IL SONDAGGIO

Vota il miglior giocatore di Pisa-Siena

Manuel Gerolin si aspettava una gara difficile e sperava però di vincerla: "Sapevamo che era una partita difficile contro una squadra forte. Per noi quindi questo è un punto interessante. Abbiamo una partita in meno da giocare e un punto in più verso la salvezza".

Il potenziale dell'Udinese è noto: "Hanno l'attacco della Nazionale, è una squadra compatta, forte.  Noi abbiamo avuto una buona reazione, anche se  oggi non abbiamo espresso un gran calcio".

Che effetto fa veder giocatori che si ha scoperto? " Fa piacere vedere Felipe, Zapata e Sanchez che crescono bene, ma non mi fa alcun effetto particolare".
Fonte: udineseblog.it

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Mister Marino a fine gara commenta così la gara con il Siena, dominata ma dove si è sprecato tanto: “siamo stati un po' sfortunati oltre a qualche errore davanti alla porta: l'importante è arrivare a concludere spesso, in un campo difficilissimo, dove hanno subito squadre importanti. Oggi abbiamo dimostrato di voler fare sempre la partita, abbiamo subito poco e dalle immagini abbiamo messo davanti alla porta un nostro giocatore.

La partita rha ricordato un po' quella dell'anno scorso dove “più o meno la prestazione c'è stata ed è stata comunque positiva il che dimostra la crescita in fase di attenzione e fisica. Non abbiamo commesso errori sui calci piazzati limitando gli avversari. Abbiamo perso due punti e Ferronetti: questa è la cosa triste. Credo che per un po' non ci sarà”

Note positive comunque ci sono: “Felipe e Obodo sono il risvolto positivo e quest'ultimo ha fatto molto bene. Adesso che abbiamo tante partite e avere tanti giocatori è una cosa positiva. Ferronetti mi ha costretto a far giocare Zapata che rientrava dalla nazionale e aveva condizioni che mi devono far fare considerazioni per giovedi. Ci sono giocatori che hanno recuperi più veloci altri meno. Abbiamo fatto rifiatare Isla e Sanchez. Abbiamo altri come Domizzi e quindi possiamo alternare”

L'infortunio di Ferronetti comunque potrebbe creare problemi sulla destra: “eventualmente c'è Isla come terzino: la squadra ora sta portando avanti un sistema di gioco dall'inizio che non cambierà per via di un infortunio. E' chiaro che vedremo le esigenze e in qualche partita possiamo cambiare qualcosa anche in base alla forma dei singoli specie in questa fase dove la squadra si è ripresa”

Dopo l'1-0 abbiamo dimostrato di non cedere, come a Napoli o col Bologna. La squadra non si arrende imponendo un ritmo sempre più alto”

Il tecnico poi aggiunge che “se si vedono gli episodi a volte queste partite si perdono: l'importante è aver creato ed è tornata a giocare in maniera armonica. C'è tanto movimento senza palla, e si hanno più opzioni”

Infine altre note positive e una considerazione sul campionato e sulla Uefa:“Asamoah gioca tanti Assume la stessa importanza del campionato: siamo in una situazione di metà classifica ma ci sono 14 partite da giocare. Mai mollar sia nel caso della salvezza che dell'alta classifica. Alla fine l'anno scorso abbiamo fatto lo sforzo alla fine e siamo quasi arrivati alla zona Champions. L'importante è dare il massimo sia in Uefa che in campionato”

Fonte: udineseblog.it

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Le doti tecniche di Di Natale non sono in discussione, ma il gesto offensivo rivolto alla curva del Siena dall’attaccante della nazionale è un fatto grave. La soddisfazione di aver segnato un gol si può esprimere in mille modi, ma sicuramente non con la derisione di un pubblico, tra l’altro nel corso di una partita dove non ci sono stati episodi contestati o particolare tensione tra i ventidue in campo. Non solo, le due tifoserie sono gemellate i friulani che hanno invaso Siena sono stati accolti in amicizia e cordialità. Per tutti questi motivi non riusciamo a capire il perchè del gestaccio di Di Natale, calciatore da Nazionale, uomo da poco. (a.g.) Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Giampaolo è contento per il pareggio ottenuto contro l’Udinese: “Abbiamo sofferto, ma non era facile contro l’Udinese, che è una grande squadra. Abbiamo giocato come dovevamo fare, cercando di fermare l’Udinese che ha dimostrato di aver superato il momento di difficoltà. La prestazione del Siena va valutata in base alla forza degli avversari”. Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

E’ un punto d’oro quello conquistato oggi dal Siena. In evidente calo di condizione, la Robur è riuscita ugualmente a tener testa ad un Udinese ritrovata dopo la crisi di qualche tempo fa. Il tasso tecnico dei vari Di Natale, Quagliarella e Inler si è fatto sentire e aver ottenuto un pareggio non è proprio da gettare via. Giampaolo ha scombussolato un po’ le carte, inserendo Ghezzal dietro le due punte Maccarone e Amoruso, ma l’esperimento non ha dato i frutti sperati, tanto che alla ripresa ecco riproposto Kharja ad aiutare gli attaccanti. Poche occasioni per il Siena, qualche errore clamoroso sotto porta dei friulani e quando la partita si stava avviando verso un noioso pareggio, ecco il rigore, giustissimo, decretato dall’arbitro Pinzani. Maccarone si vede parare il tiro, ma sulla respinta ribadisce a rete per l’uno a zero del Siena. L’Udinese, dopo qualche minuto di sbandamento, riprende ad attaccare e riesce ad ottenere il pari con Di Natale, autore al momento dell’esultanza di un gesto offensivo ed immotivato verso la curva senese. Nei minuti finali le due squadre si limitano a controllarsi e il pareggio sta bene ad entrambe. Un pari giusto che fa vedere il bicchiere mezzo pieno anche al Siena. In casa la voglia di raggiungere sempre e comunque i tre punti deve considerare anche la forza degli avversari e soprattutto la classifica. Il punticino conquistato oggi ci fa tenere immutate le distanze (7 punti) dalla zona calda e ci fa aumentare il vantaggio dal Lecce. Avremmo voluto di più, ma dopo aver visto le due squadre in campo, come si fa a non essere soddisfatti? Antonio Gigli
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

SIENA-UDINESE 1-1 (0-0)

MARCATORI: 5' Maccarone (S), 27' st Di Natale (U).

SIENA (4-3-3): Curci; Zuniga, Portanova, Brandao, Del Grosso; Vergassola, Codrea (1' st M. Coppola), Galloppa; Maccarone, Ghezzal, Amoruso (1' st Kharja ). (Eleftheropoulos, A. Rossi, Ficagna, Jarolim, Calaiò). All. Giampaolo

UDINESE (4-3-3): Handanovic; Ferronetti (12' pt Zapata), Coda, Felipe, Pasquale; Inler, Obodo, Asamoah; Pepe (17' st Sanchez), Quagliarella, Di Natale (42' st Isla). (Belardi, Domizzi, Zimling, Floro Flores). All. Marino

ARBITRO: Pinzani di Empoli.

NOTE: pomeriggio abbastanza freddo, terreno in buone condizioni. Ammoniti Di Natale (S), Vergassola (S), Inler (U), Galloppa (S), Zuniga (U). Recupero 2' pt, 3' st. Spettatori 15.000 circa
Fonte: Gazzetta.it

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Lungimirante come pochi, Paolo De Luca il 29 novembre 2003, alle ore 11,45, nell’Aula Magna dell’Università di Siena, presentò il progetto del nuovo Rastrello, una struttura che avrebbe dovuto migliorare l’attuale impianto adeguandolo alle normative della Lega Calcio.

Vi proponiamo alcune immagini, magari potrebbero anche servire…….

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
FISSC
 
La notizia che non si farà il nuovo stadio è di quelle che potrebbero nascondere, da quanto si può capire leggendo attentamente l’articolo di Francesco Meucci, più di un’interpretazione. Il campo delle ipotesi è vasto e, in assenza di dati concreti, lasciamo ad ognuno dei nostri lettori la facoltà di interpretare quanto riportato nel corpo dell’articolo che, in alcuni punti, sembra essere in contrasto con il titolo, netto e preciso.

Di certo esiste una situazione in cui, davanti ad una richiesta di grandi  strutture sportive, la città si trova in difficoltà a rispondere positivamente alle richieste.

Da una parte si chiede un palazzetto per salire ancora più in alto, dall’altra dei campi di allenamento e uno stadio (va bene anche il Rastrello) per poter sopravvivere nel massimo campionato di calcio.

Forse sarebbe opportuno mettere sul tavolo le esigenze di Siena e Mens Sana, valutare serenamente le priorità e trovare un’adeguata soluzione che aiuti, in ugual misura, ambedue le grandi realtà.

Sia ben chiaro, e scusate se ci ripetiamo, che la nostra filosofia è quella, nell’ambito delle reali possibilità,  del tutto a tutti e non quella, meschina, del niente a nessuno ma ci piacerebbe che un argomento così importante, per i tifosi e per le due società, venga preso in considerazione nella globalità.

Siamo un club di tifosi e come tali sappiamo qual è il nostro ruolo e i confini entro cui muoverci,  ma ogni realtà deve essere inserita nel contesto in cui opera e a Siena, ogni tifoso della Robur, è un piccolo proprietario della società, non solo della sua storia.

Chiedere quanto sopra ci sembra legittimo e corretto, degno di una giusta considerazione. Troppo spesso e in tutti i contesti, nel nostro paese si è portati a parlare dei massimi sistemi trascurando il quotidiano e chi questo anima, ovvero la gente comune, in questo caso i tifosi. Ma siamo così sicuri che i tifosi servono solo come coreografia e sbaglino sempre quando escono da questo ruolo?(Nicnat)

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Antiche dimore
 
Riportiamo un articolo pubblicato sul nostro sito il 1 dicembre alle ore 16,27. Come è facile constatare già tre mesi fa avevamo annunciato quello che oggi è di pubblico dominio, spiegando anche i motivi economici che avrebbero portato allo stop.

L’articolo in questione, si concludeva sollevando alcuni problemi legati al Rastrello e formulando alcune domande che, ora più che mai, sono di grande attualità.

Il nuovo stadio che sarebbe dovuto nascere all’Isola non è mai piaciuto sia per la collocazione ma, soprattutto, per il progetto da qualcuno definito “all’avanguardia” ma da noi subito battezzato “Bidet”, per la forma inusuale, molto simile al sanitario.

Non sappiamo quali saranno i futuri sviluppi ma, indipendentemente da quanto accadrà, non possiamo fare a meno di notare che quando il compianto Paolo De Luca chiese di costruire lo stadio a proprie spese, gli fu risposto picche.

Ci sembra quanto meno originale che a distanza di cinque anni si auspichi un intervento diretto dell’AC Siena nella realizzazione dell’impianto partecipando, oltretutto, alla realizzazione di uno stadio in cui non ha espresso, in fase di progettazione, alcun parere.

 

CLAMOROSO: SALTA IL NUOVO STADIO?

 01/12/2008 - 16.27

 

Grosse nubi si stanno addensando sulla costruzione del nuovo stadio.

La  crisi economica internazionale e gli interventi della finanziaria sulle entrate degli Enti Locali,  potrebbero portare l’Amministrazione Comunale di Siena a rivedere alcuni interventi di spesa già preventivati e, tra questi, il nuovo stadio di Isola d’Arbia.

Secondo alcune voci che abbiamo raccolto, l’impegno economico sul nuovo stadio rischierebbe di paralizzare qualsiasi altro intervento per almeno tre o quattro anni, situazione improponibile e che avrebbe indotto gli amministratori ad una nuova valutazione.

Nonostante la meticolosa ricerca di notizie in merito, non abbiamo avuto nessuna conferma ufficiale ma, dai riscontri che abbiamo effettuato, è risultato che il problema esiste davvero ed è, più o meno,  nei termini in cui l’abbiamo espresso e che difficilmente il nuovo stadio sarà realizzato.

Se la notizia verrà confermata dai fatti, si aprirà il problema stadio visto che sono ormai tre anni che il Siena gioca al Franchi solo grazie ad una deroga della Lega e della Commissione di Vigilanza, deroga concessa in attesa del nuovo stadio.

Verrà adeguato il Rastrello? Saranno possibili altri interventi strutturali, così come richiesto dalla Lega o non sarà più possibile aggiungere nemmeno uno strapuntino? Sarà il Siena a costruirsi il suo stadio? Sarà lo sponsor? O andremo a giocare a Perugia?

Tanti interrogativi che attendono una risposta che noi, come è nostra abitudine, aspettiamo fiduciosi.

 

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Mangione
 
L’A.C. Siena informa che dalla giornata di lunedì 16 febbraio saranno in vendita, al costo unitario di € 25,00, i biglietti del settore ospiti per la gara Roma– Siena di sabato 21 febbraio alle ore 18,00.
I biglietti potranno essere acquistati presso le seguenti rivendite Lottomatica di Siena e Provincia:

- Tabacchi Panfili Claudio, Via Fiorentina 8, Siena
- Guideri Daniela Tabacchi, Via Banchi di Sotto 33, Siena
- Tabaccheria L’Angolo, Via Grossetana 2, Siena
- Tabacchi Montagnani, Via Pisana 61, Poggibonsi

La Società ricorda inoltre che, per le disposizioni vigenti, i biglietti del settore ospiti potranno essere acquistati fino alle ore 19,00 di venerdì 20 febbraio.

Tosoni Auto
ESTRA
 
Il Siena Club Fedelissimi organizza un pulman (G.T.) per la trasferta a ROMA di sabato 21 febbraio (ore 18.00). La partenza è alle ore 14 da San Prospero. La spesa è di 20 €. Per i soci del Club 17 €. Acconto 5 €. Prenotazioni presso il FILUSE’ BAR in Via C. Battisti fino ad esaurimento dei posti.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Queste gli accoppiamenti degli ottavi di finale del 61° Torneo di Viareggio. Le partite si giocheranno martedì 17. Juventus-Lazio e Genoa-Palermo in diretta tv. I Siena affronterà i fortissimi danesi del Midtjylland che hanno vinto il girone 9 a punteggio pieno battendo l’Atalanta, la Rappresentativa di serie D e il Novara. La partita si disputerà a Monterotondo Marittimo  (GR). Questi gli altro accoppiamenti:

Viareggio (ore 15): Juventus-Lazio
San Giuliano Terme (ore 14.30): Inter-Vicenza
Empoli (ore 15): Reggina-Spartak Mosca
Romaiano di San Donato (ore 15): Torino-Cisco Roma
Quarrata (ore 18): Genoa-Palermo
Rosignano (ore 15): Sampdoria-Rappresentativa Serie D
Pontedera (ore 15): Fiorentina-Maccabi Haifa
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Rete ivo
 

La squadra ha effettuato questo pomeriggio sul campo di Colle Val D'Elsa la seduta di rifinitura. Per la gara di domani contro l'Udinese il tecnico Marco Giampaolo non avrà a disposizione Frick che ha accusato un problema muscolare nel corso della partita contro l'Islanda ed ha effettuato un lavoro differenziato. Sono 21 i giocatori convocati dal tecnico Marco Giampaolo per la gara di domani contro l'Udinese:
Portieri: Curci, Eleftheropoulos.
Difensori: Belmonte, Brandao, Del Grosso, Del Prete, Ficagna, Portauova, Rossi, Zuniga

Centrocampisti: Codrea, Coppola, Galoppa, Kharja, Jarolim, Vergassola, Zito.
Attaccanti: Amoroso, Calaiò, Ghezzal, Maccarone
Indisponibili: Rossettini, Manitta, Frick, Guadalupi

Squalificati: nessuno

Diffidati: Portanova, Vergassola, Amoroso.
Probabile formazione: Curci, Zuniga, Brandao, Portanova, Del Grosso, Codrea, Vergassola, Galoppa, Kharja, Amoroso Maccarone.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

Marino avrà un bel da fare a mettere insieme la squadra da mandare in campo a Siena. Almeno secondo quanto afferma lo stesso allenatore in conferenza stampa: "Il problema non è solo Isla. Anche Sanchez e Zapata sono rientrati solo ieri dopo un lungo viaggio. C'è più di un dubbio sulle condizioni dei giocatori". Infatti ripete che "oggi è l'unico giorno in cui possiamo lavorare tutti assieme, per cui dovrò fare diverse valutazioni: vedere come stanno fisicamente e se hanno riposato abbastanza dopo i rispettivi viaggi.

C'è da tenere presente che la prossima settimana c'è anche la gara di Uefa e quindi, adesso che abbiamo più giocatori a disposizione, vedere se è possibile fare alternanze".

Obodo è pronto per giocare una partita intera? "Tutti sono pronti per giocare, la condizione generale da gennaio in poi è migliorata. Domani però è difficile ipotizzare la formazione, perchè ci sono tanti interrogativi e verifiche da fare".

Intanto domani c'è il Siena: "Una squadra che ultimamente ha fatto ottime partite. Ha perso contro squadre forti in maniera immeritata, come ad esempio contro l'Inter. In quella partita anche Mourinho ammise che il Siena meritava di più. E' una squadra ben equilibrata, organizzati bene dietro ma anche davanti, dove Kharjà non dà riferimenti, si muove bene. E ci sono buone alternative in Maccarone, Ghezzal e Calaiò. Prevedo una partita molto equilibrata, al di là degli episodi: spero che a far la differenza sia qualcuno dell'Udinese".

Il Siena in casa ha preso solo 6 gol: "L'ho detto, sono una squadra equilibrata, magari fanno anche pochi gol. Non sarà una partita facile, sono una squadra ben organizzata. Dovremo essere bravi a sfruttare ogni difetto altrui" .

Il Mr ricorda la gara della passata stagione: "Facemmo una prestazione positiva. Anche se prendemmo subito un gol che si poteva evitare, ci fu una reazione positiva e comunque un approccio iniziale ottimo".

Siena e Udinese hanno lo stesso obiettivo, la salvezza: "In classifica non siamo molto distanti dal Siena, per cui questo diventa uno scontro diretto in questo momento". 

Con la certezza, però, che l'organico dell'Udinese è qualitativamente superiore: "In realtà quando ci si trova in certe situazioni diventa difficile, perchè queste squadre sono più abituate a lottare. Quando si entra nelle sabbie mobili diventa più difficile uscirne".

Fonte: udineseblog.it

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Non mancano i problemi dell'ultimo minuto a Marino: con Isla e Sanchez tornati un po' affaticati dalla trasferta col Cile anche a causa del fuso orario, si è aggiunta l'assenza nella rifinitura di Lukovic che non è stato nemmeno convocato. Per il resto la rifinitura si è svolta senza nessun altro problema tra esercizi fisici all'inizio e tattici con partitella finale.

questa la lista convocati:

Portieri: Belardi, Handanovic, Koprivec.
Difensori: Coda, Felipe, Domizzi, Ferronetti, Pasquale, Sala, Zapata.

Centrocampisti: Asamoah, Inler, Isla, Obodo, Tissone, Zimling.
Attaccanti: Di Natale, Floro Flores, Pepe, Quagliarella, Sanchez.

Indisponibili: Lukovic
Squalificati:
D'Agostino (1)

Diffidati: nessuno

Probabile formazione: Handanovic, Ferronetti, Coda, Domizzi, Felipe, Pepe, Inler, Obodo, Pasquale, Quagliarella, Di Natale.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Precisamente un mese fa i rappresentanti della tifoseria organizzata avevano incontrato il Sindaco. Sotto riportiamo il resoconto dell’incontro pubblicato su questo sito il 14/01/09.

 

Si è tenuto questo pomeriggio un incontro con il Sindaco di Siena, Maurizio Cenni, chiesto dalla tifoseria organizzata.

Erano presenti i rappresentanti  del S.C. Fedelissimi, S.C. Corrente Bianconera, S.C. Valdarbia e della Curva Robur.

Nel corso del cordiale incontro sono stati affrontati vari argomenti tra cui il nuovo stadio, il centro sportivo e la situazione societaria.

Circa il nuovo stadio, il Sindaco ha ribadito che la struttura verrà fatta sicuramente anche perché si incorrerebbe in pesanti penali. Il fatto nuovo è rappresentato dalla possibilità di intervenire sulla spesa con un capitale misto pubblico-privato, in pratica un’apertura alla società bianconera che se vorrà, potrà partecipare alla costituzione del capitale evitando così, a costruzione avvenuta, di corrispondere una quota di affitto al Comune di Siena.

Attualmente è stato dato mandato ad un advisor, prassi richiesta dalle leggi vigenti, di individuare attraverso un dettagliato studio,  il capitale necessario alla esecuzione dell’opera e, a fine marzo, il tutto sarà portato in Consiglio Comunale che delibererà o meno sulla sua realizzazione. In caso di approvazione verrà presentato alla città il progetto ed il plastico, e i lavori prenderanno il via entro il 2009.

Cenni ha poi confermato che lo stadio sarà totalmente coperto e che, nel caso sia richiesto un ulteriore aumento della capienza, verrà costruita un’ulteriore tribuna di circa 4.000 posti nella curva riservata all’auditorium. Saranno costruiti 3 campi di dimensioni regolari e tantissimi spazi che la società potrà utilizzare come foresteria, sede, museo, palestra, ecc….

Riguardo all’attuale impianto, il Sindaco ha ribadito che la deroga riguarda solo la capienza, mentre tutto il resto, sia dal punto di vista della sicurezza che della logistica, è perfettamente in regola con quanto richiede la Lega ed impone la legislatura vigente.

Si è quindi parlato del centro sportivo. Maurizio Cenni ha riferito che qualche tempo addietro ha avuto un incontro con la società nel corso del quale ha consegnato tutta la documentazione relativa alla zona dell’Acquacalda. Da allora non avrebbe più avuto nessun ulteriore contatto con il Siena. Le uniche notizie che ha ricevuto sono arrivate attraverso una intervista rilasciata da Sandro Federico.

Ha ribadito la totale disponibilità dell’Amministrazione Comunale per cercare di superare qualsiasi problematica  legata alla costruzione del centro sportivo, l’importante, ha ribadito, sarebbe incontrarsi e parlarne.

Ultimo argomento affrontato la situazione societaria alla luce delle ultime vicende. Il primo cittadino ha espresso la sua fiducia nei confronti dell’attuale proprietà che fino a questo momento ha sempre fatto fronte a tutti gli impegni e che mantiene un costante colloquio con la Banca, sponsor della stessa società.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Il Comune non costruirà più lo stadio a Isola d’Arbia. O meglio non lo farà in prima persona, lasciando il compito ai privati e limitandosi a realizzare le opere accessorie, vale a dire la viabilità e i servizi. La decisione era nell’aria da tempo ed è stata ufficializzata ieri mattina dal sindaco, Maurizio Cenni, nel corso di un incontro per illustrare i contenuti del bilancio di previsione. Il documento avrebbe dovuto contenere la previsione di spesa per l’avvio dei lavori del nuovo stadio, visto che è convinzione diffusa che il cantiere possa aprire fra le fine dell’anno e i primi del 2010. La legge finanziaria, però, impone un patto di stabilità sempre più rigido agli enti locali e, nel caso di Siena, il tetto massimo di investimenti è pari a circa 20-22 milioni di euro. Per lo stadio ne servono 80 di milioni, cifra che se messa a bilancio avrebbe sballato ogni criterio e congelato, di fatto, la capacità di spesa dell’amministrazione. Di qui la decisione di stralciare dal progetto le opere pubbliche, di cui si farà carico l’amministrazione, lasciando ai privati la costruzione dell’impianto vero e proprio.
Il meccanismo è semplice: l’amministrazione pubblicherà un bando per l’importo complessivo dei lavori detratta la stima dei futuri ricavi provenienti dalla gestione dello stadio e, soprattutto, degli spazi commerciali adiacenti. Al privato spetterà di anticipare questa somma, avendo in garanzia la gestione dell’impianto per un numero preciso di anni. Mentre, l’amministrazione contribuirà con una somma che non incida sul patto di stabilità. Secondo il sindaco, la nuova procedura non dovrebbe influire sui tempi di costruzione. Certo è che adesso bisogna trovare i privati che costruiscano il nuovo impianto. Dato l’investimento servono imprenditori con buona capacità di spesa e interessati a un investimento a lungo termine. L’attenzione va subito al Siena Calcio che diventerebbe così una delle poche società di serie A in possesso di uno stadio di proprietà. Bisogna vedere cosa ne pensa Stronati. (Francesco Meucci)
Fonte: La Nazione

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Sono circa 500 i tifosi friulani attesi domenica prossima a Siena. E' quanto emerso a seguito del tavolo tecnico che si e' tenuto stamani nella sede della Questura della citta' toscana. I tifosi ospiti raggiungeranno Siena a bordo di pullman e mezzi propri. Nessuna misura organizzativa straordinaria e' stata pianificata ai fini dell'ordine pubblico, visti i buoni rapporti tra le due tifoserie.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
E’ on line IL FEDELISSIMO che sarà in distribuzione a tutti gli ingressi dello stadio domenica in occasione di Siena – Udinese. In questo numero oltre agli articoli di attualità di Nicola Natili, Antonio Gigli e Jacopo Rossi, interviste esclusive:
- Massimo Cherubini ad Attilio Perotti e Gil Voria
- Angela Gorellini a Nicola Amoruso
- Tommaso Refini  a Valerio Bertotto
- Tommaso Salomoni racconta la storia dell’Udinese
- Presentazione della tifoseria ospite.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
E' appena rientrato dall'impegno con la Nazionale elvetica a Ginevra e Gokhan Inler è già con la testa a Siena: "Abbiamo solo due giorni per preparare la gara tutti assieme e dobbiamo farlo con la massima concentrazione. Adesso ci occuperemo subito della tattica della gara". Inler ricorda il confronto in terra toscana della scorsa stagione: "Anche l'anno scorso è stata una partita difficile, perciò sappiamo che dobbiamo chiudere bene gli spazi. Sarà una gara molto tattica, loro pur avendo molti giovani in squadra giocano bene: noi però dobbiamo imporre il nostro gioco per arrivare alla vittoria. Il periodo buio è alle spalle, noi pensiamo positivo. Siamo ripartiti bene e dobbiamo dare continuità a questo periodo".

Sette punti in tre partite sono un bel bottino. Viene voglia di tornare a pensare in grande: "Noi non guardiamo la classifica, ma pensiamo a partita per partita. Dobbiamo giocare sempre come contro la Juve, fare bene e dimostrare le nostre potenzialità. Vogliamo ottenere i risultati dello scorso anno, ma per ora l'obiettivo primario rimangono i 40 punti".

A Siena non ci sarà D'Agostino. Quanto peserà la sua assenza? "Lui è uno che fa gioco e sicuramente mancherà. Ma siamo tutti bravi e ci impegneremo ancora di più per colmare la sua assenza".

Giovedì riparte anche la Uefa. Una competizione su cui puntate molto: "Sinceramente adesso pensiamo solo al Siena. Al Lech penseremo dopo questa trasferta".

E' un pò di tempo che Inler non segna. A Siena potresti riprendere quella bella abitudine: "Purtroppo da un pò le porte si sono rimpicciolite" Scherza così il centrocampista svizzero che poi si fa serio e conclude: "L'importante è che la squadra faccia bene, non importa chi segna".

Fonte udineseblog.it

Tosoni Auto
Rete ivo
 

L’A.C. Siena informa che domenica 15 febbraio, in occasione della gara di campionato Siena-Udinese, verrà distribuito ai tifosi un questionario. La Società invita i propri sostenitori a partecipare numerosi ringraziandoli anticipatamente per la collaborazione.
Fonte: acsiena

Tosoni Auto
ESTRA
 

Si sono allenati regolarmente con il gruppo Brandao, Ghezzal e Kharja rientrati dagli impegni in nazionale, in gruppo anche Codrea che ieri aveva effettuato una seduta di scarico. Zuniga rientrato nel pomeriggio dalla Colombia si allenerà domani.

Fonte: acsiena

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Allenamento pomeridiano per i bianconeri sul campo di Acquacalda.
Frick che aveva accusato un problema al flessore destro durante Liechtenstein-Islanda, ha effettuato un lavoro differenziato e non sarà disponibile per la gara di domenica. Seduta differenziata per Manitta e programma personalizzato per Rossettini.
La squadra tornerà in campo domani pomeriggio a Colle Val D’Elsa per la seduta di rifinitura.
Fonte: acsiena

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Esce sconfitta la Primavera dallo Stadio dei Pini di Viareggio nella terza gara della fase eliminatoria contro lo Spartak Mosca per 3-2. La vittoria assicura allo Spartak la fase successiva perché pur chiudendo a pari punti con il Siena, vanta una migliore differenza reti. Ma passa alla fase successiva anche la formazione bianconera tra le migliori seconde, nel gruppo A, insieme a Palermo e Maccabi Haifa.
I bianconeri di Baroni sono partiti molto bene e con un gran tiro al volo di destro da fuori area di Romano si sono portati in vantaggio al 13’ del primo tempo. E’ Yakovlev con un destro dal limite che al 19’ ristabilisce la parità, ma Giannetti di sinistro riporta i bianconeri in vantaggio al 44’. Il primo tempo si chiude con il Siena in vantaggio per 2-1.
Dopo circa un quarto d’ora di gioco della ripresa il Siena si lamenta per un rigore non fischiato su Spada tirato giù in area dal portiere russo Gubin, passa solo un minuto e Ivanov esce sui piedi di Bazhev che cade e l’arbitro Tasso fischia il calcio di rigore trasformato dallo stesso Bazhev al 17’.
Il terzo gol dei russi viene messo a segno da Ozobic che approfitta di una uscita di Ivanov e a porta vuota porta in vantaggio lo Spartak.

Di seguito il tabellino della gara

SPARTAK MOSCA
Gubin, Gultyaev, Kozhevnikov, Kadeev, Tumenko, Yakovlev, Maleev, Bazhev, Ananidze, Kireev, Ozobic
A disposizione: Chezhiya, Khodyrev, Fomin, Kozlov, Komissarov, Potapov, Badyautdinov
Allenatore: Dmitry Gunko

SIENA
Ivanov, Capogrosso, Mannini (29'st Re F.), Romano, Castaldo, Malquori, Bigeschi, Del Colle (43' st Buchel), Larrondo, Spada (43' st Kouko), Giannetti
A disposizione: Gori, Checchi, Menna, Mugelli, Conte, Di Cosimo
Allenatore: Marco Baroni

Arbitro: Tasso di La Spezia
Assistenti: Schenone, Amoretti

Ammonizioni:
25' pt Tumenko, 5' st Spada; 17' st Ivanov
Marcatori: 13' pt Romano; 19' pt Yakovlev; 44' pt Giannetti; 17' st Bazhev (rig.); 22' st Ozobic
Angoli: 3-1
Recupero: 0'pt, 3'st
Primo tempo: 1-2

Fonte: acsiena

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Questo pomeriggio alle 15,00 allo Stadio dei Pini di Viareggio la Primavera sfiderà lo Spartak Mosca nella terza ed ultima gara della fase eliminatoria decisiva per il passaggio agli ottavi di finale della Coppa Carnevale. I bianconeri guidano il girone 5 con 6 punti ma per avere la matematica certezza del passaggio alla fase successiva non devono assolutamente perdere. L’altra partita è Club Nacional-l’Empoli. Si può seguire la diretta della partita sul sito di Raisport all'indirizzo:
http://www.raisport.rai.it/dl/RaiSport/PublishingBlock-47d1dd37-f6a4-4d2a-a433-b9428db9e9f7.html

SPARTAK MOSCA: Gubin, Gultyaev, Kozhevnikov, Kadeev, Tumenko, Yakovlev, Maleev, Bazhev, Ananidze, Kireev, Ozobic
A disposizione: Chezhiya, Khodyrev, Fomin, Kozlov, Komissarov, Potapov, Badyautdinov
Allenatore: Dmitry Gunko

SIENA: Ivanov, Capogrosso, Mannini, Romano, Castaldo, Malquori, Bigeschi, Del Colle, Larrondo, Spada, Giannetti
A disposzione: Gori, Checchi, Buchel, Menna, Mugelli, Re, Kouko, Conte, Di Cosimo
Allenatore: Marco Baroni
Arbitro: Tasso di La Spezia
Assistenti: Schenone, Amoretti

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
La redazione del sito www.gianlucacurci.it dedicato al portierone bianconero ci comunica che da alche giorno ha rto su facebook uno spazio dedicato a Gianluca e ai suoi tifosi: http://www.facebook.com/home.php?ref=logo#/group.php?gid=29304452116&ref=ts

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
clean sanex
 
Siena-Udinese verrà arbitrata dal Sig. Riccardo Pinzani, 31 anni imprenditore di Empoli. Assistenti saranno Biasutto e Perri. Quarto uomo Pierpaoli. Pinzani ha diretto il Siena una sola volta in Lazio-Siena (1-1) del 13/04/08. Non ha mai diretto l'Udinese. In tutto l'arbitro empolese ha arbitrato 4 gare in serie A. Queste le designazioni arbitrali per la 24a giornata di Serie A:

Atalanta-Roma: Morganti (Copelli, LIon, IV° Giannoccaro)
Cagliari-Lecce: Stefanini (Bernardoni, Masotti, IV° Ciampi)
Chievo-Catania: Bergonzi (Di Fiore, Franzi, IV° Mazzoleni)
Genoa-Fiorentina: Rizzoli (Romagnoli, Nicoletti, IV° Romeo)
Inter-Milan: Rosetti (Calcagno, Ayroldi, IV° Trefoloni)
Juventus-Sampdoria: Orsato (Stefani, Faverani, IV° Gervasoni)
Lazio-Torino: Saccani (Petrella, Grilli, IV° Velotto)
Napoli-Bologna: Banti (Carrer, Carretta, IV° Tozzi)
Reggina-Palermo: Ayroldi (Pugiotto, Cariolato, IV° Celi)
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
I Clubs autorizzati possono accedere allo stadio per attaccare i loro striscioni domenica mattina dalle ore  10,45 alle ore 11,45. L’A.C. Siena comunica che in occasione della partita Siena –Udinese in programma domenica 15 febbraio alle ore 15,00, i cancelli d’ingresso dello stadio “Artemio Franchi - Montepaschi Arena” verranno aperti alle ore 12,45.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Debutto in casa per il bianconero Ghezzal che con la nazionale algerina ha vinto per 2-1 in amichevole contro il Benin ad Algeri. Abdel Kader Ghezzal che ha giocato tutta la partita ed ha segnato al 35’ del primo tempo e servito l’assist per la seconda rete. Queste le sue dichiarazioni al termine della partita: "Non potevo sperare in un miglior debutto in casa in Algeria e di fronte ad caldo e numeroso pubblico. Ho voluto così accontentare i fans in modo speciale. Per me questo è solo l'inizio perché non avete ancora visto nulla. Ho intenzione di marcare ancora e mi auguro anche altri reti durante i playoff. Dopo il mio gol, il mio primo pensiero è andato ai miei genitori, perché so che li ha resi felice di vedere segnare per l'Algeria. "
Fonte. Fedelissimi
Tosoni Auto
Elettronorge
 
Domenica scorsa Manuel Gerolin, ex calciatore dell'Udinese e Capo degli osservatori della società friulana, era al Friuli per studiare la prossima avversaria del suo Siena. E certamente ne avrà tratto indicazioni utili. Udineseblog lo ha contattato in esclusiva per avere una sua opinione sul prossimo match tra friulani e senesi. Gerolin è arrivato a Siena un anno e mezzo fa assieme all'ex Dg dell'Udinese Roberto Zanzi. I due hanno da subito fissato come obiettivo la crescita della società toscana su modello dell'Udinese. Oggi, il progetto iniziato nell'estate del 2007 è in piena fase di lavorazione. Secondo Gerolin "sta andando benissimo. Abbiamo trovato giovani interessanti, la squadra sta facendo un campionato discreto  giocando un buon calcio".

Un progetto i cui tempi non solo sono rispettati, ma "siamo addirittura avanti. Sappiamo che non è semplice, ogni anno cerchiamo di fare un piccolo passo avanti. La scorsa stagione abbiamo conquistato la salvezza e quest'anno, nonostante la competizione sia sempre agguerrita, puntiamo a raggiungerla tranquillamente. La città, i tifosi, l'ambiente tutto sono di grande aiuto perchè ci sostengono nel miglior modo possibile".

Obiettivo salvezza che è lo stesso dichiarato dall'Udinese: "Non credo proprio che queste siano le pretese dell'Udinese. Quelle dei friuani sono certamente superiori alle nostre. Noi qui abbiamo tanti giocatori che verrebbero volentieri ad Udine. Per il Siena la salvezza è un piccolo scudetto, per questo vogliamo arrivare il prima possibile ai 40 punti. Non credo proprio, nonostante le dichiarazioni, che l'Udinese si accontenti della salvezza. Conosco i Pozzo, sono 15 anni che parlano di salvezza: con una squadra così mi sembra pochino pensare ai 40 punti".

Domenica era in tribuna a vedere Udinese-Bologna. Che idea si è fatto sull'Udinese che ha visto? "L'Udinese ha giocatori come Di Natale, Quagliarella, Sanchez, gente che ti può risolvere la partita in qualsiasi momento. Sono l'arma in più dell'Udinese. Domenica ha giocato benino, ma non ha fatto una grande prestazione. A dimostrazione che con grandi giocatori anche senza la prestazione si può vincere. In fondo, l'Udinese ha il tridente azzurro. Noi dovremo stare attenti".

Sarà una gara diversa da quella dell'andata, come è diversa l'Udinese: "In realtà l'Udinese è sempre quella. E' il Siena che è cambiato. Stiamo crescendo come squadra e come gruppo. Certamente faremo la nostra partita, e venderemo cara la pelle. Da quando sono qui non ho mai battuto l'Udinese. Chissà che questa non sia la volta buona!"

Che partita aspettarsi, quindi? "Una bella partita tra due squadre che giocano un buon calcio. Noi quest'anno in casa abbiamo sbagliato poco, speriamo di continuare la tradizione positiva".
Fonte: www.udineseblog.it

Tosoni Auto
Stone Fly
 

“La risposta è stata positiva, non solo per il risultato ma anche la prestazione della squadra è stata ottima.” – ha dichiarato Gianluca Curci – “Alla fine meritavamo anche qualcosa in più ma venendo da due sconfitte consecutive diciamo che quello conquistato a Genova è stato un buon punto. Dobbiamo proseguire con i risultati positivi a partire da domenica.”
Quanto c’è da fidarsi di un’ Udinese che danno in crisi?
Non è in crisi assolutamente ho visto le ultime due partite e non mi sembra in crisi. Ha giocatori di grande livello ma non solo singolarmente, l’Udinese è un’ottima squadra nel suo complesso, dall’allenatore, al portiere, ai centrocampisti. Sono completi, sono molto pericolosi, noi dovremo fare il massimo ancora più di quanto abbiamo fatto a Genova perché sarà ancora più difficile.
Dovrai fare molta attenzione contro l’attacco dell’Udinese Hanno tre o quattro giocatori da nazionale, sono molto pericolosi, ma non solo loro anche tutto il resto della squadra. Noi dovremo fare ancora più attenzione perché sarà davvero molto difficile, poi giocando in casa dovremo dare anche qualcosa in più e quindi non sarà facile.
E il Siena come sta?
Il secondo tempo con la Sampdoria li abbiamo messi lì nella loro metà campo, direi che stiamo bene. Abbiamo fatto un passo falso con il Lecce e in quell’occasione potevamo fare qualcosa in più, ma sia fisicamente che psicologicamente stiamo molto bene.
La partita di domenica scorsa è stata la dimostrazione che quando il Siena gioca da squadra riesce a fare veramente bene
Quando giochiamo di squadra possiamo mettere in difficoltà chiunque, è successo con la Sampdoria, con la Juventus, con il Milan per fare degli esempi, e con un pizzico di fortuna avremmo potuto portare a casa qualche punto in più che adesso sarebbe ancora più pesante. Però se giochiamo così tutte le squadre avranno difficoltà ad incontrarci sia grandi che
piccole. Siamo una buona squadra, un buon gruppo e possiamo dire la nostra.
Fonte: acsiena

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Non è riuscito a ripetersi, dopo il gol partita contro il Club Nacional di due giorni fa, ma è risultato anche oggi tra i migliori in campo. Stiamo parlando di Marcelo Alejandro Larrondo, prima punta di un Siena a punteggio pieno nel "Viareggio" e protagonista di un buon campionato, anche grazie alle giocate e ai gol di questo promettente attaccante argentino. Nato a Tunuyan il 16 agosto 1988, Larrondo è giunto a Siena nell'ultimo giorno di mercato della sessione estiva, il 31 agosto scorso. Arrivato per ricoprire il ruolo di quinta scelta nella prima squadra di Marco Giampaolo, sta dimostrando buone doti e feeling con la rete nella Primavera di Baroni. Centravanti decisamente alto (191 centimetri), è però longilineo, e tutto sommato leggero, visti i "soli" 79 km di peso. Questo lo rende comunque sgusciante, a dispetto della statura, e abile tecnicamente. Oltre ad essere un buon finalizzatore, come dimostrano i 6 gol segnati in campionato, è un'attaccante che tenere palla e far salire la squadra. La tecnica e la rapidità di tiro non gli mancano, e queste qualità si vanno a aggiungere ad una buona dose di altruismo e una naturale bravura di testa. Deve probabilmente migliorare dal punto di vista muscolare e caratteriale per poter essere preso seriamente in considerazione nell'ormai affollatissimo reparto avanzato della prima squadra.
Fonte: tuttomercatoweb

Tosoni Auto
Il Mangione
 

A TMW ha rilasciato questo commento sulla sfida e in generale sulla squadra: "Siamo molto soddisfatti per la vittoria, che va ad aggiungersi a quella di due giorni fa con il Club Nacional: sei punti in due partite sono un grande risultato. Vincere con una squadra forte ed organizzata come l'Empoli, che da anni cura molto il settore giovanile, dà prestigio e convinzione". Poi si sofferma brevemente sui suoi giocatori: "Siamo contenti anche perché in questa stagione tra le nostre fila si stanno mettendo in mostra quattro o cinque giocatori interessanti, dal futuro promettente".
Fonte: tuttomercatowb

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Uno solo l’ex della gara. Giovanni Pasquale, arrivato a Udine questa estate, ha vestito la maglia del Siena all’inizio della sua carriera, da gennaio a giugno del 2005, quando arrivo` in prestito dell’Inter. Con i toscani ha collezionato 14 presenze in serie A senza gol.
Fonte: datasport

Tosoni Auto
FISSC
 

Sfida tutta bianconera domenica pomeriggio allo stadio Artemio Franchi: Opposte ci saranno Siena e Udinese . Le due formazioni si sono affrontate, complessivamente, in 23 occasioni, di cui 11 in serie A e due in LegaPro Prima Divisione. In serie A sono cinque i confronti giocati nell’impianto toscano. Il bilancio degli scontri diretti e` leggermente in favore dei friulani che hanno conquistati due successi, altrettanti pareggi e una sconfitta. L’unico successo del Siena risale al 28 marzo 2004, 1-0, con gol di Flo. L’ultimo successo dell’Udinese e` il 3-2 del 15 ottobre 2005: la squadra all’epoca allenata da Cosmi si impose grazie alla fantastica tripletta di Di Michele. Chiesa e Bertotto firmarono le segnature per i toscani. L’ultimo pareggio e` datato 6 aprile 2008: 1-1 il finale con reti di Kharja e Floro Flores.In cinque incontri non sono mai stati concessi calci di rigore. In due occasioni sono state segnate cinque reti (il numero di segnature maggiore): in entrambi i casi (10 ottobre 2005 e 23 aprile dello stesso anno) i friulani si imposero per 3-2. Gli ultimi quattro incontri sono stati tutti in favore dei friulani che sono imbattuti, avendo conquistato due successi e due pareggi.
Fonte: datasport

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Ecco a voi il logo del mio nuovo fan club!
Le cose semplici e sobrie risultano molto spesso essere le piu' efficaci e da cio' che e' dettata la scelta di questo stile. Mantenendo la struttura del nostro gia' glorioso stemma della squadra, ho deciso di arricchirlo  con l'aggiunta di un canguro, segno inequivocabile della terra in cui mi trovo adesso (Australia), con la scritta del mio fan club, comprensiva dell' anno di fondazione (2008) posizionata all'interno di una fascia bianca che richiama il concetto degli stemmi araldici medievali. Tutto in onore della nostra Siena, antica citta' Medievale, e quindi cosa meglio di questo stemma puo' rappresentare l' orgoglio e lo spirito combattivo che da sempre ci contraddistingue da tutto e da tutti, ed attraverso i quali ogni anno riusciamo a lottare al pari di tutte le altre squadre della serie A ?
Sperando di non aver deluso le aspettative di ognuno di voi, auguro a tutti
una buona visione (ed apprezzamento !!!) del mio nuovo logo.
Luca Olmastroni Siena fan club Sydney

 

 

Complimenti Luca, il logo è veramente molto bello. Come promesso ci prendiamo l’impegno di realizzare uno striscione per mettere allo stadio.(Lorenzo)
Fonte. Fedelissimi

Tosoni Auto
ESTRA
 
Il Siena battendo l’Empoli per 2-1 al termine di una combattuta partita si porta al comando del proprio girone, ma la larga  vittoria dello Spartak Mosca lascia ancora in sospeso la qualificazione alla fase successiva. Sarà sufficiente un pareggio nella partita di venerdì contro i russi per accedere agli ottavi di finale.

Prossimo turno venerdì 13/02/09 alle ore 15.00:
EMPOLI - CLUB NACIONAL a Pozzi di Serravezza (LU) Stadio "Buon Riposo”
SPARTAK MOSCA – SIENA a Viareggio (LU) Stadio dei Pini "T. Bresciani"

GIRONE 5 Ris.
EMPOLI - SPARTAK MOSCA 2 - 1
SIENA - CLUB NACIONAL 1 - 0
EMPOLI - SIENA 1 - 2
SPARTAK MOSCA - CLUB NACIONAL 5 - 2
EMPOLI - CLUB NACIONAL  
SPARTAK MOSCA - SIENA  


Classifica G V N P GF GS Diff. Punti
SIENA 2 2 0 0 3 1 +2 6
EMPOLI 2 1 0 1 3 3 0 3
SPARTAK MOSCA 2 0 0 1 6 4 +2 3
CLUB NACIONAL 2 1 0 2 2 6 -6 0

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

EMPOLI: D’Oria, Caroti, Forino, Tonelli, Mori, Dumitru, Caponi, Fabbrini, Crafa, Lo Sicco (11' st Pucciarelli), Signorelli (1'st Tognarelli; 25'st Pupeschi)
A disposizione: Addario, Saponara, Pipieri. All. Donati

SIENA: Ivanov, Capogrosso, Mannini, Romano, Castaldo, Malquori, Bigeschi, Mugelli (20'st Spada), Larrondo, Re, Giannetti (38' st Del Colle)
A disposizione: Gori, Checchi, Buchel, Menna, Kouko, Ricci, Di Cosimo
All. Baroni

Arbitro: Palazzino di Ciampino
Assistenti: Gianlatini e Marrazzo.

Tribuna esaurita e numerosi personaggi presenti fra cui Federico e Gerolin del Siena, il presidente dell'Empoli Corsi, Giancarlo Antognoni e l'ex allenatore del Palermo Colantuono. Nutrita rappresentanza del Siena Club Fedelissimi con striscione.

Finale primo tempo: 0-0

13' st Bigeschi porta in vantaggio il Siena su passaggio di Larrondo. Si toglie la maglia per festeggiare e viene ammonito.
14' st pareggio di Pucciareli per l'Empoli.
37' st il Siena si riporta in vantaggio sul calcio d'angolo con gol di Castaldo.

Risultato finale: 1-2
Ammoniti: 11'st Mugelli, 36' st Mori
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Presentate nel pomeriggio nella sala stampa dello stadio “Artemio Franchi-Montepaschi Arena” le iniziative della Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti –Sezione di Siena.
La prima sarà giovedì prossimo al Teatro dei Rozzi dove andrà in scena “Punti di Vista”, uno spettacolo teatrale di danza e di musica con ingresso ad offerta libera.
L’A.C.Siena sosterrà in modo ancor più concreto la Sezione di Siena dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti in occasione della gara interna contro la Juventus il prossimo 24 maggio quando sarà possibile effettuare una visita oculistica gratuita all’interno di un camper attrezzato dell’Unione posizionato nei pressi dello stadio.
Uno degli intenti della sezione di Siena, come ha ricordato il presidente Massimo Vita oltre a quelli di assistenza per i ciechi ed ipovedenti, è infatti la prevenzione per far sì che ci siano sempre meno persone con problemi visivi.
“Siamo particolarmente contenti per la collaborazione dell’A.C. Siena, da soli non possiamo farcela non abbiamo né i mezzi nè gli strumenti ed è per questo che chiediamo spesso un sostegno che non sempre è facile trovare.” – ha dichiarato Massimo Vita – “In questo caso abbiamo trovato una porta non aperta ma spalancata, ho ricevuto fin dal primo incontro immediata risposta dal Direttore Generale Roberto Zanzi per sostenere le nostre iniziative.”
“Abbiamo dato massima disponibilità perché crediamo che queste attività siano utili ed indispensabili per tutti i non vedenti e ipovedenti.” – ha ricordato Roberto Zanzi – “Auspichiamo per questo che tutti possano recepire l’importante messaggio che lancia l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti e che ci sia la massima partecipazione all’evento di giovedì.”
Fonte: acsiena

Tosoni Auto
Stone Fly
 

“Dovevamo reagire e sono soddisfatto dal quel punto di vista.” – ha dichiarato Marco Giampaolo – “Per quanto riguarda la partita in sé abbiamo fatto un primo tempo di grande attenzione, di grande cura dei particolari, dove abbiamo concesso quasi niente alla Sampdoria e credo che gli abbiamo anzi creato dei presupposti di sfiducia.
Nel secondo tempo abbiamo fatto un altro tipo di partita dove abbiamo avuto più occasioni, dove la partita ha perso anche i connotati di un certo equilibrio e lì siamo stati bravi a non perdere la testa perché ci siamo ritrovati sotto di due gol immeritatamente e siamo stati bravi a mettere palla a terra e reagire con un certo raziocinio cosa che non avevamo fatto contro il Lecce.”
La partita è stata risolta da Massimo Maccarone, escluso dall'undici titolare
Quindici giorni fa dissi che Maccarone si stava allenando bene, è da venti giorni a questa parte che sta confermando questo trend. Il gol può essere anche un episodio fortuito della partita, ma è come lui è entrato in campo e in partita, è l’attenzione che ci mette durante la settimana che mi fa credere che possa tornare ai suoi livelli quelli che voi conoscete bene, anche meglio di me. Solitamente dico che le partite si preparano durante la settimana e nel tempo, se pensi di attaccare la spina la domenica è già tardi. Maccarone da venti giorni a questa parte si pone di fronte agli allenamenti così come ci si deve porre e lo vedo più vivo. Quando è subentrato ha tenuto in costante apprensione i difensori della Samporia.
Ci sono stati dei cambiamenti nell’undici iniziale domenica scorsa
Abbiamo cambiato qualcosa rispetto all’ultima gara. E' qui che viene fuori il vero spirito della squadra, come la squadra ha sempre lavorato, seguendo determinati principi. Devo dire che prima della gara e durante la settimana nello spogliatoio c’era la giusta tensione che poi è quella della partita. In linea generale la squadra ha sempre dato queste risposte positive.
Amoruso ha dato quella scossa che lei si aspettava?
Amoruso ha creato nuovi stimoli in tutti, che avrebbe creato una sana competizione lo avevo già detto, poi quando è entrato ha messo la sua esperienza al servizio della squadra, ha tenuto la palla, è stato pericoloso in area, ogni attaccante domenica ha dato il proprio contributo. Sono stati bravissimi i primi nel tenere la squadra corta e non far palleggiare gli altri, poi le squadre si sono allungate e Maccarone e Amoruso hanno cambiato tanto gli equilibri. Anche dopo il 2-2 sembrava che fossimo in svantaggio e la squadra ha sempre pressato alto e mantenuto ottimo spirito.
Fonte: acsiena

Tosoni Auto
FISSC
 
Dal comunicato del Giudice Sportivo, apprendiamo che Massimo Maccarone oltre al danno ha subito anche la beffa: Leggiamo:

MACCARONE Massimo (Siena): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento

falloso in area di rigore avversaria (Seconda sanzione).

Nonostante che tutti i moviolisti della domenica abbiano dimostrato che l’intervento su Maccarone poteva anche essere sanzionato con un calcio di rigore, il Giudice, attenendosi a quanto scritto dal mediocre Girardi, è andato per la sua strada. Complimenti a tutti e una domanda: non sarebbe opportuno applicare la prova TV anche in questi casi? Passi per il rigore non concesso ma sanzionare BigMac ci sembra proprio una grande ingiustizia. (nn)

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 
Cosmin Moti, dopo qualche mese trascorso a Siena,  è ritornato nella sua vecchia squadra, la Dinamo Bucarest. Il ritorno in patria non è stato indolore per l’introverso giocatore che era stato acquistato con fondate speranze di vederlo affermare definitivamente in Italia. “Non sono riuscito ad integrarmi nel calcio italiano, ci sono aspetti tattici che non sono facilmente comprensibili, ma da questa esperienza ho sicuramente imparato tante cose che saranno molto utili per la mia carriera. Ho aspettato tre mesi per  guadagnarmi il posto in squadra ma così non è stato. Quando ho capito che il Siena non avrebbe esercitato il diritto di riscatto ho preferito ritornare alla Dinamo anche se, economicamente, guadagnerò sei volte meno che a Siena ma ai soldi preferisco giocare e affermarmi, i soldi verranno dopo. Alla Dinamo lotterò per li titolo, ho questa possibilità e spero che l’allenatore mi darà questa possibilità.”

L’allenatore della Dinamo Mircea Rednic è ben lieto di questo e fornisce la sua chiave di lettura sull’avventura di Moti a Siena:

“ Il Siena era una squadra troppo piccola per un giocatore come Moti ma da quell’esperienza avrà sicuramente imparato molto circa la professionalità e la disciplina tattica. In futuro Moti potrà andare in una delle grandi squadre europee. Ora ci darà una mano per la conquista del titolo nazionale” (nn)

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
FISSC
 
Il sito Goal.com ha stilato un’ideale formazione che racchiude il meglio dei giovani che militano nella nostra serie A. Schierata con un 4-3-1-2 questa è la formazione dove hanno trovato posto due bianconeri:

Curci, Santon, Santacroce, Coda, Criscito; Guarente, Bentivoglio, Galloppa; Abate; Acquafresca, Paolucci.

Lusinghieri i giudizi espressi su Gianluca Curci: “ portiere proveniente dalle giovanili della Roma ed attualmente al Siena. Si è rivelato all'altezza della situazione, rimanendo saldamente titolare per tutto l'arco del campionato fin qui disputato. Parate importanti alternate a piccole indecisioni, che però sicuramente verranno limitate con il tempo. E' il portiere più giovane della Serie A, e certamente avrà una brillante carriera.”

Non da meno il parere su Daniele Galloppa: “è dei tre forse quello più conosciuto dati i suoi trascorsi nella primavera dei giallorossi. E' un centrocampista molto tecnico e che ama costruire il gioco con i suoi lanci lunghi negli spazi vuoti per gli inserimenti degli attaccanti. E' sicuramente al campionato della consacrazione, come dimostrano gli interessi di Napoli, Fiorentina e Genoa.”

Indubbiamente una bella soddisfazione per i due giocatori e per la società che ha sempre creduto in Gianluca e Daniele. (nn)

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Elettronorge
 
L’ex bianconero Ferruccio Mariani è stato nominato Direttore Generale del Pisa in sostituzione di Oreste Cinquini. Mariani ha militato nel Siena negli anni ’90 e fu al centro di un caso che suscitò qualche malumore tra i tifosi.

Max Paganini, allora presidente del Siena, lo nominò capitano e gli assegnò il ruolo di riferimento per tutta la squadra ma, dopo pochi giorni, lo cedette.  

Facciamo i nostri più sinceri auguri ad un ex giocatore, che ha sempre onorato la maglia bianconera, per il suo nuovo incarico. (nn)

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Elettronorge
 
Giornata di riposo per l’Udinese dopo l’importante vittoria di ieri contro il Bologna. Da domani si iniziera` a pensare alla delicata trasferta di Siena: la classica prova del nove per verificare se i friulani sono usciti definitivamente oppure no dal periodo di crisi. In Toscana non ci sara` D’Agostino squalificato, ma torneranno a disposizione Ferronetti e Quagliarella. Il tecnico Marno e` atteso da una settimana di lavoro non facile: saranno ben 11 gli assenti alla ripresa a causa delle convocazioni delle nazionali. (Datasport)
Fonte: Fedelissimi
Tosoni Auto
Stone Fly
 
Il capitano Simone Vergassola, autore con la Samp di una prova impeccabile, impreziosita anche da una rete importantissima, è entrato nella Top 11 stilata settimanalmente dal quotidiano sportivo la Gazzetta dello Sport, nell’ambito della Magic Cup. Un giusto riconoscimento per un giocatoreche non si risparmia mai e che, sempre di più, è il trascinatore dell’undici di Marco Giampaolo. (nn)

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
FISSC