CLEAN ACCCENT
Banca Cras
Ricci Bus
Audio Life
CLEAN ACCCENT

Prosegue solo nelle ricevitorie la prevendita dei biglietti per la partita Siena-Cosenza, in programma sabato 16 giugno alle ore 20:45 a Pescara.
Per i tifosi bianconeri saranno a disposizione i settori:
- Curva Nord (capienza di 4.888) 10 euro
- Tribuna Majella Laterale Nord (capienza1.840 ) 25 euro (ridotto 18 euro)
Il costo di ciascun biglietto sarà aumentato del diritto di prevendita di € 1,50.
Il circuito di vendita è listicket ed è possibile acquistare i tagliand nei seguenti punti vendita a Siena:

Tabaccheria Il Chiasso Largo - Via Rinaldini - 057740136
Tabaccheria Scacciapensieri - Via Nazareno Orlandi, 6 - 0577334040
Tabaccheria Panfili- Via Fiorentina, 8 - 057741619
Tabaccheria Narghile’ - Via Aretina 6 - 0577247641

Fonte: Fol


 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

La finale scudetto del campionato Berretti di serie C, che si e’ giocata tra Feralpisalo’ e Livorno al Centro Sportivo Poggio degli Ulivi di Citta’ S.Angelo (Pescara) davanti ad una tribuna piena. Ad aggiudicarsi il trofeo e’ stata la Feralpisalo’ allenata da Damiano Zenoni che ha vinto 4-2 sul Livorno di Luigi Pagliuca.

Ad andare in vantaggio sono stati i toscani al 9′ su rigore con Pallecchi a cui ha risposto al 21′ Bertoli.
Gli altri gol sono stati segnati nel secondo tempo: al 2′ st. di Bertoli (Feralpisalo’), al 22′ st di Turlini ( Feralpisalo’), al 40′ di Mandruccolo (Livorno) e al 45′ Kopani( Feralpisalo’).

A premiare la squadra vincitrice e’ stato Francesco Ghirelli, Segretario generale Lega Pro.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Paolo Tognarelli - ex giocatore

La maglia del Siena è e sarà per sempre nel mio cuore, mi auguro che questo mio pensiero sia di buon auspicio per questa importantissima partita. FORZA SIENA

Andrea Mariano - ex giocatore

Un grandissimo in bocca al lupo e speriamo di festeggiare tutti insieme. Siena sempre nel cuore. Un abbraccio a tutti!

Tonci Zilic - ex giocatore

Sempre Forza Robur Siena. Auguri a tutti tifosi e alla squadra.

Simone Baroncelli - ex allenatore

Spero di cuore che il Siena riesca a centrare l’obbiettivo perché proprietà squadra e città meritano ben al categorie ..... un grande abbraccio e vi aspetto in B

Riccardo Giovanardi - ex giocatore

Faccio tanti tanti in bocca al lupo per un ritorno in serie B, per sempre con voi!  Forza Robur

Totò De Falco - ex giocatore

Sabato è una giornata importante per la Siena calcistica. Finalmente dopo anni bui la Robur ha la possibilità di ritornare nel calcio di serie B. A Siena( città bellissima) ho vissuto due anni fantastici e mi è nel cuore. Faccio un grande in bocca al lupo alla squadra affinché il sogno si avveri. Per sempre forza Robur. 

LucaCavallo - ex giocatore

Un grande in bocca al lupo Mitica Robur per la finale... a tutta B...irra..

Marcello Campolonghi - ex giocatore

Dopo una cavalcata importante spero che la Robur centri l'obbiettivo che merita! Forza leoni!

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Francesco Mileto - ex giocatore

Auguro al Siena di poter raggiungere la serie B attraverso questa finale playoff anche perché così valorizzerebbero il lavoro fatto da noi in serie D con tanti sacrifici. E poi me lo auguro anche per la città e per i tifosi che sono da categorie superiori!

Fabio Carsetti - ex giocatore

Per lavoro da qualche mese sono a Ferrara ma seguo con grande entusiasmo le vicende del Siena...un grandissimo in bocca al lupo alla squadra e ai tifosi.... a presto

Pierluigi Cappelluzzo - ex giocatore

Sarebbe stupendo rivederci in Serie B! Mettiamocela tutta ragazzi, squadra e tifosi, tutti uniti! Forza Siena!!!!Un abbraccio a tutti e in bocca al lupo!

Sandro Federico – ex dirigente

...e sabato sarò in tribuna a tifare per la Robur!!! Già solo a risentire la Verbena, mi verranno i brividi. Ho grande fiducia in Michele e Simone, veri condottieri. Forza Siena il sogno si sta di nuovo avverando!!!

Paolo Grillo - ex giocatore

Faccio un grande in bocca al lupo ai miei ex compagni a tutta la società e specialmente alla gente di Siena che merita altri palcoscenici, per me è stato un onore giocare per quei colori

Kadher Diomande - ex giocatore

Auguro col tutto il cuore, il bene al popolo senese, dai genitori fino ai tifosi che mi dimostrato affetto calore amore considerazione!! ho apprezzo tantissimo questo gesto da parte loro!! Sto sabato deve essere veramente una guerra senza sconfitta, una guerra che deve portare sta bellissima piazza la Dove merita!! buona fortuna e Forza sempre Siena

Corrado Ravazzolo - ex giocatore

Il Siena a questa partita arriva caricato a mille avendo eliminato cammin facendo tutte le favorite alla promozione. Ecco perché  sono molto fiducioso al di là delle assenze perché si è visto un gruppo coeso che rema tutto dalla stessa parte. Il mister poi ha dimostrato di saperci fare dimostrando di essere il valore aggiunto di questa squadra. I tifosi poi hanno dimostrato grande attaccamento alla squadra della loro città e ora sognano di poter tornare in serieB. A loro e alla squadra va un grosso in bocca al lupo da parte mia e da tutti coloro che hanno a cuore la storia di questa società. Nella piazza del campo deve risuonare forte a Pescara.  Forza ragazzi

Mauro Marchisio - ex giocatore

Il Siena mi è rimasto nel cuore, ho seguito i Playoff con la speranza che ce la faccia ritornare in B. Mi auguro che sabato il Siena possa farcela, in bocca al lupo alla squadra, al mio amico Giorgio Rocca e Forza Robur!!!

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Sarà Luca Massimi della sezione di Termoli l'arbitro della finalissima dei playoff Siena-Cosenza in programma sabato alle 20:45 allo stadio "Cornacchia". Assistenti saranno Salvatore Affatato della sezione di VCO (Verbania-Cuneo-Ossola) e Marcello Rossi di Novara. Il quarto uomo sarà Simone Sozza di Seregno.
Massimi ha già diretto la Robur in tre occasioni:
2015-2016 Teramo-Siena 2-1
2016-2017 Siena-Alessandria 2-0
2017-2018 Siena-Olbia 1-0

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Luca Pinton – ex giocatore

A inizio anno avevo augurato fiducia e stima al mio capitano Michele !!! E stato un anno difficile e impegnativo . Forse si poteva vincerlo prima ma con i se e con i ma non si va avanti !!!! Sono arrivati quasi in cima al più bel obbiettivo dell’anno .... non sarà facile per le squalifiche ma , giocando in 12 ( tifoseria è sempre un uomo in più ) credo che possa vincere !!!! Sarei contentissimo per tutti voi visto che vi ho tutti nel mio cuore.

Mickael Varutti – ex giocatore

Faccio un grosso in bocca al lupo alla Robur per questa finale play off augurando  che il Siena ritorni nelle categorie che merita e dove deve stare...un abbraccio a tutti i tifosi (unici)!

Lorenzo Checchi – ex giocatore

Ho seguito tutto il campionato del Siena avendo avuto la fortuna di poter essere allenato da mister Mignani in Primavera, avendo potuto conoscere Vergassola quando andavo ad allenarmi in prima squadra e avendo lavorato negli anni anche con il preparatore Coralli e Spina, mister Signorini e  Argilli. Ho un fantastico rapporto anche con il Seg. Stefano Osti...Conosco la realtà di Siena benissimo essendo cresciuto sia come ragazzo che come giocatore in questa piazza e so i palcoscenici che merita e le realtà con cui si confrontava la domenica soltanto pochi anni fa. La maglia bianco nera la sento ancora addosso. Conosco qualche ragazzo che fa parte della rosa che ho incontrato o con cui ho giocato insieme negli anni. Mi sento soltanto di augurare a Siena e al Siena un grande sabato sera, da ricordare negli anni tra i tifosi e che possa riportare Siena nella categoria che merita la  piazza .. è stata una cavalcata bellissima e manca soltanto l’ultimo passo per compiere qualcosa di straordinario. Un grosso in bocca al lupo a tutta Siena e alle persone che ho avuto la fortuna di conoscere e si sono guadagnati sul campo la possibilità essere i protagonisti della finale play off. Sempre forza Siena .

Leonardo Terigi – ex giocatore

Voglio fare un augurio!!!!! Ho lottato con voi fino a gennaio e ho lasciato una famiglia vera dei ragazzi speciali che meritano tutto questo e meritano di prendere quello che gli spetta!!! Io sarò con il cuore a Pescara e tiferò insieme a voi perché la famiglia è la famiglia! Avanti Robur 

Robbie Kindt - ex preparatore atletico

Mando un grosso in bocca al lupo, di cuore, alla squadra del Siena, dove ho trascorso 5 anni stupendi e ricchi di soddisfazione anche per merito dei numerosi tifosi della Robur...e spero di incontrarvi prossimo anno in Serie B

Andrea Rascaroli – ex giocatore

Il tempo passa  ma ci sono emozioni che rimarranno incise nei nostri cuori, a noi Tifosi del Siena che abbiamo dato l’anima per tornare “al nostro posto”, ora siamo con voi più che mai ! prendiamo il volo… portateci SU! Forza ragazzi, Forza Robur!

Matteo Baiocchi – ex giocatore

Tutta la città sarà al vostro fianco, c’è da vincere l’ultima battaglia ancora contro tutto e tutti forza Roburrone. Non immagini quanto invidio chi scenderà in campo…. ci vorrei essere anche io!

Dario Saric – ex giocatore

Un grosso in bocca al lupo a questa squadra e a questa città che si meritano di tornare su dove conta. Speriamo che sabato si festeggi la promozione e si ricominci a sognare in grande. La città, la squadra , la società si meritano palcoscenici importanti

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Nemmeno il tempo della comunicazione ufficiale che già scatta la polemica. Motivo dello scontro è un comunicato apparso sul sito istituzionale della Regione Calabria in cui viene specificato che “in vista della finale di playoff di Lega Pro Cosenza-Siena, valida per la promozione in Serie B, in programma sabato 16 giugno allo Stadio Adriatico di Pescara, la Giunta regionale della Calabria, considerata l’importanza dell’evento, offre un treno charter di 450 posti ai tifosi del Cosenza”.

Il passaggio successivo sembra tipico di chi mette le mani avanti: “in tal modo la Giunta vuole essere vicina, così come lo è stata in altre occasioni recenti nei confronti delle altre squadre di calcio calabresi, alla Città di Cosenza e ai suoi supporter”. E non manca il virgolettato del presidente Mario Oliverio: “Desidero ringraziare l’amministratore delegato di Trenitalia Orazio Iacono e tutto il suo staff per la pronta disponibilità offerta assicurando un Freccia Argento”. La nota della Giunta precisa che “dettagli sulle modalità operative riguardanti i biglietti ferroviari saranno comunicati successivamente così come le informazioni sugli orari di partenza e di arrivo dalle stazioni di Cosenza a Pescara”.

La comunicazione, gradita a chi come il governatore è originario della provincia bruzia, è stata accolta con perplessità in diversi altri centri calabresi. Il sospetto è che durante questa legislatura, come nella passata, ci sia un’attenzione particolare per il territorio di provenienza del presidente.

E anche nel Pd, il partito di Oliverio (almeno finora), c’è chi storce il naso rilevando che, in tempi di magra, le risorse andrebbero gestite con estrema oculatezza e che le questioni centrali per la Calabria siano altre.

IL CODACONS

Protesta vibratamente anche il Codacons attraverso il suo vicepresidente Francesco Di Lieto, che tuttavia è catanzarese doc… Questo il testo del suo comunicato.

“Una Freccia d’argento. Questo è il regalo della Giunta regionale alla ricerca del consenso perduto. Un cadeau del valore di decine di migliaia di euro gentilmente offerto per consentire la partecipazione ad una partita di calcio. Ci sarebbe da chiedersi come mai non si è ancora pensato di offrire il pranzo e magari la cena…e, in caso di vittoria, perché no, anche un bel pernottamento.

Certo che nella regione più povera del paese – sostiene Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale del Codacons – assistere a cotanta attenzione per i passeggeri è lodevole. Magari ci aspetteremmo la stessa attenzione per chi è costretto a viaggiare ancora sulle vecchissime “littorine” in condizioni disumane. Per non parlare di chi viaggia sugli autobus. Ma evidentemente quei Calabresi sono figli di un Dio minore… in fondo loro il treno lo prendono solo per andare al lavoro e non certo per assistere ad una partita di calcio.

In questa eterna campagna elettorale si pensa solo ad accaparrare consensi e si finisce per sconfinare nel paradosso. Un “treno charter di 450 posti” si legge, pomposamente, nei comunicati diramati dalla Presidenza Regionale. Ci attendiamo ora che, per amor di patria, la Giunta organizzi “treno charter” per qualsiasi evento … perfino per i pendolari che, con spirito d’avventura, tutti i giorni viaggiano sulla linea Jonica.

La Calabria dei paradossi deve sopportare di pagare ai “tifosi” una comoda poltrona sulla Freccia d’Argento, mentre i “non tifosi” continuano a viaggiare sui carri bestiame. Possiamo anche sforzarci di capire che per motivi di sicurezza – continua Di Lieto – siano spesi soldi pubblici per scortare i tifosi, nell’intento di prevenire incidenti, ma che si giunga perfino a pagargli il biglietto con soldi pubblici, ci sembra leggermente esagerato. Come sarà giustificata la spesa non è dato saperlo e per questo motivo il Codacons presenterà un esposto. L’amara considerazione è che in Calabria – conclude Di Lieto – per viaggiare comodi e gratis …bisogna essere tifosi”.

Fonte: www.iachite.com

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Armando Colafrancesco – ex giocatore

Siena è una città meravigliosa che merita di avere la squadra di calcio nei campionati che contano. Il calore dei suoi tifosi è pari a quello del Palio e da una marcia in più alla squadra. I miei 3 anni calcistici a Siena mi sono rimasti nel cuore e quindi faccio un grandissimo in bocca al lupo alla squadra e a tutti i tifosi. Forza Siena.

Manuel Rustici

Questo sarà il sabato più importante di tutta la stagione, poiché con grande gioia e a gran voce possiamo dire che, il Siena è arrivato ai Play Off e si giocherà l’ultimo posto per la promozione in Serie B. Avendo giocato in questa grande squadra, vederla arrivare a questo grande traguardo è per me una gioia immensa; anche perché ritengo che uno stadio così sia di tutt’altra categoria. Voglio fare tanti complimenti alla squadra, visto la grande partita giocata a Catania, nonostante la lontananza dai loro tifosi. I miei più sinceri complimenti vanno anche ai tifosi ed agli ultrà , che hanno sempre seguito e sostenuto i nostri ragazzi ovunque, dimostrando sempre il loro orgoglio nei confronti della loro squadra. Ovviamente, inutile dirlo, sabato spero che la partita vada a favore del Siena! Sarebbe la miglior conclusione dopo una grande stagione.

Gabriele Toschi – ex preparatore atletico

Dopo alcuni anni difficili in queste 2 stagioni la nuova proprietà, senza proclami altisonanti ma con serietà e lavoro, ha creato le condizioni perché la squadra potesse esprimersi al meglio. Questi elementi insieme ai magnifici tifosi che hanno sostenuto la squadra hanno permesso di arrivare a giocarsi questo traguardo importante. Auguro a Siena e a tutti i suoi tifosi di tornare nei palcoscenici che meritano.

Niccolò Giannetti – ex giocatore

Auguro sempre il meglio a Siena, alla Robur ed ai suoi tifosi...la mia gente!! Forza!

Tommaso Biagiotti – ex giocatore

Un grande in bocca al lupo alla squadra che dopo una stagione fantastica merita di coronare questo sogno,così come se lo merita la tifoseria bianconera e tutta la città! Forza Roburrone

Andrea Fontanelli – ex giocatore

La parentesi calcistica che ho vissuto nella città di Siena mi è rimasta impressa nel cuore. Per questo auguro ai ragazzi, alla società e a tutti i tifosi di conquistare la vittoria e compiere un ulteriore passo avanti nella direzione della Serie A.... Questa città si merita il meglio. Forza ragazzi !!!!

Pasquale Iadaresta – ex giocatore

Sabato sera come per tutta la stagione sarò un grandissimo tifoso per la squadra e la città che mi ha reso uomo , forza ragazzi date a voi stessi e a questa splendida città la ribalta che meritate, forza Siena ,forza la Robour, tutti allo stadio e un grande grazie per queste emozioni

Sauro Pannocchia – ex giocatore

Un grande.ma grande....FORZA..Siena. Sempre nel cuore!

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Attiva dalle ore 12 la prevendita dei biglietti per la partita Siena-Cosenza, in programma sabato 16 giugno alle ore 20:45 a Pescara.
Per i tifosi bianconeri saranno a disposizione i settori:
- Curva Nord (capienza di 4.888) 10 euro
- Tribuna Majella Laterale Nord (capienza1.840 ) 25 euro (ridotto 18 euro)
Il costo di ciascun biglietto sarà aumentato del diritto di prevendita di € 1,50.
Il circuito di vendita è listicket ed è possibile acquistare i tagliandi on line (www.listicket.com) oppure nei seguenti punti vendita a Siena:

Tabaccheria Il Chiasso Largo - Via Rinaldini - 057740136
Tabaccheria Scacciapensieri - Via Nazareno Orlandi, 6 - 0577334040
Tabaccheria Panfili- Via Fiorentina, 8 - 057741619
Tabaccheria Narghile’ - Via Aretina 6 - 0577247641

Fonte: Fol


 

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Dopo aver superato anche la favorita Catania, per la Robur Siena la finale dell’Adriatico è diventata realtà. L’ultimo avversario dei bianconeri rimasto nella corsa alla Serie B si chiama Cosenza. I lupi sono arrivati in finale dopo essere partiti addirittura dal primo turno dei playoff: nella prima gara della fase intergirone i rossoblu hanno battuto la Sicula Leonzio, mentre nella seconda il pari con la Casertana li ha qualificati in virtù della miglior posizione in campionato. È nella fase nazionale tuttavia che i calabresi hanno cambiato passo: cinque vittorie e un sola sconfitta nelle tre gare di andata e ritorno con Trapani, Sambenedettese e Sudtirol e appena tre gol subiti. Un ruolino di marcia stratosferico che li ha proiettati alla sfida in cui si decide una stagione intera.

La società Nuovo Cosenza Calcio è nata dalle ceneri della precedente, che fu dichiarata fallita in seguito ai gravi problemi economici che impedirono l’iscrizione all’allora campionato di Seconda Divisione (anno 2011/12). A garantire la prosecuzione del calcio a Cosenza ci ha pensato Eugenio Guarascio, imprenditore nel ramo ambientale a capo della Spa Ditta Ecologia Oggi, che attualmente fa anche parte di una importante Holding. Oltre al suo impegno in questo settore, Guarascio negli ultimi anni è riuscito anche nell’intento di ridare lustro alla piazza di Cosenza; testimonianza ne sono le due promozioni ottenute dalla Serie D e soprattutto la vittoria della Coppa Italia Lega Pro nell’anno 2014/15, primo trofeo nazionale conquistato da una squadra calabrese. Non solo, Guarascio si sta dimostrando sensibile anche ad un altro aspetto molto significativo, quello delle infrastrutture: l’idea della ristrutturazione del “San Vito-Marulla” e quella della creazione di un impianto sportivo sull’altopiano della Sila, che possa riunire le varie realtà della zona, hanno raccolto consensi dimostrando ancora una volta la grande lungimiranza del patron rossoblu. Il quale da qualche anno ha il mirino puntato sull’obiettivo Serie B, che mai come quest’anno appare davvero tangibile. E pensare che la stagione non era cominciata sotto i migliori auspici: infatti, il tecnico che avrebbe dovuto rappresentare il nuovo corso, Gaetano Fontana, non ha mai trovato la giusta alchimia con la squadra, sebbene l’organico messogli a disposizione dal DS Stefano Trinchera rispondesse al suo credo calcistico in tutto e per tutto. Nei primi cinque turni i lupi conquistano solo due punti, e il misero bottino costa caro all’ex tecnico della Nocerina, che viene esonerato il 25 Settembre in seguito alla sonora sconfitta di Siracusa. Per la sua sostituzione Guarascio decide di affidarsi all’esperienza di Piero Braglia, voglioso di rivincita dopo l’incredibile stagione al timone dell’Alessandria, culminata con l’esonero dopo aver dilapidato 12 punti di vantaggio sulla Cremonese. Il tecnico grossetano ha ridato solidità al pacchetto arretrato portando la squadra fino ad un ottimo quinto posto finale. I lupi sono apparsi il collettivo più in forma dal punto di vista fisico in questa post-season, e la maggiore spensieratezza li ha portati ad eliminare compagini più attrezzate (Trapani e Samb) e più fresche (Sudtirol). Potrebbero pesare comunque le quattro gare in più (il doppio) disputate rispetto ai bianconeri. Dalla sua la Robur dovrà però fare a meno di cinque pedine fondamentali. Ad ogni modo, la gara che vale la Serie B ha tutti gli ingredienti per essere ricordata a lungo, nel bene e nel male.

Il modulo che Braglia ha utilizzato sin dal suo insediamento è il 3-5-2, che specialmente nella seconda parte di campionato ha portato in dote compattezza e, soprattutto, punti.

Il guardiapali è Umberto Saracco, classe ’94, divenuto titolare dopo l’addio di Perina, destinazione Samb. E’ un portiere discreto in tutti i fondamentali, particolarmente attento in uscita. In difesa si registrano le assenze per squalifica di Pascali, difensore esperto con un lungo passato in Scozia e vincitore del campionato di Lega Pro con il Cittadella nel 2015/16, e di Camigliano per infortunio. Su quest’ultimo in realtà Braglia non ha ancora sciolto le riserve e non è da escludere un suo rientro in extremis. Il braccetto di destra sarà Riccardo Idda, classe ’88, ottimo senso della posizione e bravo in impostazione. Il centrale è l’albanese ex Melfi e Lucchese Kastriot Dermaku, al rientro dalla squalifica, fortissimo di testa e attento in marcatura. A sinistra invece c’è Federico Pasqualoni, che ha ben figurato con il Sudtirol nonostante abbia giocato poco durante la stagione. Come alternativa c’è Boniotti, terzino destro adattabile in emergenza anche a terzo di difesa, bravo in fase di spinta e di alleggerimento.

In mezzo al campo agisce Luca Palmiero, scuola Napoli, discreto nel palleggio e con buona visione di gioco, che durante la stagione ha scalato le gerarchie togliendo il posto a Massimo Loviso, metronomo di grande esperienza, con tante stagioni alle spalle nelle serie superiori, molto abile su calcio piazzato e intelligente in regia. La mezzala di destra è Mirko Bruccini, classe ’86 ex Reggiana e Lucchese, giocatore di grande temperamento, forte nell’inserimento e nel tiro dalla distanza. Va in rete con grande facilità (sette gol stagionali) ed è l’unico che durante l’anno non è mai andato sotto la sufficienza. L’altro interno dovrebbe essere Domenico Mungo, classe ‘93, centrocampista brevilineo, tecnicamente dotato, funambolico e bravo ad agire tra le linee, anche lui a segno con discreta continuità. In alternativa può giocare Calamai, ex Lumezzane, intermedio di quantità, grintoso e dinamico. Sulla corsia destra agisce Angelo Corsi, capitano dei rossoblu, fluidificante bravo in entrambe le fasi, ruvido e di grande gamba. A sinistra spazio a Tommaso D’Orazio, classe ’90 ex Ancona, esterno molto propositivo, dotato di un mancino educato e preciso nel cross. L’alternativa è Ramos, uruguaiano arrivato a Gennaio dal Parma, particolarmente a suo agio nella fase offensiva.

In avanti dovrebbe essere confermata la coppia che ha trascinato i rossoblu in finale. Sicuro del posto è Gennaro Tutino, classe ’96 ex Carrarese, esterno che ama partire largo a sinistra, dotato di un buono spunto veloce e insidioso nell’uno contro uno. L’altro attaccante dovrebbe essere David Okereke, nigeriano arrivato a Gennaio dallo Spezia, estremamente rapido e pericoloso quando attacca la profondità. Si giocherà il posto con Alain Pierre Baclet, ex Arezzo, tanta esperienza in B. E’ una seconda punta brava a non dare punti di riferimento alla difesa avversaria, scaltro in area di rigore e abile a cercare gli spazi; ha segnato solo tre reti in campionato ma è già a quota quattro in questi playoff. L’alternativa di lusso si chiama Leonardo Perez, classe ’89 ex Pisa, arrivato a Gennaio dall’Ascoli dopo averlo strappato alla concorrenza di mezza Serie C. E’ una prima punta strutturata, abile nel gioco aereo, molto forte fisicamente e di grande carisma. Non è riuscito a trovare la giusta continuità finora, ma è capace di spaccare le partite e può essere un’arma davvero letale a gara in corso. (Jacopo Fanetti)

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Pasqualoni; Corsi, Bruccini, Palmiero, Mungo, D’Orazio; Okereke, Tutino.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Ci sono ancora posti disponibili nei pulman organizzati dal Siena Club Fedelissimi per la trasferta Pescara di sabato prossimo per la finale dei play off Siena-Catania.
La partenza è alle ore 14 dal posteggio del palasport in Viale Sclavo.
La spesa è di 35 euro. 30 per i soci del club.

Prenotazioni:
- Filusè Bar in via C. Battisti (orario 10-24)
- fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it
- Sede in Via Mencattelli, 11 (ore 21.30-24)
- 0577236677 (ore 21.30-24)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

PESCARA Saranno quattro giorni di eventi legati alla finalissima playoff di Serie C tra Cosenza e Siena in programma sabato sera alle 20.45 allo stadio Adriatico. L’ultimo posto libero per salire in Serie B si assegna a Pescara ed è accompagnato da un weekend di appuntamenti promossi dalla Lega Pro del presidente Gabriele Gravina, padrone di casa di questa kermesse, essendo uno dei maggiori personaggi dello sport abruzzese degli ultimi vent’anni: «Le nostre tre lettere, pro, dicono tutto: passione, rispetto, onestà, macroaree in cui vogliamo muoverci per il futuro».


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

SERIE B Avanti insieme. Il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, ha deciso di ripartire dagli artefici della salvezza per provare a riportare in alto il club abruzzese. Confermato il d.g. Repetto così come il d.s. Leone, ma soprattutto in panchina nessuna novità (era circolato il nome di Cristiano Lucarelli), bensì rinnovo annuale per Bepi Pillon. Chi cambierà timoniere è il nuovo Spezia del duo Angelozzi-Doronzo, che hanno deciso di puntare su Paolo Zanetti per la panchina. Il classe 1983 potrebbe così essere il tecnico più giovane ai nastri di partenza della prossima B. La trattativa procede spedita, anche se ora i liguri devono trovare l’accordo con il Südtirol per liberarlo visto che il giovane allenatore è vincolato fino al 2020. Nessuna sorpresa a Perugia, dove è stato ufficializzato il rinnovo di Alessandro Nesta. Ancora nebuloso, invece, il futuro dell’Ascoli tra la trattativa con la Bricofer e l’inserimento di una cordata di petrolieri romani. Cosmi è sotto contratto per la prossima stagione, ma il ribaltone societario potrebbe provocare una rivoluzione in casa bianconera. Capitolo calciatori: il Padova stringe per Schiavone (Cesena). Tremolada (Entella) e Antonsson (Leeds) vicini al Brescia. La Salernitana è pronta a chiudere per Castiglia (Pro Vercelli) e ha fatto un’offerta a Calaiò (Parma).

SERIE C Il Novara ha scelto William Viali (ex Cuneo) come nuovo tecnico: contratto annuale. Il Pordenone aspetta una risposta da Zironelli (ex Mestre) e tiene in caldo anche Italiano (ex Arzignano), mentre sfuma la pista Stellini (ex Alessandria) nel mirino di Casertana e Sicula Leonzio. Fatta anche per l’approdo di Alessandro Dal Canto (ex Primavera Juventus) al timone dell’Arezzo. Avanza Taurino (ex Nardò) per la Fidelis Andria. Infine sembrano destinate a separarsi le strade del Catania e di Cristiano Lucarelli. Come successore la prima scelta si chiama Grassadonia (ex Pro Vercelli), con Bianco (ex Siracusa) e la suggestione Marino (ex Brescia) in alternativa.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 

Tosoni Auto
Antiche dimore
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 
Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Mikhail Ivanov – ex giocatore

Il Siena non è solo una città, una squadra o una persona, il Siena è molto di più. Una volta vissuto lì cominci a portarla dappertutto, cominci a portare il calore, la passione e l'amore che la gente ha negli occhi e solo la terra senese ti sa dare. Vorrei fare a tutta la piazza, giocatori, allenatori, club, tifosi e amici della Robur, il mio più grande e sincero "in bocca al lupo" per sabato. Sarò incollato davanti al televisore come ho sempre fatto durante queste magnifiche partite dei playoff e tiferò la MIA ROBUR !

Stefano Santoni - ex giocatore

Volevo fare un grosso in bocca al lupo per questa partita . E che finalmente questa squadra e questa città tornino a calcare le categorie che meritano !!!! In bocca al lupo e forza Robur!!

Marco Caputi - ex giocatore

Con il cuore sabato ci sarò anche io....l'unico augurio che posso fare è che  sia una grande giornata per il popolo bianconero....il coronamento di un campionato strepitoso...lo meritano la città, i tifosi e il mio ex compagno Michele che, oltre ad essere un grande allenatore, saprà trasmettere ai suoi giocatori l'orgoglio ed il senso d'appartenenza che ogni senese ha per la propria contrada e l'orgoglio e il senso d'appartenenza che ogni senese ha verso i colori bianconeri..... Sempre e solo forza Siena. In bocca al lupo.....

Nicolas Zane - ex giocatore

Seguo sempre il Siena da quando purtroppo sono andato via.. Auguro alle persone che ancora sono lì e che conosco: Simone Vergassola, Ivan Sarra, al dottor Di Mambro, Claudio Santini, persone fantastiche, a tutti i ragazzi, a tutti gli strepitosi tifosi e a questa società di ritornare in serie B!! Perché Siena lo merita e rimarrà sempre nel mio cuore! Un abbraccio a tutti

Antonio Arcadio - ex giocatore

Un grossissimo in bocca al lupo alla mia amata Robur per questa straordinaria impresa un abbraccio grande siete nel mio cuore.

Marcello Pisaneschi – ex dirigente

Un grande in bocca al lupo al Siena per la finalissima di sabato, a tutti i suoi splendidi, unici e mai dimenticati tifosi tutti....è un orgoglio immenso per me avervi conosciuto e aver condiviso con voi una splendida vittoria, che adesso auspico possiate ripetere..... forza Siena

Gianfranco Germoni - ex giocatore

Voglio augurare al Siena di ritornare ai livelli che gli competono. Una parte di me sarà sempre senese, ho vissuto in un ambiente e una società meravigliosa come i loro/nostri Tifosi. Sempre forza Siena e in bocca al lupo.

Simone Minincleri -  ex giocatore

Il minimo che possa fare per la ROBUR è urlare il mio più grande in bocca al lupo per la finale di sabato! Penso che dopo un’annata così importante sia la ciliegina sulla torta per tornare in cadetteria per società e tifosi! Un grandissimo abbraccio a tutti i tifosi della ROBUR!

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Grazie alla cooperazione tra Provincia di Cosenza e Palazzo dei Bruzi sarà garantito un treno per 500 sostenitori rossoblù. Ne ha dato notizia l’assessore De Cicco sui social.

Ci sarà un mezzo di locomozione in più a disposizione dei sostenitori del Cosenza: un treno speciale a bordo del quale potranno salire 500 sostenitori rossoblù. Ne ha dato notizia oggi pomeriggio l’assessore Francesco De Cicco, ringraziando in particolare modo il presidente della Provincia Franco Iacucci, il sindaco Mario Occhiuto, il vice-sindaco Jole Santelli e il capo di gabinetto Antonio Molinari.

Palazzo dei Bruzi, a margine, ha diffuso questa comnunicazione: «Il capo di gabinetto Antonio Molinari, per conto del sindaco Occhiuto, si è adoperato molto in questi ultimi tre giorni e attraverso la mediazione del presidente della Provincia Iacucci, ha avuto rassicurazioni dalla Regione Calabria per attivare un treno speciale di tifosi rossoblù per Pescara. Più tardi sapremo dettagli più precisi anche sulla capienza»

Fonte: Cosenza Channel

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

“Nella giornata di Sabato 16 Giugno 2018, alle ore 20,45, presso lo stadio Adriatico “G. Cornacchia” di Pescara, si disputerà l’incontro di calcio valido per la Finale di Playoff del Campionato di Serie C, tra le squadre del Siena e del Cosenza. La Città di Pescara, che ospita numerosi e importanti eventi, accoglierà anche questa manifestazione sportiva di evidente rilievo, per cui sono attesi numerosi tifosi di entrambe le compagini sportive, che potranno assistere all’incontro di calcio, che rappresenta un evento in cui i valori del mondo dello sport possono essere pienamente vissuti e valorizzati.

All’evento sportivo, oltre agli appassionati sportivi e tifosi delle due squadre in campo, potrà altresì assistere il pubblico “neutro” degli sportivi  (general public). Non vi sono limitazioni agli ingressi in relazione alle tessere di fidelizzazione sportiva.

I settori dello Stadio Adriatico “G. Cornacchia” di Pescara saranno così inquadrati, in relazione agli spettatori:

Settore Curva Nord: per la tifoseria senese.

Una porzione della Curva Nord (in adiacenza alla Tribuna Adriatica), sarà destinata al pubblico “neutro” degli sportivi (general public);

Settore Tribuna Maiella:

ai tifosi senesi, sarà destinata una porzione della Tribuna Maiella adiacente alla Curva Nord;

la parte centrale della Tribuna Maiella, sarà destinata al pubblico “neutro” degli sportivi (general public);

ai tifosi cosentini, sarà destinata una porzione della Tribuna Maiella (adiacente alla Curva Sud);

Curva Sud e Settore Ospiti, per i tifosi cosentini;

Tribuna Adriatica, per la tifoseria cosentina.

Una porzione della Tribuna Adriatica (in adiacenza alla curva Nord), sarà destinata al pubblico “neutro” degli sportivi (general public).

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Attiva dalle prossime ore la prevendita per la partita tra Robur Siena e Cosenza, in programma sabato 16 giugno alle ore 20:45 a Pescara. Per i tifosi bianconeri sarà a disposizione il settore “Curva Nord”, con capienza di 4.888: il costo è di 10 euro più prevendita. Per i tifosi della Robur inoltre è possibile acquistare i tagliandi per la tribuna laterale nord al costo di 25 euro più prevendita (18 euro ridotto per under 18/over 60/donne). Il circuito di vendita è listicket ed è possibile acquistare i tagliandi on line (www.listicket.com) oppure nei seguenti punti vendita:

TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO, VIA RINALDINI, SIENA TEL. +057740136

TABACCHERIA 6, VIA NAZARENO ORLANDI, SIENA TEL. +0577334040

TABACCHERIA 8, VIA FIORENTINA, SIENA TEL. +057741619

NARGHILE’, VIA ARETINA 6, SIENA TEL. +0577247641

Fonte: Robur Siena

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Siamo riusciti a reperire altri 3 pulman per la trasferta di sabato a Pescara per la finale play off.
Per le prenotazioni passare presso la sede dei Fedelissimi dalle 21.30 alle 24 o telefonare al numero 0577236677. Se rimarranno posti disponibili le liste verranno portate al Filusè Bar.
La ricerca continua.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Secondo alcune indiscrezioni in attesa di conferma, sono stati assegnati i settori alle tifoserie di Siena e Cosenza.

Siena:

Curva Nord

Tribuna Maiella lato Nord

 

Cosenza:

Curva Sud (settore ospiti)

Tribuna Maiella lato sud

Distinti sud

 

Neutrali

Distinti Nord

Da Cosenza sono previsti circa 10.000 tifosi

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

In attesa delle decisioni del GOS in corso in questo momento a Pescara siamo in grado di dare delle indicazione stradali riservate ai tifosi del Siena per raggiungere lo stadio Adriatico di Pescara.

Il percorso più breve consigliato per auto-minibus e pulman: Siena-Perugia-Foligno-Colfiorito-Macerata- A14 uscita Pescara Ovest-Chieti.

L'uscita obbligatoria per tutti i tifosi senesi è A14 Pescara Ovest-Chieti dove la Polizia radunerà i mezzi e li accompagnerà allo stadio.

E' importante arrivare in anticipo al punto di raduno

Fonte: FOL


 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Piero Braglia, allenatore del Cosenza, sul sito ufficiale della società, ha parlato della finalissima con il Siena.

«Gli infortunati del Siena stanno bene, lo sappiamo, poi hanno una rosa attrezzata per vincere un campionato: loro sono favoriti, sono arrivati secondi, noi siamo arrivati quinti. Sappiamo come giocano, le alternative che hanno e i cambi che hanno, siamo a conoscenza della tecnica individuale e del dinamismo del centrocampo: sarà una partita sofferta che dovremo portare fino in fondo. 

Camigliano e Palmiero? Non ve lo dirò mai come stanno, sono tra i convocati. Questa squadra riserva sempre delle sorprese, in positivo: i ragazzi sono cresciuti a dismisura, Allan è un grande giocatore, ce ne sono altri pronti a dare una mano e a sostituire nel caso in cui qualcuno dia forfait. Il pubblico domenica sera è stato uno spettacolo, ma ora non devono accontentarsi come non dobbiamo accontentarci noi, ma devono venire a Pescara per darci una mano, più ne vengono meglio sarà. Con una Provincia ed una città intera allo stadio non c’è stato un problema che fosse uno, è stato bellissimo, tutti composti ad aspettare la fine, nessun tentativo di invasione… Mi è piaciuto tantissimo. 

Credo che sarà una gara bloccata ma bellissima, noi sappiamo che loro sono una grande squadra e gli porteremo rispetto».

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

A tre giorni dalla finale dei play off, ancora non c’è niente di certo da parte della Lega, organizzatrice l’evento e la cosa sta creando tantissimi problemi ai tifosi delle due società impegnate a disputarsi l’ultimo posto per la Serie B.

Lorenzo Mulinacci è molto chiaro e, nel suo stile, non le manda a dire

“Siamo alle comiche, ci sarebbe da ridere se non ci fosse in ballo una promozione. A poche ore dalla finale la Lega non ha ancora proceduto alla vendita dei tagliandi non rendendosi conto delle difficoltà a cui vanno incontro i tifosi. Ad oggi, e questo fino alle ore 16 di oggi, non si è ancora riunito il GOS di Pescara e non si sa se verranno emanate restrizioni o disposizioni in merito. È assurdo, inconcepibile e poco rispettoso nei confronti di chi segue la propria squadra, siamo considerati quasi un male necessario.”

Problemi di non poco conto, ma ce ne sono anche altri

“Certo, questo è un periodo di alta stagione per le aziende di trasporto ed è quasi impossibile trovare tutti i pullman che servirebbero per accontentare tutti coloro che vogliono seguire la Robur in questo impegno importante. Abbiamo rastrellato tutti i pullman liberi, ma ce ne vorrebbero tantissimi di più. Spero che i tifosi si organizzino tra loro, noi come Fedelissimi abbiamo fatto il massimo e non ci fermiamo fino a che il tempo ce lo consentirà.”

Pescara è un appuntamento importante….

“Importantissimo, un crocevia che potrebbe scrivere un futuro diverso. Dobbiamo essere in tanti e spingere questa squadra di eroi che ci hanno regalato emozioni grandissime. In un modo o nell’altro Siena non abbandonerà la sua squadra i ragazzi lo meritano e potrebbe cambiare il nostro futuro” (nn)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Sabato a Pescara si giocherà la finale play off di serie C tra il Siena e il Cosenza, tre città che portano immediatamente a Carlo Di Clemente, un grande ex bianconero, una persona per bene che è rimasto legato a Siena fino al termine della sua vita terrena.

Carlo era nato a Pescara e nella sua carriera, oltre alla maglia degli adriatici, ha vestito anche quella di Cosenza e Siena.  In bianconero dal 1954 al 1957 - 59 presenze e 12 gol - ha fatto parte della squadra che vinse il campionato di serie D 1955-1956 e lo scudetto dilettanti.

Chiusa la sua carriera, Di Clemente è rimasto nella nostra città, allenando le giovanili della Robur e tante squadre della provincia, trasmettendo il proprio amore per la maglia bianconera ai figli, tifosissimi della Robur.

Il destino ha voluto che la finale si disputasse nella città natale di Carlo e tra due squadre che ha onorato al massimo. Siamo più che certi che avrebbe voluto far parte della partita più importante della stagione. Con quale maglia? Nessun minimo dubbio: quella del suo Siena! (nn)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Giorgio Roselli, non si aspettava il Siena in finale e ha parole di grande apprezzamento per il lavoro di Michele Mignani.

“Le favorite per la finale per me erano altre squadre come Catania, Trapani, Alessandria e Pisa obiettivamente più attrezzate dei bianconeri. Dietro a questo risultato c’è il grande lavoro di Michele Mignani che ho allenato e che dimostrava anche da giocatore di essere un vero leader. Mignani ha dimostrato sul campo di essere un grande tecnico e sono convinto che avrà un grande futuro. “

Fonte: FOL

Tosoni Auto
ESTRA
 

Come riporta gianlucadimarzio.com Amir Mahrous, classe 1998, in prestito dal Genoa, potrebbe restare in bianconero. Il terzino italo-egiziano, che nella finale playoff di sabato dovrebbe partire titolare, complice la squalifica di Iachipino, potrebbe rimanere a Siena indipendentemente dalla categoria. Il suo contratto con il Genoa scadrà il prossimo 30 giugno e la società bianconera potrebbe prenderlo a titolo definitivo

Fonte: Fol


 

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

I tifosi di Siena e Cosenza hanno il problema comune di reperire i pulman per organizzare la trasferta di sabato a Pescara

COSENZA - Una situazione a dir poco paradossale, per usare un eufemismo, ma che rischia seriamente di penalizzare migliaia di tifosi, proprio nell’appuntamento più importante della stagione. Salvo cambiamenti dell’ultim’ora, e fatta salva qualche rara eccezione, chi vorrà andare a Pescara a seguire il Cosenza nella finale playoff contro il Siena è bene che si organizzi con mezzi propri oppure noleggiando qualche pulmino da 9 o 12 posti, sperando che non costi più di un viaggio in America, visto che c’è sempre qualche furbetto che prova a speculareQuesto perché la quasi totalità delle ditte di autobus di Cosenza e provincia non ha dato la disponibilità di mezzi per accompagnare gli sportivi rossoblu, già danneggiati dal fatto che ancora non è possibile nemmeno acquistare i biglietti per la gara.  (quicosenza.it)

SIENA – Nonostante l'interessamento del Sindaco Bruno Valentini, di Fulvio Muzzi per la società bianconera e la disponibilità della Tiemme e Ricci Bus ad ora sono stati reperiti solo 10 pulman. La richiesta è alta ci sono ancora Contrade, Club di tifosi e la Curva Robur alla ricerca di bus, ma più passa il tempo e più le possibilità di reperirli diminuiscono. Anche i pulmini a nove sono esauriti nella provincia di Siena e quelle limitrofe.
Consigliamo ai tifosi bianconeri di organizzarsi con le auto, unico modo per essere vicini alla Robur in questa importate partita.

Fonte. FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Come l’anno scorso a Firenze, la finalissima porta con sé una lunga scia di iniziative. Oggi allo spazio Aurum di Pescara ci sarà una conferenza stampa di presentazione degli eventi che animeranno la città dal 13 al 16 giugno: la mostra dei 120 anni della Figc in cui ammirare i trofei mondiali degli Azzurri; venerdì sempre allo spazio Aurum, due convegni sulla salute dei calciatori: alle 10.30 «Lega Pro: verso un nuovo umanesimo del calcio» proporrà un confronto sul passaporto sanitario elettronico; alle 15, con introduzione del presidente della Lega Gravina e a cura dell’Università d’Annunzio Chieti e Pescara: «Prima e dopo il match: prevenzione e riabilitazione per un calcio in salute».

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Dopo una buona stagione alla Virtus Francavilla, dove ha conquistato i play off, l'ex giocatore bianconero Gaetano D'Agostino è il nuovo allenatore dell'Alessandria.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Una ha viaggiato sempre in superficie, non ha mai conosciuto scossoni se non qualche trittico indigesto (Monza-Pontedera-Livorno) ed ha chiuso in calando, salvo poi riprendersi in grande stile approfittando dei benefici del 2° posto. L’altra è partita malissimo, ha fatto un mercato di gennaio roboante, ha chiuso al rialzo e si è poi fatta tutto il percorso ad ostacoli negli spareggi. Siena e Cosenza, adesso, sono entrambe in finale. Una sola salirà in B.

Il Cosenza in campionato

Parte malissimo e dopo cinque giornate e due punti saluta il mister, Gaetano Fontana. Arriva Piero Braglia e i primi risultati (tre k.o. dopo cinque turni) fanno pensare al dramma dell’anno prima, con quella promozione gettata al vento ad Alessandria. Invece, da dicembre, le cose cambiano. Il Cosenza aggiunge pezzi da novanta (Perez e soprattutto Okereke) e arriva in semifinale di Coppa. Però chiude al 5° posto, a -20 punti dal Lecce. Vuol dire che ai playoff serve passare cinque turni. La B, per il momento, è un’utopia.

Il Siena in campionato

Dieci risultati utili di fila, un gran gioco (soprattutto in trasferta) e la vetta della classifica giunta in modo inaspettato. Il Siena dei primi tempi ha incantato il mondo del calcio. Lo ha fatto anche dopo, certo, ma in modo meno evidente, semplicemente perché non era più una sorpresa. Si è caricato pian piano di lodi e aspettative, si è sentito superiore al Livorno per poi incassare un’ingiusta sconfitta, si è ripreso dopo aver toccato il punto più basso (Cuneo) tornando a correre e divertirsi (altri dieci risultati utili). A Monza la barca ha iniziato a scricchiolare, ha imbarcato acqua altre quattro volte e ha chiuso ad un niente dal Livorno.

Il Cosenza ai playoff

È un motore diesel. Ingrana la prima e rischia di schizzare subito fuori, l’11 maggio, quando ospita la Sicula Leonzio e si ritrova sotto fino all’82’. Ci pensano Okereke e Baclet a scacciare gli incubi. Il turno dopo arriva un pareggino con la Casertana che basta e avanza, poi si inizia a fare sul serio. Doppia vittoria col Trapani, doppia vittoria (stessi risultati) con la Sambenedettese, che in finale avrebbe giocato col fattore campo, vista l’ora di distanza da Pescara. Perde a Bolzano con un solo tiro subìto, la risolve al ritorno grazie al jolly Baclet (4 gol ai playoff, sempre da subentrato). Era e rimane la squadra più in forma, ha un attacco impressionante e perderà solo Pascali, ma di fatto ci guadagna visto che riabbraccia Dermaku. Però otto partite in un mese (il doppio di quelle del Siena) sono tante…

Il Siena ai playoff

Tanti punti interrogativi sul mese di inattività e poi, a Reggio Emilia, quello che sembra un punto fermo: il Siena gioca, gli altri vincono. C’è chi lo dà già per spacciato, chi punta il dito sui singoli. Invece, al ritorno, arriva la consacrazione. “Alla faccia di chi ci dava per morti”, ricorda Mignani. Il gol di Santini al 100’, la rinascita di Neglia agevolato da una maggiore libertà, lo stato di grazia di Panariello. Ma quello che conta è che la Robur impara a reagire. A segnare quando ha l’obbligo di segnare. Succede con la Reggiana, succede col Catania. E poi in Sicilia, in nove contro 20.000. Per questo, anche se decimata, a Pescara ha speranze di illuminare ancora la gente. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Un modo per giocare, divertirsi e migliorare la propria tecnica individuale grazie alla dedizione e passione dei tecnici della Robur Siena e istruttori qualificati Youth Project.
E se iscrivi tuo figlio/a entro il 20 giugno è in corso una particolare promozione.
Tutte le info su
www.robursiena.it/settore-giovanile/camp/

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Dopo una vita da allenatore delle giovanili della Robur e un paio di anni di inattività, interrotti da un’esperienza formativa in Cina (a Nantong, la scorsa estate), Giulio Pelati torna in campo. Lo farà con la maglia del G.S. San Miniato, in qualità di mister degli Allievi Regionali. Ad annunciarlo il club neroverde, pronto ad accogliere un altro ex Siena, Andrea Pepi, 218 presenze da giocatore bianconero oltre ad esperienze, come Pelati, nel vivaio dell’A.C Siena. A Pepi verrà affidata la squadra dei Giovanissimi Regionali.

“Giulio Pelati e Andrea Pepi sono due allenatori di altissimo livello e ciò dimostra quanto la società tenga ai suoi atleti ed alla crescita del nostro vivaio”, spiega il responsabile del settore giovanile Simone Gasperini. “Dopo un’annata abbastanza travagliata con la salvezza raggiunta all’ultimo tuffo nello spareggio con il Cascina - precisa il direttore sportivo Giacomo Neri - era doveroso da parte nostra dare un segnale importante alla città portando a San Miniato, unica società cittadina presente negli Allievi e Giovanissimi Regionali, due tecnici di valore assoluto. Pelati sarà il punto di riferimento per tutta la categoria Allievi, portando la sua grandissima esperienza e competenza dentro la nostra società. Quello di Andrea Pepi nei Giovanissimi Regionali è la ciliegina sulla torta che va a completare lo staff dell’agonistica. Entrambi hanno un passato così importante dentro l’Ac Siena che li ha resi vere leggende per la città di Siena”. (G.I.)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Era il 3 agosto 2008 a Norcia, una semplice amichevole estiva si trasformò in un campo di battaglia, con un centinaio di ultrà del Cosenza armati con sassi, bastoni, caschi e anche spray urticante dettero l'assalto alla tribuna dove i tifosi senesi aspettavano tranquillamente l'inizio della partita.

Colti di sorpresa i tifosi bianconeri in un primo momento ebbero la peggio, con diversi feriti, ma in seguito si riorganizzarono e misero in fuga in cosentini.

Quasi 10 anni dopo, in vista della finale dei playoff per la B, torna alla mente quella triste giornata. E la speranza è che stavolta tutto fili liscio e vinca soltanto il gioco del calcio.

Fonte: Fol

 

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

In una intervista su La Gazzetta di Reggio in edicola oggi il patron della Reggiana Mike Piazza annunci il suo disimpegno dalla gestione della società

“Dopo i recenti avvenimenti, dopo averci pensato molto e fatto molte considerazioni, Alicia e io abbiamo deciso di mettere la Reggiana in vendita, totalmente o in parte”.

Dopo il pesante sfogo a seguito dei fatti di Siena (il patron americano ha parlato senza mezzi termini di «calcio corrotto») e dopo aver glissato sul futuro in occasione del saluto alla squadra allo stadio Mirabello, ora arriva questa dichiarazione.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

La vendita dei biglietti per la finale playoff tra Robur Siena e Cosenza, in programma sabato 16 giugno alle ore 20:45 allo stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia di Pescara, partirà successivamente alle determinazioni del G.O.S., Gruppo Operativo di Sicurezza, che si terrà domani alle ore 16, presso la Questura di Pescara.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Due pesi e due misure. Al Massimino di Catania si è assistito alla classica gara o dentro o fuori e purtroppo al termine della gara, eroica per certi aspetti dei giocatori bianconeri, le ferite maggiori l’ha ricevuta proprio la “vecchia” Robur contro la quale hanno gufato in parecchi. Peccato perché il Siena in tanti anni di militanza in Serie A, ha sempre dimostrato di essere una squadra corretta, raggiungendo anche posizioni di rilievo nella classifica stilata ogni anno dalla Lega come correttezza.

Anche i derby con la Fiorentina sono sempre stati caratterizzati da un tifo appassionato, e sfottò vari, ma episodi spiacevoli non sono mai accaduti.

Sentir pronunciare dichiarazioni tipo “lo stadio sarà una bolgia” non depongono a favore di alcuni principi fondamentali per lo sport in genere.

Il Massimino durante la gara Catania/Robur Siena è stata sì una bolgia, con barellieri e steward in campo senza ragione, senza che nessuno intervenisse e chi ne ha fatto le spese è stata la Robur … così va il mondo. A buon intenditore …

Forza Siena sempre!!!

Massimo Carignani

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Il Siena Club Fedelissimi organizza dei pulman per la trasferta a Pescara in programma sabato 16 giugno alle ore 20.45.
La partenza è fissata alle ore 14 dal posteggio del palasport in Viale Sclavo. La spesa è di 35€. Per i soci del club 30€.

Per le prenotazioni:
- Filusè Bar in via Cesare Battisti, 28 (ore 10-24)
- Telefono: 0577236677 martedì, mercoledì e giovedì dalle 21.30 alle 24.
- Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Per problemi organizzativi, legati alla ricerca dei pulman, si invitano i tifosi bianconeri a prenotarsi con largo anticipo.

Fonte: Siena Club Fedelissimi

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Sarà dunque Siena-Cosenza la finale dei playoff di Serie C, che sarà giocata sabato (ore 20.45) a Pescara. L’esaltante qualificazione di domenica, rispettivamente contro Catania e Südtirol, ha trasmesso un carico di entusiasmo incredibile nelle due città, dove sono in corso i preparativi per le maxi trasferte. Le squadre invece arrivano zoppicanti alla sfida. Soprattutto il Siena, che s’è visto decimare dal giudice sportivo: quattro giornate a Santini (rissa negli spogliatoi dopo la partita) e Bulevardi (espulso, ha rivolto inopinate accuse alla Lega...), una Gerli, Iapichino e Rondanini. Di contro il Cosenza, che per squalifica perde solo Pascali (una giornata), sarà più stanco: in questi spareggi, iniziati l’11 maggio, ha già giocato 8 partite (il Siena la metà).

FORMULA VINCENTE Come sempre sarà una finale dalle forti emozioni, con supplementari e rigori in caso di parità. Intanto le finaliste hanno già certificato la natura positiva di questi spareggi. Il Siena nel girone A si era piazzato al secondo posto dopo aver conteso la vetta fino all’ultimo al Livorno, e così ha goduto delle relative agevolazioni entrando in gioco soltanto nei quarti di finale, saltando in pratica tre turni ed eliminando Reggiana e Catania. Dall’altra parte il Cosenza nel girone C era arrivato quinto senza mai lottare per la promozione diretta, e per cogliere l’opportunità regalata dalla formula della Serie C ha dovuto iniziare dal primo turno, con la fase a gironi, eliminando nell’ordine Sicula Leonzio, Casertana, Trapani, Sambenedettese e Südtirol.

QUARTO GIRONE Insomma, da un lato è stato confermato quello che ha detto il campionato, dall’altro è stata data la possibilità di essere promosso anche a chi non era riuscito a giocarsela prima. Un successo, insomma, anche perché questa formula allargata tiene aperti i tre gironi fino all’ultima giornata. E poi ha dato vita a un vero e proprio «quarto girone», con molti più partecipanti (erano al via 28 squadre) e molto meno tempo (37 giorni di gare), con tanti colpi di scena e una larghissima partecipazione di pubblico: domenica a Catania e Cosenza il ritorno delle semifinali ha visto un totale di quasi 40.000 spettatori.

IMMAGINE Questa è l’edizione numero 25 dei playoff, introdotti nel 1992-93 in coincidenza con il passaggio ai tre punti a vittoria, anche per evitare classifiche molto lunghe. Questa formula così allargata è invece al secondo anno e, dopo la final four tutta a Firenze della scorsa stagione, adesso si è optato per il campo neutro solo per la finale. I numeri di questi spareggi parlano di 37 partite con 103 gol: la stagione scorsa (formula leggermente diversa) c’erano stati 39 incontri con 81 reti. Da qui a sabato la Lega Pro ha organizzato una serie di manifestazioni collaterali che saranno presentate domani mattina a Pescara. Poi si giocherà e si completerà l’opera: è l’altra faccia di una categoria che per l’opinione pubblica è (ingenerosamente) fatta solo di fallimenti e penalizzazioni.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

SERIE B Il Venezia è pronto a voltare pagina. Già certi gli addii del d.s. Rinaudo (andrà alla Cremonese) e di Pippo Inzaghi (destinato al Bologna), il presidente Tacopina ha iniziato la ristrutturazione del club. Come uomo-mercato la prima scelta si chiama Valentino Angeloni: al capo-scout dell’Atalanta è stato offerto un contratto triennale, mentre per la panchina in settimana ci sarà un incontro con Stefano Vecchi, reduce dall’accoppiata scudetto-Viareggio con la Primavera interista. Grandi manovre anche in casa Spezia: domani sarà il giorno della nomina del nuovo direttore sportivo e il neo d.g. Angelozzi ha scelto Piero Doronzo (ex Catanzaro), con il quale aveva lavorato al Bari, mentre come tecnico il sogno è Davide Nicola. Incontro positivo tra il Crotone e Giovanni Stroppa: si va verso un‘intesa biennale. I primi colpi dell’Avellino targato Marcolini (giovedì la firma sul contratto annuale) invece potrebbero essere l’attaccante Vrioni (Samp, era alla Pistoiese) e il portiere Aresti (Olbia). Infine è addio dopo sei anni tra il d.g. Scala e il Carpi.

Il Pescara non ha ancora deciso a quale allenatore affidarsi, ma intanto sta per piazzare un grande colpo, vendendo la stellina argentina Nicolas Mercado, classe 2002, considerato il nuovo Torreira: a lui, che ha appena vinto il premio come miglior giocatore al torneo internazionale di Cava de’ Tirreni, si è interessato anche il Bayern Monaco, disposto a trattare sulla base di 3-4 milioni, ma non è escluso l’interimento di altri club italiani e stranieri.

Bricofer vuole acquistare l’Ascoli. Si è esaurito il feeling fra il patron Francesco Bellini e la tifoseria, che quattro anni fa lo ha esaltato al suo arrivo ora lo spinge a vendere, delusa da quattro stagioni da batticuore. Dopo aver ricevuto un’offerta da Alex Oliva del gruppo svizzero Re Outside, Bellini sta ora trattando con Massimo Pulcinelli, a.u. di Bricofer, incontrato due volte a Roma per limare alcuni dettagli, anche relativi alla cessione di Favilli alla Juventus. Tra oggi e domani Pulcinelli attende da Bellini la risposta. Il nuovo d.s. dovrebbe Guglielmo Acri, con Antonio Calabro (ex Carpi) come allenatore.

SERIE C Bruno Tedino (ex Palermo) resta la prima scelta dell’Entella per la panchina, con Trocini (ex Rende) e Foscarini (ex Avellino) in alternativa. Avanza Viali (ex Cuneo) per il Novara, anche se non è escluso un tentativo per Zanetti (sotto contratto con il Südtirol fino al 2020), quest’ultimo è apprezzato anche dal Pordenone che tiene in caldo pure Italiano (ex Arzignano). La neopromossa Vis Pesaro avvierà una partnership con la Sampdoria che girerà nelle Marche diversi ragazzi.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

L'ex giocatore del Siena ha parlato a TMW della finale dei play off Siena-Catania di sabato prossimo.
"Conosco bene i due ambienti e le due squadre. Il Cosenza di Braglia è molto pragmatico. Stimo tantissimo il mister in quanto è uno di quelli che lotta sempre per vincere. Anche contro il Sudtirol ha letto benissimo la partita. Il Siena, è invece allenato da un giovane come Mignani. L'ho visto giocare spesso dal vivo, visto che abito a Livorno. Giocano bene tra le linee, poi c'è Gerli che mi piace tantissimo. Ricorda molto Sensi, devo esser sincero. La finale sarà interessante, che vinca il migliore davvero".

Fonte: FOL

 

 

Tosoni Auto
ESTRA