tutti coloro che investono in questo sport e tengono in vita con ingenti sacrifici i club attraverso il rispetto delle regole ed un operato virtuoso sia dal punto di vista sportivo che da quello economico. Le società della B hanno confermato la volontà di continuare un percorso oramai irreversibile di cambiamento che possa finalmente produrre una profonda riforma dei format dei campionati in maniera condivisa e trasversale per il bene dell’intero movimento nazionale. All’unanimità, inoltre, i club di B hanno confermato, vieppiù, in un quadro come quello attuale, la contrarietà all’ipotesi di ulteriori iniziative tese a deliberare ripescaggi nelle prossime stagioni e, sempre all’unanimità, hanno deliberato la riduzione del format a 18 squadre.
Infine, la Lega B continua a lavorare sulla possibilità di inserire il Var a supporto degli arbitri per le gare dei playoff. È stato quindi deliberato l’aumento dello standard produttivo per la trasmissione delle gare di campionato, primo passo per rendere possibile l’avvio dell'iter, subordinato alla procedura IFAB, per l’inserimento della tecnologia a supporto degli arbitri il prima possibile. Nelle prossime settimane il Presidente Balata incontrerà il numero uno e Presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, per continuare un confronto che possa portare anche la serie cadetta ad adottare la tecnologia.
Eletto all’unanimità Daniele Sebastiani come membro del Consiglio direttivo al posto del dimissionario Gianni Vrenna.

(Giacomo Principato)

 
11/01/19 18:23 | Guberti sempre piĂą vicino alla Robur. Gli altri movimenti di mercato
Guberti sempre piĂą vicino alla Robur. Gli altri movimenti di mercato

Con il passare delle ore sembra scemare sempre di più la possibilità che Stefano Gubertipossa lasciare la Robur.  L’offerta da parte della Reggina c’è ed è importante, ma la società sta lavorando sul giocatore affinchè rimanga a disposizione di Mignani e qualche passo in avanti è stato compiuto. Domani ci sarà comunque un incontro con la società calabrese, ma solo per ribadire la volontà di non volersi privare di un giocatore così importante.

Proseguono i contatti con la Sicula Leonzio per il trasferimento di Pasquale Pane, ancora tesserato per la Robur, ma attualmente fuori lista. I siciliani sono molto interessati e la trattativa potrebbe andare a buon fine nel giro di poco.

Fermento anche intorno al nome di Matteo Brumatche sembra destinato a lasciare il bianconero. Sul difensore c’è l’interesse di diverse società e non è da escludere una sua partenza con la conseguente ricerca di un sostituto. Di nomei ne circolano tanti, ma al momento sono tutte in attesa di una conferma che ancora non c’è.

L’altro “scontento” del gruppo è MicheleNardiche mal accetta il ruolo di secondo di Contini e ha chiesto di essere ceduto.  Accontentare il giocatore è uno degli obiettivi della società che, proprio in quest’ottica, ha aperto più di una trattativa per cercare un sostituto di pari valore. Molti i sondaggi per giovani promettenti e per giocatori più esperti, ma tutto si sbloccherà al momento in cui Nardi avrà trovato la sua nuova destinazione. 

Nessun movimento è per ora previsto negli altri reparti. Con il rientro di Fabio Gerli Danilo Bulevardi il centrocampo offre più di una soluzione, lo scalpitante Alessandro Cesariniè pronto al suo esordio e andrà ad affiancare gli altri attaccanti, il tutto in attesa del rientro di Nicola Belmonte, previsto tra circa un mese. (NN)

Fonte: FOL 

 
11/01/19 16:43 | Coppa Italia – Pontedera-Siena alle ore 18.30
Coppa Italia – Pontedera-Siena alle ore 18.30

La Lega ha reso noto gli orari delle gare di recupero del secondo turno di Coppa Italia di serie C che si giocheranno mercoledì 30 gennaio-
Da regolamento saranno match ad eliminazione diretta, con tempi supplementari e calci di rigore in caso di parità.

Catania – Catanzaro ore 20.30
Monza – Novara ore 14.30
Pontedera – Siena ore 18.30
Pro Vercelli - Alessandria ore 15.00
Virtus Entella – Carrarese ore 14.30
Viterbese – Ternana ore 20.30

Fonte: FOL

 

 
11/01/19 12:36 | Riprendono i campionati giovanili. In campo solo i Giovanissimi Professionisti.
Riprendono i campionati giovanili. In campo solo i Giovanissimi Professionisti.

Dopo la pausa per le festività riprendono i campionati giovanili. Nel fine settimana saranno in campo solo i Giovanissimi Professionisti, allenati da Leonardo Pericoli, che ospiteranno la Pistoiese B domenica mattina alle ore 11:30 sul campo dell'Acquacalda. Tra sabato e domenica riprenderanno anche i tornei Beretti, Under 15 e Under 17 con la prima giornata del girone di ritorno. Le squadre del Siena osserveranno il turno di riposo.

Fonte: FOL

 

 
10/01/19 20:56 | CALCIOMERCATO - I maggiori movimenti di giornata nel Girone A
CALCIOMERCATO - I maggiori movimenti di giornata nel Girone A

Il calciomercato è tempo di migliorie e accorgimenti, anche in Serie C. In ottica di un girone di ritorno tutto da scrivere, le diverse compagini del Girone A cercano di farsi largo nella caccia ai nomi migliori per le proprie rose. Questo il punto sui maggiori movimenti di giornata:

Protagonista delle ultime ore il Gozzano che, stando a TuttoMercatoWeb, ha chiuso per gli arrivi di Maldini e Scardina. Sullo sfondo resta anche Mangraviti, anch'egli prossimo all'approdo in quel del piemontese. Tutti e tre nomi vengono dal malcapitato Pro Piacenza, il quale vedrà liberarsi d'ufficio parecchi dei giocatori nel proprio organico. In tal senso pare aver trovato sistemazione anche Remedi con il mediano che, in attesa dello svincolo, si accaserà con tutta probabilità all'Arezzo. Sono ormai due i giorni in cui il classe '91 ha affrontato i propri allenamenti agli ordini del tecnico Dal Canto, dopododiché gli aretini faranno le dovute valutazioni.

Alla ricerca di rinforzi in avanti c'è l'Alessandria che valuta diverse ipotesi per il proprio pacchetto avanzato. In arrivo Fantacci, con il trequartista sempre più vicino al vestire la casacca dei piemontesi. C'è maggior scetticismo per quanto riguarda Gianmarco De Feo, accostato ai grigi, ma che, secondo gazzettalucchese, non dovrebbe lasciare la squadra di Favarin. Il calciatore, in forza alla Lucchese, non dovrebbe abbandonare i rossoneri seppur essi siano impelagati in una situazione di classifica difficile e con una questione societaria non del tutto definita. Si muovono anche in difesa gli alessandrini che, stando a radiogold, sarebbero inoltre vicini alla chiusura dello scambio con la Sambenedettese che vedrà protagonisti Andrea Gemignani e Matteo Fissore, con il primo che si unirà ai piemontesi e viceversa.

In giornata è arrivata anche la rescissione consensuale del rapporto che legava Giovanni Terrani al Perugia. In seguito a cinquantadue gettoni con la maglia degli umbri, l'ala sinistra proseguirà il proprio percorso in Serie C. Sull'atleta lombardo diverse le società interessate, tra cui spicca su tutte il Piacenza. Con Francesco Fedato tornato al Foggia e di lì in poi girato al Trapani, sarà con ogni probabilità il 24enne a prendere il posto sulla fascia.

Per quanto riguarda le ufficialità, l'unica operazione chiusa a tutti gli effetti nella giornata odierna vede coinvolta la Robur Siena con Tommaso Fontana, classe 2000, che andrà a rinforzare le fila del Gavoranno, formazione militante nel campionato di Serie D – Girone E.

(Giacomo Principato)

 

 

 

 
10/01/19 17:52 | Interesse di Cuneo e Rieti per Matteo Brumat
Interesse di Cuneo e Rieti per Matteo Brumat

Il Cuneo di Scazzola e il Rieti del neo allenatore Capuano, avrebbero individuato in Matteo Brumat, esterno difensivo della Robur, un possibile rinforzo. Capuano già conosce Brumat per averlo allenato nella sua esperienza ad Arezzo. 

Fonte: FOL

 
10/01/19 17:04 | Fontana in prestito al Gavorrano
Fontana in prestito al Gavorrano

Il centrocampista Tommaso Alejandro Fontana, classe 2000, giovane della Berretti con alcune convocazioni in prima squadra, è stato ceduto in prestito al Gavorrano, fino al 30 giugno 2019.

Fonte: FOL

 
10/01/19 16:56 | Fabio Gerli: “Siamo un grande gruppo e abbiamo una rosa importante”
Fabio Gerli: “Siamo un grande gruppo e abbiamo una rosa importante”

Il centrocampista bianconero Fabio Gerli dopo avere partecipato alla consegna dei doni al dipartimento Materno-Infantile ha parlato al sito ufficiale della società bianconera.
“Abbiamo cercato di portare un sorriso a questi bambini, per noi è stata una grandissima emozione. Speriamo di aver dato un piccolo contributo per rendere più felici questi giorni che dovranno trascorrere in ospedale. Per me gli ultimi due sono stati mesi difficili perché non è facile star fuori e non potersi allenare con i compagni. Adesso sto meglio, ho iniziato a fare quasi tutto il lavoro con la squadra, spero di recuperare il prima possibile la migliore condizione. Dopo un inizio un po’ complicato abbiamo collezionato ottimi risultati, abbiamo ritrovato un’identità vincendo alcune partite: i risultati portano serenità e pian piano ci siamo messi in una posizione di classifica ottimale. Le partite contro squadre che si chiudono e rimangono tutte dietro non sono facili, ma in questo campionato anche squadre-corazzate come la Virtus Entella o altre spesso fanno fatica, soprattutto in casa contro le piccole. Purtroppo o per fortuna dobbiamo giocare ogni tre giorni in questa stagione, ci aspetta un altro tour de force però siamo un grande gruppo e abbiamo una rosa importante quindi sicuramente non avremo problemi a giocare così spesso. Il Pisa? È un’ottima squadra, lo dimostra la posizione in classifica: conosciamo il nostro valore, dobbiamo cercare di imporre il nostro gioco e dimostrare che siamo più forti”. 

Fonte: FOL
Foto: robursiena.it

 

 
10/01/19 16:51 | La Robur in visita al d ipartimento Materno-Infantile
La Robur in visita al d ipartimento Materno-Infantile

Una delegazione della Robur, guidata dalla presidente Anna Durio, si è recata questa mattina al policlinico Santa Maria alle Scotte con un carico di regali per i piccoli degenti del Dipartimento Materno-Infantile dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Hanno partecipato l'allenatore Michele Mignani, i calciatori Fabio Gerli, Michele Russo, Michael Fabbro e Pietro Cianci, accompagnati dal direttore marketing Vincenzo Federico.

Fonte: Fol
Foto: robursiena.it

 

 
10/01/19 15:38 | C'è la Reggina dietro a Guberti
C'è la Reggina dietro a Guberti

Guberti ha chiesto di essere ceduto in questa sessione di mercato e in un precedente articolo avevamo avanzato il sospetto che dietro al giocatore ci fosse un'altra società. E' notizia di pochi minuti fa che tra Guberti e la Reggina c'è già un accordo e che nelle prossime ore i dirigenti calabresi si incontreranno con il Siena. Per Guberti sarebbe pronto un contratto con scadenza nel 2020. Il trasferimento del giocatore non è ancora sicuro e le possibilità di un ripensamento ci sono ancora. 

Fonte: FOL

 
10/01/19 13:30 | Antonio Conte in visita alla Carrarese
Antonio Conte in visita alla Carrarese

Come riporta l'edizione odierna de Il Tirreno ieri l'ex allenatore di Siena, Juventus, Chelsea e CT della nazionale è stato a Carrara dove ha seguito l'allenamento della squadra gialloblù del suo amico Silvio Baldini. Terminato l'allenamento prima di lasciare lo stadio una lunga chiacchierata tra Conte con il tecnico dei marmiferi.

Fonte: FOL

 

 
10/01/19 13:07 | Ufficiale – Pisa-Siena anticipata al sabato
Ufficiale – Pisa-Siena anticipata al sabato

Arrivata anche l'ufficialità da parte della Lega Pro la partita Pisa-Siena, in programma domenica 20 gennaio alle ore 14.30, è stata anticipata a sabato 19 gennaio alle ore 20.45. La gara sarà trasmessa in diretta televisiva da Sportitalia sul canale 60 del digitale terrestre.

Sempre per l 21a giornata Albissola-Novara è stata posticipata a lunedì 21 gennaio alle ore 20.45 e sarà trasmessa da RaiSport



Fonte: FOL

 

 
10/01/19 12:31 | Siena invincibile con le toscane, Contini e Cianci super. I numeri del Girone A
Siena invincibile con le toscane, Contini e Cianci super. I numeri del Girone A

Oltre 100 giorni di campionato e venti giornate disputate. A più o meno metà del cammino (si è già giocata la prima del girone di ritorno ma mancano ancora dieci partite da recuperare) segnaliamo alcuni interessanti numeri sul Girone A, prendendo spunto da statistiche uscite ieri sul Corriere dello Sport.

Vittorie e serie utili - Il Piacenza è la squadra che ha vinto più di tutte (11 volte), seguita da Pro Vercelli e Carrarese (10). Il Siena e la Juventus B sono le uniche ad aver vinto le ultime due partite (ma entrambe grazie al 3-0 a tavolino). Il Novara arriva da dodici risultati utili consecutivi, ancora imbattute l’Arezzo in casa e, sorprendentemente, il Gozzano in trasferta.

Derby - Arzachena, Piacenza ed Entella hanno vinto nei rispettivi derby con Olbia, Pro Piacenza e Albissola. Il Novara è imbattibile con le altre piemontesi, l’Arezzo e il Siena non perdono mai contro le toscane.

Gol - Arrivano dal girone A le due uniche triplette della serie C, quelle di Morra (Pro Vercelli) e Romero (Piacenza). 37 invece le doppiette, delle quali ben quattro da Caccavallo (Carrarese) e una dal nostro Ettore Gliozzi, col Pro Piacenza.

Gol dalla panchina - Un altro primato è il numero dei gol realizzati da giocatori subentrati: 79. Sul podio Cutolo (Arezzo) e Caccavallo (Carrarese) a quota cinque, poi c’è Pietro Cianci con 4 gol a Entella, Arzachena, Albissola e Carrarese (l’unica volta che ha segnato da titolare è stata con la Juventus B).

Attacchi e difese - Carrarese e Pro Patria hanno sempre fatto gol in 17 partite su 20. Il Piacenza è la squadra con il maggior numero di marcatori (13). Il Cuneo di Scazzola non ha preso gol in 11 gare su 19. L’Entella non subisce gol da 317 minuti.

Portieri pararigori - 8 portieri hanno neutralizzato in tutto 10 rigori. Sul podio Gori (Pisa) e Nikita Contini, che ha neutralizzato il penalty di Calcagni (Pontedera) e De Feo (Lucchese).

Cambi di panchina - Quattro le squadre che hanno cambiato allenatore. L’Albissola (da Fabio Fossati a Claudio Bellucci), l’Olbia (Michele Filippi, Guido Carboni e ora di nuovo Filippi), la Pistoiese (Paolo Indiani e Antonino Asta) e il Pro Piacenza (Giuliano Giannichedda e Riccardo Maspero). Albissola, Olbia, Pistoiese e Pro Piacenza sono anche quattro delle sei squadre che occupano le ultime posizioni di classifica. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

 
10/01/19 10:27 | Il ringraziamento della famiglia di Arturo alla cittĂ 
Il ringraziamento della famiglia di Arturo alla cittĂ 

In un momento di così profondo dolore, sentiamo il bisogno di scrivere queste righe per esprimere la nostra gratitudine per la vicinanza e l’enorme affetto ricevuti in questi giorni.

Un abbraccio fortissimo va a tutti i contradaioli dell’Aquila, la nostra Contrada-famiglia, che ci hanno aiutato a crescere Arturo e a farlo diventare quel ‘personaggio’ che era; dove sono nate le sue prime grandi amicizie e dove il suo cuore ha vibrato di passione dal primo all’ultimo giorno della sua breve vita.

Ci sentiamo anche di gridare “Forza Margherita” e “Forza Gianvito”, vi siamo vicini!   

Come noi, anche Arturo aveva bisogno di vivere piccole ma frequenti emozioni: ed ecco che è nata la sua intensa passione per la Robur. Per questo un abbraccio va ad Anna, ai dirigenti, ai mister, ai giocatori di oggi e di ieri e ai tifosi che lo hanno visto in prima linea, dalla sconfitta di Parma, mentre muoveva i suoi primi passi, alla vittoria di Piacenza, con al collo la sua sciarpa dei Boys.

Arturo era il primo a essere convinto che, quando quelle gloriose maglie scendono in campo, è importante, quando possibile, sostenerle dai gradoni di uno stadio,piuttosto che simpatizzare davanti alla tv.

Abbracciamo anche tutto il Gs Berardenga, i suoi compagni di squadra, i compagni di scuola e i docenti del Liceo Scientifico Galilei e dell’Istituto Sarrocchi. Un grazie anche a tutte le persone che, come il babbo, operano nel mondo agricolo e all’intera Arma dei Carabinieri che si è impegnata mirabilmente nella causa.

Un altro abbraccio va a Giuseppe e a tutta la comunità di Sovicille, alla Policras e agli amici di Arturo che, dopo avergli voluto così tanto bene, si sono uniti tutti assieme al nostro cordoglio.

Infine vogliamo abbracciare Luigi, gli assessori, i consiglieri e tutta l’amministrazione comunale di Siena che ci sono stati vicini; i senesi di Contrada e tutti quelli che si sono presi un pezzettino del nostro dolore e hanno sofferto e pianto insieme a noi. Ci sentiamo orgogliosi di poter vivere questa Città, divisa per pochi giorni all’anno,ma pronta a unirsi come solo Lei sa fare, quando Le viene strappato via uno dei suoi figli.

La Famiglia di Arturo

 

 
10/01/19 10:23 | Contini: “Mi spiace per Nardi, è importante per lo spogliatoio. Il mio sogno è fare gol”
Contini: “Mi spiace per Nardi, è importante per lo spogliatoio. Il mio sogno è fare gol”

Nikita Contini, portiere della Robur, è intervenuto ad Antenna Radio Esse. Queste le sue dichiarazioni:

La sosta - “Finalmente abbiamo ricominciato gli allenamenti dopo una sosta che ci voleva. Forse per come stava andando era meglio non fermarsi, ma speriamo sia stato uno stop positivo e ripartiamo con le pile cariche verso Pisa”.

Obiettivi – “Siamo una squadra molto forte, completa in tutti i reparti. Possiamo arrivare in alto ma rimaniamo umili”.

Nardi – “Mi dispiace abbia trovato poco spazio ma il ruolo è particolare, ne gioca uno solo. Vorrebbe andar via come è giusto che sia, spero che trovi una soluzione perché è un professionista ed è stato molto importante per il nostro spogliatoio”.

Arturo – “Recentemente è venuto a mancare un tifoso, Arturo, mi è rimasto molto a cuore. Giocherà sempre con noi, come dodicesimo in campo”.

Biografia – “Sono nato in Ucraina ma cresciuto a Napoli, facendo la scuola calcio a Giugliano, dove vivo tutt’ora. Fino a dieci anni mi sono alternato tra porta e attacco. Sin da piccolino ero tifosissimo del Milan, mi attraevano Dida e Shevchenko, ucraino anche lui. Poi sono diventando tifoso del Napoli”.

Rigori – “Il nostro preparatore ci fa vedere i rigoristi, come calciano i rigori. Poi decido lì per lì. Non aspetto mai fino all’ultimo, a meno che chi è davanti a me è uno che fa la finta. Mi baso sui video e sugli ultimi rigori calciati”.

Handanovic – “E’ un grande portiere, mi ispiro a lui. La caratteristica simile è l’agilità di andare velocemente a terra. Lo ammiro e spero di diventare come lui”.

Errori – “Dopo ogni partita mi rivedo e mi ritaglio le cose personali, ma aldilà delle belle parate sono gli errori che guardo di più”.

Fare gol - “Se dovesse capitare di salire in attacco? Vado di sicuro. Uno dei miei sogni più grandi è fare gol, e prima o poi lo farò”.

Rito – “La cosa che faccio sempre è toccare i due pali e la traversa con le mani per poi baciarmi la mano. È un rito che mi porto avanti da tanto ma non sono scaramantico”.

Tempo libero – “Gioco alla playstation, calcio e guerra, e spesso passeggio la mattina presto. La musica? Ascolto molto gli AC/DC e i Queen. Mi piacciono le serie tv, attraverso Netflix”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

 

 
09/01/19 23:52 | Probabile anticipo per Pisa-Siena
Probabile anticipo per Pisa-Siena

La partita Pisa-Siena, in programma domenica 20 gennaio alle ore 14.30, potrebbe essere anticipata per esigenze televisive a sabato 19 gennaio alle ore 20.45 in diretta su Sportitalia.

Fonte: FOL

 

 
09/01/19 20:48 | Argilli: “Qualche ragazzo può ripercorrere il cammino di Romagnoli”
Argilli: “Qualche ragazzo può ripercorrere il cammino di Romagnoli”

Anche il settore giovanile è in pausa e al giro di boa della stagione. Una pausa di fatto identica a quella della prima squadra, visto che il campionato riprende nel weekend ma le squadre bianconere osserveranno un turno di riposo. A fare il punto della situazione, ad Antenna Radio Esse, è il responsabile del settore giovanile della Robur Stefano Argilli. “Siamo soddisfatti del lavoro fatto fino adesso, i ragazzi si stanno mettendo in evidenza – spiega Argilli – e il nostro obiettivo è di portarli ad allenarsi con la prima squadra”. Come Romagnoli, che si è fatto le ossa in D. “Un ragazzo serio e professionale, si applica tutti i giorni al massimo e si è fatto trovare pronto. Pensiamo che in futuro ci sia qualcun altro che possa ripercorrere la stessa trafila. Il salto dalla Berretti alla prima squadra è molto alto, facendo un passaggio in D o in Eccellenza diventa più morbido. La nostra politica è lasciare l’ultimo anno i ragazzi in prestito con gli adulti, vedere come si comportano e poi valutare successivamente se farli tornare in prima squadra”. “L’estate è stata travagliata anche per noi – aggiunge il responsabile del vivaio bianconero - l’annata 2000 l’abbiamo trattenuta con la speranza di fare un campionato Primavera, poi è rimasta a fare la Berretti e adesso ne sono usciti tanti perché avevamo le rose un po’ gonfie”. Il caos estivo ha messo in difficoltà sia il settore giovanile che la prima squadra. “Era impossibile evitare distrazioni, le notizie arrivavano a migliaia sul giornale, sui telefonini… la squadra ha pagato lo scotto ma poi si è rimessa sotto e ha ottenuto risultati importanti che fanno ben sperare. A Pisa sarà una partita bella stimolante”. (G.I.)

Fonte: FOL

 

 
09/01/19 19:51 | Dolci: “Guberti? Nessuno tiene giocatori controvoglia”
Dolci: “Guberti? Nessuno tiene giocatori controvoglia”

Giovanni Dolci, direttore sportivo della Robur, è intervenuto a Siena Tv, durante la trasmissione “Roburopoli”. Queste le sue dichiarazioni:

Guberti – “Ha manifestato desiderio di cambiare aria. Chi veste la maglia del Siena deve esserne orgoglioso. Se avrà voglia di farlo, saremo felici di tenerlo, altrimenti faremo le dovute valutazioni. Nessuno tiene calciatori controvoglia”.

Giovani – “Dopo Pescara era opportuno fare dei cambiamenti necessari e opportuni, visto che una finale persa in un certo senso è come una retrocessione. Abbiamo preso giovani futuribili, di prospettiva, ci vuole ancora tempo ma una parte si è già vista grazie al lavoro di Mignani”.

Brumat – “De Santis è un patrimonio nostro, abbiamo due terzini bravi. Se Brumat va via cercheremo un altro giocatore che può darci una mano. Lombardo? Non sono chiacchiere, ma in questo momento la Lucchese non se ne vuole privare e se sarà così, andremo su altre strade”.

Portiere – “Nardi è arrivato con l’obiettivo di fare il titolare. L’avvento di Contini ha cambiato le gerarchie. Se manifesterà il desiderio di andar via, prenderemo un portiere di prospettiva futuribile per la prossima stagione. Se rimane siamo contenti, ci sono tante gare e la Coppa, avere due portieri forti aiuta”.

Attacco – “Il colpo a sorpresa? È Cesarini. Davanti sono in sei, non faremo nulla. Gliozzi e Cianci hanno segnato 12 gol insieme, più un gol Fabbro, due Aramu e due Guberti. È una batteria ben nutrita e tutti possono fare gol, non siamo legati a un unico bomber da venti gol”.

Belmonte – “Sta facendo riabilitazione, si allena con la squadra, auspichiamo di riaverlo nella seconda settimana di febbraio. Lo dico in modo prudente. Ci darà una grossa mano, le due gare in cui ha giocato abbiamo preso zero gol”.

Finestra di mercato – “A noi cambia poco se chiude il 31 gennaio, perché abbiamo pochi movimenti da fare, però per correttezza era opportuno chiuderlo prima della ripresa del campionato. Così non è stato e agiremo di conseguenza”. (G.I.)

Fonte: FOL

 

 
09/01/19 16:38 | Esclusiva Fol - Beretta: “Mignani sta facendo grandi cose, la B sarà a 22. Tornare ad allenare? C’è lo 0,1%”
Esclusiva Fol - Beretta: “Mignani sta facendo grandi cose, la B sarà a 22. Tornare ad allenare? C’è lo 0,1%”

Allenatore, direttore sportivo, responsabile del settore giovanile e adesso pure consigliere federale. Non si fa mancare niente Mario Beretta, ultimo mister della vecchia A.C. Siena e uno dei più amati all’ombra di Piazza del Campo. Il tecnico milanese, che compie 60 anni il prossimo 30 ottobre, fa parte del nuovo Consiglio Federale della Federcalcio e del Comitato di Presidenza (è l’unica componente tecnica, gli altri sono Gravina, Sibilia, Lotito e Ghirelli). “Il presidente dell’Assocalciatori Renzo Ulivieri mi ha chiesto la disponibilità - spiega Beretta al Fedelissimo Online - e sono gratificato che abbiano pensato a me. Ero presente alla riunione dello scorso 18 dicembre, ho seguito il problema del format della Serie B ed è stato stabilito che resterà così, rimarrà a 22. Poi si discuterà in seguito come cambiarlo”.

Hai diretto sette club di Serie A (Chievo, Parma, Siena, Lecce, Torino, Brescia e Cesena) ma mai una big. Sei riuscito a coronare il sogno quest’estate attraverso una nuova veste, in qualità di responsabile del settore giovanile del Milan.

È vero, non sono mai riuscito ad arrivare in una grande da allenatore ma esserci riuscito da dirigente va bene lo stesso. Poi, essendo milanista, è ancora più bello.

Gran bella soddisfazione. Come quando per poco, col tuo Siena, non facesti perdere lo scudetto all’Inter.

(Ride, ndr). Esattamente, c’è ancora qualche amico interista che mi rinfaccia questa cosa

Di cosa ti occupi al Milan?

Inizialmente, con la vecchia gestione Fassone-Mirabelli, sarei dovuto essere solo responsabile tecnico. Poi la società ha avuto un riassestamento e con Maldini e Leonardo sono diventato responsabile del settore giovanile a tutto tondo.

Il Milan era uno dei club pronti ad allestire subito una seconda squadra in Serie C.

La nuova società ha valutato che era meglio aspettare e prendersi un altro anno di valutazione. La prossima stagione? Ancora non ne abbiamo parlato. Siamo più che altro concentrati sulla Primavera, che non sta andando benissimo.

Come sono i rapporti tra Milan e Robur?

Per il mercato della prima squadra e dei ragazzi in uscita dalla Primavera c’è un’altra figura, Stefano Luxoro. Non ho rapporti diretti, ma ho incontrato la presidentessa per le votazioni del Consiglio Federale e con Dolci parliamo e ci salutiamo alle partite.

Un bilancio dei tre anni a Cagliari?

Tre anni molto belli. Un nuovo lavoro che mi ha dato grandi stimoli e dove mi hanno aiutato in tanti, a cominciare dal presidente Giulini. La Sardegna e Cagliari sono una realtà che non si riesce a trovare da altre parti. È particolare, affascinante. Abbiamo creato un settore giovanile che tutti guardano con grande rispetto, le squadre se la giocano con tutte, l’anno scorso abbiamo vinto il campionato di Primavera 2. Tutto ciò ha fatto sì che mi chiamasse il Milan. È stato importante il mio passato da allenatore. Non credo ci siano responsabili del settore giovanile che abbiano una storia tecnica del genere alle proprie spalle.

In più c’è anche il tesserino da direttore sportivo.

L’ho fatto per una serie di motivi. Col patentino Uefa A puoi fare il responsabile del settore giovanile ma non puoi fare trattative. Poi è una risorsa in più, non si sa mai cosa può accadere nella vita. E poi in un corso impari cose nuove e conosci altre persone. Comunque io nasco allenatore, preferisco la parte tecnica a quella direttiva.

Parliamo un po’ della Robur, che ha aperto un nuovo ciclo con Michele Mignani. Se adesso è lì dov’è, un piccolo merito è anche tuo.

A livello di prima squadra sì. Venne a Olbia in Serie D e fece molto bene, vincendo i playoff. Aldilà del ruolo di collaboratore in precedenza, ha mosso lì i suoi primi passi da primo allenatore. Sta facendo molto bene, l’anno scorso arrivando in finale e anche adesso, nonostante le tante problematiche, sta ritrovando la strada giusta.

Vi sentite spesso?

Ci siamo sentiti meno di una settimana fa. Siamo in contatto, abbiamo un paio di chat insieme con vecchi componenti dello staff e ogni tanto ci si messaggia. Ma parliamo di altro, di calcio sì ma in generale, non prettamente di Siena. Ha anche i figli che giocano e stanno facendo molto bene.

Ha “rubato” qualcosa da te? Per esempio il modulo…

Non so se lo ha preso da me, bisognerebbe chiederlo a lui. Ogni allenatore deve avere la sua idea, e lui questo lo ha dimostrato, e poi prendere dai vari tecnici con cui è stato e dalle esperienze che si è fatto.

C’è anche il suo vice, Simone Vergassola.

Simone ha cominciato un nuovo percorso lo scorso anno. La sua amicizia con Michele è un punto a favore. L’allenatore in seconda deve avere competenze, ovvio, ma soprattutto deve essere fidato, in grado di capire e conoscere caratterialmente l’allenatore, che ha mille pressioni. Simone ha tutte queste cose.

Vergassola è stato il capitano dell’ultimo anno dell’A.C. Siena, ma ci sono anche altri due campionati in A. Cosa ricordi in particolare di Siena?

Non posso dimenticare il primo e il secondo anno. Ma neanche l’ultimo, perché una squadra in quel modo, composta da tutti ragazzi di elevatezza morale, non l’ho mai trovata. Una squadra che si divertiva e vinceva nonostante le problematiche, con soddisfazioni incredibili e altrettante delusioni che sono quelle che poi mi hanno spinto a cambiare ruolo. Una decisione che avevo già pensato, ma è stata velocizzata.

Cosa pensi del settore giovanile del Siena?

Senza dubbio è in buone mani. Argilli e Radice sono ottime persone, competenti. Non è facile lavorare vicino a realtà di grande qualità come Firenze e Empoli. Ci vuole tempo, pazienza, investimenti, strutture, però sono convinto che se tutte queste cose si mettono sul piatto si può fare qualcosa di interessante. Il campo di allenamento è un bel passo avanti. Se si vuole fare il settore giovanile non dico all’avanguardia ma quasi, ci vorrebbe un centro con un paio di campi. Ma è tutto subordinato ad aspetti logistici, alla categoria in cui milita il Siena. Penso una cosa: dove non ci sono grandi risorse, servono più idee. Per quello sono convinto che la Robur farà bene, avendo persone così.

In una recente intervista Repubblica ti chiese se tornerà mai ad allenare, e tu rispondesti così: neanche se me lo chiedesse il Milan. E se te lo chiedesse il Siena?

Sono uno che se prende delle decisioni, difficilmente le cambia. Magari tra qualche anno, ma si comincia ad essere avanti con l’età. È davvero difficile che possa tornare ad allenare. Diciamo lo 0,1%, visto che nella vita non si sa mai.

(Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

 
09/01/19 09:05 | Anna Durio vince la causa contro la Studio Strutture dell’ing. Mele sulla questione “Stadio Franchi”.
Anna Durio vince la causa contro la Studio Strutture dell’ing. Mele sulla questione “Stadio Franchi”.

Il Collegio Arbitrale di Firenze ha rigettato tutte le richieste di pagamento avanzate da Studio Strutture srl per oltre 571mila per il progetto della ristrutturazione del Franchi mai realizzato. La società Robur, assistita dall'avvocato Alessandra Amato, ha ottenuto un importante successo dal punto di vista giuridico e morale. Tra l’altro il Collegio ha anche evidenziato il fatto che Pietro Mele al momento della firma del contratto per la progettazione dello stadio tra la Studio Strutture e la Robur Siena era al tempo stesso legale rappresentante dello studio di progettazione e socio della società committente.

Anna Durio si era da sempre resa disponibile a pagare ma solo i debiti della società che fossero effettivamente dovuti per questo motivo si è rivolta ad un Collegio Arbitrale affinché fosse fatta luce sulle richieste di pagamento dello Studio Strutture

Fonte: FOL

 

 
08/01/19 21:17 | Cristiani e Gerli in gruppo
Cristiani e Gerli in gruppo

È ripresa oggi pomeriggio la preparazione della squadra bianconera dopo la lunga sosta invernale. Sono rientrati regolarmente in gruppo Cristiani e Gerli. Belmonte prosegue nel lavoro differenziato dopo l'operazione al menisco effettuata a metà dicembre. Domani ladoppia seduta di allenamento all 10.30 e alle 15.

Fonte: FOL