Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
Audio Life
Banca Cras
Banca Cras

Domenica 25 febbraio, in occasione della partita Siena-Olbia, sarà in distribuzione agli ingressi dello stadio il numero 726 de Il Fedelissimo.
In questo numero intervista esclusiva di Giuseppe Ingrosso all'attaccante Claudio Santini.


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Giorni di tensione a Matera sulla questione stipendi. I giocatori, ieri mattina, hanno consegnato ai giornalisti un documento nel quale parlano di emolumenti non percepiti da alcuni di essi per novembre e dicembre, dichiarandosi tuttavia compatti a continuare la regolare attività. Nella replica, l’amministratore unico Taccogna ha ricordato che l’85% degli stipendi è stato pagato, e che il Matera, pur vivendo un periodo di difficoltà, non attraversa crisi come Arezzo o Vicenza.

Fonte: La Gazzetta dello Sport



 

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Sempre più surriscaldata la situazione dell’Arezzo. La terza cessione di quote societarie nel giro di tre mesi (il 99% è tornato nella mani di Neos) è stata presa come l’ennesima presa in giro e la tifoseria è scesa sul piede di guerra. La conferenza stampa di Fabio Gatto socio della Neos (contestato non appena entrato nel viale dello stadio e andato via scortato) è durata pochissimo ed è stata burrascosa, si è sfiorata anche l’aggressione fisica. «La storia la conosciamo bene, o è venuto qui a portare le copie dei bonifici o se ne può andare», gli è stato detto. Qualche ora prima colloquio tra il segretario generale della Lega Pro, Ghirelli, e il sindaco Ghinelli. «Non vogliamo un altro caso Modena, faremo di tutto per aiutare l’Arezzo a finire la stagione. Ora serve un segnale dai giocatori, contro il Livorno sarà fondamentale scendere in campo». Moscardelli e compagni hanno messo in mora la società, la Lega è pronta a escutere la fideiussione di 350 mila euro per pagare gli stipendi arretrati, ma il derby continua a essere a rischio. Ieri Damiano Tommasi, presidente dell’Aic, ha incontrato i giocatori, non è da escludere che si trovi una soluzione in extremis o che la gara col Livorno venga rinviata.

Fonte: La gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

La prima semifinale di Coppa Italia di serie finisce 0-0. Ritorno martedì 6 marzo alle 18.30. L’altra semifinale, Viterbese-Cosenza, si giocherà mercoledì 28 febbraio alle 14.30 

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Con un comunicato Lega Pro e Eleven Sports Italia annunciano che gli utenti verranno risarciti per il disservizio di domenica scorsa.

"Con riferimento al disservizio occorso in data 18 febbraio 2018 a causa del quale non è stato possibile trasmettere alcune delle gare della 7^ giornata del girone di ritorno, Lega Pro ed Eleven Sports si scusano per il disagio arrecato agli utenti. Il disservizio, originato da problemi tecnici della struttura esterna alla gestione di Lega Pro e di Eleven Sports, è stato risolto ed è stato ripristinato il corretto funzionamento del Canale. Lega Pro si è immediatamente attivata a tutela dei consumatori e del Canale medesimo, tanto che, assieme ad Eleven Sports gli utenti saranno risarciti per il disagio subito. In quest’ottica, nelle prossime ore tutti gli utenti verranno contattati tramite e-mail direttamente da Eleven Sports".

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

E’ arrivato il momento di tornare a vincere al Franchi, squadra e tifosi insieme: il difensore bianconero Dario D’Ambrosio ha fatto il punto della situazione sul sito ufficiale della Robur, ripartendo dall’importante successo sulla Giana Erminio.

L’ 1-0 DI GORGONZOLA. “E’ stata una partita difficilissima: loro hanno un buon palleggio, lo sapevamo. Siamo entrati in campo con la giusta concentrazione e la giusta cattiveria. Siamo riusciti a passare in vantaggio. Non siamo riusciti a chiuderla, ma credo che la vittoria sia un risultato più che giusto”.

SIENA-OLBIA. “Anche i sardi sono una buona squadra, con un buon palleggio. Credo che verranno qua a giocarsi la partita, che non si chiuderanno. In questi giorni ci siamo preparati bene: sappiamo quello che dobbiamo fare e cercheremo di affrontare la partita nel miglior modo possibile”.

LA CLASSIFICA. “Con il turno di stop del Livorno e il nostro successo, la distanza dalla vetta si è ridotta. Ma noi, come abbiamo sempre fatto, dobbiamo scendere in campo guardando solo a noi stessi, poi alla fine del campionato tireremo le somme”.

IL RENDIMENTO INTERNO. “Non deve essere un problema giocare al Franchi. Noi conosciamo bene il nostro campo, sono gli altri a essere gli ospiti. Spero che domenica ci sia tanta gente allo stadio: noi stiamo facendo di tutto per trascinare i nostri tifosi, sempre di più. Il loro apporto non è mai mancato”.
 

LA SERATA NELLA TORRE. “Non ero mai stato ospite in una Contrada, mi ha fatto molto piacere. Non conoscevo alcune cose, mi sono state spiegate. Bella la visita al museo, così come la cena. Il modo giusto per rafforzare il connubio tra giocatori e città”. (a.go.)


Fonte: Fol

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Nuova avventura per Luigi De Canio: l’ex tecnico bianconero è il nuovo allenatore della Ternana. De Canio torna quindi a lavoro a distanza di quasi due anni dalla sua ultima esperienza con l’Udinese, subentrando a Ferruccio Mariani con lo scopo di centrare la salvezza.

"La nostra trattativa col signor De Canio si è chiusa, e quindi da oggi sarà il nuovo allenatore della Ternana – ha dichiarato il patron del club, Stefano Bandecchi – Abbiamo preso un accordo maturo e intelligente, aziendale. De Canio ha chiesto un contratto di tre anni, e mi ha trovato perfettamente d'accordo, perché credo che i nostri progetti siano molto simili. Anche se il salvataggio non dovesse andare a buon fine, De Canio vuole riportare la squadra in B e poi guardare avanti; se dovessimo restare in B, invece, ci sarebbe sempre un progetto di tre anni".

Per De Canio quindi contratto fino al 2020 con i rossoverdi: obiettivo primario mantenere la categoria, anche se in caso di retrocessione sarà sempre affidata a lui la ricostruzione della Ternana nella prossima stagione per ritornare in cadetteria.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Sarà il giornalista senese Orlando Pacchiani a presentare il Premio Robur 2018 che il Siena Club Fedelissimi consegnerà venerdì prossimo a Simone Vergassola per la sua lunga carriera nella Robur, prima come calciatore ed ora come allenatore.
Alla serata parteciperà la presidente Anna Durio, l'allenatore Michele Mignani ed altri rappresentanti della società e staff tecnico.

Per prenotarsi:
Sms o whatsapp: 3664053060
Telefono: 0577236677 (martedì e giovedì dalle ore 21.30 alle 24)
Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Fonte: Fol

 

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Nuova avventura per Mario Beretta. L’ex tecnico bianconero, secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, sarebbe stato incaricato da Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo rossonero, di ricoprire il ruolo di coordinatore tecnico del vivaio milanista.

Dopo la positiva esperienza a Cagliari, Beretta dal 1° luglio Mario Beretta sarà il nuovo coordinatore delle formazioni dell’Academy rossonera (fino agli Allievi, la Primavera rimane sotto la competenza di Mirabelli). Andando a prendere il posto dell’ex difensore rossonero Filippo Galli, che resterà comunque all’interno del Milan, andando con ogni probabilità ricoprire il ruolo di responsabile del nuova squadra femminile rossonera che dovrebbe nascere la prossima stagione.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, sul Corriere d'Arezzo ha lanciato un messaggio per la sopravvivenza del club aretino: "I ragazzi devono scendere in campo. Non possiamo falsare un campionato. Il nostro obiettivo, per quanto possibile, è quello di risolvere la situazione per fare in modo che domenica si svolga regolarmente la partita. E non solo domenica, ma anche le altre partite. Per escutere la fideiussione ci vorrà circa un mese e mezzo. Nel frattempo vedremo di dare una mano all'Arezzo. La Lega non può tirare fuori i soldi ma vedremo se la società amaranto vanta dei crediti per dar loro soldi".


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Oggi alle 19.30 si gioca l’andata di Alessandria-Pontedera, prima semifinale di Coppa Italia di Serie C. Ritorno martedì 6 marzo alle 18.30. L’altra semifinale, Viterbese-Cosenza, si giocherà mercoledì 28 febbraio alle 14.30 (a Viterbo) e mercoledì 14 marzo alle 14.30 (a Cosenza). In caso di parità dopo le due sfide supplementari e rigori.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Da «El Diablo» a «Gesù», così come da Benevento a Siena, il passo sembra enorme, invece è brevissimo. È quello che ha fatto Alessandro Marotta, passato da essere un diavolo per i tifosi campani all’esatto opposto per quelli toscani. Al sud Marotta, classe 1986 e una vita in serie C, era chiamato «El Diablo» per il suo modo di dare la caccia alla palla e al gol («Corro e lotto su ogni pallone, poi quando vedo la porta mi scateno», disse al suo arrivo a Siena). Soprannome in realtà nato a Lucca e poi conservato negli anni. Sotto la Torre del Mangia, in una città comunque storicamente ghibellina, invece i tifosi gli hanno cambiato decisamente connotati: «Segna sempre Gesù», cantano dal campionato scorso. Complici capelli e barba ancora lunghissimi, come negli anni precedenti.

BOMBER Al di là del soprannome, in ogni caso, il vizio del gol Marotta non lo ha perso: 15 gol (record personale) lo scorso anno, in una stagione per la Robur da archiviare in fretta; già 9 in questa stagione, nella quale invece il Siena di Michele Mignani naviga nei piani altissimi della classifica. Un campionato condito pure dalla fascia di capitano, meritata sul campo da Marotta proprio per il suo modo «esuberante» di giocare, non proprio assimilabile ai crismi del Figlio di Dio. Ma tant’è: i tifosi del Siena, bianchi e neri, giocano, come nel Palio, con il sacro e con il profano. E la cosa funziona, almeno per ora. La sua ultima marcatura contro la Giana ha permesso al Siena, dopo tre tentativi falliti (Gavorrano, Alessandria e Carrarese) di accorciare decisamente le distanze dalla capolista Livorno, che nel frattempo stenta.

RIMONTA Adesso Marotta e compagni, distanti ben 12 punti dalla testa della classifica a Natale, ci credono: possono agganciare la prima posizione e il Siena può tornare ai fasti degli anni targati Monte dei Paschi, può ricominciare a respirare aria celestiale dopo il fallimento del 2014, la Serie D e l’attuale purgatorio della C. Dopo appena due anni e mezzo di gestione della famiglia Durio sarebbe un mezzo miracolo. Ma il Siena ci crede. Grazie ai gol di «Gesù».

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Ivan Rondanini, terzino della Robur, è stato ospite di Calcio Spettacolo, su Siena Tv. Queste le sue dichiarazioni:

Giana – “E’ stata una partita come ce l’aspettavamo, la Giana è una delle squadre che giocano il calcio migliore della serie C. L’abbiamo interpretata nel modo corretto”.

Il malinteso con Pane – “La stavamo combinando bella. Pensavo che lui fosse più indietro, però me l’aveva chiamata e dovevo lasciargliela. Meno male non è successo niente”.

La difesa – “Il lavoro sul campo è la cosa fondamentale. Noi grazie al mister ci alleniamo tutte le settimane per interpretare la fase difensiva in modo corretto. La Giana aveva un attacco fisico con gli esterni di centrocampo che venivano a giocare in mezzo, li abbiamo affrontati nel modo giusto”.

I punti conquistati – “Ce li siamo guadagnati perché abbiamo lavorato tanto e il lavoro ha portato i suoi frutti. La B? Noi tutti noi ci speriamo ad arrivare primi, ma l’importante è dare sempre un occhio alle inseguitrici”.

Traversa ad Alessandria – “Era troppo bello per far gol, in questo modo mi sono accorto di essere sulla terra. Come dice il nostro capitano, quando non senti il rumore della rete che si gonfia, non conta nulla. Il fatto che segno quando c’è la Rai? Non diciamolo più perché l’ultima volta non è successo!”.

Contratto – “Non ne voglio sapere. Io a Siena stavo bene anche l’anno scorso, adesso sto da Dio. Mi piacerebbe restare, poi se non ci fosse la voglia da parte della società dovrò guardarmi in giro”.

Fratello – “Si chiama Simone, gioca nella mia zona. Legnano, Pro Patria, Novara. Ieri era il suo compleanno, ero a Milano e sono riuscito a festeggiarlo. Segue mio papà nella ditta di famiglia e sta mollando il calcio”.

 (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Perseguono gli appuntamenti nelle contrade per la Robur che questa sera è stata ospite della Contrada della Torre per una piacevole e ben organizzata serata.
La società bianconera era rappresentata dalla presidente Anna Durio, dal vice Federico Trani, dai direttori Davide Vaira e Giovanni Dolci. Per la squadra erano presenti Mignani, Vergassola, Guberti, Vassalo, D'Ambrosio e Cruciani accompagnati dal team manager Ivan Sarra. Presenti anche i rappresentati dei club dei tifosi. La serata ben condotta da Massimo Bianchi e Alessandro Pepi si è conclusa con lo scambio di doni tra i il priore Millozzi, il capitano Capelli e la presiedete Anna Durio

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

Dennis Iapichino, terzino della Robur, è stato ospite in Studio Robur

Giana – “Abbiamo fatto una buona partita, soprattutto nel primo tempo. Si vedeva la voglia di vincere. Potevamo fare anche il 2-0. E’ andata un po’ meno il secondo, siamo calati ma ci sta, l’importante è aver vinto”.

Assist da corner per Marotta - “L’abbiamo provato due giorni prima, il venerdì. Ci siamo allenati sugli angoli, volevo batterla proprio lì in quella posizione”.

Il bacio Marotta-Vassallo – “E’ una cosa che si sentiva di fare ed è giusto così. È un gesto che significa che stiamo bene insieme, che siamo un bel gruppo. So che sono cose che non si vedono ogni giorno”.

Campionato - “Abbiamo le capacità per vincerle tutte, però ogni sfida è difficilissima e va affrontata con la testa giusta”.

I gironi – “Il nostro è bellissimo, è tutto ancora aperto e vediamo come andrà”.

Guberti – “Sono contento quando si allarga a sinistra, dalla mia parte. E’ fortissimo, salta l’uomo, trova una giocata dal nulla. Mi trovo bene con lui”.

La traversa di Bulevardi – “In un primo momento alza la testa e guarda in mezzo, se la voleva crossare ha sbagliato di tanto! Viviamo insieme, notte e giorno, quando non gioca soffre ma ha dimostrato di stare bene. Si sa che è fisicamente forte e ci può dare una mano in questo”.

Olbia – “E’ una bella squadra, partita forte e ora un po’ calata. Conosco qualche giocatore, soprattutto Ragatzu. Penso che proverà a vincere, a differenza di altre”.

Rendimento personale – “A inizio anno sono partito bene, poi ho trovato un po’ un calo fisico, a dicembre-gennaio, ma ora sono al top della forma”.

Contratto – “Per ora non ci penso, ci stiamo giocando il campionato ed è una cosa bellissima, che non succede ogni anno. Poi si vedrà più in là. L’ho sempre detto, mi trovo benissimo a Siena. Speriamo che il sogno vada a buon fine”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Il giudice sportivo della Serie C ha squalificato per una giornata i giocatori De Vito (Viterbese), Celijak e Gazzi (Alessandria), Guidetti (Monza), Birindelli e Lisi (Pisa). Con l'ammonizione di domenica scorsa Danilo Bulevardi raggiunge Marotta nella lista dei diffidati.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Gli ospiti della trasmissione “Studio Robur” in onda su Canale 3 e condotta da Giuseppe Ingrosso saranno il difensore del Siena Denis Iapicino e il tifoso Giulio Sarrini.

A Siena Tv, nella trasmissione “Calcio Spettacolo” condotta da Giulio Valenti, saranno ospiti in studio Robero Benincasa, Mauro Pagliantini e il difensore bianconero Ivan Rondanini.

L'ora di inizio delle trasmissioni è alle 21.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

A Gorgonzola è arrivata una vittoria al bacio. Letteralmente. Al gol di Marotta, infatti, durante l’esultanza, il capitano ha dato un bacio a stampo a Francesco Vassallo. La foto, pubblicata dalla Gazzetta dello Sport, ha fatto il giro del web e Radio Monte Carlo Network ha intervistato i due protagonisti stamattina. “Quando segno mi capita di non capire più niente, Francesco di solito viene ad esultare con molta foga, me lo sono visto davanti e l’ho baciato – ha spiegato Marotta -. E’ anche un gesto che noi napoletani ripetiamo spesso con persone che conosciamo bene, e con lui ho un grande rapporto”. “Non me l’aspettavo – ha risposto Vassallo - quando mi ha preso ho pensato: mi bacerà sulla fronte. E’ stato un gol particolare perché gli avevo detto che avrebbe segnato”. Poi i due si sono scambiati due battute. “La prossima volta continuerò a dire che segni – ha detto Vassallo - ma non verrò più ad abbracciarti!”. “Voglio bene a Ciccio, ma sono felicemente sposato!”, ha scherzato Marotta. I conduttori della trasmissione, infine, hanno ricordato altri episodi simili del passato. Dal bacio tra Buffon e Tudor (ex Siena) all’effusione tra Pique e Ibrahimovic, fino al celebre ‘contatto’ tra Maradona e Caniggia. Adesso, la prossima volta che Vassallo servirà un bel passaggio a Marotta, staremo attenti a definirlo “un assist al bacio”! (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

9a giornata sabato 3 marzo
Pro Piacenza-Siena ore 14.30

10a giornata sabato 10 marzo

Siena-Viterbese ore 20.30

11a giornata sabato 17 marzo

Monza-Siena ore 16.30

12a giornata martedì 20 marzo

Livorno-Siena ore 20.30

13a giornata sabato 24 marzo

Siena-Pistoiese ore 20.30

14a giornata giovedì 29 marzo

Pontedera-Siena ore 20.30

15a Giornata sabato 7 aprile

Turno di riposo

16a giornata sabato 14 aprile
Arezzo-Siena ore 18.30

17a giornata sabato 21 aprile

Siena-Cuneo ore 14.30

18a giornata sabato 28 aprile

Siena-Piacenza ore 16.30

19a giornata sabato 5 maggio

Prato-Siena ore 16.30

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Elettronorge
 

La partita Siena-Olbia, in programma domenica 25 febbraio alle ore 14.30, sarà diretta da Luca Massimi della sezione di Termoli. Assistenti saranno Antonio Vono di Soverato e Matteo Guddo di Palermo.
Massimi ha due precedenti con la Robur:
15-16 Teramo-Siena 2-1
16-17 Siena-alessandria 2-0

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Ore delicatissime ad Arezzo. L’Aic ha comunicato il preavviso di sciopero per domenica, quando arriva il Livorno capolista. Se entro venerdì non arrivano stipendi e contributi di novembre e dicembre, non si gioca.

La squadra comunque si allena e domani riceve la visita degli esponenti della Lega Pro che incontreranno anche il sindaco Ghinelli in cerca di una soluzione.

Se lo sciopero verrà confermato il Livorno prenderebbe partita vinta per 3-0 ed agli amaranto inflitti ulteriori punti di penalizzazione. Dopo la terza rinuncia l'Arezzo verrebbe escluso dal campionato e tutte le squadre che hanno ancora da giocare con gli amaranto vincerebbero la partita a tavolino, invece quelle già giocate sarebbero confermate con il punteggio acquisito sul campo.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Il centrocampista Fabio Gerli è stato inserito nella Top 11 del girone A di tuttoc.it con questa motivazione: inizia a essere un elemento imprescindibile per il centrocampo bianconero, che guida con maestria anche sul terreno della Giana Erminio. Non è facile scardinare la mediana biancazzurra, ma il talento scuola Entella riesce comunque a emergere, amministrando bene il gioco”.
Per tuttomercatoweb.it nella Top 11 del girone A relativa all'ultima giornata ha inserito Alessandro Marotta “da autentico rapace d'area di rigore realizza il gol vittoria nella trasferta sul campo della Giana Erminio”.
Michele Mignani è invece il miglior allenatore “gestisce al meglio gli uomini a disposizione custodendo perfettamente il vantaggio. La vetta non è più cosi lontana… “

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Presentata come unica donna presidente nel professionismo italiano, Anna Durio è stata ospite di “C Piace”, il programma televisivo di Rtv (emittente di San Marino), dedicato interamente alla terza divisione. Si è parlato tanto di Robur, con il film della partita con la Giana e il commento del presidente bianconero: “Noi ci giocheremo tutto fino alla fine, siamo partiti per fare un bel campionato e non ci aspettavamo questa situazione, ma l’appetito vien mangiando. La cosa positiva è la crescita della squadra e l’unità del gruppo. Sognare? Cerco di stare coi piedi per terra. Però mi diverto, esprimiamo un bel calcio. È divertente vedere il Siena. Dove vogliamo arrivare? Il più alto possibile”. Sul perché ha investito sulla Robur, Durio risponde che ha scelto Siena perché “è una città bella, dal blasone importante, mi dispiaceva vederla in difficoltà”. Una battuta anche sul mercato: “Io ho messo un budget, poi ci pensa mio figlio. E’ giovane, non me la sono sentita di farlo presidente, ma è lui che conosce tutto del lato sportivo. Il ds è Dolci, però collaborano molto”.

La trasmissione, vista la posizione geografica di Rtv, è dedicata soprattutto al girone B, dove Anna Durio viene coinvolta più volte. Prima sul Padova, capolista a +11 (“ma può succedere di tutto. L’anno scorso l’Alessandria perse con un grande vantaggio e anche adesso il Livorno ad inizio anno aveva 12 punti di vantaggio e ora solo due”), poi sul Bassano dell’ex Colella, che ha resuscitato i giallorossi dal suo arrivo: “sono contenta per lui. Lo ritengo un buon allenatore, ma quando siamo entrati, purtroppo, tra comunicati e vari problemi, non siamo riusciti a creare un’unità con la squadra che invece c’è quest’anno. E si sa, quando le cose vanno male paga sempre l’allenatore”.

Si torna poi al girone A, ma non per meriti calcistici. Il tema è la situazione critica dell’Arezzo, che potrebbe concludersi con il terzo fallimento a campionato in corso, dopo Modena e Vicenza. “Spero che l’Arezzo possa continuare, un fallimento condizionerebbe il campionato. C’è qualcosa da cambiare alla base, la politica dovrebbe stare lontana dallo sport. Sono apolitica, vado a votare perché è un dovere e un diritto ma lo sport è una cosa, la politica un’altra”.

In chiusura di trasmissione, ecco di nuovo lo spazio dedicato al Siena e al centro sportivo. “Spero di finire i lavori per aprile, purtroppo l’aver iniziato i lavori a dicembre ha complicato il tutto ma io le cose le voglio fare in regola. C’è un dispendio esagerato per l’affitto dei campi, tante movimentazioni. Tra l’altro quel campo che stiamo rifacendo era in deroga, non più a norma. C’è una scuola calcio, il Siena Nord, lo utilizzeremo insieme a loro”. Non manca poi la questione societaria. “Non ho mai avuto niente contro i soci di minoranza. Io vorrei dei soci che mi aiutassero e supportassero, e invece me li sono ritrovata tutti contro. Mi ritrovo con denunce, impugnazioni… Nuovi ingressi? Se ci fosse qualcuno serio e credibile! Ho già avuto più di un contatto interessato, ma il Siena non l’ho mai messo in vendita”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito alla sezione disciplinare del Tribunale Federale Nazionale l’Arezzo, per alcune irregolarità amministrative risalenti alle scadenze economiche di dicembre.
Stesso provvedimento anche per Akragas e Matera

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

La squadra bianconera tornerà a lavorare domani pomeriggio per preparare la partita di domenica contro l’Olbia.
Questo il programma degli allenamenti che si terranno sempre a Colle Val d'Elsa:

Martedì: ore 15
Mercoledì: ore 10 e ore 14,30
Giovedì: ore 15
Venerdì: ore 15 (porte chiuse)
Sabato: ore 11 (porte chiuse)

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Tra tutti i campionati professionistici solo il Napoli e la Juventus, primo e seconda in serie A, hanno fatto meglio del Siena che con la vittoria di ieri con il Giana Erminio è arrivata a 9 vittorie in campo esterno.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Con quello realizzato ieri sul campo di Gorgonzola Alessandro Marotta è arrivato a quota 9 reti su 22 partite con una media di una rete ogni 2,44 partite. La stessa che nello scorso campionato ha visto il nostro bomber mettere a segno 15 reti in 36 gare.
In totale Marotta ha realizzato con la maglia bianconera 24 reti in 58 partite.

Fonte: Fol

 

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

La presidente Anna Durio sarà ospite questa sera nella trasmissione “CPiace”, in onda dalle ore 20 alle 21,30 su San Marino Rtv (canale 520 Sky), emittente di stato della Repubblica di San Marino consociata Rai.


Fonte: www.robursiena.it

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Attiva la prevendita dei biglietti per la partita Siena-Obia di domenica 25 febbraio alle ore 14.30.
Questi i prezzi:

Curva Lorenzo Guasparri:
12 € Intero 
8 € Ridotto over 65/under 18/donne
5 € Ridotto under 14

Gradinata Paolo De Luca:
17€ Intero 
13€ Ridotto over 65/under 18/donne 
8€ Ridotto under 14 
8€ Studenti universitari 

Tribuna Danilo Nannini Laterale:
24€ Intero 
19€ Ridotto over 65/under 18/donne 
12€ Ridotto under 14 

Tribuna Danilo Nannini Centrale:
31€ Intero 
23€ Ridotto over 65/under 18/donne 
15€ Ridotto under 14 

Tribuna Danino Nannini d’Onore:
50€ Intero
35€ Ridotto over 65/under 18/donne 
23€ Ridotto under 14 

Tribuna Danilo Nannini Excutive:
90€ Biglietto unico

Settore ospiti:
12€ Biglietto unico

Come aquistare il biglietto
Online
https://www.ciaotickets.com/evento/robur-siena-olbia
Per questo evento è abilitato il PRINT@HOME: stamperai il biglietto PDF già fiscalizzato con la tua stampante di casa/ufficio (è sufficiente una stampa in bianco e nero), e non sarà necessaria alcuna spedizione con corriere espresso, nè ritiro presso la cassa dell'evento ----- Presenterai direttamente all'ingresso il biglietto stampato su foglio A4, esibendo all'operatore il codice a barre in maniera ben visibile perchè possa essere smarcato con il lettore ottico.

I punti vendita Ciaotickets a Siena:
- Tabaccheria Chiasso Largo, via Rinaldini, 7
- Siena Club Fedelissimi , via Mencattelli, 11 (martedì, giovedì e venerdì dalle 21.30 alle 24. Domenica dalle 11 alle 13.30)
- Mcm, Via Marzi, 6
- Tabaccheria Narghilè, via Aretina, 6
- Tabaccheria Scacciapensieri, via Orlandi, 65
- Tabaccheria Cartoleria 69, via Duccio di Boninsegna, 29
- Tabaccheria La Radica, via Simone Martini, 24

Il giorno partita dalle ore 12.30 saranno aperti i botteghini presso il sottopassaggio La Lizza (ingresso davanti all'NH Hotel e quello adiacente alla statua di S. Caterina.

 

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Turno di riposo per il Livorno che vede avvicinarsi alle sue spalle il Siena a due punti: per i bianconeri fondamentale successo in trasferta sulla Giana Erminio. Cade dopo oltre tre mesi la Viterbese, rocambolesca affermazione del Pisa che si piazza in terza posizione. Nei bassifondi della graduatoria torna a sperare il Gavorrano, pareggio a reti bianche tra Lucchese e Cuneo, quasi spacciato il Prato. Derby amaranto tra Arezzo e Livorno, con gli aretini che stanno vivendo una situazione societaria molto complicata; per i labronici due punti raccolti nelle ultime quattro uscite. Per la Robur impegno casalingo con l’Olbia: ottimo momento per i senesi che hanno recuperato molti punti sul Livorno. Il Pisa riceve una Lucchese in crisi, mentre insidia Monza per la Viterbese. La Giana Erminio cerca l’immediato riscatto con la Pistoiese, così come l’Arzachena contro il Gavorrano. Dopo aver impattato con il Monza, per l’Alessandria esame Prato. Il Piacenza riceve un sorprendente Pontedera, sfida salvezza tra Cuneo e Pro Piacenza. Settimana di riposo per la Carrarese, reduce dalla bella affermazione con poker nei confronti del Prato. (Damiano Naldi)

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

PANE  6,5

Raramente viene chiamato in causa con interventi di particolare difficoltà. Si distingue in un paio di preventive uscite risolutrici e per un intervento provvidenziale al 38’ del p.t.

RONDANINI 6

Partita accorta anche se, per poco, non la combina grossa anticipando Pane in uscita davanti all’area creando una situazione da” mai dire goal”.

D’AMBROSIO 6,5

Presidia l’area con il compagno di reparto senza particolari affanni.

SBRAGA 6,5

Non consente, insieme a D’Ambrosio, incursioni per pericolose da parte degli attaccanti della Giana dando grande solidità difensiva nel complesso.

IAPICHINO 6,5

In una partita attenta, senza particolari affanni, svolge il suo compito senza apprensioni difensive, ma limitando le sue progressioni offensive. Suo il cross, su corner, che ha portato al vantaggio della Robur

GERLI 7

Il gioiellino del Mister si conferma una garanzia a centrocampo. Amministra il gioco con grande maestria. Insostituibile.

BULEVARDI 6,5

Partita di grande carattere e sostanza. Si esibisce in un paio di tiri dalla distanza colpendo anche la traversa. Ha gamba e grinta. Ritrovato.

GUBERTI 6,5

Gestisce bene la manovra fin dall’inizio esibendosi in grande aperture e assist tipici del suo repertorio. Scala a centrocampo a dar man forte per portare a casa il risultato. La novità sono i 90° minuti interi concessogli.

VASSALLO 6

Forse un po’ in calo nel complesso ma svolge sempre il suo compito senza grandi errori.

SANTINI 6,5

Lotta sempre come al suo solito. Tuttavia spreca qualche ghiotta occasione per mettere al sicuro la partita e le coronarie dei tifosi bianconeri. Un grande intervento del portiere ospite gli nega la gioia del goal che però arriva subito dopo.

MAROTTA 7

Gran goal di testa su palla inattiva che soprattutto ha il merito di sbloccare e decidere l’esito del match. Sfiora il raddoppio colpendo il palo. Oltre ad essere il bomber della squadra il suoi goal sono decisivi ai fini della classifica. Il migliore

CRISTIANI SV

PANARIELLO SV

DAMIAN SV

Entrano sul finire a irrobustire difesa e centrocampo e non tolgono la gamba partecipando alla festa bianconera.

Cosa va

La squadra in trasferta si conferma la migliore del girone e anche a livello nazionale risulta fra le prime tre. Squadra solida e compatta.

Cosa non va

L’unico neo è di non riuscire a chiudere le partite nonostante varie occasioni preziose. Ma resterà negli annali ancora una volta l’impresa di vincere in campi dove altri hanno stentato.

NB: Si ringrazia gli inviati speciali Laerte e Steccio per il prezioso contributo alla stesura e anche per essere presenti a incitare la squadra  e un grande enorme “vaffa day “ a Eleven sport……

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Questi dati sugli spettatori della partita Giana Erminio-Siena giocata ieri
Paganti: 410 di cui 58 da Siena
Abbonati: 212
Totale: 622
Incasso di 3.726 euro.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Ci dispiace per quanto accaduto e ci dissociamo dalla tribuna bigotta che nulla ha a che vedere con il tifo Ultras di Gorgonzola. Loro sono quelli che non cantavano quanto il gruppo c’era, loro sono quelli che hanno goduto per le nostre diffide, loro sono quelli che non vanno in trasferta. Noi ci siamo sempre anche se il gruppo è stato sciolto e ci hanno ridotti all’osso. Noi non abbiamo alcun tipo di rapporto ne amichevole ne di rivalità ne con Siena ne con Livorno e ci dissociamo ufficialmente dai cori sentiti oggi provenire da un settore della tribuna.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

13 reti:
Tavano (2, Carrarese), Vantaggiato (3, Livorno), Ragatzu (6, Olbia).

11 reti:
Moscardelli (2, Arezzo); Curcio (3, Arzachena); Bruno (2, Giana Erminio).

10 reti:
Gonzalez (1, Alessandria); Perna (Giana Erminio).

9 reti:
Ferrari (3, Pistoiese); Alessandro (4, Pro Piacenza); Marotta (1, Siena).

8 reti:
Marconi (3) (Alessandria); Sanna (Arzachena); Ogunseye (1, Olbia); Dell'Agnello (Cuneo); Giudici (Monza);  Pesenti (Piacenza; 8 nel Pontedera); Vrioni (1, Pistoiese);

7 reti:
Vano (Arzachena); Biasci (Carrarese); Chiarello (Giana Erminio); Dounbia e Murilio (Livorno); Ceccarelli (2, Prato). 

6 reti
Fischnaller (Alessandria); Coralli (Carrarese); Brega e Moscati (Gavorrano); Maiorino (Livorno); Fanucchi (1, Lucchese); D'Errico (1, Monza); Esusepi e Negro (1) (Pisa); Jefferson (3) e Vandeputte (Viterbese).

5 reti
Cutolo (Arezzo);  Bentivegna (1) e Vassallo (Carrarese); Iovine (Giana Erminio); Cori (1, Monza);Corazza (2, Piacenza); Pinzauti (Pontedera); Guberti (1, Siena).

4 reti
Arrigoni (Lucchese); Romero (Piacenza), Mannini (2) e Masucci (Pisa); Luperini (Pistoiese); Cenciarelli, Celinto e Rinaldi (Viterbese; 3 con l'Arezzo).


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Il Siena Club Fedelissimi comunica che venerdì prossimo, 23 febbraio, verrà consegnato il Fedelissimo d'oro 2017 a Simone Vergassola per la sua lunga carriera nella Robur, prima come calciatore ed ora come allenatore, vice di Michele Mignani.
Alla serata parteciperà la presidente Anna Durio ed altri rappresentanti della società e dello staff.

In cucina Leo è i suoi collaboratori prepareranno questo menù:
Antipasto: Polenta saporita
Primo: Pappardelle al cinghiale
Secondo: Stracotto del Chianti
Contorno: Pure’ di patate
Dolce

Per prenotarsi:

Sms o whatsapp: 3664053060
Telefono: 0577236677 (martedì e giovedì dalle ore 21.30 alle 24)
Mail: 
fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Fonte: Fol

 

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Un’analisi serena e onesta quella del tecnico della Giana Erminio Cesare Albè al termine della partita con il Siena.

“Risultato pronosticabile? No, non credo, visto quello che succede in questo campionato. I risultati del Livorno e del Pisa la scorsa settimana lo dimostrano: è un girone molto complicato, il nostro, ogni partita è difficile. Puoi far bene con il Siena che è secondo meritatamente, e poi fai peggio con l’ultima in classifica. Ogni partita è da leggere e interpretare, un capolavoro da fare, come dico sempre. Io continuo a credere che la Giana sia una bella squadra, ma la classifica è veritiera. Il Siena è un’ottima compagine, per venti minuti ci ha messo in grande difficoltà tanto è vero che siamo stati lì lì per cambiare i piani tattici, abbiamo sempre un piano B. Poi anche noi abbiamo avuto delle buon occasioni, la gara si è riequilibrata e a fine primo tempo, con i ragazzi, abbiamo deciso di andare avanti con il solito sistema. Anche perché siamo un Italia e quando sei in vantaggio tendi a difenderti. In bianconero, poi, ci sono attaccanti che possono essere pericolosi in contropiede. Nel secondo tempo ci abbiamo messo tutta la volontà possibile, ma non abbiamo creato tante occasioni da gol. I nostri avversari, messi bene fisicamente, hanno fatto quello che serve per non prendere gol e non siamo riusciti a pareggiare. Io che ho un’età super veneranda ne ho viste tante di partite così. Alla fine l’hanno vinta su angolo, perché ci siamo persi il loro uomo principe. Nel primo tempo avevamo avuto l’occasione per pareggiare e dare vita a una ripresa più bella e lottata. Ma non l’abbiamo sfruttata e loro sono stati bravi a chiudere gli spazi per precluderci palle gol limpide per pareggiare la partita”. (a.go.)


Fonte: Fol
Ph: asgiana

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo