Banca Cras
CLEAN ACCCENT
Pubblicità nostra
Ricci Bus
CLEAN ACCCENT

Rassegna Stampa

23/01/18 09:17 | Gazzetta - Il mercato della serie B e serie C
Gazzetta - Il mercato della serie B e serie C

SERIE B Il Perugia piazza tre colpi per risalire la classifica. Gli umbri stasera definiranno l’ingaggio di Leali in prestito dalla Juventus: ieri il via libera dei belgi dello Zulte Waregem dove il portiere ha militato nella prima parte di stagione. Per la difesa è in arrivo il centrale Gonzalez dal Verona. Ora gli umbri valutano il possibile scambio Stendardo-Rosati con il Pescara. In estate, invece, sbarcherà la punta Bianchimano, prelevato dalla Reggina per 300 mila euro e che resterà in Calabria fino a fine stagione.
Restyling a centrocampo per lo Spezia che, in attesa di Mora (Spal), ingaggia De Francesco dalla Reggina. I liguri, inoltre, blindano fino al 2019 il portiere Manfredini. Inizia a muoversi il Brescia che ha ingaggiato l’attaccante esterno Spalek dall’MSK Zilina per 1,5 milioni (contratto quadriennale). Casting in mezzo per la Cremonese: difficile per i costi elevati Schiattarella (Spal, c’è anche il Foggia interessato), spunta un’alternativa giovane per la mediana: Crecco (Lazio). Ingelsson (Udinese) va al Pescara in cambio del terzino Zampano che dovrebbe essere rimpiazzato da Fiamozzi (Bari). La Ternana pesca in D per l’attacco: preso Repossi (Varese). Il difensore mancino Casasola (Alessandria) firma con la Salernitana. Ore decisive per l’approdo del regista Memushaj (Benevento) al Bari per 500 mila euro: i pugliesi seguono anche l’esterno offensivo Buonaiuto (Perugia) e trattano le cessioni di Morleo al Parma e Capradossi alla Pro Vercelli.

SERIE C Domenica si sono sfidate in campionato e da mesi lottano per il primo posto del girone C. È Lecce-Catania anche per il centravanti Saraniti (Francavilla), con i siciliani che provano il sorpasso. Sempre nel girone C Salvemini (Akragas) e Barrios (Ferro Carril) nel mirino del Monopoli. Zommers (Pordenone) verso Cosenza. Nel girone A il Pisa ha l’accordo con Lisi (biennale da luglio), ma punta ad anticipare il suo arrivo dalla Juve Stabia. L’Alessandria vuole uno tra Romero (Piacenza) e Stanco (Cremonese). Paramatti (Gubbio) alla Pro Piacenza. Della Giovanna (Spal) verso l’Arezzo. La Viterbese prende Calderini (Foggia). Nel girone B attivissima la Samb che tessera Perina e aspetta Baclet dal Cosenza. E poi: Battaiola (Cremonese) va al Gubbio, Danza (Pordenone) al Fano che chiude il doppio scambio Favo-Udoh e Camilloni-Gasperi con la Fermana.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
23/01/18 09:14 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
23/01/18 09:13 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
22/01/18 18:07 | #uRadioRobur, nasce la collaborazione tra la Robur Siena e uRadio
#uRadioRobur, nasce la collaborazione tra la Robur Siena e uRadio

La Robur Siena inizia una stretta collaborazione con uRadio, la radio dell’Università degli Studi di Siena. La società bianconera intende così aprirsi ulteriormente al mondo degli studenti senesi e non, dopo la promozione studiata sin dalla passata stagione che prevede l’ingresso in gradinata Paolo De Luca al costo di 8 euro per gli studenti universitari in occasione delle partite casalinghe dei bianconeri. La nuova iniziativa porterà negli studi di uRadio direttamente il mondo bianconero, con la presenza della dirigenza, dello staff tecnico, della squadra e degli sponsor, all’interno della trasmissione “L’Ora Robur”, in onda ogni giovedì dalle ore 18 in streaming su www.uradio.org. In particolare ci sarà un coinvolgimento maggiore dei calciatori-studenti della Robur, Samuele Neglia ed Aniello Panariello. All’interno della trasmissione saranno poi inseriti dei giochi e dei contest social che permetteranno una vera e propria interazione tra il mondo Robur e il mondo degli universitari.

Fonte: www.robursiena.it

 
22/01/18 09:50 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
22/01/18 09:49 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
21/01/18 10:48 | Gazzetta-Siena, tre punti pesanti: il Livorno è avvisato
Gazzetta-Siena, tre punti pesanti: il Livorno è avvisato

MARCATORI Curcio (A) al 2’, D’Ambrosio (S) al 21’, Neglia (S) al 42’ p.t.

ARZACHENA (4-3-2-1) Ruzittu 6; Arboleda 6,5, Sbardella 5, Peana 5,5, Trillò 6 (dal 31’ s.t. Cardore s.v.); Casini 6, La Rosa 5,5 (dal 18’ s.t. Bonacquisti 6), Nuvoli 6; Lisai 5,5 (dal 18’ s.t. Bertoldi 5,5), Curcio 6,5; Sanna 5,5. (Cancelli, Aiana, Taufer, Varricchio). All. Giorico 6.

SIENA (4-3-1-2) Pane 6,5; Rondanini 6, Sbraga 6,5, D’Ambrosio 6,5, Iapichino 6; Cristiani 6 (dal 42’ s.t. Panariello s.v.), Gerli 6, Vassallo 6 (dal 42’ s.t. Bulevardi s.v.); Guberti 6 (dal 33’ s.t. Damian s.v.); Neglia 6,5 (dall’8’ s.t. Santini 6,5), Marotta 6,5. (Rossi, Terigi, Emmausso, Guerri, Crisanto, Mahrous, Luciani, Cleur). All. Mignani 7.

ARBITRO Lorenzin di Castelfranco Veneto 6.

NOTE paganti 192, non ci sono abbonati, incasso non comunicato. Ammoniti D’Ambrosio, Curcio, Sanna, Peana e Sbardella. Angoli 2-4.

OLBIA Il cinismo del Siena alla lunga ha prevalso sulla generosità dell’Arzachena. Passata in vantaggio dopo nemmeno due minuti con la rete numero 9 di Curcio (bravo nell’approfittare di un errore di Rondanini), la squadra sarda ha cullato il sogno del colpaccio ai danni di una big del torneo, ma ha dovuto fare i conti con i ragazzi di Mignani (ex Olbia), un tecnico che ha violato per la seconda volta un campo che conosce bene. 

VENTO DECISIVO Decisivo il primo tempo, giocato a favore di vento dal Siena. Il pari è stato firmato da D’Ambrosio, su azione da angolo, ed è stato bravo Rondanini a metterci del suo, rimediando così alla leggerezza iniziale. Il gol partita invece è stato realizzato, su assist di Guberti, da Neglia, che era a digiuno da sei mesi (l’ultima rete l’aveva rifilata proprio al Siena, quando era alla Viterbese). Nella ripresa, gli ospiti hanno controllato, mentre l’Arzachena è andata vicino al pari con Nuvoli e Curcio.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
21/01/18 10:47 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
21/01/18 10:46 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
20/01/18 09:48 | Gazzetta - Il mercato della serie B e serie C
Gazzetta - Il mercato della serie B e serie C

SERIE B Blitz del Venezia nella corsa al centravanti Gianluca Litteri: ieri pomeriggio il club di Tacopina ha sorpassato il Foggia e ha trovato un’intesa di massima con il Cittadella per la punta, che a inizio della prossima settimana dovrebbe firmare fino al 2020 con la squadra di Pippo Inzaghi che in avanti potrebbe cedere Geijo (offerte da Svizzera e Spagna) e Mlakar (tornerà alla Fiorentina). Lo stesso Venezia vuole l’esterno Gerbo del Foggia per rimpiazzare Fabris che è in uscita: destinazione Livorno. Anche in difesa i veneti potrebbero cambiare pelle: dovesse partire Andelkovic per Sassuolo, fari puntati su Perticone (Cesena).
Molto attivo il Pescara che, dopo aver definito l’arrivo del fantasista Falco (Perugia), sta chiudendo per l’attaccante argentino Valentino Cernaz dal River Plate (agli argentini andrà il 40% sulla futura rivendita). Ora gli abruzzesi puntano il centrocampista Mariani del Lugano e il terzino Fiamozzi (Bari) in caso di partenza di Zampano verso la A. Passi avanti dell’Empoli per il centrale Maietta (Bologna). La Ternana cerca ancora un esterno offensivo: restano vive le idee Iocolano (Bari) e Melara (Benevento). Il Perugia tratta l’attaccante Bianchimano (Reggina). A proposito di punte: tentativo dell’Avellino per Okwonkwo (Bologna). Bari al lavoro per sfoltire l’organico: in uscita Morleo (vicino al Parma), Capradossi, Salzano e Cassani che non sono stati convocati da Grosso. Il difensore Calabresi (Roma, era allo Spezia) approda in prestito al Foggia.

SERIE C Il colpo del giorno nella terza serie lo firma il Padova che ingaggia il fantasista Sarno (Foggia) e ci prova per il centrocampista Rosseti (Alessandria). Sempre nel girone B Rocca (Pro Vercelli) e Ponce (Sampdoria, era al Livorno) vanno alla FeralpiSalò. Doppietta Mestre con Mordini (Cesena) e Stensson (Assyriska FF). Fano e Fermana lavorano a una maxi operazione: Favo e Camilloni ai gialloblù in cambio di Udoh e Gasperini. Il Teramo tratta Camara (Avellino). Perina (Cosenza) firma per la Samb. Nel girone A la capolista Livorno prende Kabashi (ex Viterbese). L’Alessandria preleva Pinna dal Cosenza in cambio di Pastore. Russu (Arzachena) firma con la Lucchese. Il Prato ottiene Akammadu dal Cesena. Arezzo su Borghese (Livorno). Nel girone C colpo Rizzo (Salernitana) per la mediana del Catania. Infine scambio Lugo Martinelli-Ayina tra Francavilla e Bisceglie.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 


 

 
20/01/18 09:45 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
20/01/18 09:44 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
19/01/18 21:01 | TC Gravina: "Sostenibilità e solvibilità, le chiavi del futuro"
TC Gravina: "Sostenibilità e solvibilità, le chiavi del futuro"

I problemi della Serie C finalmente verranno presi in considerazione dal calcio italiano? TuttoC.com, a tal proposito, ha intervistato in esclusiva Gabriele Gravina, numero uno della Lega Pro e candidato alla presidenza della Federcalcio, analizzando con il patron della terza serie quelle che sono le criticità nei tre gironi.

In caso di elezione a Presidente FIGC, in quanto tempo cambierà la Lega Pro?
"Partiamo da una premessa. La Lega Pro fa parte del sistema del calcio italiano. Negli ultimi anni si è distinta per elementi di innovazione e di progettualità che possono essere considerati un modello per il calcio. Attraverso la realizzazione dei punti previsti dalla piattaforma programmatica, che sono alla base e a tutela dell’intero sistema calcio, troveranno vantaggio oltre alla Lega Pro anche le altre leghe, ma soprattutto il calcio in generale.
Il mondo del pallone  deve tornare ad avere una dimensione sportiva, economica, etica e sociale che siano valorizzate in una strategia organizzativa che ha come obiettivo la sostenibilità".

Vicenza in guai seri come Modena e come tante altre squadre che retrocedono dalla B. C’è un modo per fermare questa ghigliottina che falcia squadre tra la B e la C?
"Sono criticità che hanno radici profonde e che si intrecciano nella storia della Lega Pro. Richiedono un intervento risolutivo che passa attraverso l’individuazione di una serie di verifiche e controlli, che accompagnano i processi e che riguardano anche la garanzia della qualità della classe dirigente. Un punto di partenza irrinunciabile è l’equilibrio tra le varie componenti.
È evidente che una società di B, nel momento in cui dovesse retrocedere in  Lega Pro, conserva un peso di gestione diverso dalle mutualità della categoria di provenienza e spesso il peso economico nella categoria inferiore è difficilmente sostenibile. La sostenibilità è l’obiettivo per il nostro calcio per superare le criticità generate dall’attuale sistema.
Da tempo, sentivamo la necessità di una novità forte e innovativa come quando un anno fa presentammo il sistema di rating per il calcio italiano. È un modello che tiene conto della solidità dei bilanci dei club e consente  di verificare lo stato di solvibilità dei club. Sono parametri che si basano anche sull’organizzazione del governo societario, della qualità e proprietà degli stadi, della valorizzazione dei giovani e del legame con il territorio.
Il livello di qualità della classe dirigente, l’applicazione del codice di onorabilità e di criteri, in linea con i parametri di controllo gestionale, rappresentano leve che possono determinare la soluzione alle criticità".

Il Presidente della Paganese ha detto che la C è "un bagno di sangue e tutte le squadre sono destinate a morire". Il suo collega della Sicula Leonzio si domanda perché avere gli stessi obblighi dei club di serie A su stadi e tasse per poi avere introiti completamente diversi. Dalla Sicilia, sempre riguardo alle problematiche sugli stadi, si è espresso il numero uno dell’Akragas: la soluzione è il ritorno al semiprofessionismo?

"La Lega Pro, in particolare, è una Lega in cui i presidenti, spesso, sono chiamati attraverso sacrifici personali a ricapitalizzare le proprie società. La ricapitalizzazione è in ogni caso, come valore assoluto, nettamente inferiore rispetto ai valori delle categorie superiori.
Il problema della sostenibilità richiede tempestività ed interventi immediati per dare un miglior supporto agli “impavidi” presidenti. Le proposte del semiprofessionismo, da qualcuno superficialmente valutato, sono certamente una delle possibilità, assieme ad altre proposte, per uscire da una condizione di precarietà, che non permette programmazione e la conseguente necessaria progettualità.

In riferimento agli impianti, è importante il protocollo sottoscritto con Anci, che consolida un'attività congiunta per stimolare una modernizzazione delle strutture. L'accordo, infatti, servirà a facilitare i rapporti tra società sportive e istituzioni, partendo dalla riqualificazione del territorio grazie alla realizzazione o ristrutturazione di impianti".

Tramite le nostre colonne il suo predecessore Macalli ha asserito di aver portato alla C, negli ultimi 3-4 anni di presidenza, 100 milioni di euro con una media di 25-30 a stagione, chiedendosi quanti ne arrivano adesso. Cosa risponde al suo predecessore?

"Ci sono dati che si possono rilevare dai documenti di gestione e che fanno capo a periodi di riferimento in relazione alle diverse governance. I documenti sono pubblici e da essi discendono risposte  chiare e assolutamente opposte a quanto affermato da Macalli. Per rispetto sul piano umano, preferisco non alimentare forme di rancori che puntualmente percepisco ad ogni suo passaggio".

Fonte: www.tuttoc.com

 
19/01/18 10:41 | Gazzetta - Il mercato della serie B e serie C
Gazzetta - Il mercato della serie B e serie C

SERIE B Giornata chiave per gli attaccanti. Il Cittadella ha avuto l’ok dall’Atalanta per riprendere Vido in prestito: adesso Arrighini può essere liberato per il Novara. Anche il Venezia (come il Cesena) voleva Vido e non riesce ad arrivare ad Ardemagni (Avellino), così prende in seria considerazione l’ipotesi di riportare in Italia l’argentino Denis (Lanus). Si muove anche il Brescia, che ha richiesto Macheda al Novara (che fa muro) e Pasquato al Legia Varsavia. Il Parma ha presentato Ciciretti e dichiarato chiuso il mercato in entrata dopo aver preso anche l’esterno sinistro Anastasio dal Napoli (era a Carpi), ma non è esclusa una sorpresa: se parte Calaiò (il Palermo non lo esclude), piace Giannetti (Cagliari). E’ fatta per Falco dal Bologna (era a Perugia) al Pescara, che aggiunge Yamga del Chievo (era a Carpi). Il Foggia ha ufficializzato l’arrivo di Duhamel (Quevilly), che ha firmato per sei mesi con opzione. L’Avellino ha accolto Cabezas, ma il colombiano non sembra intenzionato a restare così il club ha chiesto Edera al Torino. La Ternana non molla su Vantaggiato (Livorno), mentre il Perugia guarda alla D e valuta Brunori (16 gol nel Villabiagio).
La Cremonese sceglierà un centrocampista tra Moretti (Avellino) e Adao (Sion). La Salernitana prende solo Casasola dall’Alessandria (in cambio di Perico) e non Bellomo; da Salerno può partire Bernardini, al quale non sarà rinnovato il contratto: per il difensore si riapre la pista Novara. Un giovane difensore per l’Entella: è il bosniaco Nikic, classe 1998, dal Siroki. Alla Pro Vercelli è ufficiale l’arrivo in prestito di Ivan dalla Sampdoria. In attesa del via libera dallo Zulte Waregem per Leali, il Perugia può far partire Rosati: lo sta valutando il Foggia.

SERIE C Nel girone A Corradi (Arezzo) va al Piacenza, Cardore (Lucchese) all’Arzachena e Padula (Chiasso) al Monza. Nel girone B Foglia (Arezzo) va alla Samb, Castagna (Bari) va al Teramo che attende Carletti (Carpi), Pellegrini e Buratto dal Pordenone al Fano, Danza (Pordenone) verso il Gubbio. E nel C Scarsella (Cremonese) va al Trapani, Meola (Matera) alla Casertana, Hadziosmanovic (Samp, era a Livorno) alla Reggina, Saloni (Spezia) al Francavilla, Foggia (Teramo) alla Sicula Leonzio che manda Ferreira al Rende, Tartaglia (Novara) torna all’Andria che oggi cede Barisic al Monopoli in cambio di Zibert, mentre il Catania è vicino a Rizzo (Salernitana), Di Livio (Reggina, via Roma) e Gigli (Ternana) sono del Matera.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
19/01/18 10:41 | Vicenza c'è il fallimento ma finirà il campionato
Vicenza c'è il fallimento ma finirà il campionato

Il Vicenza nato nel 1902 è finito circa mezz’ora prima delle 15 di ieri, quando la sezione fallimentare del tribunale ha pronunciato la sentenza di fallimento per insolvenza, accogliendo così a tempo di record l’istanza presentata venerdì dalla Procura, e ha nominato curatore il commercialista Nerio De Bortoli, incaricato fin da lunedì in via cautelare. Allo stesso tempo è stato disposto l’esercizio provvisorio, che consentirà al Vicenza di proseguire nella sua attività e di provare a mantenere la categoria, in attesa di trovare un acquirente affidabile.

LE COLPE A proposito va detto che all’udienza prefallimentare di ieri mattina si è presentato anche Fabio Sanfilippo, dal 18 dicembre proprietario e amministratore unico. Non ha aderito all’istanza della Procura, ha addossato a Vi.Fin. (la vecchia proprietà) le responsabilità dello stallo nell’ultimo mese e ha presentato una relazione per dimostrare l’effettiva esistenza di investitori per proseguire alla guida del Vicenza. Il tribunale però ha deciso per il fallimento e il presidente Alberto Rizzo sulla proposta di Sanfilippo ha precisato: «In assenza di garanzie certe non si è ritenuto di disporre un rinvio ma di intervenire subito».

CONSEGUENZE E adesso? La squadra torna a giocare dopo aver saltato per sciopero la gara di Coppa col Padova. «Andiamo a Teramo, ci sarò anch’io» ha detto De Bortoli. Gianni Grazioli, d.g. dell’Aic, ha spiegato: «Ci sono i margini perché gli 11 giocatori che hanno firmato la richiesta di risoluzione la ritirino per restare, al di là di chi potrà essere ceduto». Per ora solo Lanini pare essersi chiamato fuori e da giorni non si allena col gruppo. Ma resta difficile il compito di De Bortoli che dovrà trovare i soldi per gli stipendi e finire la stagione. «Potrebbero servire 3 milioni - ha detto - ma prima fatemi fare bene i conti. Mi sono messo al lavoro, come mi è stato chiesto dal tribunale che ringrazio per l’incarico e per la sollecitudine e l’attenzione con cui ha affrontato la situazione di una squadra che rappresenta così tanto per la città».

INIZIATIVE Per reperire i soldi si parla di una riapertura della campagna abbonamenti, ma soprattutto di una ricerca a tappeto di contributi e sponsorizzazioni coinvolgendo imprenditoria e società civile per salvare il Vicenza. «Chiunque è bene accetto, ma con intenzioni serie, niente perditempo - taglia corto De Bortoli - e se poi si trovasse un interlocutore affidabile non è detto che si debba aspettare maggio o giugno per cedere la società».


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
19/01/18 10:40 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
19/01/18 10:39 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
18/01/18 18:23 | TMW-Robur Siena, vicino il prestito del baby Ben Moussa
TMW-Robur Siena, vicino il prestito del baby Ben Moussa

Possibile nuovo innesto tra le fila della Robur Siena, con la squadra bianconera pronta a prelevare dalla Fiorentina, con la formula del prestito, il giovane attaccante Idriss Ben Moussa, classe 2001. A riferire la notizia


Fonte: www.tuttomercatoweb.com

 
18/01/18 12:49 | TC-Robur Siena, nel mirino c'è Lukanovic
TC-Robur Siena, nel mirino c'è Lukanovic

E' oramai rientrato alla casa madre Novara dopo la fine del prestito al Catanzaro l'attaccante Antonio Lukanovic: secondo quanto riportato dai colleghi de La Stampa, il classe 1998 - 7 presenze e 1 rete in maglia giallorossa nella prima parte di stagione - sarebbe già finito nel mirino della Robur Siena.

Fonte: www.tuttoc.com


 

 
18/01/18 09:28 | Gazzetta - Il mercato della serie C
Gazzetta - Il mercato della serie C

La copertina di giornata va al Siena, che piazza un doppio colpo: presi il terzino Cleur (Entella) e l’attaccante Santini (Ascoli). Sempre nel girone A è molto attivo l’Alessandria, che riprende Barlocco (Pro Vercelli) e ha chiesto Stanco alla Cremonese. Livorno e Arezzo studiano lo scambio di centrocampisti Foglia-Giandonato. Corradi (Arezzo) vicinissimo al Monza. Sabatino rinnova con l’Arezzo fino al 2019. Il Gavorrano vuole Franchini (Fermana) e sta definendo la cessione di Mosti alla Viterbese. Nel girone B la Feralpi Salò tessera lo svincolato Loi (ex Modena). Gliozzi (Sassuolo, era a Cesena) firma con il Padova, che si avvicina a Sarno (Foggia). La Triestina ingaggia Bajic (Cremonese). Campagnacci (Siena) nel mirino della Samb. Nel girone C pesca dagli svincolati la Casertana: ecco Meola (ex Matera). Sbampato (Chievo) va al Francavilla. Fidelis Andria su Bramati (Akragas). Il Bisceglie ci prova per Foggia (Teramo). La Reggina punta De Sena del Catanzaro, che si assicura Badjie (Atalanta). Paolucci risolve col Monopoli.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
18/01/18 09:26 | Gazzetta - Il mercato della serie B
Gazzetta - Il mercato della serie B

L’Arciere vuole sfatare il tabù del «nessuno profeta in patria». All’età di 36 anni, infatti, Emanuele Calaiò potrebbe realizzare il sogno di vestire la maglia della squadra della sua città. Zamparini è in pressing da dieci giorni per portare al Palermo l’esperto centravanti, la cui avventura col Parma appare ormai ai titoli di coda. Pronto un contratto fino a giugno con opzione in caso di A e un possibile futuro nel club al termine della carriera. A far spazio nella rosa di Tedino a Calaiò dovrebbe essere l’esterno d’attacco Embalo, che ha trovato un accordo con il Brescia. Toccherà ora ai presidenti, Cellino e appunto Zamparini, definire la formula dell’operazione dato che i siciliani vorrebbero inserire un controriscatto al prestito con diritto di riscatto proposto dai lombardi, che sono sulle tracce anche dell’ala destra Melara (Benevento).
Il Parma si conferma re dell’inverno: preso in prestito oneroso (300mila euro) Amato Ciciretti, stellina del Benevento. E per completare la scalata verso la Serie A gli emiliani sono vicinissimi anche a Morleo, esterno sinistro del Bari. A proposito di esterni offensivi: oggi il Pescara può ottenere Falco dal Bologna via Perugia. Gli attaccanti restano i più corteggiati in questo gennaio.
Il Novara aspetta il via libera del Cittadella per Arrighini, mentre è casting a Venezia per il nuovo numero nove: la prima scelta resta sempre Denis, ma appare complicato liberarlo dal Lanus. Per questo il club di Tacopina sta facendo un pensiero su Ardemagni, ritenuto però incedibile dall’Avellino. Mastinu rinnova fino al 2020 con lo Spezia che stringe i contatti per la mezzala Mora (Spal). L’esterno Ivan (Sampdoria) si accasa in prestito alla Pro Vercelli. Pioggia di rinnovi in arrivo alla Cremonese: pronti gli allungamenti fino al 2019 per Scappini, Canini e Marconi, mentre per la mediana resta calda la pista che porta a Moretti (Avellino). L’Ascoli tratta sempre Garcia Tena (Cremonese) e Cassani (Bari) per completare il pacchetto difensivo. Ufficiale l’approdo, per 300 mila euro (contratto fino al 2021), della mezzala Kone dal Cesena al Frosinone, che frena per l’esterno Mustacchio (Perugia) e potrebbe anche non acquistare più un laterale destro. Slittano a lunedì le firme del terzino Casasola e del centrocampista Bellomo (Alessandria) con la Salernitana che in avanti, se parte Rodriguez, andrà dritta su Cocco (Pescara). Ufficiale l’arrivo del promettente Henderson (Celtic) al Bari, che ha offerto 500 mila euro e aspetta per la mediana il via libera del Benevento (atteso dopo il 20 gennaio) per Memushaj (ha già trovato l’accordo con i biancorossi per un contratto fino al 2020) e tratta l’esterno d’attacco Giacomelli (Vicenza).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
18/01/18 09:26 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
18/01/18 09:25 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
17/01/18 18:16 | GDM-Siena, colpo in attacco: è fatta per l'arrivo di Santini
GDM-Siena, colpo in attacco: è fatta per l'arrivo di Santini

Cleur e Santini, doppio colpo di mercato in casa Robur Siena. Svolta decisa per rinsaldare le importanti ambizioni di alta classifica dopo un girone d'andata davvero positivo (secondi nel Girone A di Serie C). E' stata, dunque, praticamente formalizzata la trattativa per l'arrivo di Claudio Santini alla corte di Mignani. Gli uomini mercato bianconeri Davide Vaira e Giovanni Dolci sono riusciti a superare la forte (e folta) concorrenza tra Serie B e C, arrivando per primi ad espletare tutti gli accordi per l'attaccante classe '92. Tra stasera e domani le firme, Santini lascia l'Ascoli e riparte dal Siena, protagonista del mercato...


Fonte: gianlucadimarzio.com

 
17/01/18 18:06 | TMW - Robur Siena, in arrivo il terzino Cleur dall'Entella
TMW - Robur Siena, in arrivo il terzino Cleur dall'Entella

La Robur Siena nelle ultime ore ha sorpassato la concorrenza - Bisceglie, Piacenza e Carrarese – per giovane terzino della Virtus Entella Gabriel Cleur, classe '98. L'italo-australiano dovrebbe trasferirsi in Toscana in prestito fino a fine stagione.


Fonte: TMW

 
17/01/18 18:05 | TMW - Siena, accelerata per Santini: superato il Livorno
TMW - Siena, accelerata per Santini: superato il Livorno

Robur Siena a un passo da Claudio Santini, attaccante classe '92 dell'Ascoli. Secondo quanto raccolto da TMW, il club toscano ha accelerato per il giocatore, superando la concorrenza del Livorno. Il giovane approderà in bianconero in prestito secco fino a giugno.


Fonte: TMW

 
17/01/18 18:02 | TC - Robur Siena, su Campagnacci anche la Samb.
TC - Robur Siena, su Campagnacci anche la Samb.

E' in uscita da Siena, e il suo futuro resta ancora incerto. Parliamo dell'esterno offensivo, Alessio Campagnacci (in foto). Il classe '87 nativo di Foligno, secondo quanto riportato dall'edizione odierna del Corriere Adriatico, sarebbe finito anche sul taccuino dell'ambiziosa Sambenedettese.

Fonte: www.tuttoc.com

 
 
 
17/01/18 17:58 | Impianti pi√Ļ moderni: Anci e Lega Pro firmano intesa
Impianti pi√Ļ moderni: Anci e Lega Pro firmano intesa

La promozione dell'attività sportiva giovanile passa anche attraverso il miglioramento e la valorizzazione degli impianti sportivi nei Comuni. E' l'assunto sul quale si innesta il protocollo d'intesa firmato oggi da Anci e Lega Pro, che avvieranno una serie di azioni sinergiche con questi obiettivi. Lega Pro, in particolare, si farà promotrice di un'opera di sensibilizzazione nei confronti delle società, per migliorare gli impianti di proprietà degli enti locali dove le stesse società hanno sede. L'azione di Anci sarà invece rivolta direttamente ai singoli Comuni, con la stessa finalità: promuovere lo sviluppo dell'impiantistica sportiva e campagne a favore dello sport, a partire dalle scuole.

L'accordo sancisce anche la nascita di un tavolo di lavoro permanente che "monitorerà la situazione legislativa nazionale ed europea e svolgerà, altresì, attività dirette a monitorare la situazione impiantistica in Italia", ma avrà anche il compito di sviluppare politiche attive per lo sviluppo dei settori giovanili e individuare e realizzare un'azione sinergica con il sistema dell'istruzione finalizzata a ridurre la dispersione scolastica per i ragazzi che seguono la strada del professionismo calcistico.

"Il Protocollo che sigliamo oggi - afferma il vice presidente vicario dell'Anci, Roberto Pella - dà l'opportunità a Comuni e Lega Pro di avviare una stagione di forte collaborazione che, per impegno e competenza di ambo le parti, potrà portare alla risoluzione delle questioni attuali, particolarmente urgenti, che coinvolgono territori e squadre di calcio. Nello specifico, i Comuni, sulla base delle più recenti normative europee e nazionali, sono tenuti obbligatoriamente - spiega Pella - ad adeguare gli impianti e le strutture sportive, in alcuni casi con investimenti non indifferenti, per poter consentire alla propria società di iscriversi e partecipare al campionato. Questo Protocollo intende svolgere un ruolo di facilitazione in tal senso. Le società potranno assumersi l'onere, a fronte del rinnovo o del prolungamento del contratto di concessione da parte del Comune, dell'adeguamento per l'utilizzo degli impianti, oppure potranno anticipare il costo dei lavori da sostenere per ovviare alla complessità degli obblighi e della tempistica imposta dalle previsioni del bilancio pubblico comunale".

"Attraverso il protocollo sottoscritto con Anci - dichiara Gabriele Gravina, presidente Lega Pro - si consolida un'attività congiunta per stimolare una modernizzazione del nostro sistema impiantistico. L'accordo, infatti, servirà a facilitare i rapporti tra società sportive e istituzioni, partendo dalla riqualificazione del territorio grazie alla realizzazione o ristrutturazione di impianti e servizi anche polivalenti ed ecocompatibili. La sinergia con Anci - conclude Gravina - ha  tra i principali obiettivi quello di promuovere attività comuni per lo sviluppo dei settori giovanili oltre a promuovere un'azione congiunta con il sistema dell'istruzione finalizzata a ridurre la dispersione scolastica".

Fonte: www.tuttoc.com

 
17/01/18 12:24 | TMW - Duello Livorno-Robur Siena per Santini
TMW - Duello Livorno-Robur Siena per Santini

Claudio Santini, attaccante in uscita dall'Ascoli, è pronto a scendere in Serie C. Secondo quanto riporta TMW, sulla punta classe '92 vi è in atto una corsa a due fra Livorno Robur Siena. Nelle prossime ore i due club dovrebbero imprimere l'accelerazione definitiva per acquistare il calciatore.

Fonte: www.tuttoc.com

 
17/01/18 11:44 | TC - Robur, per Terigi Reggina avanti ma occhio alla Triestina
TC - Robur, per Terigi Reggina avanti ma occhio alla Triestina

Leonardo Terigi, difensore classe '91, è sempre più in uscita dalla Robur Siena. Secondo quanto raccolto da TuttoC.com il calciatore bianconero è vicinissimo alla Reggina ma la Triestina, attivissima sul mercato, è in forte pressing per convincere Terigi a sposare la causa alabardata. Il giocatore, comunque, prenderà una decisione entro il weekend.


Fonte: www.tuttoc.com