Audio Life
Banca Cras
Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
Ricci Bus

Pochi minuti fa il sito gianlucadimarzio.com ha dato per concluso il passaggio di Alessandro Marotta in rossoblù.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Sono state rese note le date di tre amichevoli che i bianconeri disputeranno nel ritiro di Castel del Piano.
- Giovedì 19 luglio: Siena-Neania Castel del Piano
- Domenica 22 luglio: Siena- Selezione AIC
- Giovedì 26 luglio: Siena-Latina
Tutte le partite si disputeranno nello stadio comunale di Castel del Piano con inizio alle ore 18.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Un'intera città con il fiato sospeso. Bari è in fibrillazione per le sorti della Fc Bari 1908, in queste ore oggetto di una spaccatura tra il presidente Cosmo Giancaspro, il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale. Sul tavolo c'è la ricapitalizzazione per 4,6 milioni di euro che la società di calcio deve effettuare per poter prendere parte al prossimo campionato di serie B e cancellare l'ombra del fallimento.


Una cifra depositata in parte - pari a circa 1,5 milioni - dal presidente alla data del 26 giugno, limite temporale per il pagamento degli stipendi di calciatori e componenti dello staff tecnico, ma che attende di essere integrata per poter superare l'esame di Covisoc e Consiglio Federale. Nella notte tra martedì 10 e mercoledì 11 luglio il dialogo è proseguito con una conference call tra due studi legali di Bari e Roma con evidenti frizioni filtrate tra il numero uno del club, nella Capitale da due giorni, e gli altri componenti del cda.

Alla base dei problemi, le modalità con cui Giancaspro intende portare avanti la ricapitalizzazione, individuate nella cessione di alcuni crediti aziendali vantati dalla sua Kreare Impresa nei confronti di altre due società controllate dalla stessa. Un'operazione che non ha superato le valutazioni dell'assise.

Intanto, il socio di minoranza Gianluca Paparesta, attraverso un comunicato ufficiale, si è tirato ufficialmente fuori dalla corsa per la ricapitalizzazione. Nella corsa contro il tempo è intanto emersa un'altra ipotesi: la possibilità che Cosmo Giancaspro mantenga il 30 per cento del pacchetto societario, dando il via libera all'apertura alla cessione del restante 70% a terzi, da individuare anche con la regia del sindaco di Bari Antonio Decaro. Al momento, all'appello del primo cittadino, ha risposto Mimmo Di Paola che si è detto pronto a investire nella società.

Un'azione che andrebbe completata entro venerdì 13 luglio. Domani, intanto, toccherà alla Covisoc emettere i primi responsi riguardanti la documentazione dei club ammessi al prossimo campionato di B.

Fonte: http://bari.repubblica.it

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

La società bianconera ha ufficilzzato il tesseramento di Marco Rossi. Il difensore, classe 1987, ha firmato un contratto biennale con i bianconeri. Cresciuto nelle giovanili del Parma, vanta oltre 100 presenze in serie A. Nelle ultime due stagioni ha giocato nel Wellington Phoenix Football Club, in Nuova Zelanda, partecipando al campionato australiano.

La carriera:
http://www.sienaclubfedelissimi.it/detail.php?id_atomo=2147504653&tipo_atomo=17


Fonte: FOL
Foto: Robur Siena


 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Dopo la comunicazione della data del raduno fissata per il giorno 12/7 allo stadio ,non sono apparse notizie circa gli orari degli allenamenti stessi . Vorrei rimarcare che questi appuntamenti riguardano certamente gli addetti ai lavori ,ma indirettamente credo interessino anche ai tifosi stessi della Robur. Sono pochi i volti nuovi ma penso che un pò tutti siamo curiosi di vederli all'opera e salutare i vecchi. Purtroppo però la Società in questo lato è carente. Spesso troppo spesso vengono comunicati giorni e ore a ridosso degli eventi. Quanto impegna comunicare con un giorno di anticipo gli orari e luoghi degli allenamenti ?  La società credo che abbia chiamato i giocatori e stabilito gli orari del ritrovo già da qualche tempo. Perchè allora non darne comunicazione ai tifosi per tempo ? Ho ritenuto opportuna la segnalazione e penso possiate pubblicarla. Vi ringrazio come sempre e saluto.


 

Nello Del Dottore 


 

 

Tosoni Auto
FISSC
 

La Lega ha comunicato le società ammesse alla Coppa Italia "Tim Cup" 2018/19.

RETROCESSE DALLA SERIE B
1. VIRTUS ENTELLA
2. NOVARA
3. PRO VERCELLI
4. TERNANA

CAMPIONATO SERIE C 2017-2018
GIRONE A
2. ROBUR SIENA
3. PISA
4. MONZA
5. VITERBESE CASTRENSE (Finalista Coppa Italia Serie C 2017-2018)
6. ALESSANDRIA (Vincitrice Coppa Italia Serie C 2017-2018)
7. CARRARESE
8. PIACENZA
9. GIANA ERMINIO
10. PISTOIESE

GIRONE B
2. SUDTIROL
3. SAMBENEDETTESE
4. REGGIANA
5. ALBINOLEFFE
6. FERALPISALO’
7. RENATE
8. BASSANO VIRTUS

GIRONE C
2. CATANIA
3. TRAPANI
4. JUVE STABIA
6. MONOPOLI (In sostituzione della società Cosenza. promossa in Serie B)
7. CASERTANA
8. RENDE
9. VIRTUS FRANCAVILLA

La Lega rendendo noto che nel caso in cui taluna delle società di cui sopra, rinunci a prendere parte alla competizione o venga esclusa dalla partecipazione della stessa perché non ammessa al campionato di competenza a seguito di un provvedimento ad hoc, questa verrà sostituita dalla società che ha riportato la migliore posizione di classifica nel rispettivo girone, con scorrimento della classifica delle altre squadre successivamente posizionate, in applicazione del Com. Uff. n.16/L del 10.07.2018.

Fonte. FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

La Società Brescia Calcio Spa comunica di aver acquisito le prestazioni sportive a titolo definitivo del calciatore Ivan Rondanini che ha firmato un contratto biennale con scadenza 30.06.2020. Ivan Rondanini è un difensore esterno italiano nato a Cuggiono il 10 aprile 1995. Cresciuto nelle giovanili del Milan, la scorsa stagione ha vestito la maglia della Robur Siena con la quale ha totalizzato 28 presenze e 5 reti.


Fonte: FOL



 

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

L’assemblea della B ha deliberato a sorpresa il blocco dei ripescaggi fino a 20 squadre proposto dal Brescia. Lo stesso piano nel 2014 si rivelò non efficace e ora siamo fuori dai termini, ma il presidente Mauro Balata ci prova: «E’ un modo per arrivare alla riforma e risolvere il tema della sostenibilità finanziaria». E’ impensabile però che la Figc torni sui suoi passi. Resta da vedere comunque se Bari e Cesena si iscrivono (guai anche per l’Avellino, che però rischia solo un -2), visto che non arrivano segnali positivi. A Bari c’è un cda aperto da lunedì (intanto Paparesta si è chiamato fuori), il Cesena dovrebbe farlo oggi, domani si attendono i responsi Covisoc e il 16 i verdetti. Di certo è auspicabile che la Figc faccia chiarezza pubblicando la graduatoria ufficiale per i ripescaggi: davanti ci sarebbero Novara e Catania (entrambi non ripescabili), poi il Siena di poco sulla Ternana. Urge comunicazione con i dati.

DIRITTI TV Nessun accordo invece per la vendita dei diritti in chiaro dell’anticipo del venerdì (forse non ci sarà più il posticipo del lunedì): la Lega, in attesa di decidere se giocare al sabato o alla domenica, va avanti con le trattative private (previste per il 16) perché le offerte di Rai (2,5 milioni) e Mediaset (1) sono risultate al di sotto dei 5 chiesti.

GIOVANI E CALENDARI Inoltre l’assemblea ha approvato il piano economico finanziario, con maggiori risorse a chi garantisce un maggiore minutaggio ai giovani. Balata è tornato a sollecitare un intervento del Governo per rivisitare la Legge Meladri arrivando a una più equa distribuzione delle risorse. Infine è stata accettata la proposta di Cosenza per presentare lì il calendario.

PALLONE In mattinata è stato presentato il pallone Kombat, che, nel logo, ha reso omaggio all’italianità del campionato inserendo le regioni stilizzate.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

SERIE B Caccia agli attaccanti. Blitz del Perugia che ha in pugno Melchiorri (era al Carpi) dal Cagliari. Il Padova, che ha ufficializzato il portiere Perisan (Udinese, era all’Arezzo), ha trovato l’accordo con la Samp per Bonazzoli (era alla Spal), mentre il Verona ha chiesto Scamacca (era alla Cremonese) al Sassuolo. Ai dettagli il passaggio di Caracciolo, dopo il mancato rinnovo da parte del Brescia, alla Cremonese (annuale con opzione). Lo stesso Brescia (che prende anche il difensore Mateju dal Brighton) ha ultimato l’arrivo di Donnarumma per 1,7 milioni dall’Empoli: contratto di 4 anni da 400mila euro a stagione. Ufficiale Piu (Empoli) al Carpi. Pesca tra gli svincolati il Bari: ecco Ngombo (ex Roda). Infine la Salernitana ha definito l’accordo per Jallow (Chievo, era al Cesena).
Il Livorno prende Iapichino (Siena), Porcino (Catania) e Forte (Inter, era allo Spezia). Pescara a un passo da Melegoni (Atalanta): gli abruzzesi trattano anche Crivello (Frosinone) e attendono il via libera della Pro Vercelli per Max Gatto. Difensori: l’Avellino ha chiesto Romero al Genoa, Marchizza (Sassuolo, era all’Avellino) verso Crotone. Il Palermo stringe per Fazzi (Atalanta, era a Cesena) e ha incontrato la Juve per Brignoli (era a Benevento), mentre Coronado andrà per 6 milioni allo Sharjah Dubai. Portieri: Cerofolini (Fiorentina) si accasa al Cosenza, Volpe (Gubbio) è vicino alla Cremonese, che ufficializza Strefezza (Spal).
Massimo Pulcinelli (Bricofer) ha ratificato l’acquisto dell’Ascoli nominando presidente Giuliano Tosti, già socio di minoranza. In bilico la panchina: Cosmi ha un anno di contratto, il club vorrebbe Bollini ed è braccio di ferro. Come giocatori piace Vacca (Parma).


SERIE C Si muove in modo pesante il Vicenza: presi Albertazzi (Bologna, era a Francavilla) e Pasini (Bassano), ora Cascione (Cesena), Proietti (Pescara), Solerio e Paghera (Avellino).

NORD L’Alessandria, definito Sbambato (Chievo), punta Agostinone (Francavilla). Due portieri all’Albissola: Piccardo (Samp) e Bambino (Cuneo). Ufficiale Brignoli (Inter) al Monza. Doppietta Pro Patria: Lombardoni (Inter) e Fietta (Renate). La Giana tessera Pirola (ex Monza). Tre innesti alla Virtus Verona: Franchetti (Arezzo), Lancini (F. Andria) e Sirignano (Santarcangelo). Della Giovanna (Inter) va al Südtirol, Pini (Viterbese) all’Arzachena.

CENTRO Nasce una grande Viterbese: presi Valagussa (Gubbio) e Strambelli (Matera). Il Pisa tratta Turchetta (Lecce, era alla Casertana). Bresciani (Livorno) si accasa al Ravenna. Il Siena ingaggia Arrigoni (Lucchese), riprende Romagnoli (Rimini) e blocca Marotta, richiesto dal Catania. La Carrarese prende Mobilio (Lavagnese). Masetti (Sassuolo) firma con il Pontedera. Tris della Samb: Panaioli (Perugia), Sala (Ternana) e Biondi (Rieti). Bergamelli (Pro Vercelli) è nel mirino della Ternana. Mastrilli (Spal) al Teramo. Scatenato il neopromosso Rieti del neo d.s. Torma: fatta per Costa (Inter), Janse (ex Ternana), Gigli (Fiorentina), Palma (Napoli), Tommasone (Paganese) e Paparelli (Sangimignano).

SUD Preso Silvestri (Trapani), il Catania punta Ciancio (Lecce) e anche Calapai (Carpi) per completare il restyling sulle fasce. La Casertana è in pressing per Ripa (Catania). Paolucci (Teramo), Berardi (Torino, era alla Juve Stabia) e Pierfederici (Romagna Centro) verso Monopoli. La Vibonese tratta Camilleri (Sicula).


Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Il centrocampista Tommaso Arrigoni, classe 1994, ha firmato un contratto biennale con il Siena. Nell’ultima stagione è stato il perno del centrocampo della Lucchese, collezionando 36 presenze e 5 reti.

La carriera:

Ruolo: Centrocampista    
Nazionalità:  Italiana    
Nato il:  26-02-1994    
Nato a:  Cesena (FC)    
Altezza 171 cm    
Peso 68 kg    
         
STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE GOAL
2011-2012 CESENA A 13  
2012-2013 TRITIUM C1 16  
2012-2013 CESENA B 6  
2013-2014 CESENA B 0  
2013-2014 SPAL C2 12 1
2014-2015 FORLI C 26 1
2015-2016 SANTARCANGELO C 18  
2016-2017 LUMEZZANE C 37  
2017-2018 LUCCHESE C 36 5
2018-2018 SIENA C    


Fonte: FOL
Foto:Robur Siena
 

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Quello del Bari sembra un calvario senza fine. Il consiglio di amministrazione di ieri, che sembrava già da tempi supplementari, ha prodotto una fumata grigia ed un rinvio ad oggi, ancora a Roma alle ore 16,30, della decisione relativa al piano di ricapitalizzazione presentato dal socio di maggioranza, Cosmo Giancaspro, che sta cercando di cedere un suo credito per fare fronte almeno parzialmente all’esborso di 4,6 milioni di euro per consentire al Bari di rimettere i conti a posto e di iscriversi al prossimo campionato di B.

La linea di confine è il 12 luglio, quando la Federcalcio stabilirà chi ha i requisiti necessari per restare nel calcio professionistico. Il piano di ricapitalizzazione presentato ieri da Giancaspro è stato considerato dal Collegio dei sindaci carente sotto il profilo documentale.

Tutto da verificare se in queste ore il presidente del club biancorosso sia riuscito a colmare queste lacune. Se così non fosse, il Bari resterebbe appeso ad un filo per 48 ore, il termine entro il quale o il socio minoritario Gianluca Paparesta o soggetti terzi potrebbero ancora intervenire per salvare la società dal fallimento, che farebbe sprofondare il Bari tra i dilettanti.

Oggi, nel giorno d’inizio delle visite mediche in vista del ritiro, è atteso in città il nuovo tecnico Mauro Zironelli. Chissà se coronerà il sogno di sedersi sulla panchina biancorossa. Ben che gli vada, farà una B in salita, visto che per una serie di inadempienze, il Bari partirebbe con dei punti di penalizzazione.

Fonte: http://bari.repubblica.it

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Terminato il periodo di addestramento tecnico, Mirko Romagnoli ha firmato oggi un contratto triennale che lo lega alla società bianconera. Il difensore, classe 1998, ha all’attivo 3 presenze tra i professionisti con la maglia della Robur, e 14 presenze con una rete segnata in serie D nei sei mesi trascorsi al Rimini nello scorso campionato.

Fonte: Robur Siena

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Il portier Pasquale Pane (28) non difenderà i pali della Robur Siena nel prossimo campionato, nonostante un altro di contratto. Secondo indiscrezioni raccolte da TuttoMercatoWeb.com, l'estremo difensore napoletano, che comunque partirà per il ritiro a Castel di Piano, piace a Casertana e Cavese, con quest'ultima che spera nel ripescaggio in Serie C.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

SERIE B L’Airone è pronto a volare alla Cremonese. Incontro positivo ieri con Andrea Caracciolo, svincolato dal Brescia. La proposta di un annuale con opzione alletta il centravanti che a breve darà una risposta. Intanto il club grigiorosso ha tesserato il giovane Boultam (Ajax). Da parte sua il Brescianon ha perso tempo e ha ottenuto l’ok di Alfredo Donnarumma dall’Empoli; con lui anche Cremonesi (Spal).

Accordo con Roberto Insigne (era a Parma): atteso in settimana l’ok del Napoli al prestito con diritto di riscatto che diventerebbe obbligo in caso di promozione. Non solo: il Benevento è in pressing sul Sassuolo anche per l’esterno offensivo Ragusa.

Zamparini ha ufficializzato i ritorni di Tedino in panchina e del manager Foschi, e adesso rinforza il Palermo: obiettivi Brignoli (Juve, era a Benevento), Fazzi (Atalanta, era a Cesena) e Vido (Atalanta, era a Cittadella).

Lo Spezia prende Lamanna (Genoa) e i giovani Pierini ed Erlic (era al Südtirol) dal Sassuolo: per la mediana piace Crimi (Entella). Ufficiale Scappini (Cremonese) al Cittadella che insiste per Berra (Pro Vercelli). Della Rocca (Salernitana) firma con il Padova. Il Pescara tessera Memushaj (Benevento). Il Lecce - che ha ufficializzato l’esterno Chiricò e rinnovato con Torromino - per la porta, sfumato Lamanna, vira su Vigorito (Frosinone). Baclet e Pascali rinnovano con il Cosenza che ha chiesto al Napoli il prestito di Machach. Dopo Calabro (ex Carpi) l’Ascoli ha incontrato anche Bollini (ex Salernitana) per la panchina, con quest’ultimo che è balzato in pole: obiettivi Laverone (Avellino) per la fascia e Vannucchi (Alessandria) per la porta, più il gioiellino Antonucci della Roma.

Davanti a oltre 2.500 tifosi si è tenuta allo stadio la presentazione di Cristiano Lucarelli, nuovo tecnico del Livorno, accolto dal suo ex compagno e oggi manager Igor Protti. Senso di appartenenza («Quando c’è di mezzo questa maglia, faccio fatica a ragionare con la testa») e voglia di combattere le parole d’ordine del nuovo Livorno che si radunerà giovedì. Tra oggi e domani annunciati gli arrivi di Forte dell’Inter, Suagher e Agazzi dall’Atalanta, Porcino, Barisic e Bogdan dal Catania mentre il sogno resta Diamanti ma se ne parlerà dopo il 21.

SERIE C Dopo 38 anni di gestione Toccafondi, il Prato è pronto a cambiare proprietà, passando a Joseph Romano, imprenditore canadese che dovrà depositare le coperture entro lunedì 23, con un’altra condizione: l’esito della domanda per il ripescaggio – di cui si farà pieno carico Romano – dovrà essere positivo: manca l’ok per lo stadio, atteso giovedì.
PANCHINE Boscaglia va all’Entella: presentazione oggi. Alla Juve Stabia il patron Manniello ha deciso di proseguire: resta Caserta. A Cuneo volata Asta-Stellini, a Bisceglie intesa con Ginestra.
AL NORD L’Alessandria cala il poker: presi Cucchietti (Torino, era alla Reggina), Sbampato (Chievo, era al Francavilla) e il duo Checchin e Badan dal Verona; per la difesa idea Tedeschi (Catania), mentre Sestu va al Piacenza che ingaggia anche Cauz (Parma). Doppietta della Giana che pesca in D Rocco (Belluno) e Liotti (Taranto). Lavagnoli (Mestre) firma con la Virtus Verona. Altri due acquisti per il Pordenone: Pelagatti (Cittadella) e Candellone (Torino, era a Gubbio). Il Vicenza aspetta Solerio (Avellino) e punta Proietti (Pescara). Martiniello (Cavese) si accasa all’Olbia.
CENTRO La Carrarese prende Carissoni (Torino, era a Monza). Vitiello (Gavorrano) firma per la Pistoiese. Il Siena è su Marcone (Pro Vercelli). Al Pontedera va Zamparo (Cuneo), alla Vis Pesaro Gennari (Fermana) e Kirilov (Pirin Blagoevgrad), al Rieti Broso (Ravenna). Viterbese vicina a Strambelli (Matera).
SUD Poker Monopoli: Pissardo (Inter), Mangione (Nardò), Gatti (Atalanta, era alla Reggina) e De Franco (Matera). Il Catanzaro fa tris con Golubovic (Matera) e i ritorni di Riggio e Nicoletti dal Crotone. Idem il Potenza: Piccinni (F. Andria), Fanelli (Gravina) e Genchi (Monopoli). Bonetto (Inter) va alla Reggina.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Conclusa con la promozione in serie C la parentisi a Rimini, Mirko Romagnoli (1998) è ritornato alla Robur e domani firmerà il suo primo contratto da professionista. Per il giovane prodotto del viavaio bianconero, sarà un giorno importante e tutta la redazione si congratula con lui per questo primo importante passo.

Fonte: FOL 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Le scelte degli uomini mercato della Robur sembrano ormai definitive. Secondo voci provennienti da Parma, il Siena starebbe per concludere per i portieri Michele Nardi (1986) e Kristaps Zommers (1997) nato a Riga in Lettonia. Nardi vanta una lunga esperienza con la maglia del Santarcangelo (400 partite tra serie D, C2 e C. Nell’ultima stagione era il secondo portiere del Parma. Zommers, dopo aver svolto in patria tutta la trafila del  settore giovanile, è stato acquistato dal Parma e con la maglia dei crociati ha disutato 54 partite tra serie D e serie C. Nell’ultima stagione ha svolto il ruolo di secondo portiere a Cosenza.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

Il centrocampista Tommaso Arrigoni (1994), ultima stagione alla Lucchese con 36 presenze e 5 reti, è ad un passo dal trasferimento alla Robur. Arrigoni, nonostante la giovane età, vanta già 164 partite tra i professionisti di cui 13 in serie A e 6 in serie B tutte con la maglia del Cesena. L’accordo è già stato raggiunto e si attende l’ufficialità.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
FISSC
 

Il responsabile dei camp, Ruggero Radiceal sito della Robur Siena: “Siamo su un campo nuovo, storico, grazie alla sforzo della società che ha messo a disposizione una struttura del genere. Per noi è una bellissima opportunità per vedere all’opera tanti ragazzi, coerentemente con il nostro progetto partito per il settore giovanile e i suoi rapporti con il territorio, per le società e per gli allenatori. Per noi e per lo Youth Project è entusiasmante essere qua. Partecipano ai camp 111 ragazzi, una risposta inaspettata perchè pensavamo che partecipasse un numero inferiore. Evidentemente i ragazzi e le famiglie ci hanno dato fiducia, li ringraziamo e ci prendiamo ancora più responsabilità per portare avanti le nostre idee, legate al buon comportamento che parte dagli allenatori, stando attenti agli aspetti comportamentali e tecnici, portando avanti la filosofia del nostro settore giovanile”.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

La presidente Anna Durio presente oggi pomeriggio al campo dell'Acquacalda ha rilasciato una dichiarazione al sito ufficiale della società. “Sono soddisfatta ed emozionata, finalmente possiamo calpestare questo campo, appena rinnovato. Dopo tante peripezie ce l’abbiamo fatta, sono contenta che le famiglie e i ragazzi abbiano risposto positivamente a questi camp, li ringraziamo. Questo sarà il campo di allenamento della prima squadra, e poi ci si alleneranno anche i ragazzi del Siena Nord, che sarà il nostro primo bacino per il settore giovanile: abbiamo rilevato il Siena Nord, incorporando anche il Futsal Siena, con la possibilità dunque di giocare sia a 11 che a 5, per mandare avanti il progetto iniziato un anno fa. Come ho sempre detto, è molto importante far crescere i ragazzi, mi auguro di avere sempre più tesserati e di poter fare qualcosa di importante, anche in ottica prima squadra. Questo all’Acquacalda è sempre un cantiere aperto, ci saranno gli spogliatoi per la prima squadra che saranno utilizzati anche, nelle altre fasce orarie, dai ragazzi delle nostre giovanili e del Siena Nord. Condivideremo questo campo e per il momento anche questi spogliatoi, portando avanti il progetto in futuro ci dovranno essere altri spogliatoi. Purtroppo a causa della burocrazia e del maltempo siamo andati per le lunghe, cercheremo di fare anche il resto: per il momento il campo è utilizzabile, è un campo omologato per la serie D e per la Berretti”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Sono iniziati oggi i camp bianconeri al campo dell’Acquacalda, lo Youth Project Camp, in programma al mattino per i ragazzi dal 2012 al 2007, e il Robur Camp, per i ragazzi dal 2006 al 2002. I camp sono organizzati da Gkr Sport e Robur Siena, con la partecipazione del responsabile Ruggero Radice, dei responsabili del settore giovanile bianconero Stefano Argilli e Roberto Pierangioli, dei tecnici del settore giovanile e delle squadre affiliate allo Youth Project. I camp hanno di fatto battezzato il nuovo manto erboso in sintetico, realizzato in collaborazione con Sit-in Sport Impianti, alla presenza della presidente Anna Durio e del vice presidente Federico Trani.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Marotta e Dario D’Ambrosio, capitano e vicecapitano della Robur, verso il Catanzaro. A riportarlo è il sito Gianlucadimarzio.com, che parla anche di un interessamento dalla B (precisamente Ascoli e Livorno) sul difensore bianconero.

TuttoCalcioCatania.com, invece, riferisce di un’apertura della Robur ad una eventuale cessione di Marotta. “Per adesso l’ex punta del Benevento si gode le vacanze - si legge - Al rientro in Toscana incontrerà i vertici societari bianconeri per capire se esistono margini per trattare il prolungamento del contratto e, soprattutto, se il calciatore preferirebbe cambiare aria dopo due stagioni vissute in terra senese. Qualora Marotta manifestasse l’intenzione di partire, il Siena non ostacolerebbe in alcun modo la sua volontà. Ecco perchè il Catania rimane alla finestra, pronto per eventualmente intavolare una trattativa”.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
ESTRA
 

SERIE B Due elementi di grande esperienza al centro delle trattative. Oggi c’è il vertice tra la Cremonese e Andrea Caracciolo: il Brescia non ha rinnovato il contratto al centravanti che potrebbe accettare l’annuale con opzione offerto dal club di Arvedi. Ieri invece contatto telefonico tra il d.t. Signorelli del Livorno e Diamanti, che è in Thailandia e ha dato un’apertura alla proposta annuale con opzione; intanto il club ha bloccato Bogdan (Catania) per la difesa e valuta, oltre a Suagher (Atalanta, era a Cesena), anche Fornasier, rimandando Bruno al Pescara, mentre davanti gli obiettivi sono Forte (Inter, era allo Spezia) e Ardemagni (Avellino) e come secondo portiere c’è Zima (Genoa).
Il Palermo è ai dettagli per il riscatto di Dawidowicz dal Benfica (operazione da 2 milioni). E’ fatta per Blanchard (Carpi) che va alla Salernitana. Il Lecce valuta lo svincolato Diakitè (ex Bari). Il Cosenza è vicino a Belmonte (Perugia) e ha chiesto Aya al Catania. Stroppa invece vorrebbe portare Gerbo dal Foggia al Crotone.
Il Venezia accelera per Di Mariano (Novara). Il Verona resta in pressing per Di Gaudio (Parma) e Aramu (Torino, era all’Entella). Casting in mediana per il Padova che valuta Casarini (Novara) e Rizzo (Catania). A proposito di centrocampisti: l’Ascoli sfida il Cosenza per Varone (Ternana). Gli occhi dell’Avellino sono invece su Macek (Juventus, era a Cremona), Melegoni (Atalanta) e Callegari (Genoa). Oggi Altobelli (Pro Vercelli) firma con la Salernitana che aspetta Jallow (Chievo, era a Cesena) via Lazio. Accordo trovato tra l’esperto portiere Bizzarri (Udinese) e il Foggia: mercoledì la firma; sempre a Foggia potrebbe andare l’esterno Mammarella (Pro Vercelli).


SERIE C La prossima Serie C potrebbe tornare alla divisione orizzontale dell’Italia, con un girone A ricchissimo anche per la presenza di Juve B e Milan B. Tra tante big si ritaglia un ruolo da protagonista la Feralpisalò, che ha offerto un biennale a Masi (Bari, era a Spezia), contende Cesarini (Reggiana) al Vicenza e punta Tomi (Sambenedettese).

NORD Oggi Boscaglia firma per l’Entella. Il Gozzano per la porta prende Casadei (Avellino) e ottiene dal Carpi i giovani Mane e Rolfini. Il Novara punta su Peralta (Pisa) e può cedere Calderoni al Pordenone, Chiosa e Maniero ai romeni del Cluj. La Pro Vercelli vuole Falcone (Viterbese). L’Albissola fa il colpo Damonte (Samb). Sommariva (Milano City) verso il Monza. Polverini (Fondi) firma con la Pro Piacenza, che pensa a Nolè (sempre del Fondi). Crescenzi (Vicenza) verso la Triestina.

CENTRO Martorelli (Spezia) si accasa al Ravenna. La Carrarese rivuole Baraye (Entella). Il Pisa vuole Marconi offrendo Negro all’Alessandria; in ballo anche lo scambio di portieri Vannucchi-Petkovic. Il Pontedera tessera Sarri (Fiorentina, era alla Correggese). Se Marchi non rinnova con la Samb, va alla Ternana che per l’attacco corteggia Eusepi (Pisa). Il Siena ha messo nel mirino Nardi (Parma). E’ fatta al Teramo per Ferretti (Ternana).

SUD Il Catania ha chiesto Doumbia (era al Livorno) al Lecce. Melgrati (Cesena) firma con la Casertana che tratta Lulli (Catania) e Bellemo (Spal). Cason (Atalanta) e Ciarcelluti (Pineto) al Francavilla che pensa a Orlando (Prato). Il Catanzaro insiste per Murano (Spal, era a Trapani) e vuole Rapisarda (Samb). Viscovo (Crotone) è della Vibonese. Sicula Leonzio su Mancino (Siracusa).


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 
Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Le situazioni più disperate sono quelle di Lucchese e Reggiana, che affidano la loro salvezza a passaggi di proprietà difficili da concretizzarsi in una settimana. La Fidelis Andria, Juve Stabia e Trapani potrebbero fare rinuncia volontaria alla serie C e ripartire dai dilettanti. Un posto è libero per l’unione tra Bassano e Vicenza, un altro forse per la rinuncia del Mestre, un altro lo lascerà la Ternana o il Siena, o tutte e due,  in caso di ripescaggio B. Quindi per completare l’organico della C potrebbero servire otto ripescaggi. Al momento solo 5 sarebbero pronti: due seconde squadre (Juve e Milan avrebbero dato la disponibilità, ma manca ancora l'ufficialità), una retrocessa (Prato), due dalla D (Cavese e Como). 

Entro giovedì 12 luglio la Covisoc e la Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi comunicano a ciascuna società l’esito della verifica sulla documentazione presentata per l’iscrizione al campionato: in caso di parere sfavorevole è ammesso ricorso entro le ore 19 di lunedì 16 luglio. Esaminati i ricorsi, le commissioni, entro giovedì 19 luglio, esprimono parere motivato al commissario straordinario della Figc che venerdì 20 luglio deciderà sulle concessioni delle licenze nazionali. In caso di responso avverso, con esclusione dal campionato, la società può ricorrere al CONI.



Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

SERIE B - Ancora tre le panchine (formalmente) vacanti. Quella del Bari è legata alle vicende societarie (ma c’è già l’accordo con Mauro Zironelli), quella del Palermo sembra prossima a tornare a Tedino, la novità arriva da Ascoli, dove Oddo (ex Udinese) ha declinato la proposta del neo d.s. bianconero Tesoro, che ha virato su Calabro (ex Carpi): venerdì l’incontro a Milano, in settimana il responso.
Il Brescia ha chiuso l’accordo per riavere Morosini (era all’Avellino) dal Genoa, mentre il Benevento è vicinissimo a definire l’arrivo dal Napoli di Roberto Insigne (era al Parma). Imminenti gli annunci relativi a due veterani: Ciccio Brienza sta per rinnovare col Bari, Alino Diamanti la settimana prossima riceverà l’offerta definitiva del Livorno (annuale con opzione).
Portieri protagonisti: il Palermo ha ceduto Posavec all’Hajduk Spalato e ora aspetta il via libera della Juventus per Brignoli (era a Benevento). Il Livorno ha chiesto Zima al Genoa, Cerofolini (Fiorentina) si avvicina al Cosenza, mentre Ascoli e Avellino sono ancora in ballo per lo scambio tra Lanni e Lezzerini. Attesa a giorni la fumata bianca per il ritorno di Radunovic (Atalanta) alla Salernitana.
La Cremonese vuole Mogos (Ascoli) e, saputo che il Brescia non rinnova il contratto a Caracciolo, gli ha proposto un annuale: l’Airone è tentato. Suagher (Atalanta) verso Livorno. Il Perugia stringe per Sounas (Monopoli) e ci prova per Vido (Atalanta, era al Cittadella), come il Padova ha fatto un tentativo per Brighenti (Cremonese). Il Pescara ha riscattato Machin dalla Roma per 1,5 milioni e attende Tutino (Napoli, ex Cosenza).

SERIE C - Inizia a prendere forma il nuovo Pordenone targato Tesser. I primi due colpi neroverdi saranno il difensore Barison (Bassano) e l’esterno Semenzato (Catania), un ritorno.
AL NORD Domani Boscaglia firma per l’Entella, che perde De Luca: va al Cluj in Romania. Il Novara chiude per Sbraga (Siena) e sfida la Triestina nella corsa a Malomo (Venezia, era a Vicenza). L’Albissola ha chiesto alla Sampdoria i giovani Piccardo, Oliana e Ferrazzo. Ufficiali i ritorni al Monza di Tentardini (Padova) e Adorni (Parma), i brianzoli hanno anche tolto dal mercato Giudici (cercato dal Novara). Passi in avanti del Vicenza nella corsa a Cesarini (Reggiana). Il Piacenza, dopo Fischnaller, ci prova per Sestu (Alessandria).
AL CENTRO Pokerissimo del Rimini con Alimi, Badje e Marchetti (Atalanta), Volpe (Frosinone) e Battistini (Forlì). Jidayi (Pro Vercelli) si accasa al Ravenna. Curcio (Arzachena) si avvicina al Siena che tratta Thiam (Spal, era al Fano). Tripletta Arezzo con i giovani Mosti (Fiorentina), Buglio e Zini (Empoli). Vignali (Spezia, era alla Reggiana) piace alla Carrarese. Teramo su Patti della Sambenedettese che a sua volta tratta Biondi (Rieti).
AL SUD Sta nascendo un gran Catania: dopo il ritorno di Llama, arriva Ciancio (Lecce). Melgrati (Cesena) a un passo dalla Casertana che rinuncia a Stendardo (ex Pescara). Monopoli su Tortori (Venezia). Murolo (Carrarese) e Djordjevic (Catania) verso Potenza. Altri due innesti per il Catanzaro: Calderini (Foggia) e Pezzi (Cittadella). Donnarumma (Benevento) va alla Vibonese. Il Rende, che ha ufficializzato in panchina la promozione di Modesto dalla Berretti, prende tre giovani: sono Awua e Gatti (Spezia) e Minelli (Inter).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

QUI BARI Altri due giorni per capire. In un comunicato emesso dal club si rileva che «entrambi gli azionisti (Giancaspro e Paparesta, ndr) hanno fatto pervenire le rispettive dichiarazioni di esercizio del diritto di opzione, con la documentazione per la sottoscrizione dell’aumento del capitale sociale». Nessun riferimento alla ricapitalizzazione, evidentemente, non ancora finalizzata. Tutto potrebbe essere più chiaro domani, alla luce di quanto emergerà dal cda convocato con il collegio sindacale per esaminare le dichiarazioni pervenute dai soci e per l’assunzione dei conseguenti provvedimenti. Pare che Giancaspro abbia proposto al cda una cessione di credito, girando in quota capitale un credito personale che si materializzerebbe nel giro di 48 ore. Sarà accettato alla stregua di un assegno circolare? Sulla scena della ricapitalizzazione, tuttavia, permangono Paparesta e un eventuale terzo che potrebbe rilevare la società entro le 23,59 di mercoledì. A meno che il Tribunale delle Imprese (domani si esprimerà su un ricorso presentato dallo stesso Paparesta) non decida di nominare un amministratore che cerchi di sbrogliare la matassa. Si attendono poi le verifiche della Covisoc, alla luce degli accertamenti fiscali e dei parametri di liquidità.

QUI CESENA Da venerdì, dopo l’ultimo cda, si è improvvisamente aperto uno spiraglio che potrebbe regalare ossigeno al club. Lugaresi e i soci sono al lavoro per ottenere un finanziamento di 6 milioni da un gruppo di investitori legati a un fondo inglese: l’eventuale buon esito di questa operazione permetterebbe di ottenere la transazione con l’Agenzia delle Entrate, primo passo necessario per il salvataggio del club, che passerebbe poi dal pagamento di stipendi e contributi e dalla fideiussione di 800mila euro indispensabile per mettersi in regola. Lugaresi ha convocato un nuovo cda per mercoledì: entro quella data il Cesena saprà se avrà qualche possibilità di farcela o se dovrà fallire.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

Una lunga conferenza stampa per fare il punto della situazione, in quello che lui stesso ha definito “un limbo” a cavallo tra la stagione appena conclusa e quella che invece inizierà a brevissimo: con una squadra nuova, per scelta della società bianconera e la solita ambizione. Ma senza alcun proclamo. E il sogno serie B non ancora del tutto sfumato… A parlare il vice presidente bianconero Federico Trani.


IL POSSIBILE RIPESCAGGIO. “La domanda è pronta, abbiamo già preparato tutta la documentazione necessaria. Se ci sarà la possibilità saremo pronti. Ma dobbiamo aspettare che vengano definiti ufficialmente gli organici della serie B, vedere quello che succede. Intanto siamo concentrarti a costruire, in sinergia con mister Mignani la nuova Robur. Compiendo con lui una scelta coraggiosa: quella di rivoluzionare l’organico, pur nel processo di crescita iniziato lo scorso anno”.

IL MOTIVO? “Non certo perché non abbiamo ricevuto le risposte che volevamo. Anzi, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il fatto è che alcuni giocatori, nella stagione appena conclusa, hanno dato più di quello che potevano, il 120 per cento, ai limiti del possibile. Per altri il ciclo in bianconero è ormai finito. Qualcuno ha voluto cambiare aria. Vogliamo ripartire con nuovi stimoli, con nuove motivazioni: l’input è partito dalla società, lo staff tecnico, che dopo un anno di lavoro conosciamo meglio, ha condiviso”.

I MANCATI RINNOVI. “E’ stata una scelta ponderata quella di non parlare di rinnovo fino alla fine. Eravamo impegnati nella lotta per la promozione diretta e prima di compiere ogni scelta volevamo capire in che serie saremmo stati, anche a costo di perdere qualche giocatore”.

IL PARCO PORTIERI. “Stiamo valutando il profilo migliore, anche se la partenza di Giorgio Rocca, cui auguro le migliori fortune al Milan, per lui il coronamento di un sogno, ci ha un po’ colto impreparati. Il confronto è adesso con un altro preparatore. Gazzoli? Può darsi… sì, Spoina e Coralli rimangono. A meno che in questi giorni non li chiami la Juve o l’Inter…”.

IL RITIRO. “I giocatori attualmente sotto contratto, a eccezione di quelli che non rientrano nei piani e troveranno prima del 14 una nuova sistemazione – l’idea è quella di cederli a titolo definitivo, anche se per quelli in scadenza nel 2019 fa poca differenza – partiranno per Castel Del Piano, insieme ad alcuni ragazzi della Berretti, in queste ore stiamo valutando anche chi mandare a giocare per farsi le ossa – e le new entry che ufficializzeremo nei prossimi giorni. Acquisti definitivi o prestiti? L’importante è che siano giocatori che si sposano con il nostro modo di vedere il calcio. No, nomi non ne faccio e non parlo neanche di moduli: l’importante è come giochi, come interpreti i principi”.

IL BERTONI. “Abbiamo terminato i lavori, è pronto e da lunedì ospiterà i nostri Camp estivi. Dopo il ritiro di Castel Del Piano andremo ad allenarci lì lì. Rimarremo sul Monte Amiata fino al 28 luglio, il giorno dopo avremo il debutto in Tim Cup. Una partita a cui teniamo ma che arriva in una fase molto particolare della stagione, in piena preparazione”.


IL PROGETTO TRIENNALE. “Non è uno spettro che ci incute timore: ripartiamo con lo stesso spirito della passata stagione, pur consapevoli che per noi questo sarà l’anno più difficile, anche perché la Robur l’anno scorso ha avuto una crescita esponenziale, inaspettata. Siamo tranquilli, sereni al massimo. L’idea è quella di costruire una rosa migliore rispetto allo scorso anno, colmando le lacune che abbiamo avuto quest’anno, per giocarci le nostre carte, poi gli obiettivi li fisseremo strada facendo. Abbiamo acquisito una certa forza, abbiamo ambizione”.

GUBERTI E MAROTTA. “Hanno entrambi un altro anno di contratto, come è normale che sia quando torneranno dalle vacanze parleremo, come facciamo con tutti. Per trovare la soluzione migliore. Per noi il rapporto continua se poi loro hanno altre vedute ne discuteremo”.

IL SETTORE GIOVANILE. “Siamo super soddisfatti del lavoro svolto quest’anno. L’obiettivo di far crescere i nostri ragazzi, di farli essere attaccati alla maglia che indossano, con la voglia di giocare senza stare a guardare al risultato, al titolino, è stato centrato in pieno. E per avere un bacino di utenza sempre maggiore è forte il rapporto con il Siena Nord e il FutSal”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Iniziano gli appuntamenti in terrazza al Siena Club Fedelissimi. Venerdì 13 luglio cena di pesce. In cucina Massimo Losi propone questo menù:
Antipasti
- Alici marinate
- Cocktail di gamberi
- Impepata di cozze
- Cous Cous di mare
Primi
- Assaggio di zuppetta di mare
- Risotto allo scoglio
Secondo
- Filetto di pesce San Pietro al cartoccio
Dolce

Per prenotarsi inviare un sms o watshapp al numero 3664053060 oppure una mail fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it


Siena Club Fedelissimi


 


 

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Dopo le dichiarazioni della Presidente Anna Durio che si dichiarava pronta ad un eventuale ripescaggio ,qualora dovesse esserci , sulla questione è calato il silenzio più assoluto.  Da  parte  Ternana  però si scomoda come pubblicato sul sito su cui sto scrivendo,  anche il sindaco. Mentre a Siena tutto dorme ,e forse si spende più tempo  a commentare  l'ultimo Palio seppur giustamente , che altro , se andiamo però  su qualche sito Ternano notiamo con grande curiosità che anche loro pensano che il Siena debba essere avanti nella graduatoria, tanto da sperare in una retrocessione del Foggia per prendersi il  penultimo posto con il punto in più col quale passarci avanti.  Mi chiedo : ma alla signora Presidente interessa davvero il ripescaggio in Serie B ? Spero che oggi il figlio in conferenza  (stampa) che sarebbe opportuno aprire anche agli sportivi  forse più interessati della stampa stessa, chiarisca le intenzioni della Società. E rifacendomi all'ultima campagna elettorale in cui l'ex sindaco prima ed il nuovo poche ore dopo facevano proseliti ,credo di sapere il perchè  ,sperando che vincessimo i play off , mi piacerebbe sapere cosa pensa di fare ora il Sindaco De Mossi.  Perchè non spende pure Lui qualche parola nei confronti della Società e degli sportivi ?   Vi ringrazio come sempre per l'accoglienza .


Nello del Dottore  

 

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Il Siena è molto vicino a Demba Thiam, - gianlucadimarzio.com - portiere senegalese classe '98 della Spal che ha trascorso la passata stagione al Fano con 18 presenze.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Dire che ancora una volta Il Tirreno ci aveva visto giusto manifestando non poche perplessità - nonostante gli osanna di un sito internet dedicato alla Lucchese e alla maggioranza dell’azionariato popolare e della curva Ovest - sul self made man di Colle Val d’Elsa, Lorenzo Grassini, è polemica sterile che poco ci interessa in questi momenti davvero drammatici per la storia dell’As Lucchese che rischia di finire in frantumi per la terza volta in dieci anni. Di certo c’è che Grassini se n’è andato lasciandosi dietro una scia di penalizzazioni (4 punti per mancati pagamenti di stipendi e contributi di marzo, aprile e maggio e da un minimo di 2 a un massimo di 10 per la mancata ricapitalizzazione). Il rischio che il sindaco revisore Matteo Romani stamani portasse i libri in tribunale è stato scongiurato dal rientro in possesso delle quote (non ancora messo per iscritto, ma dichiarato verbalmente) di Arnaldo Moriconi"


Fonte: Il Tirreno

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

SERIE B - Grandi manovre alla Salernitana, con il d.s. Fabiani attivissimo per consegnare a Colantuono un organico da primi posti. Ieri summit a Milano per l’attaccante Palladino (Spezia), che tornerebbe a Salerno dopo 14 anni. Campani ai dettagli per Djuric (Bristol), Blanchard (Carpi), Sansone (Novara) e gli arrivi in prestito di Radunovic (Atalanta) e Del Fabro (Juve, era a Novara). Ufficiali, invece, gli acquisti di Volpicelli (Francavilla), Palumbo (Samp), Castiglia (Pro Vercelli) e Mazzarani (Catania).
Doppietta del Cittadella che si assicura la punta Scappini (Cremonese) e il centrocampista Branca (Vejle). Boldor (Bologna) ritorna al Verona che blinda fino al 2020 il capitano Caracciolo. Fumata bianca in arrivo per Schiavone (Cesena) al Venezia che ha ufficializzato Coppolaro (Udinese, era al Brescia). Volpe (Gubbio) vicino alla Cremonese. Pescara scatenato: presi i giovani Antonucci (Roma) e Palazzi (Inter, un ritorno), nelle prossime ore arriveranno anche le firme di Memushaj (Benevento), Scognamiglio (Cesena) e Max Gatto (Pro Vercelli). Moscati (Novara) e Mazzocchi (Parma) firmano con il Perugia che in avanti segue Ragatzu (Cagliari) e Monachello (Atalanta, era all’Ascoli). Ufficiali gli arrivi di Gori (Venezia), Maggio (Napoli) e Nocerino (Orlando) al Benevento. Il Bari lavora al rinnovo annuale di Brienza e riprende Empereur dal Foggia che è vicino al portiere Bizzarri, svincolato dall’Udinese. A proposito di estremi difensori: Cerofolini (Fiorentina) piace al Cosenza che stringe per Varone (Ternana) e pensa a Signori (Venezia, c’è anche il Lecce).


SERIE C - Il Catanzaro prende Statella (Ternana) e Polak (Cremonese) e vuole Murano (Spal) e D’Ursi (Bisceglie). Il figlio d’arte Christian Maldini (Fondi) alla Pro Piacenza. Rolfini (Carpi) vicinissimo al Gozzano. La Pro Patria vuole Dell’Agnello (Cuneo). Doppietta Renate con Jawo (Feralpi Salò) e Romagnoli (Roma). Fabris (Padova) verso la Feralpi Salò. Il Vicenza studia il colpo Cesarini (Reggiana). Ierardi (Genoa) vicino al Südtirol. Trovade (Bologna) è del Ravenna. Al Siena Mulas (Pontedera). Latte Lath (Atalanta) alla Pistoiese. L’Arezzo ottiene Danese (Chievo). Sarr (Bologna) alla Carrarese. Il Pisa insiste per Marconi (Alessandria). Rocchi (Giana) verso la Samb. Il Teramo prende Ferretti (Ternana). La Viterbese ingaggia Messina (Pro Piacenza) e Roberti (Ostia Mare). Gianluca Torma (ex Ternana) verso la poltrona di d.s. a Rieti. Pokerissimo Reggina con Curto e Seminara dall’Empoli, Franchini (Sassuolo) e il duo Tulissi e Santopadre dall’Atalanta. Silvestri (Trapani) si accasa al Catania, che riprende Llama.
L’Entella ha scelto Boscaglia (ex Novara), il Bisceglie punta su Ginestra (Altamura). Fusco (ex vice di Grassadonia a Vercelli) firma con la Paganese.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Nella concitata giornata di ieri, seconda scadenza per la regolarizzazione di fideiussione e stipendi, novità buone e cattive.

LUCCHESE E REGGIANA Colpo di scena alla Lucchese, sempre più nel caos e il cui futuro è incertissimo. Il presidente Grassini (nella foto con la moglie Cardin) ha denunciato per minacce alcuni tifosi rossoneri e ha restituito – per ora solo verbalmente – le quote al precedente proprietario Moriconi, che ora sta cercando partner per evitare il fallimento e rimanere in C. Due le cordate all’orizzonte: una è formata da imprenditori fiorentini e aretini, l’altra è capitanata da Pietro Belardelli, personaggio con un passato burrascoso nel mondo del calcio (lasciò Lecco e Castel di Sangro in balia dei debiti tra fine anni Novanta e primi Duemila). Non è stata effettuata la ricapitalizzazione e quindi arriveranno altre penalizzazioni (da 2 a 10 punti) dopo il -4 per il mancato rispetto delle scadenze da parte di Grassini. Il ds Fabrizio Lucchesi e l’allenatore Leonardo Menichini, che erano stati ingaggiati da Grassini, non faranno più parte della Lucchese. Fuggi fuggi anche alla Reggiana, che non ha rispettato la scadenza di ieri su contributi e fideiussione: il ds Grammatica ha chiuso il rapporto con il club ed è entrato nello staff dirigenziale del settore giovanile della Spal.

TRAPANI E AREZZO Dopo aver formalizzato l’iscrizione, il Trapani si mette in vendita. Volge al termine la gestione Morace, durata 12 anni, che ha portato i siciliani dall’Eccellenza a sfiorare la A. Le offerte sono attese entro il 12 luglio, fa sapere il club sul sito ufficiale. Sospiro di sollievo anche in casa Arezzo: pagati gli stipendi e depositata la regolare fideiussione.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

La notte porta con sé il mistero Bari. Una società con una storia di 110 anni sulle spalle, finita sull’orlo del baratro. Con un futuro tutto da scrivere e un presente ricco di inquietanti silenzi e cupi interrogativi. Ieri, alle 23.59, sono scaduti i termini (deliberati dall’ultima assemblea dei soci) per la ricapitalizzazione della società a 4,6 milioni di euro. Un passaggio indispensabile per consentire a Cosmo Giancaspro di tenersi stretto il 99,37% del pacchetto azionario. Ecco il mistero. Per l’intera giornata di ieri, presso lo studio del notaio Michele Labriola, hanno atteso che il presidente del Bari presentasse un assegno circolare, o un bonifico bancario a copertura della ricapitalizzazione. A metà pomeriggio pareva che l’epilogo fosse a un passo, invece… il nulla, nessuna traccia concreta del maggiore azionista. A meno di un colpo di coda di Giancaspro (oggi ci sarà la certezza assoluta), le aspettative si sono polverizzate con il passare dei minuti, nel giorno più lungo della recente storia del Bari. E nel frattempo, il d.s. Sean Sogliano (ha bloccato da una settimana il tecnico Mauro Zironelli, come successore di Fabio Grosso) è rimasto con il cerino acceso tra le mani. Stessa situazione per la tifoseria, quanto mai disorientata da ciò che sta accadendo.

CONSEGUENZE Negli ultimi tempi Giancaspro è stato a lungo fuori sede (Roma, Milano e all’estero). Facile che abbia cercato, in lungo e in largo, una soluzione ai suoi problemi (ha investito una quindicina di milioni nella società) e a quelli del club. Ha avviato qualche trattativa, finalizzata a un’eventuale cessione del pacchetto di maggioranza o addirittura alla vendita di tutte le sue azioni. Ma, per un motivo o per un altro, nessun affare è andato in porto. Almeno per il momento. Le conseguenze? Se davvero non avesse ricapitalizzato, Giancaspro avrebbe perso il Bari. Ma il condizionale è obbligatorio in casi del genere. Con tanto di penalizzazioni all’orizzonte, se non avesse pagato i contributi e le ritenute del periodo marzo-maggio (si esprimerà la Covisoc). Eppure l’altra sera lo stesso Giancaspro aveva tranquillizzato Sogliano, escludendogli ostacoli sulla via della ricapitalizzazione. Eppure, ieri mattina ha dato il benestare affinché fossero pubblicizzate sul sito ufficiale del Bari le date del ritiro estivo della squadra, da venerdì prossimo al 28 luglio, sull’Altopiano di Pinè in Trentino. Parevano finestre aperte su un futuro che, invece, adesso sembra quanto mai nebuloso.

LA MOSSA DEL SOCIO Gianluca Paparesta non è rimasto a guardare, pur essendo impegnato a Milano come opinionista Mediaset nelle trasmissioni dedicate ai mondiali. L’ex arbitro possiede ancora lo 0,63% delle quote sociali. Una minuzia che, tuttavia, potrebbe diventare significativa. Del resto Paparesta ha mal digerito l’idea di essere uscito a capo chino dalla scena del Bari, a vantaggio del suo ex socio di minoranza, Giancaspro. Paradossalmente, a distanza di due anni, le parti potrebbero ribaltarsi. Intanto ieri Paparesta ha esercitato il diritto di opzione sulle sue quote, con un versamento di 28mila euro. Se non lo avesse fatto, avrebbe perso lo status di socio. Di più, si è dichiarato disponibile con una pec a coprire il resto delle quote, nel caso in cui Giancaspro fosse finito in fuorigioco. Ma Paparesta (chi ha alle spalle?) può opzionare l’inoptato (il 99,37%) anche lunedì? Se non fosse stato precisato dall’ultima delibera, toccherebbe adesso al Consiglio di Amministrazione decidere in tal senso. Un ipotetico nuovo acquirente avrebbe cinque giorni di tempo per rilevare il Bari. Altrimenti per il club biancorosso sarebbe notte fonda.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Una sola stagione in maglia bianconera per Andrea Sbraga, centrale difensivo che è ormai ad un passo dal Novara. Il trasferimento del giocatore in Piemonte è in dirittura d'arrivo.

Chi, di ritorno dalla Fermana, non ha nemmeno posato le valigie è Andrea Doninelli. Per lui è quasi fatta per un trasferimento al Renate.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Il sindaco di Terni Leonardo Latini che nella mattinata di ieri ha sentito i vertici della società rossoverde anche in merito all’eventuale riammissione della Ternana nel campionato nazionale di serie B ha dichiarato: “La Ternana è un patrimonio importante della città e l’amministrazione comunale è pronta a dare il proprio sostegno per tutelarla in tutte le sedi”. Ritengo che il calcio italiano, abbia bisogno di regole certe e che le società rispettose di queste regole vadano salvaguardate. Così come va salvaguardata e rispettata la storia, la passione, l’attaccamento alla propria squadra di un popolo intero come quello rossoverde”, ha aggiunto il sindaco. “Un rispetto che dobbiamo riprenderci d’ora in poi, giorno dopo giorno, con le nostre azioni: per questo saremo vigili e compatti insieme alla società rossoverde e soprattutto insieme al popolo dei tifosi al quale mi onoro di appartenere”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Fine della corsa per la Lucchese targata Lorenzo Grassini. Al termine di quasi tre mesi incredibili, travagliati e ricchi di colpi di scena in negativo, il club si appresta a vivere un'altra giornata di attesa spasmodica destinata a terminare in un ennesimo nulla di fatto. Il presidente Grassini, infatti, a Siena - e non a Lucca - per sporgere denuncia in una caserma dei carabinieri, a fronte della minacce ricevute in questi giorni ha detto al precedente proprietario della maggioranza delle quote rossonere, Arnaldo Moriconi, di essere disposto a cedere le quote e di non volere più mettere piede in città. Il tutto proprio nel giorno in cui la moglie, Nicoletta Cardin, entra in giunta a Siena in quota Lega con la delega al decoro urbano.

Allo stadio, intanto, si radunano piano piano i tifosi rossoneri, preoccupati per le sorti di una società che, ancora una volta, rischia di scomparire dal calcio professionistico. Se nessuno interverrà per ripianare il deficit di 463mila euro entro oggi, infatti, la squadra potrebbe non essere iscritta al campionato di serie C. 

Proprio oggi, infatti, la Covisoc si riunisce per esaminare le domande pervenute dai club e, per la Lucchese, la bocciatura appare inevitabile. A meno che, certo, Arnaldo Moriconi non decida, come pare sembra aver assicurato, di riprendersi il club, magari con il supporto di qualcuno: il patron di Sice e Città Digitali avrebbe fatto sapere ad alcuni soci che non ha ancora deciso in merito, ma - comunque - dovrà giocoforza farlo entro oggi. Dietro di lui, ancora, incombe l'ombra ingombrante di Pietro Belardelli, l'imprenditore osteggiato perfino dal presidente di Lega, Gravina, e rimasto sempre sullo sfondo.

Se il versamento verrà effettuato, poi ci sarà tempo fino al 10 luglio per pagare stipendi e contributi. Al contrario, la Lucchese potrebbe sparire ancora una volta dai professionisti, vittima di una sceneggiata davvero incredibile. Se invece la situazione si risolvesse, comunque, oltre ai quattro punti di penalizzazione già certi potrebbero maturare da 2 a ulteriori 10 punti di malus per la prossima stagione.

Fonte: luccaindiretta.it

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Andrea Sottil occasione della sua presentazione come nuovo allenatore del Catania:

Con Cristiano non ci siamo sentiti, l’ultima volta risale a poco prima della partita dei playoff contro il Siena. Ho dato dei consigli da collega, perché naturalmente in quella partita tifavo Catania”.

…...consigli utilissimi.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Dopo il campionato da protagonista con la maglia della Robur, il centrocampista Francesco Vassallo (1993), svincolatosi il 30 giugno u.s., è vicino a legarsi con il Crotone, appena retrocesso dalla serie A.

Fonte :FOL

Tosoni Auto
Futuro Businnes