CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Ricci Bus
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Non è assolutamente nelle nostre menti intentare processi alle intenzioni, ma quanto abbiamo letto oggi su una rivista autorevole come l’Espresso, ci ha alquanto impauriti. Vogliamo senz’altro credere alla buona fede ed ai progetti del nuovo patron del Siena, scelto dal Monte dei Paschi, ma ci piacerebbe avere qualche chiarimento. Innanzitutto per l’ennesima volta dobbiamo vivere, da tifosi, con la paura addosso, visto che nemmeno in questa occasione si è cercato di realizzare quella public company che noi avevamo tanto invocato e che esiste in altre realtà cittadine o nazionali, cioè l’inserimento di una banca legata al territorio, in prima persona nel Siena (come è accaduto a Parma). Non abbiamo avuto risposte circa i perché dell’impossibilità di quanto da noi richiesto e oggi siamo ancora qui a chiederci chi sarà, come agirà, cosa vorrà il nuovo padrone del Siena. Non facciamo processi alle intenzioni, dicevamo, ma nemmeno siamo arrivati con la piena, sappiamo come va il mondo del calcio. Persa anche questa volta l’occasione, chiediamo una chiarezza che ci è dovuta, soprattutto dalle istituzioni se davvero hanno a cuore il futuro del calcio a Siena, un calcio sano sotto molti punti di vista, per non ritrovarci tra qualche mese a dire: ecco, ci risiamo, noi l’avevamo detto. In questa situazione, però, si rafforza l’immagine di un presidente come Fabrizi, che diventa per noi tifosi un vero e proprio garante. Una figura come la sua saprà certamente a cosa va incontro e quali siano i progetti della nuova proprietà, nonché le garanzie che questa potrà offrire. Mai come in questo caso, quindi un bel comunicato, una delucidazione, un intervento pubblico sarebbe gradito. Troppe sono state le occasioni dove abbiamo constatato come in questa città ci sia qualcuno che non vuole il bene del Siena, ma tutt’altra cosa. Ma noi vigileremo e alla fine lo scopriremo.

Fonte: Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

"Stavolta non possiamo sbagliare". Domenico Morfeo, come sua abitudine, non usa tanti giri di parole. Contro il Siena sarà come una finale: "Non dovremo più ripetere determinati errori –prosegue il fantasista-, se ci dovessimo trovare in vantaggio dovremo portare a casa la partita. Bisogna cercare una vittoria a tutti i costi, perché con i tre punti si fa presto a recuperare". Morfeo, che da lunedì ha ripreso ad allenarsi con i compagni, dovrebbe trovare posto in panchina, ed eventualmente subentrare in caso di necessità.
fonte: www.gazzetta.it

Mages
 
Tosoni Auto

Scelti gli arbitri per la decima giornata di ritorno del massimo campionato che si giocherà sabato 17 e domenica 18 marzo:


Ascoli-Inter: Roberto Rosetti di Torino
Cagliari-Chievo: Gianluca Rocchi di Firenze
Catania-Reggina: Oscar Girardi di San Donà di Piave
Fiorentina-Roma: Gianluca Paparesta di Bari
Lazio-Empoli: Antonio Giannoccaro di Lecce
Messina-Torino: Paolo Bertini di Arezzo
Milan-Atalanta: Massimiliano Saccani di Mantova
Parma-Siena: Paolo Tagliavento di Terni
Sampdoria-Palermo: Emidio Morganti di Ascoli
Udinese-Livorno: Domenico Celi di Campobasso

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Chissà perché dobbiamo soffrire così tanto, noi tifosi della Robur. Negli ultimi anni è stato un continuo susseguirsi di gioie, comunque immense, e di preoccupazioni. Dopo ogni meritato successo è sempre accaduto qualcosa di negativo che ci ha fatto penare, che ci ha rovinato le vacanze estive, che ci ha ricacciato in gola ogni urlo liberatorio. Ve la ricordate la giornata in cui esplose il caso calcioscommesse, con la polizia nella sede del Siena neanche fosse stato il covo dell’Internazionale del Crimine? Da quel brutto frangente, come da altri, la Società bianconera ne è sempre poi uscita pulita. Ma quanta angoscia! Anche in questa delicata fase di passaggio della proprietà, non abbiamo fatto in tempo a complimentarci per la rapida e positiva conclusione della trattativa che subito ci sono piovuti fra capo e collo l’inopinata sconfitta con l’Ascoli e le accuse lanciate da certa stampa all’Avv. Lombardi Stronati e C. Ciò proprio alla vigilia della decisiva, per molti versi, sfida col Parma. Fino a prova contraria, si deve nutrire la massima fiducia nell’advisor che ha preferito la cordata cosiddetta “romana” a quella del nord-est e ad altre soluzioni locali. Siccome pure in una gara per l’acquisto di lapis e coccoina si deve produrre l’estratto del casellario giudiziario e un certificato antimafia, non possiamo che esprimere fiducia nel suo operato, nell’attesa dei necessari chiarimenti comunque dovuti ai tifosi. Ma i tifosi della Robur al momento hanno un altro compito da svolgere: debbono stringersi con infinita passione a Amore alla squadra, ai giocatori, all’allenatore, alla Società, a ciò che il Siena significa per tutti noi, per la nostra città. Ora c’è Parma e poi gli altri scontri fondamentali per raggiungere la salvezza. Non sarà facile, ma già altre volte siamo riusciti, spingendo tutti insieme, col nostro calore, la nostra vicinanza, i nostri cuori, a far volare alto il Roburrone, a fargli superare ben più duri ostacoli. Almeno sino a lunedì, non pensiamo ad altro, non disperdiamo energie. Il vero Siena, l’unico Siena che conta, è quello che con vigore e ardimento domenica scenderà sul campo del Tardini. Il resto, il gossip metropolitano, le polemiche, le miserie, gli sbagli magari commessi (se è così, chi ha errato ne dovrà pubblicamente rispondere) devono passare in secondo piano. Oggi un unico canto deve accomunarci: “Forza Siena”.  (r.b.)

fonte: siena club fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Quella che poteva e doveva essere una tranquilla giornata di lavoro per la squadra, in preparazione della difficilissima trasferta di Parma, si è rivelata densa di tensioni e notizie allarmanti. Quanto apparso su L’Espresso circa la nuova proprietà hanno messo in subbuglio la città e soprattutto i tifosi bianconeri che sono rimasti sconcertati davanti ad un articolo che, comunque lo si interpreti, non ha fatto piacere leggere sollevando legittimi dubbi ed interrogativi. A completare il clima di poca tranquillità intorno alla squadra si è aggiunta la visita di ieri di Stronati, Angeloni, Castagnini e Anselmi conclusasi con una cena al Garden, una presenza che da quanto ci è riuscito sapere non è stata gestita come avrebbe dovuto essere, provocando diversi malumori in tutto l’ambiente. Non entriamo nei particolari per non contribuire ad aumentare la tensione ma invitiamo, ancora una volta, la nuova proprietà del Siena a concentrarsi sul l’obbiettivo più importante del momento: la salvezza. Tutto il resto, programmi, indirizzi di gestione e scelte varie, legittimi e necessari, potranno e dovranno essere messi in atto solo ad obbiettivo raggiunto.

fonte: siena club fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Il Siena quando gioca a Parma, ha una tradizione favorevole, infatti nei tre anni di serie A non ha mai perso nella trasferta emiliana. Negli ultimi due anni è stata anche una importante sfida per la salvezza. Speriamo sia di buon auspicio per la trasferta di domenica.

STAGIONE

GIORNATA

RISULTATO

MARCATORI

2003-04

 

1 - 1

Lazetic al 41' Adriano al 79'

2004-05

37°

0 - 0

 

2006-06

35°

1 - 1

Guzman al 23' Morfeo al 63'

Fonte: Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

La prevendita dei biglietti, di tutti i settori, compreso il settore ospiti (14.00€), per la partita Parma-Siena del 18 marzo, viene effettuata in tutti i punti vendita della rete TICKETONE a partire da oggi fino a venerdì. I punti vendita in provincia di Siena sono:

SENA: Sottopassaggio La Lizza – SIENA. Tel: 0577283203

BAR ROSSANO: Via Re Di Puglia 5 – POGGIBONSI. Tel: 0577936368

Fonte: Siena Club Fedelissimi

Banca Cras
 
Tosoni Auto

C’è una squadra che sta dominando il girone C del Campionato Nazionale Dilettanti con 12 punti di vantaggio sulla seconda. Questa è l’ A.S. Mezzocorona, squadra di calcio del paese omonimo in provincia di Trento. A guidarla in questa cavalcata trionfale è Claudio Rastelli, ex  giocatore del Siena degli anno ’80, con 125 presenze in maglia bianconera e dopo allenatore delle giovanili e vice allenatore di Corrado Orrico nel campionato 96-97. Dopo le dimissioni del tecnico di Carrara guida il Siena nella trasferta di Treviso prima dell’arrivo di Giuseppe Savoldi. In bocca al lupo Claudio.
Fonte: Siena Club Fedelissimi
Mages
 
Tosoni Auto

Tutti insieme per combattere i tumori dei bambini nei centri toscani di Siena e Firenze e costruire nuove scuole in Africa. Questi gli obiettivi dell'iniziativa ''Insieme e' passibile” che il 2 aprile alle 17.00, al Palasport di Siena, vedrà sfidarsi a calcetto consiglieri comunali e circoscrizionali, fantini del Palio, presidenti di società di contrade, carabinieri e rappresentati dei genitori dell'associazione ''Noi per Voi”. I fondi raccolti saranno destinati in parte all'Unicef, per la realizzazione in Angola di alcune scuole e in parte finanzieranno una borsa di studio in neurochirurgia pediatrica. Il Siena Club Fedelissimi aderisce all’iniziativa ed è possibile acquistare i biglietti della manifestazione anche presso la nostra sede in Via Mencattelli, 11.

Fonte: Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Dal comunicato ufficiale della Lega Calcio abbiamo messo in evidenza le ammende per le quattro squadre sottostanti. Per le azioni commesse dai suoi tifosi, secondo il decreto Amato è previsto l’arresto, la denuncia e la diffida. Staremo a vedere se la Polizia individuerà e punirà i colpevoli di tali gesti, se cosi non fosse dovemmo dedurre che la linea dura è già finita, o che  come al solito sarà applicata solo a Siena. Comoda è!!!!!!!

Fonte: Siena Club Fedelissimi

 

COMUNICATO UFFICIALE N. 266 DEL 13 marzo 2007

PALERMO: Ammenda di € 10.000,00 per avere suoi sostenitori, verso il 32°del primo tempo, lanciato nel recinto di giuoco una moneta che colpiva alla testa un dirigente della squadra avversaria, senza conseguenze lesive.

INTERNAZIONALE: Ammenda di € 5.000,00 per avere suoi sostenitori, al 14° del secondo tempo, acceso un fumogeno nel proprio settore; per avere, all'inizio della gara, esposto, per qualche minuto, uno striscione dal contenuto offensivo nei confronti di un calciatore avversario; recidiva.

ROMA: Ammenda di € 5.000,00  per avere suoi sostenitori, al 4° del primo tempo, fatto esplodere due petardi nel recinto di giuoco e, al 16° del primo tempo, acceso due bengala nel proprio settore.

ATALANTA: Ammenda di € 4.000,00  per avere suoi sostenitori, al 43° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco una bottiglia in plastica, senza conseguenze lesive; per avere suoi sostenitori esposto, nel corso dell'intera gara, uno striscione di tenore ingiurioso nei confronti della categoria arbitrale; recidiva.

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Andando alla pagina del sondaggio puoi esprimere la preferenza verso il giocatore che per te è stato il migliore in campo nella partita Siena-Ascoli. I voti verranno riportati nella classifica del Fedelissimo d’oro.
Fonte: Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Il grande fiocco celeste che ieri si notava appeso allo striscione dei Fedelissimi era per festeggiare l’arrivo di Alberto Silvestri figlio del nostro Vice Presidente Alessandro e di Katia. Ai genitori gli auguri di tutti i soci del Club.
Fonte: Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Il momento è oltre modo delicato. Una sola vittoria in 18 partite: è l’emblematico segno di una crisi che non può essere imputata solo ed esclusivamente alla sfortuna (anche ieri due pali…). Non vogliamo gettare benzina sul fuoco, non lo abbiamo fatto finora e non intendiamo farlo ora. Abbiamo sempre sostenuto i ragazzi di mister Beretta, li abbiamo applauditi anche dopo le sconfitte, come dimostrazione della loro buona volontà. Ieri si sono levati alcuni cori di disapprovazione nei confronti della squadra e seppure a qualcuno sono sembrati fuori luogo, dopo l’ennesima sconfitta, e questa volta contro l’ultima della classe, ci stanno tutti. Con questo, però, non vogliamo avallare una contestazione contro tutto e tutti in un momento così importante e delicato, sia dal punto di vista tecnico che societario. Quello che vogliamo è una risposta chiara e netta da parte di chi dirige la società dietro la scrivania e da chi la dirige sul campo. E’ evidente che qualcosa non va, al di là dei pali e degli errori arbitrali, l’approccio alla partita non è dei più positivi, quindi urgono i rimedi, compreso quello, ci permettiamo di suggerire, di cambiare un modulo tattico che non ha dato nessun frutto se non quello di giocare tanti palloni in avanti ma senza metterli dentro. Una squadra che vuol giocare con due punte e un trequartista e non riesce a segnare un gol contro l’ultima in classifica, è segnale di errore tattico evidente. Beretta si è fatto apprezzare dalla tifoseria senese, la squadra ha espresso un bel calcio dall’inizio fino ad ora, ma poco concreto e per questo ora vogliamo qualcosa in più, vogliamo i risultati. La nostra pazienza è ampiamente dimostrata, abbiamo accettato una sola vittoria in 18 partite senza dire nulla se non incoraggiare i bianconeri, ma ora arriveranno due spareggi (Parma e Reggina) ed sarà il momento di darsi una mossa. Il bel calcio lo abbiamo visto ed apprezzato, ora servono i punti, solo quelli. (a. g.)

Fonte: Siena club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Un altro positivo per cocaina tra i giocatori di serie A: questa volta nei controlli antidoping e' incappato Nicolas Caglioni del Messina. L'episodio avviene a pochi giorni di distanza da quello di Flachi della Sampdoria. La gara al termine della quale e' stato effettuato il test e' quella giocata dal Messina contro il Catania l'11 febbraio scorso.

Fonte: ansa

Banca Cras
 
Tosoni Auto

In occasione della partita Parma - Siena  del 18 marzo il nostro club organizzerà un pulman con partenza alle ore 10.00 dal posteggio di San Prospero. La spesa è di 18.00€. Per i soci del club 15.00€. Acconto 5.00€. Prenotazioni presso il FILUSE’ BAR in Via C. Battisti fino ad esaurimento posti.
Fonte: Siena Club Fedelissimi

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Vergassola è incerto ma alla fine ce la fa, sorprende la decisione di Beretta di schierare Brevi nella formazione iniziale invece di Eremenko che tanto bene aveva fatto contro il Catania. Il Siena parte bene, mantiene l'iniziativa e va alla spesso alla conclusione nei primi minuti con Cozza e Antonini, sfiorando il vantaggio, con Brevi che di testa colpisce il palo. Al 22' la squadra di Sonetti va in gol, al termine di un'azione rocambolesca: Paolucci di sinistro centra il palo e sul pallone si avventano Bjelanovic e Bertotto, ma è il difensore senese che mette in rete. Azione viziata nelle fasi iniziali da un evidente fallo di mano di Foglio. Il gol è importantissimo per alimentare le speranze salvezza dell'Ascoli, che due minuti dopo ha un'altra buona opportunità, ancora con Bjelanovic. La reazione del Siena si concretizza al 26', con una conclusione di Molinaro sulla quale Maccarone sfiora la deviazione vincente. Al 32' è ancora l'ex attaccante del Middlesbrough a impegnare il portiere ascolano con un tiro angolato dal limite dell'area. La gara è piacevole, con il Siena che preme sull'acceleratore alla ricerca del pareggio, ma senza la necessaria lucidità, e l'Ascoli che comunque prova a ripartire. Nel finale di tempo Eleftheropoulos nega il gol prima a Vergassola e poi a Cozza. Nella ripresa Beretta inserisce Chiesa per Corvia, ma è l'ascolano Paolucci a sfiorare il raddoppio al 7', con una bella girata che impegna Manninger. Siena ancora una volta sfortunato al quarto d'ora: grande calcio di punizione di Chiesa, imparabile per Eleftheropoulos, ma è ancora il palo a salvare l'Ascoli. Beretta rischia tutto inserendo Frick al posto di Bertotto, ma il risultato non cambia neanche al 24', quando Fini si trova davanti alla porta praticamente vuota ma calcia clamorosamente fuori. La pressione del Siena sale e Sonetti fa entrare forze fresche per mantenere il vantaggio, i padroni di casa però non pungono più e il punteggio non cambia. Il Siena non riesce più a vincere, i tre punti mancano da quasi due mesi ed in 19 partite abbiamo vinto una sola volta contro il Chievo.  La sfortuna da sola(anche oggi due pali), non basta a giustificare un finale di campionato che tutti ci aspettavamo molto diverso.

Fonte: Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

"Abbiamo perso una partita che volevamo vincere in tutti i modi. Probabilmente il gol preso in quel modo ci ha messo addosso un po' di tensione. Non si deve imputare niente ai giocatori che hanno dato l'anima fino alla fine, magari non con la lucidità necessaria. Nell'azione del gol dell’Ascoli c’è stato un fallo di mano di Foglio, magari involontario ma netto, poi siamo stati sfortunati con Vergassola che rinviando ha colpito in pieno petto Bertotto". "La nuova società ci è stata vicina, sa che questa è una squadra in grado di fare bene".
Fonte: www.tuttomecatoweb.it

 

Mages
 
Tosoni Auto

E’ una vittoria importante, anche sotto il profilo della classifica ovviamente. Le prestazioni stavano migliorando e con esse anche la stima in noi stessi. Nel girone di ritorno stiamo facendo meglio di molte altre squadre che sono sopra di noi. Il Siena ha fatto la sua partita, ha attaccato come doveva fare. Ci ha messo in difficoltà sui calci da fermo, ma sotto il profilo del gioco non mi pare che ci abbiano mai schiacciato". Così a caldo Nedo Sonetti commenta la fondamentale vittoria dei suoi. Sull’episodio che ha deciso la partita la vede in modo diverso dal suo collega: "Sull’azione del gol c’è stato un rimpallo sul braccio di Foglio, non un fallo di mano”. Anche sulla lotta salvezza appare deciso: “La corsa salvezza la facciamo su tutti, quindi anche sul Siena. Siamo rientrati nella bagarre, tutti quelli che sono lì davanti debbono stare attenti. Chi starà meglio dal punto di vista del gioco e dal punto di vista psicologico si salverà”.
"Non siamo più ultimi da soli. E' proprio un belvedere, sembra di essere su una terrazza sul mare. Per il nostro straordinario obiettivo finale è importante che i ragazzi crescano sempre in autostima. Se ci salveremo, mi farò una medaglia d'oro al valor civile".
Fonte: www.tuttomrcatoweb.it

 

Mages
 
Tosoni Auto

Questa mattina dopo un incontro presso il Comune di Siena avuto con la nuova proprietà alla presenza delle Istituzioni Senesi, Pier Luigi Fabrizi ha sciolto le ultime riserve e ha accettato di diventare il presidente del Siena Calcio. L'ex presidente di Banca Monte dei Paschi e attuale presidente della holding 'Cartasi', era stato indicato dai nuovi proprietari del Siena, la CredSec' e un gruppo di imprenditori senesi. Fabrizi e' da sempre un tifoso dei colori bianconeri e la candidatura a presidente era stata accolta con grande entusiasmo nella città del Palio. Buon lavoro Presidente.
fonte: siena club fedelissimi
Mages
 
Tosoni Auto

“Caro Professore, Caro Pierluigi,

siamo certi che non Ti offenderai se ti diamo del tu, perché il tu è il modo nel quale ogni autentico e appassionato tifoso del Siena si rivolge a chi si riconosce, da tempo, come appartenente alla stessa famiglia di innamorati della maglia bianconera. Siccome tu ami e segui la Robur da sempre, fin da ragazzo, siccome sei veramente uno di noi, pensiamo che il saluto che ti rivolgiamo non possa essere formale. Innanzitutto ti ringraziamo per aver accettato un incarico di prestigio e anche delicato, in un momento di straordinaria importanza dell’epopea del Siena, in una fase di passaggio che si è risolta senza traumi e che è stata portata avanti da tutti gli attori con assoluta serietà e grande senso di responsabilità. Tu sai perfettamente cosa ha rappresentato Paolo De Luca per la Robur. Ci ha abituati al raggiungimento di grandi traguardi e di, forse insperati, successi. Dopo quattro stagioni in serie A, adesso è il momento di proseguire l’opera intrapresa, di consolidarla, di proiettare il Siena verso un futuro caratterizzato da un programma di robusto assestamento delle posizioni acquisite, restando sempre coi piedi per terra ma non per questo negando la possibilità di ulteriori, sempre maggiori, obiettivi. Vogliamo una società che sappia mischiare esperienza e gioventù, unendo campioni e giovani promesse in un progetto di lunga gittata. Sì, caro Pierluigi, vogliamo continuare a sognare, vogliamo che questa favola della A duri il più a lungo possibile e che negli stadi italiani, da Milano a Palermo, la Robur riscuota sempre consensi, si faccia ammirare per sportività, sano agonismo e anche per la correttezza, la fantasia e l’entusiasmo di noi tifosi. Sapere che d’ora in avanti, pur con i tanti impegni professionali, sarai tu a rappresentarci in tribuna, nelle interviste e in Lega, è per noi ragione di straordinario orgoglio: che bella carta d’identità per il Siena. Cosa di migliore poteva scaturire da una città ch’è da secoli originale faro di cultura, di alacre laboriosità e di civile convivenza? Buon lavoro, quindi, Presidente. Diamoci la mano e cominciamo tutti insieme un nuovo cammino. Speriamo che sin da domani si possa bagnare quest’esordio con una limpida, squillante vittoria. Ovviamente, noi siamo qui, tutti stretti a te: mai ti mancherà il caloroso sostegno del SIENA CLUB I FEDELISSIMI”
Fonte: Siena Club Fedelissimi

Banca Cras
 
Tosoni Auto

In occasione della partita Siena-Ascoli in programma domenica 11 marzo alle ore 15,00 i cancelli d’ingresso dello stadio “Franchi” verranno aperti alle ore 13.00.
I Club sono autorizzati ad apporre i loro striscioni dalle ore 10,30 alle ore 12,00
Fonte: ac siena

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Bianconeri contro bianconeri. E’ la seconda volta in pochi anni che il calendario riserva all’Ascoli il ruolo di spartiacque fra diversi, importanti momenti della Storia della Robur. Il 31 maggio 2003 la compagine marchigiana capitò al “Franchi” proprio nella giornata che seguiva la conquista della matematica promozione in A, ottenuta in quel di Genova. Tutti noi ricordiamo ancora quella magica sera, le centinaia di bandiere al vento, la passerella dei giocatori nel delirio dello stadio esultante. L’incontro di per se, dopo un primo tempo sonnacchioso, vide il successo del Siena per 4-0, con reti di Cavallo, Tiribocchi (2) e Scalzo. Quella sera ci fu gloria per tutti. In particolare si ricorda la strepitosa legnata di Scalzo che quasi disintegrò la porta, proprio in chiusura di partita, con un poderoso tiro al volo. Ecco che adesso l’Ascoli torna al Rastrello in un altro momento delicato e importante, nell’epopea bianconera: l’avvenuto cambio di società e la nomina di un nuovo Presidente (che si spera ufficiale già da domenica). Si tratta di una svolta storica, dopo i successi della gestione De Luca, una svolta attesa con trepidazione, con la tipica emozione che accompagna ogni cambiamento. E guarda caso, ancora una volta è l’Ascoli a porsi sulla nostra strada. Che dire? Possiamo soltanto augurarci di ripetere il successo del 2003. Fatti salvi tutti gli scongiuri del caso, qui si tratta di conquistare una bella fetta di salvezza per proiettarci con slancio verso un futuro di soddisfazioni e di crescita.  I nostri eroi di oggi non si chiamano più Cavallo, Tiribocchi e Scalzo, ma se ci confezionano un poker di reti irresistibili come accadde quel 31 maggio, a noi ci fanno soltanto impazzire di gioia! (r.b.) 
Fonte: Siena Club Fedelissimi

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Ecco gli arbitri designati per le gare della 28a giornata del campionato di serie A in programma domenica alle 15.

Atalanta-Parma:
Giannoccaro di Lecce (Carretta-Ivaldi/ quarto uomo Zanzi)
Chievo-Messina:
Pieri di Lucca (Ghiandai-Cini/ quarto uomo Salati)
Empoli-Livorno:
Trefoloni di Siena (Ambrosino-Lanciano/ quarto uomo Velotto)
Inter-Milan:
Rizzoli di Bologna (Stagnoli-Calcagno/ quarto uomo Girardi)
Palermo-Fiorentina:
Messina di Bergamo (Faverani-Stefani/ quarto uomo Squillace)
Reggina-Lazio:
Saccani di Mantova (Giachero-Comito/ quarto uomo Damato)
Roma-Udinese:
 Mazzoleni di Bergamo (Consolo-Contini/ quarto uomo Herberg)
Sampdoria-Cagliari
: Banti di Livorno (Rosi-Alessandroni/ quarto uomo Lena)
Siena-Ascoli:
Rocchi di Firenze (Grilli-Giordano/ quarto uomo Iannone)

Torino-Catania:
Paparesta di Bari (Saglietti-Bernardoni M./ quarto uomo Ciampi)

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Sarebbe il primo colpo della nuova gestione. Franco Baldini, attuale consulente di mercato del Real Madrid appena eliminato dalla Champions League, ed ex direttore generale della Roma, potrebbe tornare in Italia. E la destinazione potrebbe essere Siena, la sua amata Toscana.
ACQUISTO Entro dieci giorni il CredSec, costituito da un gruppo di imprenditori toscani che fanno capo all'avvocato romano Giovanni Lombardi Stronati assistito da Emiliano Angeloni, dovrebbe perfezionare l'acquisto del Siena, ancora nelle mani dell'ingegnere napoletano Paolo De Luca. E' un'operazione da 25 milioni di euro che si è praticamente conclusa, quella condotta da presidente e vice presidente della Valle del Giovenco che milita in serie D. Mancano alcuni dettagli.
PROPOSTA Definiti questi ultimi dettagli e acquisita la proprietà del club che anche quest'anno sta conducendo un tranquillo campionato di serie A con Mario Beretta in panchina, partirà il progetto per definire i nuovi obiettivi. E la prima proposta verrà fatta, appunto, a Franco Baldini che non ha mai nascosto l'intenzione di tornare a occuparsi del campionato italiano. Già era stato in ballo per rientrare come direttore generale del Parma, ora è stato contattato dai nuovi responsabili del Siena e Baldini si sarebbe detto soddisfatto di cominciare l'avventura.
CONTRATTO Il dirigente toscano è legato da un contratto col Real Madrid che scadrà nel giugno del 2009. Esattamente lo stesso impegno sottoscritto dal tecnico Fabio Capello che in questo momento certo non se la passa benissimo. Uscendo di scena l'allenatore friulano, sarebbe più semplice anche la decisione di Baldini.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Dal 30 marzo tamburi, sirene e fischietti saranno espulsi dagli stadi. Saranno considerati «manifestazioni sonore» non autorizzate in occasione delle partite di calcio. Questa è una novità assoluta. Bandiere e striscioni, invece, dovranno essere esaminati «preventivamente» e, poi, autorizzati dai responsabili dell'ordine pubblico. Lo ha deciso irrevocabilmente, ieri sera, l'Osservatorio del Viminale presieduto dal vicecapo della Polizia Antonio Manganelli. Questi controlli più minuziosi sulle bandiere, per gli striscioni la prassi era già quella, probabilmente, seguono la linea della sentenza della Terza sezione penale della Cassazione, che ha confermato il divieto di stadio (Daspo) per 3 anni a un tifoso della Roma, G.L. di 34 anni, che aveva esposto una bandiera col ritratto di Mussolini in occasione della partita Roma-Livorno (3-0) del 29 gennaio 2006. L'Osservatorio ha costituito anche un tavolo di lavoro per studiare come proteggere i club da ricatti (eventuali) di gruppi ultrà che potrebbero servirsi della «responsabilità oggettiva», in caso di atti di violenza.
Fonte: La gazzetta dello Sport

Mages
 
Tosoni Auto

Media Partners
ARE
ok siena
Canale 3
FISSC
Siena TV
Vitabyte