Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
CLEAN ACCCENT
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Rassegna Stampa

26/07/17 10:35 | Gazzetta: il mercato della serie B e Lega Pro
Gazzetta: il mercato della serie B e Lega Pro

SERIE B La Cremonese raddoppia le punte. Dopo aver ufficializzato ieri l’ingaggio di Mokulu (era a Frosinone) in prestito dall’Avellino, ora i grigiorossi sono tornati alla carica per Granoche. Con El Diablo c’è già l’intesa per un biennale, ma lo Spezia non intende liberare gratis il proprio goleador e vuole un indennizzo (circa 300mila euro). Previsti nuovi contatti tra le parti nei prossimi giorni, con il club del cavalier Arvedi che punta a regalare a Tesser un’altra bocca da fuoco offensiva. Giorni caldi anche sull’asse Salerno-Novara: i campani sono in pressing da tempo su Maniero (Bari), che però aspetta i piemontesi. Un affare non semplice visto che prima il club di De Salvo deve abbassare il monte ingaggi attraverso le cessioni di elementi come Scognamiglio e Bolzoni, che non rientrano più nei piani tecnici novaresi. La Salernitana per non farsi cogliere impreparata ha virato con decisione su Bocalon (Alessandria), per il quale è pronto un triennale anche se i grigi non hanno ancora dato il via libera alla partenza del loro centravanti. Completano il valzer degli attaccanti Polidori (Pescara, era all’Arezzo) e Dumitru (Napoli, era al Nottingham Forest) che sono a un passo, rispettivamente, da Pro Vercelli e Carpi.
Centrocampisti protagonisti di giornata: il Perugia ingaggia Emmanuello (Atalanta, era a Vercelli), mentre lo Spezia ci prova per Arini (Spal). Il Parma chiude per l’esterno offensivo Di Gaudio (Carpi) che firmerà un triennale. Balzano (Cagliari) verso il ritorno al Pescara. L’Ascoli preleva in prestito Baldini (Inter, era a Vercelli). Il Bari insiste per Colombatto (Cagliari, era a Trapani) e pensa a Fiamozzi (Genoa, era a Frosinone). Infine due difensori: Andelkovic (Palermo) piace al Venezia, mentre il Foggia stringe per Simic (Milan, era al Mouscron).

SERIE C Il colpo del giorno lo piazza il Piacenza che si assicura il regista Pederzoli (Venezia). Cristini (Mantova) torna al Cuneo. Foglio (Carrarese) va alla Giana. Oggi è il giorno della firma di Salifu (Fiorentina) con il Vicenza. Il Pordenone prende Zommers (Parma). Rosso (Pro Vercelli, era all’Alessandria) alla Reggiana. Due giovani del Verona per il Prato: Badan e Guglielmetti. Contini (Napoli, era alla Spal) si accasa al Pontedera. Bis Arezzo: Pagnini (Spezia) e Varga (Sampdoria). Cesaretti (Santarcangelo) alla Pistoiese. Il Livorno chiude per Blondett (Cosenza) e si avvicina a Scardina (Siracusa). Damiani (Empoli) passa alla Lucchese. Casiraghi rinnova col Gubbio sino al 2019. Sforzini (Viterbese) si aggrega alla Samb e nei prossimi giorni potrebbe firmare un biennale. Doppietta della Viterbese: ingaggiati Baldassin (Chievo, era alla Lupa Roma) e Musacci (Messina). Tripletta Casertana: Alfageme (Padova), Colli (Bologna) e Donnarumma (Gladiator). La Juve Stabia ottiene Crialese (Pro Vercelli). Zerbo (Paganese) verso la Fidelis Andria. Doppietta anche del Bisceglie con Lugo (ex Bari) e D’Ancora (Cavese). Il Catanzaro a caccia di una punta: nel mirino Stanco (Cremonese) e Padovan (Juve, era a Pordenone). Infine, due giovani del Palermo per il Siracusa: Grillo e Toscano.

Fonte: La gazzetta dello Sport

 
26/07/17 10:35 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
26/07/17 10:34 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
25/07/17 11:15 | Robur Siena: Acquacalda, l’investimento è da 2,5 milioni
Robur Siena: Acquacalda, l’investimento è da 2,5 milioni

Un investimento da oltre 2,5 milioni di euro (compresi Iva e oneri per la sicurezza) per trasformare l’impianto dell’Acquacalda. È quanto prevede il progetto della Robur Siena, illustrato ieri alla commissione sport dall’ingegner Alberto Pazzaglia. Un progetto in due stralci da un milione netto l’uno, cifre dello studio di fattibilità che saranno poi dettagliate con il progetto esecutivo. Il primo intervento riguarderà la sistemazione dell’esistente: rifacimento del campo in erba sintetica e del sottofondo (spesa intorno ai 600mila euro), la ristrutturazione degli spogliatoi esistenti e il rifacimento degli impianti. È l’operazione più urgente, che nei piani dovrebbe essere completata in tre mesi dall’avvio dei lavori. La società spera di farcela per novembre, ma la proiezione appare ottimistica: a breve la giunta approverà la convenzione decennale, poi serviranno progetti definitivo ed esecutivo e relative approvazioni dell’ufficio tecnico comunale. Quindi i lavori da affidare con gara d’appalto. Stessa procedura, con una conclusione già proiettata verso il prossimo giugno, per le nuove realizzazioni: infermeria, bar, servizi igienici, area fitness in due strutture (una coperta con impianto fototermico) adiacenti all’attuale tribuna – che verrà risistemata –, una piccola area per allenamenti separati, un campo regolare per il calcio a 5 sul lato tangenziale. Previsto il deposito di una fidejussione a garanzia dei lavori. Il campo, per cui si prevede un «impiego intensivo», potrà ospitare le partite di campionato della Primavera (saranno adeguate le torri faro). Tra quattro-cinque anni è ipotizzabile una sostituzione del manto, mantenendo però il nuovo sottofondo. (Orlando Pacchiani)


Fonte: La Nazione


 

 
25/07/17 10:20 | Tommasi avverte: «Regola sugli over. Si torni indietro o sarà sciopero»
Tommasi avverte: «Regola sugli over. Si torni indietro o sarà sciopero»

Pace saltata, ricomincia la battaglia degli over? L’aria che tira fra Lega Pro e Assocalciatori farebbe pensare di sì. Il cambio delle norme per l’utilizzo in Serie C dei giocatori senza vincolo di età, gli «over» appunto, ha portato Damiano Tommasi a scendere in campo con una posizione molto dura. Dice il presidente dei calciatori in una nota pubblicata sul sito dell’associazione: «Di certo non scendere in campo per protesta sarebbe una sconfitta di tutti ma, quando il dialogo esaurisce gli argomenti, rischia di essere inevitabile. Coppa Italia e Campionato sono alle porte e l’estate, ahimè, non ha ancora registrato i picchi più alti di temperatura». Frasi che non nascondono la possibilità di uno sciopero.

DA 16 A 14 Ma su che cosa si sta litigando? La cifra chiave della vertenza è il numero di giocatori «over», cioè nati prima del primo gennaio 1995: nell’ultimo campionato c’era la possibilità di inserirne 16 (più due «fidelizzati-bandiera») in rosa, con il nuovo regolamento approvato in Lega Pro il 6 luglio, eccoci a 14 (sempre con i due «fidelizzati» più un giocatore «settore giovanile» senza limiti di età ma con quattro stagioni nel club). Per Tommasi il cambio è un errore: «L’ultima stagione di Lega Pro è stata la più bella degli ultimi anni per il mix giovani-esperti che si era creato, con le grandi piazze tornate protagoniste. Ora si compie un passo indietro pericoloso».

TAPIS ROULANT Calciatori e Lega Pro si erano ritrovati insieme nelle elezioni federali, sostenendo lo sconfitto Abodi nella sfida a Tavecchio. Ora, però, le posizioni sono diventate distanti. Anche se Tommasi dà atto a Gabriele Gravina, presidente di Lega Pro, del lavoro compiuto: «Si è speso molto per rendere il campionato un vero spettacolo sportivo, non faccia passi indietro che desolatamente ci riportino sul tapis roulant della vecchia Lega Pro». Quella di Macalli. Ma Gravina risponde: «È una scelta di politica di Lega annunciata un anno fa. Mi pare che il 14 + 3 sia un’ottima base per mettere insieme qualità tecnica e qualità di gestione».

IL TEMPO C’É... Tommasi è convinto che si possa tornare indietro, «il tempo per ricalibrare tutto c’è». Gravina non chiude, ma è cauto: «Io sono per il dialogo. Rispettiamo la legittima opinone degli altri, ma noi abbiamo la nostra politica». Di certo, i due si vedranno nei prossimi giorni per trovare una soluzione.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
25/07/17 10:19 | Gazzetta: il mercato della serie B e serie C
Gazzetta: il mercato della serie B e serie C

Serie B Intorno agli attaccanti si infiammano le trattative. Il nome più importante resta sempre quello di Alberto Gilardino, che è pronto a dire sì alla proposta biennale del Venezia. Il pressing di Inzaghi e del d.s. Perinetti ha fatto breccia nel Gila, che all’età di 35 anni potrebbe per la prima volta in carriera giocare in B. Serve ora l’ok del presidente Tacopina per uno sforzo importante in merito all’ingaggio del campione del mondo 2006 (500 mila euro annui) e chiudere così in settimana l’affare. Il Venezia per la mediana punta uno tra Maracchi (Trapani) e Signori (Vicenza). Tornando alle punte oggi Mokulu (Avellino, era a Frosinone) firma con la Cremonese, mentre ieri Beretta (Milan, era a Carpi) ha siglato un biennale con il Foggia. Gakpè (Genoa) può finire in prestito all’Avellino. La Salernitana ne vuole due davanti: sorpassata la Ternana per Bocalon (Alessandria), oltre a Maniero (Bari) Lotito ci prova pure per Comi (Pro Vercelli).
I terzini protagonisti di giornata: lo Spezia ingaggia Augello (Giana), Germano rinnova con la Pro Vercelli sino al 2020, il Parma chiude per Pinto (Monopoli) e il Carpi prende Vitturini (Pescara). Il Perugia piazza un bel tris: fatta per Zanon (Ternana), Bandinelli (Sassuolo, era a Latina) e Cerri (Juventus, era a Pescara), il prossimo innesto potrebbe essere Emmanuello (Atalanta, era a Vercelli). Molto attivo anche il Palermo: dopo aver ufficializzato il centrocampista Murawski ora punta a chiudere per Bellusci (ex Empoli) e Walter Lopez (Benevento), mentre in attacco – in caso di partenza di Nestorovski in direzione Fiorentina – può arrivare Armenteros (Heracles Almelo).

SERIE C Vicenza scatenato: in arrivo Lanini (Juve, era a Matera), si tratta per Didiba (Perugia), nel mirino anche Romizi (Bari). Doppietta della Pro Piacenza con Beduschi (Vicenza) e Starita (Cesena, era a Vercelli). Gazzi dopo la risoluzione col Palermo si avvicina all’Alessandria. Il Cuneo ingaggia Boni (Verona, era alla Pistoiese). Rausa (Latina) firma con la Feralpi Salò. La Giana vicina a Foglio (Carrarese). Diop (Torino) può tornare al Modena. Giro di difensori: Sabotic (Reggiana) va al Pisa che cede Polverini al Sudtirol che libera così Bassoli per la Reggiana. Doppietta Carrarese con Zaccagno (Torino, era a Vercelli) e Dettori (Padova). Bis Samb: Tomi (Prato) e Miracoli (Carrarese). Il Fano a un passo da Varano (Cesena). Racing Club e Lucchese su Del Sante (Ancona). Scarpa (Sorrento) torna alla Paganese. La Juve Stabia definisce lo scambio Capece-Salvi con il Cosenza che ingaggia anche Bruccini (Lucchese) e Pasqualoni (Novara). Jidayi (Avellino) verso la Casertana. Quinto (Foggia) vicino alla Fidelis Andria. Infine doppietta dell’Akragas: Navas (Nocerina) e Parigi (Forlì).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
25/07/17 10:18 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
25/07/17 10:17 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
24/07/17 09:50 | Da Stellini al mitico Albè, tutte le panchine della C
Da Stellini al mitico Albè, tutte le panchine della C

In attesa delle cinque squadre da ripescare (le domande vanno presentate entro venerdì, il Consiglio federale le valuterà il 4 agosto) tute le 55 panchine di Serie C sono assegnate e presentano molte curiosità.

I NUOVI Sono 34 quelle cambiate rispetto a quelle che hanno chiuso lo scorso campionato. Molte novità sono legate ai giovani, ex calciatori che si affacciano nella veste di allenatore nel professionismo. Vanno quindi seguiti tecnici in rampa di lancio come Cristian Stellini, Claudio Bellucci, Fabio Caserta, Mauro Zironelli, Marco Zaffaroni, Salvatore Matrecano, Mauro Antonioli, Roberto Cevoli, Beppe Angelini, Paolo Bianco e Paolo Zanetti. Chi di loro, dopo le esperienze nei settori giovanili o nei dilettanti, confermerà il suo valore?

I VETERANI In campo anche alcuni volti noti che cercano un rilancio. Spicca il ritorno di Silvio Baldini, ma ci sono anche Cristiano Lucarelli, Pierpaolo Bisoli, Carmine Gautieri, il principe Beppe Giannini, Francesco Moriero, Gaetano Fontana, Valerio Bertotto, Alessandro Calori e Andrea Sottil, tutti allenatori che questa categoria l’hanno già fatta e che, per il nome che portano, avranno riflettori addosso.

ISTRIONI Tra gli altri invece ci sono veterani che ormai sono califfi della categoria. Come Eziolino Capuano e Gaetano Auteri, o Agatino Cuttone, Paolo Indiani, Leo Menichini e Fulvio Pea. Ma su tutti spicca Cesare Albè, che con i suoi 67 anni è il meno giovane del gruppo e non è certo una novità per questo campionato: questo per lui sarà la stagione numero 23 alla guida della Giana. Una vera istituzione.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
24/07/17 09:49 | Gazzetta: il mercato della serie B e serie C
Gazzetta: il mercato della serie B e serie C

Serie B Il Parma piazza il blitz e soffia Dezi (era a Perugia) al Bari. Oggi il centrocampista - uno degli elementi più ambiti in questo mercato - fa le visite mediche: è un’operazione da 1,5 milioni, con il Napoli che per i prossimi due anni manterrà la possibilità di riacquistarlo. Ma non solo. Sempre dal Napoli - l’incontro tra i manager Faggiano e Giuntoli è avvenuto a Madonna di Campiglio - gli emiliani si assicurano anche Roberto Insigne (era a Latina) in prestito con riscatto e contro riscatto in favore del Napoli. Inoltre lo stesso Parma è vicino all’esterno sinistro Pinto (Monopoli).
L’affare Dezi-Parma scatena un effetto domino per i centrocampisti. Il Bari a questo punto stringe per Colombatto (Cagliari, era Trapani), trattato a lungo anche dal Perugia che invece potrebbe virare su Cinelli (Chievo, era a Novara). Mercoledì infine può essere il giorno di Armellino (Matera) all’Entella, che può cedere Ammari al Cesena.
Riguardo gli attaccanti, la Cremonese ha un nuovo obiettivo: si tratta di Mokulu, appena rientrato dal Frosinone all’Avellino. Invece la Pro Vercelli è pronta ad accogliere Polidori del Pescara (la stagione scorsa all’Arezzo). E poi Maniero, che dal Bari è destinato alla Salernitana: in settimana si dovrebbe aprire e definire la trattativa. Sempre in settimana dovrebbe prendere una decisione il Venezia: o arriva Gilardino (Pescara), op- pure si punta su Zigoni (Milan, era alla Spal). Si riapre infine la pista Beretta (Milan, era a Carpi) per il Foggia.
Il Carpi sta valutando l’ingaggio del difensore Vitturini (Pescara). Oggi il Brescia incontra la Fiorentina per definire l’arrivo di Bagadur (era al Benevento); oggi dovrebbe firmare anche lo svincolato Di Santantonio (Mantova). L’Empoli aspetta il via libera della Roma per Seck e intanto cede Barba allo Sporting Gijion. Il Palermo ha chiuso per il portiere Pomini (Sassuolo) e si avvicina all’esterno Marcel (Nizza). Dopo la prova in ritiro, l’Avellino dovrebbe tesserare Molina (Atalanta). Infine l’Ascoli è vicino al prestito di De Santis dal Milan (era alla Paganese).

SERIE C Il Piacenza è vicino a Pederzoli (Venezia). Il Vicenza, oltre a Romizi (accordo triennale, oggi l’annuncio?), sono in arrivo Beruatto (Juve) e Giraudo (Torino). Avogadri (Pisa) verso il Bassano, che però potrebbe anche riprendere Toninelli dal Livorno. Cianci (Sassuolo, era ad Andria) va alla Reggiana. De Sena (Cuneo) è vicino al Ravenna. La Carrarese chiude per Cazè (Akragas). Un figlio d’arte per la Lucchese: è Baroni (Fiorentina), figlio del tecnico del Benevento. Lys Gomis (Lecce) firma con la Paganese. Il Francavilla ingaggia Di Nicola (Pescara, era a Taranto). Tafa (Palermo) è vicino al Monopoli. La Fidelis Andria vuole Catinali (Sicula Leonzio). Il Cosenza ci prova per Loviso (AlbinoLeffe), mentre la Reggina attende Tazza (Benevento).


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
24/07/17 09:48 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
24/07/17 09:47 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
23/07/17 10:46 | Gazzetta: il mercato della serie B e serie C
Gazzetta: il mercato della serie B e serie C

SERIE B I difensori al centro delle trattative. L’Empoli sta definendo l’arrivo di Luperto (era a Vercelli) in prestito dal Napoli, mentre il Frosinone anticipa il Bari nella corsa a Krajnc (Cagliari) che torna così in gialloazzurro. A proposito di centrali lo Spezia stringe per Capelli, svincolato dal Cesena che ha chiesto Padella al Benevento; Venezia e Brescia puntano Del Fabro (Juventus, era a Pisa). Molto attivo il Novara: presi Farelli (Trapani) come vice Montipo’ e il belga Katuma, 17 anni, dal Club Mouscron. Eguelfi (Atalanta) e Donkor (Inter) al Cesena. Ufficiale Signorelli (Spezia) alla Salernitana, che prende Radunovic (Atalanta, era ad Avellino).

SERIE C Scatenato il Vicenza del d.s. Zocchi che piazza tre acquisti: ecco De Giorgio (Crotone, era a Latina), Milesi (Atalanta, era a Modena) e Alimi (Atalanta, era a Forlì). Monni (Folgore Caratese) verso il Pro Piacenza. Sabba (Santarcangelo) torna a Ravenna. Sarà una Carrarese grandi firme: preso anche Contini (Ternana). Siena su Nossa (Como) e Mahrous (Genoa). Agostinone (Lecce) vicino alla Sambenedettese. Il Racing stringe per Fontanella (Floriana). Scoppa (Catania) e Bifulco (Matera) vanno al Monopoli. Doppietta Bisceglie con Lame (ex Cremonese) e Turmalaj (Ciampino). Il Matera vicino a Golubovic (NK Domzale). Marin (Sassuolo) e Gambaretti (Cremonese) vanno al Catanzaro. Bis anche del Trapani con Pacini (Novara) e Silvestri (ex Spal). Doppietta della Sicula Leonzio: Ferreira (Rende) e Russo (Bra). Altro colpo del Catania: Ripa (Juve Stabia).


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
23/07/17 10:44 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
23/07/17 10:44 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
22/07/17 11:10 | Gazzetta il mercato della C
Gazzetta il mercato della C

Tutte le 55 panchine di Serie C sono sistemate. Mancava quella della Viterbese, ultima squadra a mettersi in moto dopo il mancato passaggio di proprietà, ma adesso anche quella casella è sistemata: tocca a Valerio Bertotto (ex Bassano), mentre è confernatoil ritorno di Alessandro Luci come d.s.
Il Catania ha annunciato Davis Curiale (Trapani), che ha firmato un biennale, ma non è escluso l’arrivo anche di Ripa (Juve Stabia); vicino pure Bogdan (Vicenza). Ufficiale il nuovo attaccante della Pistoiese: è Ferrari del Genoa (era al Tuttocuoio); preso anche Regoli (Mantova). Il Vicenza oggi accoglie Luca Crescenzi (Lugano), è interessato a Salifu (Mantova), Giraudo (Torino) e Lanini (Juve, era a Matera). Si scatena il Catanzaro: presi Giannone (Ternana, era a Fondi), Nicoletti (Crotone) e Gambaretti (Feralpi Salò). E poi: Maza (Foggia) firma col Pordenone, Tomi (Prato) con la Samb, Castagna (Bari) va al Modena, Arboleda (Perugia, era a L’Aquila) all’Arzachena, Da Silva (era alla Lupa Roma) e Roma (era al Ciliverghe) vanno dal Chievo alla Fermana che ha chiesto Maurizi al Carpi, De Iulis (Nocerina) e il portiere Lewandowski (Avezzano) vanno al Teramo, Calò (Sampdoria, era a Pontedera) alla Juve Stabia, Lys Gomis e Fall (Andria) alla Paganese, Colonna (Bologna) al Francavilla, Mancino (Fidelis Andria) e Mazzocchi (Atalanta) al Siracusa.

NUOVO COMO Il gruppo Nocastro, insieme al romano Renzi, hanno rilevato il Como, che ripartirà dalla D: Ardito farà l’allenatore e Pruzzo il d.s.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
22/07/17 11:09 | Gazzetta: il mercato della serie B
Gazzetta: il mercato della serie B

La richiesta di Enzo Maresca è diventata un caso per l’Ascoli. Il nuovo tecnico (con Fiorin) vorrebbe avere in squadra l’esperto difensore Roberto Vitiello, svincolato dal Palermo, e il patron Francesco Bellini l’avrebbe accontentato. Ma l’operazione non si può fare. A stopparla è il codice etico interno in base al quale l’Ascoli non intende tesserare chi ha avuto squalifiche per calcio scommesse, come avvenuto nel caso di Vitiello ai tempi del Siena. «Ci sono delle regole e vogliamo rispettarle - ha spiegato il direttore sportivo Giaretta - quindi Vitiello non raggiungerà il ritiro di Cascia», cosa che sarebbe dovuta avvenire domani. Anche gli ultrà bianconeri - scottati dai precedenti - avevano pubblicamente mostrato di non gradire l’arrivo di Vitiello. La stessa decisione l’Ascoli la prese un anno fa per Lanzafame, quindi Maresca se ne farà una ragione. Ma non è questa l’unica grana in casa Ascoli. Dopo Cacia, anche Giorgi è sul mercato. Il capitano paga una foto pubblicata su Instagram che lo ritrae insieme all’attaccante, accompagnata da una frase che il patron Bellini ha ritenuto irriguardosa nei suoi confronti: poco importa che il centrocampista l’abbia rimossa. «Il regolamento interno va rispettato, soprattutto da un capitano. Parleremo con Giorgi e il suo procuratore e comunicheremo loro i provvedimenti» ha aggiunto Giaretta. Resta sul mercato anche Bianchi, mentre è fatta per l’arrivo in prestito di Baldini dall’Inter (era alla Pro Vercelli).

PUNTO PALERMO Presi il difensore centrale Bellusci (svincolato dall’Empoli) e, per 600mila euro, anche il centrocampista polacco Murawski (Piast Gliwice), nazionale Under 21 e atteso oggi in ritiro. In arrivo anche la punta Armenteros dall’Heracles Almelo in caso di partenza di Nestorovski in direzione Fiorentina.

ALTRE OPERAZIONI Oggi il Perugia accoglie in ritiro Cerri (Juventus, era a Pescara) e ha anche l’accordo per Zanon (Ternana) e Bandinelli (Sassuolo, era a Latina). Il Bari conta di annunciare a breve l’accordo con Dezi (era a Perugia) avendo già l’accordo con il Napoli e con il giocatore, ma dopo l’inserimento del Parma va registrato anche quello del Crotone e quindi l’annuncio slitta ancora; in ballo per il Bari c’è anche Bertolo (River Plate), ma è legato alle cessioni, oltre a Colombatto (Cagliari, era a Trapani), mentre l’accordo con la Salernitana per la cessione di Maniero è ancora distante. Accelerazione dell’Entella per Armellino (Matera): è lui il favorito per il posto libero a centrocampo e tra martedì e mercoledì si potrebbe chiudere. Per l’attacco del Parma spunta anche il nome di Falco (Bologna, era a Benevento), anche se l’obiettivo principale è Piccolo (Spezia). Fumata grigia tra il Foggia e Beretta (Milan, era a Carpi): l’attaccante ha sciolto le riserve in merito alla proposta biennale della società, ma il tecnico Stroppa al momento ha congelato l’affare.

PORTIERI Fermento infine sui portieri: Serraiocco (Brescia) ha firmato per il Carpi. Radunovic (Atalanta, era ad Avellino) è più vicino alla Salernitana (attraverso la Lazio) che al Cesena, dove a questo punto potrebbe arrivare Fiorillo del Pescara: al suo posto accanto a Pigliacelli può arrivare Perina (Cosenza). Imminente inoltre anche la firma di Pomini (Sassuolo) per il Palermo.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 
22/07/17 11:05 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
22/07/17 11:04 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
21/07/17 10:01 | Confermate le bocciature. Il 4 agosto le 5 ripescate
Confermate le bocciature. Il 4 agosto le 5 ripescate

Tutto come previsto nel Consiglio federale che doveva dire la penultima parola sull’iscrizione ai campionati. Sospirone di sollievo per i club in bilico: la Covisoc ha dato il semaforo verde per Akragas, Arezzo, Fidelis Andria, Juve Stabia e Modena. All’unanimità i consiglieri hanno dunque deciso per l’ammissione.

Le escluse restano Latina, Como, Maceratese, Mantova e Messina. A proposito del Latina: sembra che sia stato stoppato il tentativo di trasferimento del nuovo Racing Fondi nel capoluogo. Il format della C comunque non si tocca, Gravina lo ha detto e ribadito a più riprese, si rimane a 60 squadre e questo vuol dire aprire la porta a cinque ripescaggi. In due direzioni: le retrocesse e le vincitrici (o le perdenti, se non fossero in numero sufficiente) dei playoff di Serie D. E qui ci sono anche tante manovre in corso: molte rinunce, qualcuno che tenta di mettere a posto l’impianto in extremis, passaggi proprietari che possono aiutare versamenti a fondo perduto (300mila euro) e fideiussioni (200mila).

Il Lumezzane retrocesso ritiene di non dover pagare la cifra a fondo perduto. Per il resto, Triestina e Rende dovrebbero rientrare, mentre il Rieti è impegnato in una sorta di corsa contro il tempo. Si parla anche della Massese, più dietro di Varese e Virtus Verona. Le domande vanno presentate entro il 28, il Consiglio federale deciderà il 4 agosto.
Nel frattempo, il Tfn ha punito 4 società, 3 delle quali appena escluse: spicca il Matera (un punto per mancato pagamento dei contributi), mentre nei nuovi campionati di competenza sconteranno due punti Ancona e Messina, uno il Mantova. Infine oggi a Milano ci sarà il sorteggio della Coppa Italia maggiore.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
21/07/17 10:00 | Gazzetta il mercato della C
Gazzetta il mercato della C

Dopo Ciccio Tavano, un altro elemento di grande esperienza alla corte di Silvio Baldini, che riabbraccia Marco Marchionni (ultima squadra: Latina), 37 anni domani, nella sua Carrarese, che ha ingaggiato anche Cardoselli (Lazio) e Saporetti (Bologna).
Ottenuta la certezza per l’iscrizione, l’Akragas comincia a muoversi per la squadra e ha firmato il rinnovo con l’allenatore Lello Di Napoli, protagonista dell’ultima stagione. Salta invece la trattativa per la cessione della Viterbese al gruppo romano di Luca Tilia (mancato adempimento di alcune condizioni essenziali), quindi resta in sella Piero Camilli, che si è messo al lavoro per allestire la nuova squadra: con ogni probabilità il d.s. sarà Alessandro Luci (un ritorno), mentre a breve sarà concluso l’accordo con il tecnico, visto che la Viterbese è l’unica squadra con la panchina libera.

AL NORD Non è Pederzoli l’obiettivo del Vicenza, che a centrocampo va su Romizi (Bari): il regista del Venezia potrebbe andare al Piacenza, mentre lo stesso Vicenza è vicino a Crescenzi (Lugano) e ha definito l’arrivo di Bangu (ex Reggina) dalla Fiorentina. Il Padova insiste per Guidone, al quale però la Reggiana ha proposto un nuovo contratto. La Pro Piacenza si è assicurata Messina del Parma. Un arrivo per il Modena: è Tito (Foggia). Per il Monza invece c’è Carissoni (Torino, era a Monopoli).

AL CENTRO Il Pisa ha definito l’arrivo di Cernigoi (Vicenza) e tratta Pergreffi (Piacenza). La Lucchese ha ingaggiato Cardore (Viterbese). Molto attiva la Pistoiese: tesserati Quaranta (Ascoli) e Vrioni (Sampdoria), in arrivo Massoni (Carrarese), il portiere Biagini (Montemurlo), Ferrari (Genoa, era al Tuttocuoio), Mulas (Carpi, era a Tuttocuoio) e Rafati (Livorno). Doppietta Gubbio dalla Reggiana: Marchi e Pedrelli. Bis anche per l’Arzachena con Lisai e Casini (Torres). E' fatta per Ghinassi (Prato) al Fano e De Grazia (Ascoli) al Teramo.

AL SUD Il Catania, persi Arma ed Evacuo, è a caccia del bomber: nel mirino Curiale (Trapani) e Ripa (Juve Stabia), mentre per la difesa piace Bogdan (Vicenza). Il Cosenza insiste per Agyei (Benevento). Doppietta della Sicula Leonzio con Squillace (Fondi) e Marano (Viterbese). Un altro innesto per il Trapani: Minelli della Fiorentina (era all’AlbinoLeffe). Il portiere Forte (Maceratese) piace al Matera, che per il centrocampo ha chiesto Donnarumma al Benevento. Il Catanzaro ha ottenuto Riggio (ex Akragas) dal Crotone e contende Padovan (Juve, era al Pordenone) alla Casertana, che ha prelevato Tripicchio dal Crotone (era alla Reggina). Infine il dietro-front di Boccalari (Mantova), che ha deciso di lasciare il ritiro del Monopoli.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
21/07/17 09:59 | Gazzetta: il mercato della serie B
Gazzetta: il mercato della serie B

Dopo aver definito le cessioni, il Perugia sta cominciando a costruire la nuova squadra di Federico Giunti e il presidente Santopadre vuole regalarsi un grande colpo: l’obiettivo è Alino Diamanti. Ieri c’è stato un summit con gli agenti del trequartista in uscita dal Palermo e la trattativa è complicata, ma non impossibile: al momento Diamanti aspetta Samp e Swansea, ma non esclude il Perugia che, come alternativa, pensa a Fabbrini dello Spezia. Molto chiara invece la nuova trattativa per Gilardino che, chiusa la porta della Cremonese, adesso ha detto cosa vuole al Venezia. Oggi la squadra rientra dagli Usa e Inzaghi, dopo l’incontro con Tacopina, si vedrà con Perinetti per fare il punto sul centravanti (e il resto del mercato): Tacopina darà l’ok? Altrimenti si va su Zigoni, che dalla Spal è rientrato al Milan.
In dirittura d’arrivo l’affare Pomini: l’ex portiere Sassuolo sarà il vice Posavec. Per il centrocampo si continuano a seguire Cinelli del Chievo (era a Novara, interessa anche al Parma) e Fossati del Verona. Per la difesa, se parte Goldaniga, torna caldo il nome di Antei (Sassuolo). Per il centrocampo probabile arrivo del 23enne regista Murawski del Piast Gliwice: oggi l’incontro decisivo. Pista straniera anche per l’attacco, visto che lunedì è il giorno di Armentero (Heracles Almelo), un bomber nel giro della nazionale svedese: operazione da 1,5 milioni e contratto da 400mila a stagione per 4 anni.
L’Empoli ha ottenuto dalla Roma in prestito l’esterno sinistro Seck e ha fatto il sorpasso sul Cesena per ottenere Emmanuello (Atalanta, era alla Pro Vercelli); intanto è in uscita Barba, la cui cessione al Las Palmas (prestito con obbligo di riscatto) è ormai ai dettagli. La Salernitana ha piazzato il colpo Orlando: l’attaccante è stato ceduto dal Vicenza alla Lazio e poi sarà girato in prestito, nel frattempo ha già raggiunto il ritiro; oggi è atteso l’ok dell’Atalanta per il prestito del portiere Radunovic (era all’Avellino), mentre sono lunghi i tempi per chiudere la trattativa con il Bari per Maniero. L’Ascoli ha deciso di tesserare Vitiello per la difesa: contratto biennale, era svincolato dal Palermo. Definito uno scambio: Starita lascia la Pro Vercelli e passa al Cesena in cambio di Crialese (era al Bassano); a Cesena inoltre è ufficiale l’arrivo di Esposito (Vicenza), si lavora per Giacomelli.
Rigione (Chievo) non è ancora andato al Brescia perché spinge per il ritorno a Cesena. L’Entella, in attesa di Morosini, cerca una mezzala di spessore e ha chiesto Sciaudone allo Spezia, mentre per l’attacco ora il favorito è Cisse (Benevento). Lo stesso Spezia, se non riesce ad arrivare ad Eguelfi (Inter, era a Vercelli) che piace anche al Cesena, potrebbe virare su Anocic (Roma). La Ternana ha raggiunto un’intesa triennale con Bocalon: adesso serve l’accordo con l’Alessandria. Il Pescara, malgrado il ricco organico, continua a cercare un esterno offensivo: nel mirino ci sono Roberto Insigne (Napoli, era a Latina) ed Embalo (Palermo).

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
21/07/17 09:59 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
21/07/17 09:58 | Le prime pagine dei quotidiani sportivi
 
20/07/17 15:00 | Emmausso: "A Siena per il blasone del club"
Emmausso: "A Siena per il blasone del club"

Napoli, terra di talenti che a volte devono emigrare altrove per ritagliarsi gioie e soddisfazioni. Nel Siena di mister Michele Magnini milita Michele Emmausso, attaccante classe '97 che pochi giorni fa è approdato in bianconero in prestito dal Genoa. Un'annata strepitosa con la Boys Caivanese in Eccellenza (15 reti messe a segno alternandosi da esterno e punta centrale nello scacchiere di Ciro Amorosetti), tenuto a battesimo da mostri sacri del calcio campano e non, come Giuseppe Gelotto, Giuseppe Ciccarelli e l'ex Chievo Alfredo Cariello. Quindi il passaggio al Genoa, che a gennaiò lo girò al Taranto con cui pure è riuscito a ritagliarsi uno spazio apprezzabile siglando due gol (a Messina e Francavilla) in 11 presenze. Ora una nuova ed ambiziosa scommessa con la Robur.

Perché Siena?
"Innanzitutto devo dire che l'interessamento iniziale della Carrarese mi ha fatto molto piacere. Mi hanno cercato a lungo ma alla fine sono stato convinto dal progetto ambizioso del Siena, che tra l'altro è una società blasonata che rappresenta una piazza importante e dal grande passato".

Come è stato l'approccio col gruppo?
"Mi sono trovato subito bene. Mi hanno accolto come fossi già uno di loro e da parte dei più esperti c'è stata immediatamente grande disponibilità verso noi giovani".

Cosa ti porti dentro dell'esperienza di Taranto?
"Nelle difficoltà si cresce. Intanto devo dire che i sei mesi al Genoa e i successivi a Taranto sono stati per me molto formativi anche dal punto di vista tecnico. A Taranto è indubbio che la squadra sia mentalmente calata dopo la sconfitta di Messina, gli episodi che conosciamo e l'addio di alcuni big. E credo che in campo si vedesse. Il gruppo aveva dei buoni valori tecnici e poteva salvarsi tranquillamente. Ma forse era venuto a mancare l'entusiasmo giusto per provarci".

Come si sono evolute le tue caratteristiche tecniche in questi mesi?
"Io so adattarmi un po' in tutti i ruoli davanti. Posso fare l'esterno ma anche la prima o la seconda punta. In questi anni ho provato tutto. Anche a Caivano, nelle prime partite, sono stato impiegato come attaccante centrale. A mister Mignani piace giocare col trequartista e le due punte. Tre ruoli che posso interpretare senza problemi".

Dovrai ringraziare probabilmente in tanti per questo tuo percorso. Ma a chi ti senti più grato?
"Chi in ambito calcistico mi ha seguito negli anni standomi sempre accanto, è mister Paolo Anastasio. Ha sempre creduto in me e lo fa ancora. Gli devo tantissimo e gli voglio bene perché per me è un autentico punto di riferimento. Ma anche Vincenzo Pisacane e Luigi Matrecano mi hanno sempre trattato come un figlio".

Caivano ha rappresentato un po' il tuo trampolino di lancio. E avete mancato la promozione in D sul più bello con la partita-no contro il San Giorgio...
"Probabilmente influì la defezione di Giuseppe Gelotto che per noi era un elemento importante oltre che un uomo spogliatoio. La sua mancanza si sentiva e credo che il gruppo ne fosse uscito un po' destabilizzato".

Forse c'è qualcuno a cui dedicherai i tuoi futuri successi...
"Mia madre, che purtroppo non ho più. Mi ha sempre incoraggiato in ogni momento della mia vita. Ho iniziato quest'ennesimo capitolo del mio percorso calcistico sapendo sempre che lei mi segue ed è la mia forza".

Fonte: TMW

 
20/07/17 09:58 | Mulinacci: “Organico su cui si può lavorare”
Mulinacci: “Organico su cui si può lavorare”

Circa sessanta tifosi bianconeri hanno assistito ieri all’amichevole tra la Robur e la Neania. Tra questi il presidente dei Fedelissimi Lorenzo Mulinacci. «Sono soddisfatto di come sta nascendo la nuova Robur – ha detto –, una squadra costruita, senza fretta, con tranquillità. Sono stati presi giocatori di categoria, oltre a giovani che possono fare bene. È vero, mancano ancora gli ultimi innesti, ma Mignani e Vergassola hanno già a disposizione un organico in larga parte formato e composto da uomini che possono sviluppare le loro idee tattiche». 

«L’anno scorso, in questo periodo, non sapevamo neanche se avremmo preso parte al campionato – ha aggiunto Mulinacci –, oggi possiamo essere fiduciosi e spero che possa essere ricreato entusiasmo intorno a questa squadra».
Al termine dell’amichevole molti tifosi hanno preso parte alla cena organizzata dalla Neania presso i locali della contrada Il Poggio di Castel del Piano.

Fonte: La Nazione

 
20/07/17 09:57 | E’ una Viterbese fantasma. Iscritta, ma manca tutto
E’ una Viterbese fantasma. Iscritta, ma manca tutto

All’appello manca solo la Viterbese. La squadra gialloblù è l’unica, tra quelle ammesse al campionato di Serie C, a non avere ancora ufficializzato l’allenatore e a non aver programmato data e luogo del ritiro, pur dovendo già esordire il prossimo 30 luglio nella Coppa Italia maggiore. E la situazione potrebbe non sbloccarsi in tempi brevi. Il patron Piero Camilli aveva espresso la volontà di lasciare alla fine della scorsa stagione. Da quel momento varie cordate si sono presentate dal lui e proprio lo scorso fine settimana sembrava si fosse giunti ad un accordo con un numeroso gruppo di Roma il cui legale è Luca Tilia, ex presidente di Martina e Casertana. La cordata ha già scelto il nuovo allenatore: Riccardo Bocchini, ex Martina, Castel Rigone e Gualdo Casacastalda, il cui annuncio sarebbe dovuto avvenire questa settimana non appena formalizzata la cessione. Fino a ieri, però, la cordata non aveva ancora presentato la documentazione e le garanzie necessarie per rilevare la società. «Sto aspettando – ha detto Camilli – ma i tempi si stanno allungando di molto».
La cordata romana avrebbe chiesto altre 24 ore per cercare di regolare il tutto. A questo punto però la trattativa potrebbe anche saltare e in questo caso la soluzione non avrebbe tempi brevi. Nemmeno le altre cordate che si erano presentate, infatti, avevano dato le garanzie richieste da Camilli, che ha iscritto la squadra ma ribadisce: «Io non resto».

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
20/07/17 09:54 | Gazzetta il mercato della C
Gazzetta il mercato della C

Il Vicenza si veste da... Venezia. Dopo aver definito l’accordo per il difensore Malomo, il tavolo della trattativa si è allargato aggiungendo altri nomi di protagonisti della promozione in B con la squadra di Inzaghi che si sono detti disposti a trasferirsi alla corte di Colombo: per il centrocampo è quasi fatta per Pederzoli (l’alternativa era Moro della Cremonese), per l’attacco invece s’è cominciato a parlare di Ferrari che, dopo aver valutato altre proposte, ha messo Vicenza in cima alla lista.

AL NORD L’ambizioso Pordenone ha chiesto l’attaccante Maza al Foggia e intanto ha ottenuto il giovane Silvestro in prestito dal Bologna. La punta invece l’ha trovata il Renate, che ha preso Guido Gomez (Catanzaro). Il Monza è a caccia di difensori: il primo potrebbe essere Tentardini del Padova, ma ci sono contatti anche per Rondanini del Siena e Messina del Parma. Definito il passaggio del giovane Zambataro dall’Atalanta al Padova.

AL CENTRO E’ fatta per il passaggio dell’attaccante Doumbia dal Lecce al Livorno. Molto attiva la Pistoiese che ha piazzato tre colpi: il difensore svizzero Rossini dal Sassuolo (era al Livorno) e i giovani Vrioni dalla Samp e Zappa (era al Pordenone) dalla Juventus. Invece la Lucchese ha prelevato l’attaccante Bortolussi dal Sansepolcro ed è vicina a Cardore (Viterbese). Scatenato il Gavorrano che ha inserito in rosa anche Laudicino (Ostiamare), Papini (Nocerina), Tissone (Sampdoria) e Mosti (Juventus). La Fermana affida la porta all’esperto Ginestra (Casertana). Molto ambiziosa la Samb che ha tesserato anche Patti (Catanzaro) e vuole Tomi (Prato). Il Gubbio ha ripreso Bergamini dal Bologna, mentre l’Arzachena accoglie Taufer dell’Inter (ma era a Trapani).

AL SUD Sta nascendo il nuovo Catanzaro che, dopo aver blindato Maita con un triennale e ufficializzato Di Nunzio (Südtirol), ha l’intesa con l’Entella per il prestito dell’ambito Puntoriere. Un giovane anche al Cosenza: è Trovato (Fiorentina). Molto fermento in Sicilia con il Trapani che ha prelevato Bajic dalla Cremonese, mentre il Catania punta su Mendez (Roma), la Sicula Leonzio ha ufficializzato il giovane Cozza (Igea Virtus) e infine il Siracusa ha tesserato Magnani (Lumezzane).

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
20/07/17 09:53 | Gazzetta: il mercato della serie B
Gazzetta: il mercato della serie B

Il tavolo era apparecchiato, il pranzo è iniziato, ma al momento del conto le parti si sono divise. La Cremonese (forse definitivamente) rinuncia ad Alberto Gilardino. La trattativa di ieri mattina, che con molta fiducia era stata sventolata alla vigilia dall’entourage del giocatore, si è arenata per due motivi. In primis la proprietà della Cremonese non ha gradito che Gilardino avesse deciso di aspettare non solo una chiamata dalla Serie A (ci può stare), ma anche qualcuna dalla B (vedi Parma e Venezia). E poi la richiesta economica (500mila euro per due stagioni) è stata ritenuta eccessiva. Per la Cremonese adesso resta viva l’idea Gomez (Verona) e poi non sono esclusi nuovi tentativi per Granoche (Spezia) e soprattutto Cacia (Ascoli). Niente Gila a Cremona dunque, ma non è detto che le porte della Serie B non siano pronte per accoglierlo in quello che sarebbe il suo debutto in questa categoria. Perchè la proposta del Venezia, adesso, è quella più concreta. Più che una proposta, al momento, è stato un invito: l’ha fatto il suo fratello maggiore Pippo Inzaghi, che l’ha buttata lì al Gila. Ora però bisogna sedersi al tavolo per trattare. E se arriva l’ok di Tacopina, stavolta il colpo si potrebbe fare, altrimenti il Venezia si concentrerà sul primo obiettivo Zigoni del Milan (era alla Spal), che dopo aver detto no all’Entella è tentato anche dalla Ternana. A proposito di Venezia: tesserati i giovanissimi Barlocco e Rossi, svincolati dal Como.
La giornata ha visto come protagonisti i difensori. L’Empoli ha fatto un bel colpo prendendo (prestito con obbligo di riscatto a un milione) Romagnoli dal Carpi, ma cerca un altro giocatore che potrebbe essere Luperto (Napoli, ma era alla Pro Vercelli): in questo caso però bisogna vincere la concorrenza del Frosinone. Invece D’Elia è del Bari: l’ex esterno del Vicenza ha fatto le visite mediche a Roma e oggi verrà ufficializzato. Quindi l’Avellino, che ha definito l’ingaggio del centrale Suagher in prestito dall’Atalanta (la stagione scorsa era stato prima a Carpi e poi a Bari).
Dopo l’ottima stagione di Perugia, è normale che Dezi (rientrato al Napoli) sia un giocatore molto ambito. Su di lui si sono buttati in molti, ma alla fine se la giocano in due: il Parma nei giorni scorsi ha tentato il sorpasso sul Bari, ma alla fine la sua destinazione sembra essere proprio la Puglia, dove Dezi ha già giocato nei primi sei mesi del 2016. A proposito di Bari: l’agente dell’esterno argentino Bertolo (ex Palermo) assicura di essere vicino all’accordo, ma si attendono conferme.
Maniero ha lasciato il ritiro del Bari per raggiungere quello della Salernitana: vanno comunque trovati gli accordi sia tra le società che quella con l’attaccante, ma dopo tanti tentativi di approdo a Salerno questo sembra essere quello buono. Il Carpi ha preso l’attaccante Romanic dalla Stella Rossa in prestito con obbligo di riscatto, mentre il Milan ha proposto il ritorno del portiere Gabriel. Al Perugia, dopo il ritiro con il Sassuolo, arriverà Bandinelli (era al Latina), e per il centrocampo si insiste anche con il Cagliari per avere Colombatto (era a Trapani), mentre è ufficiale il ritorno di Dossena dall’Atalanta. Il Brescia sta valutando la cessione di Bisoli al Parma e ha seccamente smentito una trattativa per la sua cessione alla stessa Atalanta; in entrata per lo stesso Brescia sono sempre aperte le già citate trattative con Petriccione, Soumarè, Bunino e Bandini, mentre è slittato l’arrivo di Rigione (ex Cesena) dal Chievo. Ufficiali infine alla Pro Vercelli gli innesti dei giovani Barlocco (Juventus, era all’Alessandria) e Ghiglione (Genoa, era alla Spal).

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 
20/07/17 09:44 | Le prime pagine dei quotidiani locali
 
Media Partners
ARE
Siena TV
Canale 3
ok siena
FISSC
Vitabyte